Opel Karl Una settimana con la 1.0 73 CV Gpl Cosmo

Opel Karl
Una settimana con la 1.0 73 CV Gpl Cosmo
Chiudi
 

La protagonista del Diario di Bordo di questa settimana è la Opel Karl a Gpl in allestimento Cosmo. Equipaggiata con un tre cilindri di 1.0 litri da 73 CV e 92 Nm di coppia massima a 4.400 giri, promette consumi medi di 4,5 l/100 km e una velocità massima di 170 km/h. L'equipaggiamento di serie prevede l'Opel OnStar, il sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici, il climatizzatore elettronico (ECC), il cruise control, il volante di pelle con comandi radio integrati, i cerchi di lega da 15" a otto razze e i fendinebbia. Come optional l'esemplare in prova dispone del sistema d'infotainment IntelliLink R4.0, gestibile attraverso il display touch da 7", quattro altoparlanti, connettività Bluetooth con vivavoce e audio streaming e compatibilità con gli standard Android auto e Apple Car play, presa Usb, fari diurni a Led, alzacristalli elettrici dietro e vetri posteriori oscurati, tappetini di velluto, sensori di parcheggio posteriori. Il prezzo finale è di 16.405 euro.

Day 1. Era da un po' di tempo che non guidavo una vettura alimentata a Gpl: le ultime mi avevano lasciato l'amaro in bocca sul fronte della piacevolezza di guida, dell'accelerazione e della ripresa. Quindi, lo confesso, mi sono avvicinato a questa Opel Karl con qualche preconcetto, che però è svanito molto presto. Ma andiamo con ordine. Nell'abitacolo trovo ad accogliermi un sedile di pelle e tessuto ben conformato con il quale la mia schiena si sente subito a proprio agio. La plancia è ordinata e piacevole, dominata dallo schermo touch del sistema infotainment, un po' meno appaganti le plastiche del cruscotto e delle portiere. Girata la chiave il 1.0 tre cilindri si avvia senza borbottii o vibrazioni, merito anche dell'ottima insonorizzazione di bordo. Il rumore si percepisce solo quando la velocità sale oltre gli 80 km/h, ma senza mai diventare fastidioso. Almeno nel mio tragitto cittadino. Su strada la Karl spinge bene fino a 3.000 giri, soprattutto sulle marce basse, mentre il motore diventa un po' vuoto nella parte alta del contagiri, costringendo a scalare in caso di una ripresa improvvisa, per esempio in fase di sorpasso. Tutto sommato, però, la citycar tedesca è sempre gradevole da guidare e in città riesce a tratti a essere persino briosa. L'assetto è sportiveggiante, con sospensioni abbastanza rigide che però assorbono bene le asperità e i dossi, non massacrando la schiena degli occupanti e anzi garantendo un buon confort. Lo sterzo è preciso, quasi chirurgico, permette di affrontare le curve in tutta sicurezza e assicura un grande feeling con l'asfalto. Pollice verso, invece, per il freno, spugnoso e poco modulabile costringe a pestare giù duro per rallentare o arrestare il veicolo. Il bagagliaio, infine, è piccolo e stretto; al suo interno riesco ad alloggiare, incastrandolo, un borsone da palestra. I dati dichiarati parlano di 203 litri (1.013 con i sedili abbattuti). D'altra parte, un'auto lunga 3,68 metri e larga 1,60 non è certo l'ideale per fare i traslochi. Roberto Barone, redazione Internet

Day 2. Parto da dove aveva concluso il mio collega: lo spazio di bordo. Perché se è vero che il bagagliaio, complice la presenza del serbatoio toroidale del Gpl, è abbastanza piccolo, non mi ha deluso l'accoglienza riservata ai passeggeri. La Opel Karl che, lo ricordiamo, è l'erede dell'Agila, citycar molto apprezzata dal punto di vista della versatilità, non fa rimpiangere la progenitrice a cominciare dall'ingresso nell'abitacolo, agevole sia davanti sia dietro. Chi guida ha un ampio spazio sopra la testa e trova facilmente la posizione più adatta alle sue esigenze, mentre coloro che si accomodano sul divano posteriore hanno un po' di spazio per le gambe scavato negli schienali anteriori (a patto di non aver seduto davanti persone sopra il metro e 85) e possono contare su sedute ben imbottite e molto comode. Quest'aspetto, ovviamente, diventa negativo quando si abbatte il divano frazionabile 60/40 (anche da dietro tramite il pratico sistema di sgancio posto alle due estremità), perché rimane parecchio sollevato e rende scomodo stivare oggetti ingombranti. In marcia, mi ha colpito l'assetto della Karl, che offre il giusto compromesso fra l'assorbimento delle asperità e la tenuta di strada: anche quando si affrontano con decisione le curve, il rollio è davvero minimo. Per quanto riguarda la frenata ci vuole un po' di tempo per prendere confidenza col pedale, ma dopo il giusto "apprendistato" si riesce a gestire nel migliore dei modi. Per chiudere una chicca sull'IntelliLink R4.0: una volta connesso il proprio smartphone, qualora si provi ad effettuare una chiamata con il condizionatore al massimo, il sistema provvede a ridurne la potenza per la durata della telefonata, per poi riportarlo all'impostazione iniziale una volta riagganciato. Alessandro Carcano, redazione Internet

Day 3. Vero che la Karl è l’erede della Agila, ma nel frattempo c’è stata anche una piccola tutta glamour come la Adam, quindi sarebbe lecito aspettarsi qualcosa di sfizioso anche da questa citycar. Di primo acchito, trattasi di automobilina seriosa e senza forti argomenti, per lo meno sul piano estetico. Concretezza tedesca, insomma. Al posto guida ritrovo la stessa seriosità: tutto ordinato, preciso. Colore dominante: nero. Plastica rigida sulla plancia. Ovviamente colpisce in positivo il grande display centrale, che come prima cosa funge da radio, ma com’è stato detto è pronto a “sposarsi” con lo smartphone per sfruttare tutte le possibilità multimediali dell’IntelliLink. Girando la chiave, quel che non mi piace è invece il segnale vagamente ansiogeno che viene dalle spie: il Gpl è finito, e il led giallo della riserva è acceso, mentre un cicalino mi avvisa del rischio di restare a secco. Devo convertire manualmente a benzina, con il tasto a sinistra del volante, per far tornare in mente al trip computer che c’è anche un serbatoio di benzina, che guarda caso è pieno e capace di assicurare un’autonomia di oltre 400 km. Le spie si spengono e parto sollevato. Il mille tre cilindri è davvero gradevole, soprattutto su un’auto compatta e leggera, ma non gli si può chiedere granché. Lo scatto è modesto, la progressione lenta. Però si viaggia senza affanno, ed è quel che conta. Soprattutto, è silenzioso e non disturba praticamente mai, nemmeno in accelerazione piena. E la Karl in generale si dimostra una delle piccole più piacevoli, per sensazione di compattezza, solidità, precisione di guida. Il mio tragitto è brevissimo (in effetti sto correndo a casa a vedere Italia-Spagna), mi fermo solo per una rapida commissione a metà percorso, giusto per apprezzare la facilità di parcheggio: la Karl con i suoi 368 centimetri riesce a infilarsi in un buco scartato da altri automobilisti. Non ha la telecamera posteriore, ma i sensori avvisano quando dietro si sta per toccare. Quando scendo mi stupisco del poco spazio avanzato davanti e dietro, e spero che i proprietari delle auto tra cui mi sono incastrato non debbano uscire nei prossimi minuti, o che siano attenti nelle manovre. Riprendo il viaggio e mi chiudo con il tasto della centralizzata sulla portiera, perché ho appoggiato sul divano dietro un borsone. E all’arrivo nel garage ho una sorpresa: spengo, estraggo la chiave, ma tirando la maniglietta della mia portiera, non riesco ad aprire. Per liberarmi, devo prima premere lo sblocco della centralizzata. Per curiosità, verifico su altri modelli: l’Astra, rimanendo in casa Opel, sblocca con doppia tirata della maniglia; altre, come la Peugeot 2008, consentono sempre l’apertura dall’interno; su alcune giapponesi, come la Suzuki Baleno, invece, si deve prima togliere la sicura, come sulla Karl. Un eccesso di sicurezza che rischia di far sentire i passeggeri, e persino il guidatore, un pochino imprigionati. Nel mio breve test tutto a benzina, è difficile valutare i consumi: dopo circa 20 km in prevalenza nel traffico cittadino, comunque, il computer di bordo indica 7,3 litri/100 km. Che equivalgono a 13,7 km/litro, cioè una percorrenza inferiore a quella verificata nella prova su strada della 1.0 a benzina (che era stata di 15,2 in città), pubblicata su Quattroruote di agosto 2015. Andrea Sansovini, redazione Prove su strada

Day 4. Col nome che porto, non posso che avvicinarmi con simpatia alla piccola Karl, apprezzando il cambio di passo della Opel per il segmento A: più personalità nella linea rispetto alla fredda “monovolumicità” della Agila, più tecnologia, più confort. E un occhio ai risparmiatori professionisti che vanno a gas. Lo scherzetto della spia riserva è successo anche a me, ma è stata l’occasione per notare che l’integrazione dell’impianto a Gpl, per quanto riguarda indicatori, comandi e assemblaggio nel vano motore, non è per niente improvvisata ma eseguita a regola d’arte. Mi piace la posizione di guida e la qualità del sedile (anche se lo schienale ha la regolazione a scatti) e ovviamente l’Intellilink, una delle migliori head unit per questa categoria, completa e versatile. Sul piano delle prestazioni, però, l’ambito nel quale muoversi è la città. Solo lì, infatti, le prestazioni in ripresa sono adeguate, perché nel commuting su strada statale o in autostrada i sorpassi vanno fatti con la rincorsa, e anche bella lunga. La sensazione è che il motore faccia molta fatica a risalire dopo un calo di giri e che tiri fuori vivacità solo fra i 5 e i 6 mila giri, anche se in realtà è soprattutto rumore. La conferma che il downsizing fatto un po’ da tutti con l’adozione di questi “millini” a tre cilindri non vitaminizzati dal turbo porta a prestazioni molto più contenute e non è detto che a beneficiarne siano sempre i consumi, visti i risultati della prova fatta a suo tempo della Karl a benzina. Comunque con quella a Gpl il risparmio è assicurato in ogni modo, visto che il pieno (30,5 litri nella bombola) costa poco più di 16  euro e permette di fare circa 320 km. Carlo Bellati, redazione WebTV

Day 5. Ricordo bene la Opel Karl, perché ho scritto io la Prova su strada, sul numero di agosto 2015. Allora si trattava della versione 1.0 monofuel benzina da 75 cavalli, mentre la protagonista del diario di bordo di questa settimana, come detto, è la 1.0 bifuel Gpl da 73 cavalli. Si può gestire agevolmente la doppia alimentazione, grazie a un sistema ben integrato: alla sinistra del volante si trova infatti il tasto del commutatore tra le due alimentazioni, inoltre l’indicatore del serbatoio visualizza, di volta in volta, il livello residuo del carburante prescelto. Disponibile anche il dato sul consumo medio, a gas e benzina. Sulla utilitaria tedesca ritrovo subito la sensazione di auto ben fatta, accogliente, che ricordavo: insomma, non la semplice utilitaria economica (e in effetti il prezzo di listino non è proprio basso; inoltre, l’allestimento Cosmo ha lasciato il posto alle versioni N-Joy e Innovation). Oltre alla gradevolezza di guida, che si prova in città e pure nei tratti extraurbani, anche per merito di un gran cambio manuale: insomma, sembra quasi di viaggiare a bordo di qualcosa in più di una segmento A. Questa volta, però - e mi costa un certo sforzo di volontà - più che di guida vorrei parlarvi di infotainment, sempre più strategico, oggi. La nostra Karl, infatti, presenta un buon sistema, l’IntelliLink R4.0, con monitor da 7 pollici, posizionato in alto: ha funzionalità touch, però presenta, nel bordo inferiore, quattro comodi tasti fisici (inclusa la funzione home), più una rotella. Provo la connessione Bluetooth del mio smartphone: tutto bene, come la riconnessione, rapida. Pulito l’audio durante le conversazioni, e grande quanto basta la tastiera. Collegando il mio iPhone 6 con il cavetto, tramite presa Usb - peraltro un po’ infossata, sotto la console, insieme alla Aux e 12 V - attivo l’Apple CarPlay, e subito compare la maschera base relativa sul monitor. Posso quindi sfruttare la mia connessione dati, inserendo, per esempio, una destinazione sullo smartphone, che viene gestita dal monitor del sistema. Oppure posso inviare Sms tramite i precisi comandi del sistema Siri. Poi, involontariamente, metto alla prova una parte dei servizi Opel OnStar: durante una telefonata a bordo, attivo inavvertitamente il pulsante Sos, che si trova sul retrovisore. Ebbene, durante la chiamata si è inserito l’operatore del centro, chiedendomi se era tutto a posto e se stavo bene. Rispondo di sì, spiegando che si è trattato di un falso allarme; intanto, però, il servizio si è dimostrato reattivo. Dopo, però, faccio fatica a recuperare la prima conversazione, per una questione di audio diventato molto basso. Poco male, un tocco sulla tastiera e sono di nuovo “connesso”. Andrea Stassano, redazione Prove su strada

COMMENTI

  • Più che della Agila di derivazione Suzuki a me sembra la riedizione della Spark Chevrolet di derivazione Daewoo. Mi sbaglio?
  • Un' auto che promette 22 km al litro e ne fa 13 ha problemi ben più gravi del nome. Sembrano le promesse dei marinai. O della FIAT, scusate la pesantezza.
  • taufer, è pieno di automobili con le caratteristiche da te descritte, senza per forza avere un nome così penoso. Comunque hai fatto la battuta.... bravo
  • sarò scemo io, ma già solo per il nome....Karl...si Karl, proprio Karl...ti giuro si chiama Karl.... ecco solo per questo motivo non la comprerei mai
     Leggi risposte
  • sarò scemo io, ma già solo per il nome....Karl...si Karl, proprio Karl...ti giuro si chiama Karl.... ecco solo per questo motivo non la comprerei mai
  • Domanda alla redazione: il motore ha le punterie idrauliche o...richiede registrazione periodica delle valvole? Non sono riuscito a reperire quest'informazione da nessuna parte! Grazie in anticipo :)
     Leggi risposte
  • Ottimo come diario di bordo di un'auto che in Italia fa comunque i suoi "numeri". Spero che nei prossimi giorni non si farà un diario di bordo come quello "da messaggio promozionale" della Focus dove, ancora oggi, l'unica frase in neretto è quella dell'offerta del momento....
     Leggi risposte
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/15207/poster_309f8b06-6138-4b5e-a572-b312b0d3451a.png Con la Opel Karl al Ricetto di Candelo (video) http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/con-la-opel-karl-al-ricetto-di-candelo-video- Prove su strada
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/14097/poster_003.jpg Opel Karl: impressioni di guida http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/la-guida-della-opel-karl Première
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21886/20190619_124811.jpg Salone dell'Auto di Torino: al via la quinta edizione http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/salone-dellauto-di-torino-al-via-la-quinta-edizione Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21884/poster_004.jpg Peugeot 2008: vuole fare la grande http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/peugeot-2008-vuole-fare-la-grande Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21878/poster_005.jpg Diario di bordo: Citroen C3 Aircross BlueHDi 120 Shine - Day 5 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-citroen-c3-aircross-bluehdi-120-shine-day-5 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21877/poster_0071.jpg Diario di bordo: Citroën C3 Aircross 1.5 BlueHDi 120 - Day 3 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-citro-n-c3-aircross-1-5-bluehdi-120-day-3 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21876/poster_007.jpg Diario di bordo: Citroën C3 Aircross 1.5 BlueHDi 120 - Day 4 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-citro-n-c3-aircross-1-5-bluehdi-120-day-4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21872/DDB C3 AIRCROSS DAY 2 - ROBERTO.00_00_31_13.Still0021.jpg Diario di bordo: Citroën C3 Aircross 1.5 BlueHDi 120 - Day 2 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-citroen-c3-aircross-1-5-bluehdi-120-day-2 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21869/_DSC6854.jpg Diario di bordo: Citroën C3 Aircross 1.5 BlueHDi 120 - Day 1 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-citro-n-c3-aircross-1-5-bluehdi-120-day-1 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21864/508 thumb.jpg Peugeot 508 SW: pronta a sfidare le tedesche http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/peugeot-508-sw-pronta-a-sfidare-le-tedesche Prove

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ALPINE
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • CUPRA
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DALLARA
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MCLAREN
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona