Diario di bordo

Peugeot 108
Una settimana con la PureTech 82 CV Allure

Peugeot 108
Una settimana con la PureTech 82 CV Allure
Chiudi

La protagonista del Diario di bordo di questa settimana è la Peugeot 108 a cinque porte, equipaggiata con il tre cilindri PureTech da 82 CV e 118 Nm di coppia a 2.750 giri. L'allestimento è il ricco l'Allure, a listino a partire da 13.550 euro. Sull'esemplare che per i prossimi giorni passerà al vaglio della redazione sono presenti anche la retrocamera (250 euro), il sistema Keyless (500 euro) e la vernice metallizzata (550 euro).

Day 1. Con un paio di giorni a disposizione per provare la Peugeot 108, ho la possibilità di soffermarmi di più su certi dettagli. A livello estetico mi piace molto di più della generazione precedente, sia nel design degli esterni - in particolare in questa tinta blu scuro, coi cerchi di lega da 15" e le luci diurne a Led visibili nell’elemento che racchiude i fendinebbia - sia nell'abitacolo. Una volta a bordo si viene accolti da interni eleganti e ordinati. Ai sedili di pelle morbidi e contenitivi al punto giusto si abbina una strumentazione molto razionale, con tutti i comandi utili a portata di mano e le informazioni principali ben suddivise fra il cruscotto a tre elementi e il touchscreen a colori del sistema multimediale, che oltre fungere da display per la gestione di musica e smartphone (tutto è molto facile e intuitivo), proietta anche le immagini della retrocamera. Completano la console centrale i tasti del climatizzatore e le prese da 12V, Usb e Aux. Trovare in fretta la posizione di guida non è un problema, grazie alle molteplici regolazioni del sedile, ma ciò che più sorprende è lo spazio a disposizione sopra la testa (sono alto 1 metro e 85). Considerando che mi trovo su una citycar da 3 metri e 48, larga 1,62 m e alta 146 cm mi viene immediatamente la curiosità di provare a sedermi sul divano posteriore (frazionabile 50:50). L'ingresso non è così agevole (almeno per persone della mia stazza), ma soprattutto c'è poco spazio per le gambe e, a differenza dei posti anteriori, qui dovrei viaggiare con il collo piegato per non toccare il cielo della 108. La piccola francese, va ricordato, è omologata per quattro persone, e non è certo l'auto da comprare per far viaggiare a lungo quattro adulti e relativi bagagli. In ogni caso, il piccolo vano da 180 litri si amplia facilmente dal portellone tramite due pratiche maniglie che abbattono i sedili, portando lo spazio a disposizione a 780 litri. Non si forma un piano di carico perfettamente livellato, ma è comunque più che sufficiente per eventuali "trasporti eccezionali". Alessandro Carcano, redazione internet

Day 2. Piede sulla frizione (davvero leggera), tasto Start e il tre cilindri da 82 CV si mette in moto. Fatti i primi chilometri di città si apprezzano subito due cose: la fluidità del cambio manuale a cinque marce, morbido e preciso negli innesti, e la capacità della 108 di assorbire al meglio dossi, tombini e tutte le sconnessioni del manto stradale. Considerando quest'ultima qualità mi sarei aspettato un assetto un po' morbido in tutte le condizioni, mentre anche forzando l'andatura, nelle curve strette o nei cambi di direzione il rollio è ridotto al minino e, complici i già citati sedili, ben profilati e contenitivi al punto giusto, il confort in marcia è davvero apprezzabile. È vero, il milledue si fa sentire nell'abitacolo quando si affonda il piede sull'acceleratore, ma in rilascio o a velocità costante è appena percettibile. La sua risposta, inoltre, non ti fa mai sentire il bisogno di più potenza: già vivace ai bassi regimi, è in grado di sfoderare un allungo sorprendente. Nonostante il segmento di appartenenza, la "peugeottina" non impedisce spostamenti a lungo raggio e, volendo, dispone a richiesta dei principali sistemi di sicurezza e assistenza alla guida di ultima generazione, anche quelli che, solitamente, si trovano su auto di categoria superiore, come l'anticollisione e l'avviso del superamento involontario di corsia. Anzi, se si passa in rassegna la ricca lista degli optional ci si accorge che mancano solo Cruise control e navigatore satellitare. Il prezzo finale non è certamente basso, ma la 108 fa di tutto per dimostrare che sono soldi ben spesi. Alessandro Carcano, redazione Internet

Day 3. Delle tre citycar nate dalla collaborazione fra Toyota e PSA Peugeot Citroën la 108 è la più “seria”: lo stile del frontale, infatti, riprende quello degli altri modelli recenti della Casa del Leone e il colore blu metallizzato dell’esemplare in esame contribuisce a dare alla vettura un aspetto sobrio ed elegante. Nell’abitacolo spiccano i bei sedili di pelle con appoggiatesta integrati, ma più in generale il progresso rispetto alla 107 è evidente: tra l’altro, ora dalla porta sinistra si può comandare anche l’alzavetro di destra, cosa impossibile sul modello precedente. Restano alcune economie, come le plastiche tutte rigide, gli alzacristalli senza automatismo di salita e discesa, i finestrini posteriori con apertura a compasso e i comandi al volante privi di illuminazione. Di buon livello, il sistema multimedia, dalla grafica chiara e intuitiva; su questa vettura è poi montato il climatizzatore automatico, comodo ed efficace. Il motore tre cilindri 1.2 82 CV Puretech è una bella novità. Rispetto al “mille” Toyota i 14 cavalli in più e, soprattutto, la coppia incrementata del 24% (da 95 a 118 Nm) si sentono: complice il peso di soli 940 kg, la 108 risponde con vivacità ai comandi dell’acceleratore, così in tangenziale mi trovo in un attimo a superare il limite, senza sforzo. In tali condizioni il tre cilindri gira quasi senza farsi sentire, sovrastato com’è dal rumore di rotolamento dei pneumatici, e il confort è tale da permettere anche lunghi viaggi senza problemi. È in citta, comunque, che la 108 dà il meglio: le piccole dimensioni la rendono maneggevole, poi la “birra” del motore e il cambio facile da manovrare le consentono di disimpegnarsi con disinvoltura nel traffico, accompagnati dalla gradevole sonorità del tre cilindri. Tanto brio invoglia a non risparmiarsi con il gas, così arrivo a destinazione col computer di bordo che indica un consumo medio di sei litri/100 km Non male, ma si potrebbe far meglio, guidando col piede più leggero. Roberto Boni, redazione tecnica

Day 4. Andava già bene sulla Peugeot 208, il tre cilindri 1.2 PureTech da 82 cavalli. Sulla piccola 108, poi, fa un figurone, visto che la massa è inferiore di almeno un centinaio di chili. In effetti l'utilitaria – ma si può ancora definire tale, questa 108? – già agile e sgusciante di suo in città, acquista un bel po’ di brio, utile a disimpegnarsi con maggiore disinvoltura rispetto all’1.0 da 69 cavalli. Per vedere come “canta” il tre cilindri, bisogna affidarsi, oltre all’orecchio, al piccolo contagiri digitale posizionato alla sinistra del quadro strumenti. L’1.2 PureTech è molto gradevole – c’è solo qualche vibrazione ai bassissimi regimi - con una buona dose di coppia pure sotto i 2.000 giri, fatto non scontato in questa fascia di cilindrata. Per questo si può marciare in modo brillante in quarta-quinta anche in città, sfruttando relativamente poco il cambio, peraltro piacevole e dalla buona manovrabilità (la frizione ha corsa un po’ corta e carico robusto). Insomma, sulla 108 PureTech non occorre spremere il motore per andare, basta cambiare sui 3.000 giri. Se poi si vuole esplorare la parte alta del contagiri, con buona pace dei consumi – noi, comunque, sul computer di bordo abbiamo osservato un “6,2” litri/100 km - ci si accorgerà che le prestazioni sono davvero interessanti e ci si può spingere, come allungo, fino ai 6.500 giri. I rapporti del cambio sono piuttosto spaziati (i 100 orari si raggiungono in seconda),  però la risposta a tutto tondo del motore fa sì che le cinque marce non penalizzino la guidabilità. Restando in tema, la quinta è rapportata abbastanza corta: a 130 indicati sul tachimetro si viaggia a circa 4.000 giri, e la rumorosità è tutto sommato contenuta (più del motore si sente qualche fruscio aerodinamico). Insomma, gli 82 cavalli tornano utili sulla 108, soprattutto quando si esce dalla città. Andrea Stassano, redazione Prove su strada

Day 5. Il massimo del minimo. Con tutti gli accessori a disposizione sulla versione Allure, la 108 risulta veramente una piccola con ambizioni (e certezze) da grande. Il navigatore satellitare in primis, che si collega con lo smartphone, soddisfa l’utenza giovane, mentre quella più matura apprezza invece le immagini della retrocamera durante le manovre di parcheggio. Niente male anche l’impianto stereo, che per i “rockettari” come il sottoscritto ha sempre una certa importanza: a volume medio la chitarra distorta di Keith Richards dei Rolling Stones fa piacevole compagnia senza distrarci dalla guida nel traffico caotico di Milano. E chi ha avuto modo di guidare la prima generazione della baby Peugeot, non può che rimanere ammirato da quanti miglioramenti sono stati fatti su questa versione dal punto di vista della meccanica. Per provare la velocità le prestazioni del motore, imbocchiamo l’Autostrada del Sole, in direzione Fiorenzuola, Emilia. Prima, seconda, terza, quarta e quinta: l’1.2 litri vola che è un piacere, e quel caratteristico suono che il tre cilindri infonde all’interno dell’abitacolo risulta molto piacevole all’udito. In effetti l'utilitaria della Casa francese ruggisce a modo suo, volando in un attimo a 130 all’ora. Alziamo il piede dall’acceleratore e veleggiando sui 2.500 giri si viaggia in autostrada in sicurezza e con un silenzio a bordo che è figlio di un’ottima insonorizzazione dell’abitacolo. Arrivati a Fiorenzuola, dobbiamo recuperare la fedele Bianchi nel parcheggio delle bici della stazione di Trenitalia. Sembrerebbe, a prima vista, un trasporto impossibile. E, invece, il vano bagagli da 180 litri si amplia facilmente dal portellone tramite due comode maniglie che abbattono lo schienale posteriore, portando lo spazio a disposizione a 780 litri. E si può imbarcare completamente la Bianchi a bordo, senza rischiare la rottura del rarissimo fanale posteriore originale. Gaetano Derosa, redazione tecnica

