Lancia Delta Una settimana con il 1.600 a gasolio

Lancia Delta
Una settimana con il 1.600 a gasolio
Chiudi
 

Introduzione. La Delta è una vecchia conoscenza che conserva tuttora soluzioni intelligenti e originali, abbinate a prezzi effettivi di vendita che sono interessanti, soprattutto per le versioni d’attacco. La nostra, invece, è una 120 CV Gold, al top della gamma. Questa Lancia ha il passo di 6 cm più lungo di un’Audi A3 cinque porte, rispetto alla quale è lunga 25 cm in più, superando di poco i quattro metri e mezzo. Sostanzialmente, è lunga quanto una Golf Station, però nella Delta lo sbalzo della carrozzeria è più evidente all’interiore che nella zona del bagagliaio. L’allestimento Gold esalta uno dei maggiori punto di forza della Delta, che è quello della raffinatezza dei materiali nell’abitacolo: sull’esemplare guidato, per esempio, i sedili e la plancia sono rivestiti con la pelle Poltrona Frau.

Day 1. Risalgo sulla Delta dopo qualche anno e ritrovo subito le cose buone di questo modello: la buona abitabilità per chi siede dietro, l’ampio bagagliaio (ampliabile facendo scorrere il divanetto posteriore, ma con la soglia di carico alta) e le finiture curate, in particolare in questo allestimento di punta caratterizzato dal rivestimento di pelle dei sedili e della plancia. Plancia che tradisce la stretta parentela della Delta con la cugina Fiat Bravo, da cui deriva. L’impostazione dei comandi è quella delle medie del gruppo Fiat di qualche anno fa, con sistema multimediale con pregi e difetti. Ancora valida la gestione vocale Blue&me del cellulare, mentre l’interfaccia di radio e navigatore è ormai datata. Non a caso sulla Giulietta tutto l’impianto è stato sostituito con il recente sistema sviluppato per le Chrysler e adottato anche sulla 500 L. Roberto Boni, redazione Tecnica

Day 2. A proposito d’interfaccia, anche la strumentazione non è chiarissima: la grafica un po’ ricercata non favorisce la perfetta visibilità e a colpo d’occhio non è sempre chiara l’indicazione della velocità. Piccoli e poco leggibili per chi porta occhiali da lettura anche i caratteri del display centrale, con i dati del computer di bordo. Dati che dopo un utilizzo su autostrada, città e statale ad andatura tranquilla (media generale 50 km/h) sono confortanti, con il consumo medio fermo a 5,5 litri/100 km e un autonomia di 860 km dopo un percorso di 250. Certo non abbiamo spremuto il 1.600 a gasolio, restando sempre tra i 1.200 e i 2.000-2.500 giri accarezzando l’acceleratore, così da non far mai accendere la spia che suggerisce di cambiare marcia. Invece, accelerando a fondo il motore mostra una buona progressione fin verso i 4.000 giri, senza però arricciare l’asfalto. E questo ci porta a considerare come la gommatura da 18 pollici sia fuori luogo sulla Delta, di cui si può dire tutto tranne che sia sportiva: probabilmente saranno ben pochi i possessori di questa versione della media Lancia che apprezzeranno le doti stradali dei pneumatici 225/40, mentre la maggior parte ne avvertirà la rigidezza sugli ostacoli e rimpiangerà gli economici 16 pollici al momento di cambiarli. Roberto Boni, redazione Tecnica

Day 3. Lo spazio a bordo è abbondante, anche se le poltrone e il divano, generosamente imbottiti, sono tanto voluminosi da togliere un po’ di spazio. La prima sensazione a bordo è piacevole, merito del colpo d’occhio complessivo e dei materiali utilizzati. Sono alto 185 cm e avrei gradito che l’escursione del sedile fosse maggiore d’uno o due centimetri, giusto per allungare maggiormente le gambe nei lunghi viaggi. Appena sceso da una Giulietta, noto come la seduta della Delta sia più alta rispetto a quella dell’Alfa, una scelta che favorisce l’accessibilità e la visibilità, ma che conferisce anche una strana postura, un po’ galleggiante sopra la generosa imbottitura. Altra differenza che emerge presto tra le due vetture è il miglior confort offerto dalle sospensioni dell’Alfa Romeo sulle piccole asperità della strada: paradossale considerati i marchi e la diversa vocazione. Il diverso comportamento è tecnicamente spiegabile con la modernità del pianale Giulietta rispetto a quello, direttamente derivato dalla Bravo, che viene ancora impiegato dalla Lancia. Un modello che, in altri paesi europei, porta sulla mascherina il marchio Chrysler. Noto che il cerchio anteriore destro, dal design grintoso, ha perso il coprimozzo.
Emilio Brambilla, redazione Tecnica

Day 4. Considerata la notevole stazza della Delta il consumo è una piacevole sorpresa: con poca città e una guida adeguata alla pioggia battente col motore che raramente oltrepassa i 2.000 giri/min (in sesta si è a 120 km/h), la media è stata di 5,7 l/100 km. Il dato del “Trip B”, relativo ai 3.000 km percorsi in precedenza, era di 7,5 l/100 km. A proposito di pioggia, a volte (pulviscolo sollevato dagli altri veicoli o pioggia debole) il tergicristallo automatico è troppo pigro e tarda a mettersi in movimento, costringendo a inserire manualmente la battuta continua. Il 1.600 diesel con 120 CV e 300 Nm fa sentire un po’ troppo la sua rombosità nell’abitacolo durante le variazioni di regime, tipiche della marcia in città e sulle statali. Anche se il propulsore non è più all’ultimo grido per il suo pesante basamento di ghisa preso in prestito dal 2.000, si tratta sempre di un motore che svolge egregiamente il suo compito, garantendo una spinta immediata e regolare ai bassi e medi regimi, ben coadiuvato dal cambio manuale a sei marce, dotato di una buona manovrabilità. Nelle code s’apprezza il pronto e deciso innalzamento automatico dei giri motore appena si solleva il pedale della frizione, il che rende possibile affrontare la marcia stop and go a passo d’uomo senza dover premere l’acceleratore senza timori di spegnimenti del motore. Sfuggente la manopola, minuscola e con la superficie cromata che offre poca presa (la gomma c’è, ma è troppo sottile e vicina alla superficie), con la quale si deve inserire, lettera per lettera, la destinazione per attivare il sistema di navigazione. Un impianto con interfaccia vecchia maniera, inferiore rispetto al sistema dell’Alfa Romeo Giulietta 2014 dalla quale siamo scesi. Emilio Brambilla, redazione Tecnica

Day 5. Sulla nostra Delta 1.6 Multijet 120 CV, in allestimento di punta Gold (prezzo 26.750 euro, gli altri sono Iron, Silver e Business), spiccano le minigonne e i paraurti in tinta carrozzeria, e il doppio terminale di scarico cromato. Nell’abitacolo la prima cosa che noti è la plancia parzialmente rivestita di pelle: fa parte del Pack pelle Frau, che include anche i sedili (peraltro, di serie, l’allestimento Gold prevede già la pelle traforata). Indubbiamente un tocco chic, in un ambiente spazioso, che offre sempre il pratico - e raro nella categoria - divano scorrevole sdoppiato. Il sedile è ben regolabile - lo schienale è dotato di rotella - mentre al centro il cuscino sembra sempre un po’ troppo bombato. Diamo un’occhiata al sistema d’infotainment, con l’Instant Nav premium con mappa dell’Europa: il monitor non è touch, e si gestisce tramite i tasti e la rotella di destra, per la conferma della selezione. Non brilla per rapidità d’uso e soluzioni scenografiche. Troppo lontani dal posto guida, poi, i tasti di settaggio dei menu del display quadro strumenti, quasi a ridosso del passeggero. Un po’ piccoli, inoltre, i pozzetti portaoggetti sul tunnel (è presente il classico freno a mano). Su strada la Delta si conferma comoda e rassicurante. Il motore è un po’ rumoroso a freddo e ai regimi medio-bassi, ma si fa perdonare per la buona disponibilità a girare in basso (per contro, inutile insistere oltre i 3.500-4.000 giri). Ciò consente di sfruttare anche in città le marce alte, con effetti benefici sui consumi. Non manca mai, comunque, lo spunto giusto. Il cambio, un manuale a sei marce, ha buona manovrabilità, e innesti un po’ lunghi. Comoda la funzione City dello sterzo, dal carico più leggero, ma che può essere sfruttata anche nella marcia cittadina, e non solo in fase di parcheggio (a proposito, qui i sensori posteriori sono di serie). Andrea Stassano, redazione Prove su strada

leggi tutto

COMMENTI

  • Peccato l'assistenza lancia che non sente chi compra lancia
  • Io possiedo una delta 1.6 mattina 10 cv. E è una gran macchina, sia per lo spazio che per la pura bellezza, perché molto particolare nel design. Qualcuno l'ha definita un castoro per come è fatta, però a questa macchina non manca proprio niente.purtroppo ha qualche problemino, io ho riscontrato il rumore di una pinza dei freni, che fatto presente alla lancia , non ha saputo mettere riparo.E il problema è proprio la lancia che non ascolta chi compra lancia .ciao a tutti voi
  • addio vecchia bravo ciabattata. non ci mancherà neanche un po' vedere la tua sgraziata silhouette per le strade del mondo
  • C'era una volta la Lancia...
  • Guido ormai da 5 anni questa macchina, la prima che ho avuto era un 2000 diesel gold da 165 cv, adesso guido una Platinum da 190 cv, con le due macchine ho fatto oltre 150.000 km. Posso solo parlarne bene non avrà l'appeal delle tedesche blasonate (ma costa molto meno) ed effettivamente l'interfaccia navigatore e computer sono molto datati ma considerato il prezzo e la qualità, l'assenza assoluta di problemi, il rapporto spazio esterno e dimensioni interne sono assolutamente contento della mia scelta.
  • come si può pensare di spendere 26000 e rotti euro per un modello destinato a morire... E poi quando tra qualche anno uno vuole rivenderla quanto pensa di prendere da un modello che non esiste più. perché non siamo piú in grado di dare continuità ai modelli?
  • Sembra quasi una prova di RuoteClassiche....e da ex lancista lo dico con una grandissima amarezza...
  • La Delta classico esempio di un auto che avrebbe meritato di piu`..se solo avesse avuto un`altra livrea..
  • Solo io quando salgo in macchina l'ultima cosa che mi interessa è come si aziona il navigatore? Io SO dove andare, giro tutt'ora per il mondo senza questo inutile aggeggio che annebbia il cervello. Ho dei superpoteri?
  • concordo con Frigozzi nel giudizio sull'usabilità dei nuovi commenti. Aggiungo che 1) si dovrebbe ripristinare la possibilità di rispodere ad un commento e 2) forse avrebbe più senso che per primi appaiano i commenti più recenti.
  • sono ermai 2 anni che la guido e malgrado la data ormai lontana del progetto devo dire che è ancora molto valida e sopratutto molto bella esteticamente, sia fuori che dentro, degli amici con vetture di categoria superiore nel salire a bordo hanno mostrato espressioni di stupore, del resto la plancia e i sedili in pelle frau danno un colpo d'occhio notevole. peccato per il navigatore con interfaccia vecchia ma tutto sommato esegue le funzioni egregiamente, consiglio di non spendere soldi per tale accessorio dato che ultimamente la navplus ha messo in commercio un radionavigatore fatto apposta per la delta dalle prestazioni eccellenti, dal costo molto competitivo, e che si integra perfettamente sulla plancia. il motore si comporta sempre molto bene pur non essendo un missile e non consuma mai troppo anzi, guidando con il piede di piuma i consumi risultano bassi, anche se devo precisare che la mia delta ha il cambio automatico robotizzato e in funzione econoy il guidatore è molto facilitato nella ricerca dei bassi consumi. un ultimo punto di forza che voglio segnalare è la sicurezza e la stabilità nell'affrontare le curve e i curvoni ad alta velocità complice il passo allungato e i vari sistemi elettronici tipo il differenziale elettronico, segnalo anche la presenza del sistema di correzione della sterzata che invita alla manovre da eseguire con lo sterzo in casi di emergenza.
  • Se alla Delta manca un'interfaccia d'infotainment ultimo grido (che è giusto far osservare, ma che poco importa per il tipo d'auto e di scelta correlata), qua a mancare è la funzione "Scroll". Per carità, bella la scritta "visualizza altri commenti" con annessa frecciolina, ma dopo un po', specialmente con tanti commenti e di lunghezza non più limitata, passa veramente la pazienza e si lascia perdere (oltretutto non si può usare nemmeno la funzione "Edit-Find"). Voto personalissimo sulla fruibilità della sezione commenti: 3. C'impiega troppo a caricare la pagina? Provate a cronometrare il tempo di caricamento e quello che serve per arrivare all'ultimo commento e confrontateli. Lo "Scroll" è mille volte più veloce.
  • Ogni volta che torno in Italia è davvero curioso incontrare questa Delta, in Uk è una mosca bianca Chrysler. Auto dal design e dimensioni fuori dai canoni delle seg C attuali, votate sempre più ad un taglio sportiveggiante. Glamour, spaziosa ed anche lussuosa in alcuni allestimenti ha avuto al suo arco il meglio che Fiat potesse mettere insieme (addirittura un biturbo diesel) prima della manovra "taglio tutto" imposta al marchio. Ha combattuto anche la concorrenza delle sorelle italiane, è stata una buona Lancia, meglio di tante altre del passato. Chissà che quando e se Fca ritorni al seg C in Europa, non pensi alla Delta HF in salsa revisitazione nostalgica, come 500 o Mini.
  • Day 3 e sui tappini delle gomme non dice nulla?
  • ****ad A. FRIGOZZI. Prima di tutto conoscere prezzi ed auto non è da Autistico ...senza che con giri di parole scrivi RAIN MAN.! Dovresti sapere magari che esistono persone che amano le auto per passione e chi ci ha a che fare per lavoro. Poi ognuno compra come e quello vuole, è chiaro! Ma tante persone non si fanno magari rifilare ciò che i concessionari impongono di acquistare , perchè disponibili in pronta consegna o per una insistenza di vendita imposta casa costruttrice. Sinceramente solo perchè mi si applicano sconti, io non compro ciò che mi impongono, solo perchè c'è l'incentivo o il bollo esente o il furto e incendio compreso per 5 anni. Spendo e compro ciò che voglio e scelgo a mio gusto ed esigenza senza accettare o meglio farmi rifilare ciò che altri vogliono sotto forma di contentino. Posso garantire che nessun venditore ha una GPL, ma la rifilano sempre, anche insistendo e col contentino sul prezzo o incentivo tassa, ed alcuni acquirenti accettano. Sicuramente compra e soprattutto chi compra un'auto nuova, sceglie quasi sempre una macchina che piace nella linea, nei contenuti e nella qualità ed io non ho mai messo in discussione queste 3 cose sulla Delta, ma la mancanza di più scelta di motorizzazioni, come prima, a me pare ridicola visto che già erano in dote al modello. E per citare un film prendendo il tuo spunto. Il film è "I LADRI" del 1959 e la frase è: "a ca nisciun è fess" detta dal grande Totò. PS: conoscere anche i film e l'anno non è da RAIN MAN, basta conoscere oppure basta usare google, non essendo un grande intenditore di film di Totò! Un saluto
  • ******Rispondo a"FIDANKEN".********** Capisco il risentimento di ciò che ho scritto perchè la vettura la possiedi. Ma ho delle conoscenze nel gruppo FCA ora(ex FIAT) , ho provato per più di una settimana ogni gg. la delta 1.4 155cv e la trovavo bellina sia dentro che fuori apprezzabile come spazio, ma con sedili anteriori poco contenitivi ai lati. Comunque la motorizzazione giusta per "muoversi" a corto e medio raggio. Le cose sono state decisamente meglio quando ho avuto la 2000 165cv diesel per lavoro per un anno. Era giusta per quel modello. Fortunatamente un familiare ha una delta 1900 Twinturbo 190cv è un motore che regala soddisfazioni e nel complesso rende la macchina, vuoi più attraente e vuoi più da piacere. Ho successivamente provato quel motore 1600 120cv sulla Bravo (più corta di 20 cm e più leggera della Delta!)320NM ..., a me non ha trasmesso nulla, é semplicemente un a motorizzazione per muoversi a medio raggio. Concordo i consumi, ma non da 4,8 in l x100km forse a 80/90km/h. Poi governo e FCA in primis continuano a rifilarci il GPL, non è che certe motorizzazioni sono sparite xchè nessuno se le filava, chissà perchè questo non accade con Giulietta. La Bravo doveva uscire Abarth, ma per non compromettere la Giulietta, non s'è fatto più niente. Per quanto riguarda Multipla non l'avrei mai comprata e forse neanche regalata l'avrei tenuta, ma ammetto che era funzionale (vedi 6 posti e posizione rialzata di guida e facile da manovrare) ...e basta! Il FREEMONT avendo 2 colleghi uno col Journey 2.0 TDI 140 Motore Vw ed un'altro Freemont 2.0 mjtd 140cv Fiat, il Journey consuma molto meno e va più o meno alla pari del motore fiat, ma escluso la mascherina e i fari post. sono identici non "sto grande affinamento" che dici. Poi credo di essere libero di dare un parere e non aver discriminato chi possiede una delta, se non per il fatto che è cara di listino per essere un 1600 e quindi respingo la tua affermazione "...ma abitudini e utenti vecchi, al limite del ridicolo.", Pensa bene prima di dare del vecchio e del ridicolo a qualcuno! I gusti ed i pareri sono diversi accetta i pareri non offensivi e diversi dai tuoi senza sentenziare le persone che scrivono la propria opinione, altrimenti non iscriverti in forum. P.S.: ciò che ho riportato e scritto da te, è il classico atteggiamento degli anziani, non vecchi perchè è poco educato darlo, che non accettano consigli e pareri dai più giovani, comunque ho 36 anni.
  • Un'auto che non mi è mai piaciuta e non ha mai retto la concorrenza. Si, avrà pure venduto qualcosa, ma siamo lontanI dai vecchi fasti della mitica prima (ed unica) Delta. BOCCIATA.
  • Al momento del lancio era un'ottima proposta. L'hanno lasciata in uno stato di coma permanente. Non ci hanno creduto. come fosse figlia di genitori ignoti. Complimenti a Sergio & Co; Lancia, un'altra occasione persa dal gruppo Fiat (.....scusate ma chiamarlo gruppo FCA mi sa troppo da cabaret).
  • Ottima scelta, quella di Quattroruote, come sempre... Auto validissima venduta a prezzi più che ragionevoli visti gli sconti applicati ai listini e che comunque, nonostante la Fiat l'abbia abbandonata al suo destino già praticamente dal 2008 senza mai aggiornamenti sostanziali, in Italia ha venduto nel 2013 circa 7000 esemplari, superando modelli ben più recenti (Volvo V40, Kia cee'd). Guido la Delta 1.6 Mjt 120 cv. da 3 anni e devo dire che è veramente difficile trovare difetti. Si viaggia in 1^classe (sedili in pelle e alcantara di serie) e con spazi a bordo elevati; medie di consumo da utilitaria e anche da ferma ha comunque una linea originale. Non è certo un'auto che passa inosservata, sicuramente divide nei giudizi, ma forse questa è proprio la sua peculiarità: non manca di personalità, ciò che invece non si puo' dire di alcune "prime della classe", certamente "perfettine", ma, a mio avviso, impersonali...
  • Ma perché quelli della Fiat non amano le automobili? Persino l'AUDI ha fatto con quattro pezzi di acciaio spazzolato attaccati sotto, una versione pseudo-SUV della A4 SW, ma loro, che già ce l'avevano in casa, la Delta, non ci pensano proprio !!! Eppure basta attaccare quattro finti parasassi ed alzarla di 2 cm, et voila il gioco è fatto ! Ma figuriamoci ! Loro han preso sempre i nostri soldi per farsi pagare le fabbriche e le assunzioni, d'accordo coi sindacalisti, e ora sono fuggiti in America col bottino ! Ricordate la marca da bollo sulla patente ? Quando fu portata a 50.000 lire all'anno ?
  • Bene ha fatto FCA a razionalizzare la gamma motori lasciando le potenze che servono e solo il GPL oltre al diesel. I listini su certi modelli li leggono solo gli amanti degli elenchi alla Dustin Hoffman in "Rain man". Chi compra queste auto va in concessionaria, se ne strafrega dell'anno di presentazione, apprezza la linea ancora attuale, le qualità generali, i plus a compensazione del fatto di non poterti offrire un modello ultimo grido, fa la trattativa e se la porta a casa certo d'avere acquistato un'auto di classe a un prezzo ottimo. Benvenga il day by day e la libertà di scelta.
  • Ma...è ancora in produzione?
  • Per De Marchi. Per l'ennesima volta, i Diari di bordo riguardano i modelli che, per vari motivi (perdita d'attualità compresa), non trovano spazio sulla rivista. Ciò detto, la Delta vende più di Mercedes CLA, Volvo V40 e Kia cee'd, per citare concorrenti ben più recenti.
  • Wow una macchina che aveva come diesel il 1900 twin turbo 190cv ed un 2000 165cv giusto per questo modello adeguato ai suoi 4,52 metri di lunghezza ora rimane un 1600 105 e 120cv? Robe da Fiat anzi FCA... Prezzo base di listino: -Delta Iron = 22.950,00 + Ipt -Delta Silver = 24.350,00 + ipt -Delta Gold = 25750, 00 + ipt. Questi prezzi per un 1600 da 120cv? Brava FCA pensate a vendere per l'America. Auto di nicchia la Chrysler in America? Ma da quando! E poi il FREEMONT ovvero il Dodge Journey gemello che in america girava già dal 2008 e da noi rifilata come auto da svolta nel 2011, un successo... Povera Delta ha fatto la stessa fine della Bravo solo 1600 diesel.
  • le suddette auto "mancano" agli utenti semplicemente perchè non sono sostituite con auto all'altezza o non sono direttamente sostituite ,per quanto riguarda la delta non mancherà proprio a nessuno , una mezza segmento D con meccanica di categoria C ,interni della bravo minimamente modificati e prezzi esagerati che ne hanno decretato il gigantesco flop ...la journey è stata modificata prima dell'arrivo di fiat e il freemont ora in vendita le uniche differenze che ha dal journey sono nei motori diesel e in una modifica di assetto
  • @Mazzei: e perchè nessuno se l'è filata quando c'erano le motorizzazioni da te elencate? la macchina bisogna provarla, 120cv e 320nm bastano e avanzano su una macchina simile. Mi fa ridere l'utente medio, che elogia una macchina/motorizzazione solo quando non la fanno più. Molto in sintonia con l'Italia di oggi:eclatante i commenti della gente quando Alfa ha tolto dal listino la 159, tutti a lamentarsi che non c'è più una bellissima macchina,ma di fatto NESSUNO se l'è filata quando era nel pieno della produzione. Così come la Multipla, tutti a criticarla e poi a rimpiangerla. Sito nuovo ma abitudini e utenti vecchi, al limite del ridicolo. Vw spaccia x nuova una macchina del 2002 (Touran) e nessuno dice nulla, Fiat ha RIFATTO il Journey (nuovi motori, nuove trasmissioni, nuovi interni, nuovi freni, nuovo sterzo) e l'utente medio si lamenta. Al limite del ridicolo, come prima e più di prima
  • macchina ancora molto valida..vero c'e' sicuramente prodotto piu' recente da provare, ma molte persone comprano macchine a fine serie infischiandosene delle mode e perche molto affidabili
  • Wow una macchina che aveva come diesel il 1900 twin turbo 190cv ed un 2000 165cv giusto per questo modello adeguato ai suoi 4,52 metri di lunghezza ora rimane un 1600 105 e 120cv? Robe da Fiat anzi FCA... Prezzo base di listino: -Delta Iron = 22.950,00 + Ipt -Delta Silver = 24.350,00 + ipt -Delta Gold = 25750, 00 + ipt. Questi prezzi per un 1600 da 120cv? Brava FCA pensate a vendere per l'America. Auto di nicchia la Chrysler in America? Ma da quando! E poi il FREEMONT ovvero il Dodge Journey gemello che in america girava già dal 2008 e da noi rifilata come auto da svolta nel 2011, un successo... Povera Delta ha fatto la stessa fine della Bravo solo 1600 diesel.
  • Effettivamente non ha senso una prova del genere...piuttosto avrei preferito leggere di una Giulietta con la stessa motorizzazione visto che della " litri si è sparlato e straparlato. Che sia forse una manovra di rilancio concordata vista l'agonia del modello?
  • E' quasi 1 anno che la guido e mi ci trovo da Dio, consumo sui 4.8-5L/100km, cambio DFN lento ma adatto al tipo di macchina, spaziosissima, sedili comodi, motore eccellente, qualità stradali di ottimo livello, finiture di buonissima qualità (della Bravo hanno solo il disegno). Unici difetti la visibilità posteriore e la lentezza del cambio, x il resto al top. Peccato che in Fiat abbiano puntato poco su questo modello, a mio avviso è molto superiore di pseudopremium tedesche tanto osannate su questo blog. Milano-Ginevra e ritorno consumo medio 20.6km/l, 800km in 2 giorni senza mai fermarsi con gambe e schiena riposate:che volere di più?
  • utilizzo questa auto tutti i giorni ormai da 3 anni (il 1600 120cv) e devo dori che ne sono molto sodisfatto. l'ho presa a un buon prezzo (vuoi i mega sconti) ma mi sono trovato con un ottima auto al prezzo delle concorrenti (golf in primis) e con qualcosa in più (ad esempio interni in pelle/alcantare al posto dei tessuti di golf a pari prezzo, oppure del cruis control o dei fari a led che per altri sono optional). l'unico mio rimorso è stata la scelta di non prendere lo start&stop in quanto passo almeno il 30% del tempo in coda e i miei consumi sono stabili sul 5,7l/100km. per il resto devo dire 130.000km percorsi (tutti i tagliandi eseguiti) mai un guasto.
  • Io sono sempre stato innamorato di quest'auto, ormai lasciata morire con la sorella Bravo.E infatti hanno ridotto all'osso motori, colori e allestimenti segno che nell'arco di un annetto smetteranno di produrla, secondo me peccato! Era un'auto con caratteristiche uniche. Come per la Bravo avrebbero dovuto aggiornarla davvero e riproporne dei nuovi modelli. Non condivido affatto la scelta di lasciare questa fascia di mercato. Va bene che a Cassino vorranno produrre le nuove Alfa Romeo, ma tenere una linea per questi due modelli aggiornati non di può? Già che ci sono, anche l'aver abbandonato la Musa è stata una emerita cretinata visto che in Italia è sempre stato il modello di riferimento del segmento!
  • Nota per la redazione di 4 ruote. Ma che senso ha provare ora questa macchina ? E vetusta ...con mercato pari a zero. Non avevate proprio nient'altro da provare ?
  • Troppo lunga per essere una Delta, ha pagato forse un conto troppo alto, perché sostanzialmente è una bella macchina. E al di là dei materiali, il cruscotto troppo "bravoide" non l'ha certo aiutata.
  • macchina ormai morta e stramorta ,manco 10 mila unità in tutta europa nel 2013 e inzio 2014 ancora -43% , praticamente dovrebbe andare fuori produzione a fine 2014 assieme alla bravo
  • La novità dell'anno....
  • Un Fondo di magazzino, una figlia screditata e data per morta dai suoi stessi genitori........
  • Se non hai i 18" anche sulla utilitaria non sei nessuno
  • FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21099/poster_001.jpg FUELED BY AUDI BORN ON THE TRACK. BUILT FOR THE ROAD. Dindo Capello, Valentina Greggio e la e-tron Vision GT. http://tv.quattroruote.it/informazione-pubblicitaria/video/audi-born-on-the-truck-built-for-the-road-ep-05-9-novembre-2018-mp4 Web-serie
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21098/TAG-8542.jpg Auto Aziendali in Pista 2018: ecco com'è andata! http://tv.quattroruote.it/eventi/video/auto-aziendali-in-pista-2018 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21097/IMG_9901.JPG Ford Mustang Bullit: un V8 da Oscar. Ecco perché è irresistibile http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/ford-mustang-bullit-un-v8-da-oscar-ecco-perch-irresistibile Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21083/poster_0402f1a1-758e-4187-848d-bd96c4606f57.jpg Renault Ez-Pro: ecco come si trasformerà il trasporto commerciale urbano http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/premiere-renault-ez-pro-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21082/poster_007.jpg In pista con la Porsche Panamera GTS: equilibrio perfetto!| http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/in-pista-con-la-porsche-panamera-gts-equilibrio-perfetto- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21072/DJI_0019 -2-.jpg I nuovi mezzi dell'Esercito: tutti i segreti di Freccia, Orso e Gatto (delle nevi) http://tv.quattroruote.it/mondo-q/mondo-auto/video/mezzi-militari-def-mp4 Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21059/500X 067.jpg La verità sui consumi della nuova 500X con i motori Firefly http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/la-verit-sui-consumi-della-nuova-500x-con-i-motori-firefly Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21050/poster_001.jpg Abbiamo guidato la Lamborghini Aventador SVJ http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/abbiamo-guidato-la-lamborghini-aventador-svj Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21041/2018-cannabis-ok2-3.jpg Che effetto fa guidare con la Cannabis Light? http://tv.quattroruote.it/mondo-q/mondo-auto/video/che-effetto-fa-guidare-con-la-cannabis-light Mondo Q

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ALPINE
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DALLARA
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona