Curiosità

Tecnica
Le "posteriori" che non ti aspetti - FOTO GALLERY

Tecnica
Le "posteriori" che non ti aspetti - FOTO GALLERY
Chiudi

Fino a qualche anno fa la trazione posteriore sembrava ormai relegata ai modelli più costosi e sportivi, essendo scomparsa - anche tra i brand premium - dai segmenti più economici. Questo schema, tuttavia, sta riscoprendo nuova vitalità grazie alle auto elettriche. O meglio, grazie alle vetture concepite "solo" con powertrain e apposite piattaforme, il cui motore viene in genere collocato sull’asse posteriore, poiché il minor peso e i ridotti ingombri dell’unità a corrente rendono più opportuna tale soluzione per un migliore sfruttamento degli spazi. In questi casi, parliamo quindi casi di un’architettura "tutto dietro" con motore e trazione al retrotreno, che può diventare integrale con una seconda unità sull’asse anteriore, come accade già su diversi modelli a batterie.   

La rassegna. Al contrario, tra le auto con motore termico la trazione posteriore rimane una soluzione poco diffusa nelle fasce più popolari del mercato, dove domina il "tutt’avanti", così come tra le carrozzerie oggi più alla moda, cioè quelle di Suv e crossover. Ecco perché appare piuttosto insolito vedere tale soluzione su questi veicoli, indipendentemente dalla posizione del loro propulsore. Li abbiamo raccolti nella nostra galleria d’immagini, dove troverete quei modelli, a motore termico e non, sui quali l'utilizzo della trazione posteriore può risultare curioso. 

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Tecnica - Le "posteriori" che non ti aspetti - FOTO GALLERY

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it