Opel Zafira Una settimana con la 2.0 CDTi 170 CV S&S Innovation

×
 

Sette posti, accoglienza ad hoc e spazio da vendere. Sono qualità ancora importanti per le famiglie numerose o per chi, semplicemente, vuole caricare molto, mantenendosi ancora un buon margine operativo. Uno dei modelli più significativi e “storici” nel segmento delle monovolume medie è senz’altro la Opel Zafira, di recente sottoposta a restyling. Sarà la protagonista del diario di bordo di questa settimana, nella versione 2.0 CDTi 170 CV S&S Innovation. Prezzo: 33.070 euro.  

Day 5. Affrontare l'ultimo giorno del diario di bordo non è quasi mai "agevole", se non altro perché i colleghi hanno già snocciolato per filo e per segno dati, doti e caratteristiche della vettura di cui parliamo. Questa Opel Zafira, però, offre alcuni spunti che val la pena approfondire. E, ovviamente, spazio anche a voi navigatori, ai vostri dubbi o alle eventuali richieste. Il primo scoglio da affrontare quando ci si avvicina a questo modello è quello estetico. Inutile girarci attorno: bella non è, aggraziata neppure. Insomma, ad appeal siamo messi maluccio ed è forse anche questo, nonostante il recente restyling, uno dei motivi della penuria di vendite. Dentro, però, la musica cambia: spazio ce n'è a volontà per passeggeri e bagagli, per non parlare del confort di bordo. Si viaggia davvero comodi, insomma. Ma l'aspetto che mi ha stupido maggiormente è un altro: la sensazione di assoluta sicurezza associata alla dinamica di guida. Lungo i 160 km del mio percorso casa-lavoro e viceversa, che comprende principalmente tangenziale e autostrada, viaggiando placidamente convinto di avere assunto un'andatura da Codice a un tratto, guardando il contachilometri, ho dovuto toccare il freno: ero a 150 km/h. Il merito è dell'ottima insonorizzazione, dell'elasticità del motore e della quasi totale assenza di rollio. In definitiva, fatta la somma di tutto, la Zafira è un'auto che si odia o si ama, senza mezze misure. Lo dimostrano anche i vostri commenti, nei quali vi siete divisi più o meno equamente tra pro e contro: chi ci ha percorso serenamente centinaia di migliaia di chilometri (e la ricomprerebbe al volo) e chi la ritiene addirittura un furgone o una vettura da terzo mondo. Tra i tanti interventi, è interessante la questione sollevata da "guidosolo italiano", che la definisce "razionale, ma triste come tutte le GM e Ford": in realtà questo discorso può essere condivisibile in parte - e solo per questo modello, perché generalizzare è sempre sbagliato - per l'estetica. Come accennato anche dai colleghi, in questa Zafira di contenuti ce ne sono davvero tanti e per scoprirli bisogna mettersi al volante, fidatevi. Il fatto indiscutibile è che il segmento di cui fa parte, quello delle monovolume medio-grandi, ha vissuto momenti migliori. Ora, non c'è storia, è il tempo delle Suv. Roberto Barone, redazione Internet