COMMENTI

  • Foto 35: ma a cosa si sono ispirati per quel quadro strumenti? al bollitore del te o alla tazza di uno spremiagrumi con la maniglia da un lato e il becco dall'altro?!
  • Letto questo http://www.quattroruote.it/news/eco_news/2015/12/16/opel_piu_trasparenza_su_consumi_ed_emissioni.html Che mettano uno strumentino che in tempo reale comunichi non la temperatura dell'acqua ma quanto cavolo "sporca" un'auto. E che mi facciano scaricare da internet gli aggiornamenti del software di un' auto che mi arrangio io a farmeli. Ne più e ne meno dei Windows Update, di un service pack o degli aggiornamenti di Android EHEEHEHEHH.
  • una IIa da 100km/h........ su un 3 cil. da 82CV..... ostrega non avrei mai immaginato che si potesse attuare...... ed i restanti rapporti come sono "distribuiti"??? Roba da sportive 4cil. 2.0 di razza di un tempo o giù di lì......
     Leggi risposte
  • dopo aver letto i commenti di Vin leo, Marco leone e Pietro Schiavio, mi sono precipitato fuori dall'ufficio, ho aperto l'auto l'ho accesa e con sommo orrore ho cercato il termometro e non l'ho trovato, in compenso c'è il livello della batteria. Ora profondamente prostrato, non riesco più a concentrarmi su queste banali obbligazioni subordinate...
     Leggi risposte
  • Che peccato che non sia prevista una versione a gasolio o a gpl!
  • Veramente esiste al mondo gente che trova le 4 porte utili su auto del genere?
     Leggi risposte
  • Capisco che si tratta di una citycar, ma le scatolette lasciamole alle sardine...
  • Confesso che sono rimasto sorpreso da Roberto Boni nel day3, definisce "gradevole sonorità del tre cilindri" !!!! ..... Eh ??? C'è chi apprezza la musica di Cristina D'Avena e chi quella dei Depeche Mode..... (-_-)
  • Confesso che sono rimasto sorpreso da Roberto Boni nel day3, definisce "gradevole sonorità del tre cilindri" !!!! ..... Eh ??? C'è chi apprezza la musica di Cristina D'Avena e chi quella dei Depeche Mode..... (-_-)
     Leggi risposte
  • Per chi dice che gli interni di questa Allure (ma dov'è 'sto allure?) sono scadenti, cercate foto degli allestimenti base, di questa o della C1. Quelli altro che scadenti, sembrano gli interni di una Tata. In confronto una 500 restyling, che proprio non è perfetta da cima a fondo, è un' auto di gran lusso. E onestamente anche la Panda non se la giocherebbe tanto male...
  • del precedente trio preferivo la c1, di questo preferisco nettamente la aygo, sbarazzina e originale. La 108 non mi piace per nulla. Gli interni sono a dir poco scadenti, salvati solo dal design più che accettabile
  • per fortuna ci sono versioni più parsimoniose, 15mila euro per una citycar ( per quanto con i sedili in pelle....ce li aveva la Maruti 30 anni fa) IMHO sono soldi buttati
  • Per chi fosse interessato, la foto degli interni è la numero 54 di 57 foto... Grazie Quattroruote
     Leggi risposte
  • non dovrebbero vendere queste auto fuori da francia e sud america, auto da mercati da terzo mondo
     Leggi risposte
  • Esteticamente io non ho dubbi la meglio riuscita del trio è la Aygo della Toyota, sia la C1 che la 108 non mi entusiasmano. Sono auto da città , molto comode per il guidatore ma con spazio per chi side dietro e bagagli molto risicato. Condivido l'osservazione di Volpe alla galleria fotografica, che senso ha pubblicare quasi 60 foto che si discostano di poco ? In fondo stiamo parlando di una piccola utilitaria non di una fuoriserie dal design raffinato!
  • Di primo acchito vedendo le solite innumerevoli foto assolutamente inutili dell'auto che si muove di appena un millimetro da una foto all'alta, giunto agli interni mi rendo conto che i sedili in pelle (tra l'altro mi pare pure riscaldabili) fanno decisamente a pugni con le plastiche di bassa qualità delle portiere (che sembrano addirittura già rovinate).Certo da una citycar non ci si deve aspettare molto a livello di qualità degli interni. Però, appunto, trovo insensato dei sedili così belli in un ambiente così "economico".La linea esterna, invece, mi piace, anche se trovo il posteriore un po' troppo elaborato e quindi "pesante". Ma questi sono gusti ovviamente soggettivi.
     Leggi risposte
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/6745/poster_010.jpg Abbiamo provato la nuova Peugeot 108 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/abbiamo-provato-la-nuova-peugeot-108 Prove su strada
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/23257/poster_001.jpg Ferrari SF90 Stradale: il giro di pista a Fiorano http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-in-pista/video/ferrari-sf90-stradale-il-giro-di-pista-a-fiorano1 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/23251/LAND ROVER DEFENDER.jpg Land Rover Defender: ecco la nostra prova http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/land-rover-defender-ecco-la-nostra-prova Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23247/FERRARI SF90 STRADALE.jpg Ferrari SF90 Stradale: ecco come va http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/ferrari-sf90-stradale-ecco-come-va Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23228/HONDA JAZZ.jpg Honda Jazz: tanto spazio e consumi da record http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/honda-jazz-tanto-spazio-e-consumi-da-record Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23224/thumb Ypsilon.jpg Lancia Ypsilon Hybrid: diamo i numeri (dei consumi reali) http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/lancia-ypsilon-hybrid-diamo-i-numeri-dei-consumi-reali- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23211/MERCEDES GLA ROCCA V4.jpg Nuova Mercedes GLA (2020): la prova completa http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/nuova-mercedes-gla-2020-la-prova-completa- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23182/MCLAREN 765.jpg McLaren 765LT: al cospetto di un mostro da 765 CV http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/mclaren-765lt-al-cospetto-di-un-mostro-da-765-cv Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23175/FORD EXPLORER v3.jpg Ford Explorer Plug-in Hybrid: al volante della mega Suv ibrida http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/ford-explorer-plug-in-hybrid-al-volante-della-mega-suv-ibrida- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23168/POSRCHE TAYCAN TURBO S - MASSAI.jpg Porsche Taycan Turbo S: la prova di Paolo Massai http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-in-pista/video/porsche-tycan-turbo-s-la-prova-di-paolo-massai- Prove

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca