Lo abbiamo detto anche di recente: le auto scoperte, un po' come le sportive, stanno scomparendo dalle fasce più economiche del mercato. E pensare che, tra la seconda metà degli anni 90 e la fine del decennio successivo, spider e cabriolet sembravano aver recuperato vitalità (anche) grazie al tetto rigido retraibile elettricamente, portato alla ribalta dalla Mercedes SLK e reso più accessibile dalla 206 CC della Peugeot. La stessa Casa che negli anni 30 introdusse per prima sul mercato una soluzione analoga con le varianti Eclipse. Ne parliamo con maggiori dettagli nella nostra galleria d’immagini, dove abbiamo raccolto i più noti esempi di spider-coupé e coupé-cabriolet entrate a listino dal 1996 al 2009, cioè nel periodo d’oro di questi modelli, la cui offerta si sarebbe poi ridotta sensibilmente nel decennio successivo.