Day 4. Nel 2000, esattamente un anno dopo la presentazione della prima Zafira, in Italia questo modello si vendeva al ritmo di oltre 1.700 unità al mese. Due anni dopo arrivava addirittura a 3.800 esemplari al mese, 127 al giorno. Oggi (dati di dicembre 2016) sono ancora 127, ma al mese. E per le altre non va tanto meglio. Sorry, grandi monovolume, il vostro tempo è passato. Caspita, state dicendo, non c’è modo peggiore di iniziare una giornata con la Zafira: sapere di guidare un modello, anzi di più, una formula d’auto che è stata letteralmente spazzata via dalle Suv. E invece io voglio difenderla. La Zafira è un’auto eccellente per chi fa strada, carica tanta gente e tanti bagagli. Vogliamo smitizzare le sport utility? Secondo voi, è più comoda una Zafira o una RAV4, tanto per prendere la più venduta delle grosse Suv? Ebbene, dopo molti chilometri sono in grado di dire che la Zafira è più comoda. Avete un divano da caricare? Sulla Zafira ci sta a pennello, sulle Suv delle stesse dimensioni forse, ma con grandi difficoltà. Non è un mistero che l’altezza da terra del pianale e del tetto non incrementino necessariamente le capacità di carico. E i prezzi? La Zafira col turbodiesel più piccolo viene via a 28 mila euro esclusi i generosissimi sconti, ma una RAV non va sotto i 30 mila. E allora, perché le monovolume languono e le Suv spopolano? Chiamatela moda, appeal, marketing, la sottile linea che sta fra l’auto noiosa e quella avventurosa e che spinge costruttori del calibro di Peugeot a “crossoverizzare” la 3008 e fare un modello che lascia a bocca aperta. Se ci sarà un’altra Zafira in futuro, vorrei che non perdesse un grammo delle qualità di confort, spazio, consumo e praticità di questa, ma che s’investisse un po’ di più nel design degli interni e della carrozzeria. E siccome, cari naviganti, ho visto che questo modello eccita ancora la vostra fantasia, contestatemi, complimentatevi, fate domande. Il quinto giorno, lo sapete, è dedicato a voi. Carlo Bellati, redazione WebTv

Day 3. Non c’è il pulsante per avviare il motore, sulla Zafira, ma il classico commutatore a chiave, magari démodé ma sempre intuitivo. Basta un istante e il due litri a gasolio s’avvia, manifestando una rumorosità abbastanza contenuta. Questo propulsore ha un po’ d’Italia nel Dna, perché è stato messo a punto nel GM Powertrain Europe di Torino, nato nel 2005 e oggi centro di competenza della Casa statunitense per i motori diesel. Rispetto alla precedente, retaggio della passata collaborazione tra la General Motors e la Fiat, la nuova unità è più silenziosa e, soprattutto, ha una “voce” più gradevole, con minor contenuto di basse frequenze. E si sposa bene con la Zafira: il due litri è bello pieno di coppia sin dai regimi più bassi e la progressione è regolare fino a 3.500 giri. Oltre non conviene andare, perché la spinta si affievolisce, meglio passare alla marcia superiore, tanto è una faccenda agevole, vista la frizione non molto pesante e la buona manovrabilità del cambio (ma l’automatico sarebbe perfetto). I chilometri scorrono via piacevolmente, perché la Zafira è comoda ma sta in strada con sicurezza, grazie alle buone doti dello sterzo e dell’assetto, mentre la visibilità in marcia è garantita dall’ampio parabrezza e dai doppi montanti sottili. Ottime premesse per viaggi gradevoli con tutta la famiglia o con una schiera di amici. Viaggi che non peserebbero troppo sul bilancio familiare, visto che il consumo medio indicato dal computer di bordo, al termine del solito percorso misto che comprende tangenziale, autostrada e città, si attesta a 6,9 litri/100 km. Roberto Boni, redazione Prove/tecnica

Day 2. Trecentocinquanta chilometri d’autostrada, Rozzano-Modena e ritorno in un pomeriggio: ordinaria amministrazione per il popolo dei commessi viaggiatori e, va detto, anche per la nostra Opel Zafira. La quale, nell’occasione (e, precedentemente, anche in altre), ha sfoderato una pressoché ineccepibile vocazione da stradista, che è pari, se non superiore, alle sue virtù in tema di capacità di carico e abitabilità. Sulla Zafira, l’insieme delle caratteristiche che concorrono alla definizione del benessere a bordo comprende l’ottimale posizione di guida, l’efficace insonorizzazione, l’ampia visibilità in ogni direzione. Neppure la presenza del cambio manuale, vagamente démodé in un’automobile come questa, scalfisce il perimetro di agio e funzionalità che circonda il guidatore (tranne quando ci si trova a discutere con lo Start&Stop in quelle situazioni di sfuggente incertezza tra il fermarsi e il ripartire). Ci si può ragionevolmente fidare anche del regolatore di velocità attivo: è prontissimo (anche troppo, in un’occasione) nel rilevare ostacoli e nell’azionare, eventualmente, i freni con commisurata energia, ma non altrettanto quando si annuncia un sorpasso utilizzando l’indicatore di direzione sinistro mentre si cambia corsia: concorrenti tipo Ford S-Max, per dire, lo sono. E tutto questo con una sempre apprezzabile sobrietà nella richiesta di gasolio: sono partito con meno di metà serbatoio (58 litri) e tornato prima di vedere accendersi la spia della riserva. Carlo Di Giusto, redazione Attualità

Day 1. Monovolume compatta? Beh, varrebbe quasi la pena di definirla media, la Zafira, lunga quattro metri e 66. Il genere ha ancora diversi estimatori, seppur meno che in passato: e il motivo sta nella concorrenza crescente delle Suv. Ma i punti forti e l’appeal della Zafira restano e, per capirlo, basta salire a bordo. Spaziosa è spaziosa, inoltre l’ampia modularità la rende adatta, per esempio, tanto a una famiglia di cinque persone con bagagli, quanto al trasporto di carichi extra-long o di sette persone, con equipaggiamento leggero. Davanti non ci sono vani nel pavimento o cassetti sotto i sedili. Rivolgo quindi l’attenzione al tunnel, che offre un pozzetto comodo e richiudibile e un appoggiabraccio/ripostiglio scorrevole, all’occorrenza sfruttabile anche da chi siede dietro. Ecco, la seconda fila è strategica: è composta da tre poltroncine scorrevoli (in opzione, è il Lounge seating), che si prestano a diverse configurazioni, a seconda che si vogliano privilegiare il carico o il confort dei passeggeri. Piace la possibilità di reclinare il posto centrale, per avere i due esterni più comodi. Ci sono, poi, le bocchette di ventilazione e le tendine parasole. Provo a raggiungere la terza fila: e, con la mia taglia media, non è un’impresa. Una volta sistemato, posso affrontare un breve tragitto, a patto che chi siede davanti faccia avanzare un po’ il sedile. Ovvio, in sette quel che resta del bagagliaio è minimo, ma non disprezzabile. In cinque, invece, con la terza fila a scomparsa nel pavimento, si può contare su un vano ampio, regolare e corredato da ganci e binari (in opzione): quel che non vedo è lo sblocco elettrico dei sedili. Andrea Stassano, Redazione Prove su strada

Claudio Panzacchi

Interessanti commenti. Dell'articolo ciò che mi trova più concorde è in Day 5: "Ma l'aspetto che mi ha stupido maggiormente è un altro: la sensazione di assoluta sicurezza associata alla dinamica di guida". Ho da 7,5 anni e quasi 530K una Zafira B 150 cv 2.0 TDI. Unico vero problema alla valvola EGR, come per molte Zafira, sostituito preventivamente molte componenti, e all'idroguida verso i 400K, ma ci sta, visti i km. Spinge ancora quasi come 7 anni fa, qualche vuoto oltre i 165 km/h. 5 in famiglia, voglia di ritrovarsi a fare vacanze tutti insieme viaggiando bene, allo stesso tempo necessità di sensazioni "divertenti", con la macchina incollata a terra, in pieno controllo, quando si vuole. Controllo=sicurezza, l'auto, per come la vedo io, la si deve sentire come un prolungamento del proprio corpo, con la sensazione di essere sempre dentro i limiti, anche quando si spinge parecchio, anche su strade "divertenti". Non c'etra nulla con un monovolume, dove le stesse sensazioni sono utopia, meglio di un Suv per aerodinamicità, consumi, confort, rumorosità, sensazioni più "stradali". Fra un mese arriva la 2.0 Innovation 170 cv, con un po' di roba sopra. Le auto sono quasi "entità" diceva qc su un forum ... non bisogna mai dire "non vedo l'ora" che arrivi la nuova auto.

COMMENTI

  • Interessanti commenti. Dell'articolo ciò che mi trova più concorde è in Day 5: "Ma l'aspetto che mi ha stupido maggiormente è un altro: la sensazione di assoluta sicurezza associata alla dinamica di guida". Ho da 7,5 anni e quasi 530K una Zafira B 150 cv 2.0 TDI. Unico vero problema alla valvola EGR, come per molte Zafira, sostituito preventivamente molte componenti, e all'idroguida verso i 400K, ma ci sta, visti i km. Spinge ancora quasi come 7 anni fa, qualche vuoto oltre i 165 km/h. 5 in famiglia, voglia di ritrovarsi a fare vacanze tutti insieme viaggiando bene, allo stesso tempo necessità di sensazioni "divertenti", con la macchina incollata a terra, in pieno controllo, quando si vuole. Controllo=sicurezza, l'auto, per come la vedo io, la si deve sentire come un prolungamento del proprio corpo, con la sensazione di essere sempre dentro i limiti, anche quando si spinge parecchio, anche su strade "divertenti". Non c'etra nulla con un monovolume, dove le stesse sensazioni sono utopia, meglio di un Suv per aerodinamicità, consumi, confort, rumorosità, sensazioni più "stradali". Fra un mese arriva la 2.0 Innovation 170 cv, con un po' di roba sopra. Le auto sono quasi "entità" diceva qc su un forum ... non bisogna mai dire "non vedo l'ora" che arrivi la nuova auto.
  • C4 Picasso 50568, Touran 49906, Active/Gr Tourer 44510, Golf Sportsvan C4 Picasso 50568, Touran 49906, Active/Gr Tourer 44510, Golf Sportsvan 40253, 500L/XL 40197. Questi sono "i numeri" delle monovolume nei primi 6 mesi del 2016 che rientrano tra i 50 modelli più venduti in Europa. E non penso che siano numeri da buttare nella spazzatura. Faccio ricordare (visto che già l'ho scritto) a Gian che quest' estate ho fatto un viaggio di 1400km con sole soste per mangiare (più altrettanti per il ritorno) con la mia C4 Picasso di quasi 10 anni e quasi 220.000km in pieno confort in 5 (cinque) adulti con tutti i bagagli al seguito (con il lunotto sgombro da qualunque oggetto). E per confort intendo clima (la Qashqai la crossover più venduta non ha alcuna bocchetta dietro neanche sotto i sedili), sospensioni, silenziosità, tavolinetti, tendine personali. Neanche una Q5 se lo può permettere. Così come in questi giorni di strade bloccate dalla neve con -10 fuori, non ho avuto alcun problema né per la temperatura né per la trazione (visto che il 95% dei SUV più venduti sono 2x4). Le termiche non bastavano montate anche le catene e via. Poi vorrei chiedere, se possibile, ai vari Carlo Bellati, Andrea Sassano e Roberto Bono tra la Zafira provata in questa settimana e la C4 Gran Picasso provata qualche settimana fa, quale preferiscono?
     Leggi risposte
  • A chi non ha avuto è non ha parole "benevole" per le francesi, forse per i soliti pregiudizi, vorrei ricordare che l'invenzione della formula monovolume, che ha poi invaso l'universo mondo, compreso il terzo, è della Renault che nel 1984 si inventò la ESPACE, la cui erede è tutt'ora in produzione....le buone auto, che vengono consapevolmente e oculatamente acquistate non come status simbol ma per le loro qualità intrinseche, esistono anche nella produzione francese, basta non avere pregiudiziali o idee fisse e saper valutare nella giusta misura il rapporto costi/benefici; per altro non sempre favorevole all'uno o all'altro marchio di qualsiasi provenienza.
     Leggi risposte
  • Maaa.....uno sarà libero di scegliere tra le auto che il mercato offre quella che più corrisponde alle proprie esigenze e gusti, magari in causa di famiglia numerosa, o altre attività lavorative o ludiche, oppure deve per forza essere omologato alla massa di quelli, pirla compresi, che comprano il SUV solo per questioni modaiole, incapaci e timorosi di superare ostacoli ( persino il cordoletto di neve ai lati di una strada di montagna lasciando l'incombenza alla bassa berlina per togliersi d'impaccio - vita vissuta), che non siano un marciapiede, ovviamente per parcheggiarvi sopra l'oggetto da ostentare agli amici o avventori del bar?.. il "malcapitato" possessore di monovolume invece è magari additato o "deriso" dagli spara cavolate(zz) gratuite di turno. Chi compra ancora queste auto avrà i suoi motivi e le case automobilistiche, anche se a volumi ridotti rispetto ad un tempo, evidentemente ancora ci credono e qualche profitto l'avranno. Che succederà quando i SUV o le ex monovolume "suvvizzate" passeranno di moda? Premetto che non posseggo una monovolume, ma sicuramente non le ritengo auto da terzo mondo e neppure furgoni....ora è il momento dei pik-up che soppianteranno i SUV sull'onda della moda USA....qui però le esigenze e la legislazione sono assai diverse... e al di là di chi ne può avere veramente necessità (artigiani e simili) assisteremo alla sfilata di pirla alla guida di Dodge Ram , F150 e simili esibiti per andare a comperare il giornale o le sigarette!! ...magari in montagna!! Condivido in toto l'analisi di Carlo Bellati. buon anno a tutti!!
     Leggi risposte
  • Day 4: Analisi che condivido completamente.
     Leggi risposte
  • Zafira auto da terzo mondo. gian canale infila una cazzata dietro l'altra. complimenti per la fervida immaginazione. Francamente una tale serie di boiate cosmiche una dietro l'altra necessitano di un talento non comune
     Leggi risposte
  • Su Il sole 24ore di oggi 4/01/2016 a pag 17 Volkswagen, in Germania al via prima class action sul Dieselgate Le emissioni truccate. Diecimila clienti hanno già aderito all’azione legale ...«Volkswagen, Audi, Skoda e Seat. Lo scandalo delle emissioni truccate. Il vostro diritto è denaro. Vale la pena! Fino a 5mila euro di danni o il riacquisto del vostro veicolo fino a 5mila euro. Nessun rischio, nessuna spesa legale». Con questi titoli slogan il portale tedesco di consulenza giuridica MyRight.de ha avviato una chiamata alle armi dei clienti del gruppo Vw - simbolo dei simboli della corporate Germany - in difficoltà anche a casa sua per il Dieselgate. MyRight che ha avviato la prima class action in terra di Germania contro Volkswagen. E in Italia?
     Leggi risposte
  • Salve,prima di tutto auguri di buon anno. Non voglio sapere che auto guidate! Vi voglio dire soltanto che sono alla mia seconda zafira,sempre esclusivamente a BENZINA!Con la prima Zafira ho percorso 120.000 km in tredici anni con la nuova Zafira sempre a benzina in 18 mesi ho percorso 15.000 km. Viaggiare con Zafira è come viaggiare da RE. Molti di questi commenti sono scritti da ragazzini in cerca di emozioni forti. Da grandi cambierete idea sopratutto PROVANDO le auto. Ps.ho avuto modo anche di guidare Lambo e Ferrari per intenderci.
     Leggi risposte
  • Un'auto come questa, per muoversi in modo appena sufficiente, avrebbe bisogno di un buon V6 da almeno 400 CV: in caso contrario, Canale non la include nemmeno nelle comparative internazionali. Comunque sul mercato sono disponibili diversi kit per portare il 1.4 benzina a 900 CV, si può anche montare un'elica sul tetto e decolla in verticale come un elicottero. Così diventa un mezzo degno del civilizzato mondo extraeuropeo, col vantaggio che può anche stare in acqua grazie alla forma da balenottera azzurra.
     Leggi risposte
  • Non è, forse da terzo mondo, è comoda ed utile. Sicuramente è un furgone.
     Leggi risposte
  • Dovevano addirittura smettere di produrla, ed invece cambiano il frontale, il quadro strumenti, la zona radio e via un restyling...
     Leggi risposte
  • FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19574/IMG-20171020-WA0015-iloveimg-cropped.jpg Diario di bordo Alfa Romeo Giulia 2.2 diesel 150 CV AT8 - day 1: gli accessori segreti per il vero petrolhead http://tv.quattroruote.it/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-alfa-romeo-giulia-2-2-diesel-150-cv-at8-day-1-gli-accessori-segreti Diario di bordo
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19570/poster_ce3164fe-ea48-404c-a30c-b7af0689eb8b.jpg Volkswagen T-Roc: al volante della turbodiesel da 150 CV http://tv.quattroruote.it/premiere/video/volkswagen-t-roc-al-volante-della-turbodiesel-da-150-cv Première
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19569/poster_011.jpg Teaser - Jeep Compass vs Kia Sportage vs Nissan Qashqai, le prime immagini della comparativa http://tv.quattroruote.it/flash/video/teaser-jeep-compass-vs-kia-sportage-vs-nissan-qashqai-le-prime-immagini-della-comparativa Flash
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19568/poster_b143cfc1-4936-4711-a455-094cfdd5b21d.jpg Teaser - Fiat Tipo, le prime immagini della prova su strada http://tv.quattroruote.it/flash/video/teaser-fiat-tipo-mp419568 Flash
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19567/poster_dcc8516e-99f8-4505-9d6c-0112765d8e87.jpg Teaser - Ford Mustang Shelby: le prime immagini dal nostro Centro Prove http://tv.quattroruote.it/flash/video/teaser-ford-mustang-shelby-le-prime-immagini-dal-nostro-centro-prove Flash
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19565/poster_c8ced8a4-90d2-4214-a580-5dcba30b6c6b.jpg Teaser - Opel Insignia Sports Tourer, le prime immagini della prova su strada http://tv.quattroruote.it/flash/video/teaser-le-prime-immagini-della-opel-insignia-sports-tourer Flash
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19564/poster_001.jpg GTCup 2017 - La tappa finale http://tv.quattroruote.it/eventi/video/gtcup-2017-la-tappa-finale Eventi
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19540/poster_f624616c-4fcc-42d6-b979-410bed30ccef.jpg Teaser - Skoda Citigo vs Citroën C1: confronto tra piccole http://tv.quattroruote.it/flash/video/teaser-skoda-citigo-vs-citro-n-c1-confronto-tra-piccole Flash
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19539/poster_2914537d-55e2-4290-9d99-a0b834a6a994.jpg Teaser - Hyundai Kona: in attesa della prova completa http://tv.quattroruote.it/flash/video/teaser-hyundai-kona-in-attesa-della-prova-completa Flash
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19535/poster_001.jpg Auto aziendali in pista 2017: ecco com'è andata! http://tv.quattroruote.it/mondo-q/video/auto-aziendali-in-pista-2017-ecco-com-andata- Mondo Q

    UTILITÀ

    SERVIZI PER LA TUA AUTO

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca

    SCOPRI
    QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Uilizza subito il servizio calcola assicurazione per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze
    In collaborazione con https://www.facile.it
    1. Inserisci i tuoi dati anagrafici
    2. Inserisci i dati del veicolo
    3. Inserisci i dati assicurativi
    4. Confronta i risultati

    Calcola il tuo tagliando

    ×
    Lorem ipsum dolor

    Cerca gli pneumatici più adatti a te

    Oltre 23.000 pneumatici a prezzi incredibili.
    In collaborazione con
    Dimensioni
    Larghezza
    • Larghezza
    Altezza
    • Altezza
    Diametro
    • Diametro
    Tipologia
    Cerca

    Cerca annunci usato

    Marca
    Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CITROEN
    • DACIA
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • HONDA
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MAZZANTI
    • MCLAREN
    • MERCEDES
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PAGANI
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROLLS ROYCE
    • ROMEO FERRARIS
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TAZZARI EV
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Modello
    Seleziona
    • Seleziona
    Prezzo

    da a

    CAP

    PROVE SU STRADA QUATTRORUOTE

    Costo di una singola "prova su strada": 3,59 euro (IVA inclusa). Pagamento da effettuare con carta di credito.
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CITROËN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona