Lancia Una settimana con la Ypsilon Unyca

Lancia
Una settimana con la Ypsilon Unyca
Chiudi
 

La protagonista del nostro diario di bordo questa settimana è la Lancia Ypsilon in allestimento Unyca, a listino con prezzi a partire dal 13.800 euro. La vettura in prova è spinta da un quattro cilindri a benzina 1.2 da 69 CV a 5.500 giri e 102 Nm di coppia massima a 3.000 giri, abbinato a un cambio a cinque marce. Dati dichiarati alla mano, la velocità massima è di 163 km/h, mentre l'accelerazione da 0-100 km/h avviene in 14,5 secondi. Quanto ai consumi, nel ciclo combinato si parla di 5.2 litri per 100 km. Dell'equipaggiamento presente sul nostro esemplare fanno parte, fra l'altro, il climatizzatore automatico, il sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici, i sensori di parcheggio, il sistema d'infotainment Uconnect con comandi radio e touchscreen da 5" con connettività Bluetooth.

Day 1. Eleganza, razionalità, equilibrio: sono questi i primi aggettivi che mi vengono in mente terminato il mio giro al volante della Lancia Ypsilon Unyca. L'eleganza è quella solita, che da tempo contraddistingue la piccola della Casa torinese, e che continua a conquistare una buona parte del pubblico femminile, ancor più in questa tinta Blu Velvet, a metà fra il blu e il viola. La razionalità è quella che si ritrova nell'abitacolo, molto comodo soprattutto davanti. I sedili sono morbidi e accoglienti, i comandi sul volante e sulla console centrale distribuiti in modo ordinato e posizionati proprio lì dove ti aspetti di trovarli, il cambio come sempre rialzato e la palpebra che racchiude la strumentazione ben in vista al centro della plancia, proprio sopra il display da 5" del noto sistema d'infotainment Uconnect. Per completare l'ottimo confort offerto al guidatore non mi sarebbe dispiaciuto il classico bracciolo centrale (non disponibile neanche come optional), anche se in questo segmento non è poi così facile poterne disporre. Un piccolo appunto, invece, per il divanetto posteriore: i più alti che vi si accomodano sono costretti a una posizione innaturale a causa del tetto spiovente, mentre l'ottima imbottitura si trasforma in un difetto: gli schienali, una volta abbattuti, non si appiattiscono abbastanza, complicando un po' il caricamento di oggetti lunghi. Per contro, ho apprezzato la possibilità di reclinarli anche dal vano bagagli. L'equilibrio, infine, è quello che ho sperimentato in marcia. Il motore non è fatto per andare forte (a meno di non tenerlo sopra i 4 mila giri), la frizione e il cambio sono morbidi da azionare e il pedale del freno ben modulabile. Nel complesso mi sono piaciute l'insonorizzazione e la capacità di questa Ypsilon di assorbire le imperfezioni del manto stradale. Magari non ti emoziona al volante, ma non ti fa mancare (quasi) nulla. Alessandro Carcano, redazione Online 

Day 2. La Ypsilon, come modello, ha i suoi annetti ed è inutile negarlo, ma se li porta molto bene. L’avevo provata in versione TwinAir, la bicilindrica turbo, in un confronto di quelli un po’ al limite, con una Mini One, sul numero di settembre 2011. Quasi sei anni, e in pochi istanti mi ritrovo su una vettura che è ancora apprezzabile sotto molti punti di vista. Innanzitutto, è già stata descritta a fondo nella presentazione, ma riparto dal quattro cilindri 1.2 perché questo motore, anche di fronte al boom dei tre cilindri, aspirati o turbo, resta uno dei più gradevoli su questo tipo di vetture. Regolare, poco rumoroso, abbastanza elastico nel riprendere e disposto ad allungare quanto basta, se si tirano le marce di tanto in tanto. Mi ci trovo subito a mio agio, anche grazie alla levetta del cambio alta e ravvicinata, dagli innesti che vanno da soli. L’unico che non mi piace tanto è quello della retromarcia, che richiede di alzare la “siringa” sulla cloche, per me un po’ scomoda. La macchinina si muove bene, mi piace per l’agilità e il confort che assicura. Riguardo al posto di guida, però, ci sono un paio di cose, che poi in realtà si riducono a una: l’altezza. Il problema principale è che mi ritrovo il grande specchietto interno davanti agli occhi nelle curve a destra. Non posso abbassare il sedile perché è già giù al massimo e così sono costretto a piegarmi per abbassare la testa e controllare bene che non arrivi nessuno nelle svolte. Probabilmente questo piccolo disagio non riguarda i guidatori meno alti (io sono 1,83), ma con una seduta più bassa mi sarei trovato meglio. Passando alla strumentazione, in posizione centrale, devo dire che mi piace: enorme, per l’auto, e con quell’aria da cassettone sollevabile dalla plancia. So già che non è possibile, ma mi viene da controllare che non si abbassi come certi touchscreen a scomparsa, spingendo la grande palpebra. A proposito di display: di fronte ai nuovi “tablet” diffusi anche sulle utilitarie più recenti, il touch da 5” appare un po’ piccolo. Non ha il navigatore e per raggiungere una certa destinazione devo usare lo smartphone, però l’autoradio mi soddisfa. Si sente abbastanza bene e ascolto musica da una chiavetta Usb. Non male, anche a velocità autostradale. Andrea Sansovini, Prove su strada

Day 3. Glamour e modaiola, va bene, ma in fondo - mettendo da parte colori, finiture e gadget vari di questo allestimento - parliamo sempre della "solita" Ypsilon, un modello apprezzato da molti e soprattutto da un pubblico giovane e femminile. Due numeri spiegano meglio il concetto: dal 2003 a oggi ne sono state vendute complessivamente 781.141, di cui 65.656 nel 2016 e 21.286 già nel primo trimestre di quest'anno, con una media di 236 al giorno. Mi avvicino alla Unyca un po' prevenuto, lo confesso. Per due motivi: il primo è che essendo abituati in redazione a maneggiare auto di segmenti medio-alti, talvolta - con un po' di insano snobismo - guardiamo alle citycar alzando il sopracciglio (anche se poi molti di noi ne hanno una nel box di casa); il secondo è che il mio tragitto abituale si snoda lungo tangenziali e autostrade, non proprio il suo habitat naturale. In tutti i casi devo ricredermi. Intanto, l'abitacolo che può sembrare un po' essenziale in principio, in realtà a uno sguardo più attento appare razionale; anche la strumentazione centrale - che non ho mai amato - qui ha il suo perché e si integra perfettamente nella plancia. Su strada, poi, la Ypsilon si comporta molto bene e il 1.2 benzina si dimostra molto elastico, ancor più nella parte alta del contagiri, consentendomi sorpassi in sicurezza alle andature più sostenute (ma sempre nel rispetto del codice, tranquilli). Lo sterzo, dalle dimensioni un po' abbondanti, non è particolarmente diretto, ma muove comunque con agilità la vettura, tanto nel traffico (dove si può alleggerire attraverso il tasto city) quanto nelle strade e percorrenza veloce. Un applauso agli ingegneri Lancia anche per l'ottima insonorizzazione che permette di ascoltare la radio a un volume "umano" e di parlare con i passeggeri senza sgolarsi. E i consumi? Al termine del mio "giro" di 85 km il computer di bordo segnava 6,3/100 km, circa 16 km al litro. Roberto Barone, redazione Online

Day 4. C’era una volta la Y10, che avrebbe dovuto popolare “la città del futuro”, ma , visto che non convinceva tanto, di futuro rischiava di averne pochino. Così, qualcuno ebbe la geniale pensata di farla diventare “l’auto che piace alla gente che piace”, di metterla nelle mani dei vip dell’epoca (seconda metà degli anni 80) e di trasformarla in una sorta di piccolo status symbol, e il gioco era fatto. Luminosa carriera, quella della Y10, poi solo Ypsilon, arrivata fino ai giorni nostri con la connotazione di auto soprattutto femminile: tanto che su Facebook, tempo fa, girava il consiglio di "buttarle sempre dentro un occhio", quando ne incontravi una, perché le probabilità che al volante ci fosse una bella ragazza erano altissime. Di tutto questo Dna modaiolo, ce n’è ancora un bel po’ nella Unyca che mi trovo a guidare oggi, una trentina d’anni dopo la "Milano da bere" (l’epoca del debutto, era più o meno quella). E la cosa ha benefici effetti su un modello che, altrimenti, sarebbe solo invecchiato da un pezzo. Certo, rispetto alle ultime arrivate, infarcite di tecnologie e d’infotainment, ti accorgi che il tempo è passato, ma le cose belle della Ypsilon, quelle ci sono ancora tutte: la posizione della leva del cambio, per esempio, alta, facile da raggiungere; e quel bottone magico che si chiama City, al quale corrisponde una leggerezza dello sterzo che, insieme alle dimensioni, rende parcheggiare un gioco da ragazzi (da ragazze, forse si dovrebbe dire). Poi, la forma da ovetto, che suscita simpatia; le maniglie nascoste delle portiere posteriori, vezzo stilistico certo non più sorprendente, ma ancora riuscito. È pratica, la Ypsilon: quasi come una Panda, ma con quel tocco fashion in più, che ancora oggi conserva. Ed è questo, mi viene da concludere, che può indurre a sceglierla: tanto che le altre caratteristiche, a partire dall’immortale quattro cilindri di 1.2 litri (tanto più “rotondo” e gradevole di molti moderni tre cilindri…), finiscono per passare in secondo piano. Emilio Deleidi, redazione Inchieste

Day 5. Non ci sarebbe neanche bisogno di parlare della Ypsilon, perché le qualità di questa Lancia sono sotto gli occhi di tutti: è l'anello di congiunzione tra la Panda e la 500, macchine che negli anni hanno guadagnato una reputazione cristallina. La citycar italiana (prodotta in Polonia, lo sappiamo) ha svariate primavere alle spalle, non è recentissima, ma da noi è ancora la seconda vettura più venduta in assoluto nel primo trimestre di quest'anno (lo conferma l'Unrae). Non si diventa best seller per caso e di sicuro non basta l'aria da reginetta del ballo delle debuttanti o un marchio gradevolmente snob per convincere uno a separarsi dai circa 10 mila euro (è in promo fino a fine mese) che costa. Qui il (vero) valore è dato da una meccanica ultra collaudata, dalla praticità delle cinque porte e da un prezzo - e una modalità di pagamento - a portata quasi di tutti. Non sottovalutate il vantaggio dell'ampia diffusione, ché, in pratica, questo si traduce spesso in un più lieve impegno economico e in una maggior affidabilità. Quindi avanti con le domande. Può essere la prima macchina in famiglia? Sì, e anche con un bambino piccolo (che, si sa, porta via molto più spazio di uno grande). Può portare la famiglia in vacanza? Certo, è soprendentemente confortevole e silenziosa e assolutamente priva di vibrazioni: il "milledue" aspirato a quattro cilindri gira rotondo e fluido. E poi consuma poco e ha tutte le caratteristiche per non essere un peso nell'economia familiare, considerando i costi di gestione. Carlo Di Giusto, redazione Attualità

Vincent EV

auto eccellente. Comoda, pratica, glamour, economica nell'acquisto e nella manutenzione, progetto ben collaudato e soprattutto ben rifinita a differenza della robaccia che ci propongono oggi, come Clio, Ibiza, Fabia, ecc...auto dalle plastiche taglienti e austere e se parliamo della Clio, rincaro la dose, con assemblaggi penosi e portiere leggere ed economiche come le utilitarie anni 80

COMMENTI

  • auto eccellente. Comoda, pratica, glamour, economica nell'acquisto e nella manutenzione, progetto ben collaudato e soprattutto ben rifinita a differenza della robaccia che ci propongono oggi, come Clio, Ibiza, Fabia, ecc...auto dalle plastiche taglienti e austere e se parliamo della Clio, rincaro la dose, con assemblaggi penosi e portiere leggere ed economiche come le utilitarie anni 80
     Leggi risposte
  • sempre glamour e con interni di buon gusto, a quel prezzo le concorrenti vendono auto da sfigati
     Leggi risposte
  • A tutti quelli che commentano che si tratta della solita vecchia macchina e che era inutile provarla, perchè perdete tempo a leggere e commentare l'articolo?? Questa Ypsilon è sul mercato da quasi sei anni, sappiamo già tutto di lei, è brutta, insicura, non vende... Ignorate l'articolo e basta! A quanto pare, invece, suscita più interesse questa prova rispetto a quelle della best in class Mazda 3 e della praticissima tp Twingo che, dopo giorni in prima pagina vengono snobbate (a giudicare dai pochissimi commenti...).
     Leggi risposte
  • Che auto scandalosa! Questo è un bel marchettone al gruppo Fiat
     Leggi risposte
  • Ma con quale serietà fate ancora un test su un'auto che dovrebbe essere fuori dal mercato ormai da anni, insicura e obsoleta, ma acquistata perchè superscontata o cacciata alla classica donna che guarda l'alcantara o la pubblicità in televisione che la descrive di anno in anno "la nuova Ypsilon" ormai da più di dieci anni??
     Leggi risposte
  • Due sole stelle al crash test.........
  • Parliamo di sicurezza: come mai non vengono pubblicati i dati del crash test? Probabilmente questa è l'auto meno sicura della categoria!
  • Unica perché è l'unica che hanno venduto quest'anno
  • Con questo articolo diciamo definitivimaente addio alla professionalitá e a quel poco di imparzialitá che erano le caratteristiche di 4R di una volta. Scandaloso leggere questi interventi su un'auto che ha deluso e continua a deludere. E per favore non chiamatela ne Lancia ne Ypsilon.
     Leggi risposte
  • ecco, quello di deleidi è il classico commento che, in questi anni, ha fatto tanto bene al marchio
     Leggi risposte
  • praticamente insieme alla datata delta e alla bruttissima thema "americana" l'ultimo modello lancia.....grazie al pirla di marchionne scomparso un marchio storico.....
  • anch'io avevo delle perplessità circa la posizione del quadro strumenti. ora mi sono abituato e ne apprezzo le dimensioni e la conseguente leggibilità degli strumenti. motore adeguato alla massa della vettura e di bassi consumi: anche dal terzo giorno solo conferme positive
     Leggi risposte
  • Sarebbe stata una buona occasione per il marchio presentarla con gli ultimi sistemi di assistenza alla guida e infotainment, almeno a richiesta. Niente. Chessò in tema di motori perché non buttarci dentro il sospirato firefly annunciato da anni… oppure metterci su questo immarcescibile 1.2 l’aiutino elettrico come ha fatto brillantemente Suzuki. Niente. Niente su tutta la linea.
     Leggi risposte
  • La macchina è carina, anche se io l'avrei fatta diversamente, cioè con un'altra "base". Ha delle lacune rispetto alla vecchia 3 porte (che ho avuto con enormi soddisfazioni), come i sedili più scomodi, la mancanza di spazio dietro, la guidabilità diversa (e mettiamoci anche il glamour...). Le Lancia hanno sempre avuto quel tocco che questa non ha, e non lo si ottiene mettendo le coppe ruote nere o gli specchietti glossati. E chi scrive ha sempre avuto qualche Lancia in famiglia (Dedra, Lybra, Y 96, Y 03, 2 Musa),senza contare quelle dei miei nonni (Prisma, Thema, Gamma), auto dotate di un'eleganza incredibile. E' un buon compromesso tra una Panda e una Punto (tanto per stare in casa), anche se molto rivedibile. Quando uscì nel 2011 la andai a vedere ma con la vecchia Y, anche nelle versioni top, non aveva nulla da spartire. Io avevo la Platino con i sedili in pelle Frau e cambio DFN (16000 euro di macchina per l'epoca), la versione Gold equivalente ha un decimo degli accessori che avevo io (costando anche qualcosina in più). E' una buona utilitaria ovviamente, in FCA sanno fare le citycar, ma di Lancia non ha nulla
     Leggi risposte
  • Non me la sento di giudicare l'auto nel suo complesso, è stata chiaramente pensata per un pubblico femminile che come noto ha parametri di valutazione diversi da quello maschile, dunque ciò che ai miei occhi appare come un difetto per le donne spesso è considerato un pregio e le vendite lo dimostrano, nessuna signora si sognerebbe di pensare che di fatto è una segmento A "stiracchiata" per farla rientrare in quello B e dunque si porta dietro un'impostazione da auto più piccola di quel che è realmente. ....... Faccio una considerazione, il nuovo frontale con la calandra sottile che ricorda gli anni 80, mi piace di più dei maxi calandroni precedenti, che poi erano il frutto dell'ennesima bufala propinataci da questo management ai tempi delle Lancia e Chrysler che avrebbero avuto lo stesso DNA, e che come tali si sarebbero dovute sovrapporre tra loro secondo una fantasiosa teoria architettata in quel buio e polveroso ufficio marketing di FCA, ma che poi, come chi con un pò di logica aveva previsto, è naufragata miseramente di fronte alla realtà del mercato....... Ora la speranza per chi come me viene da una famiglia paterna totalmente "Lancista", (che parte dall'Appia di mio nonno per arrivare fino alla Thema --quella originaria-- posseduta a suo tempo da mio padre), è che quando finalmente l'attuale AD lascerà l'incarico, al suo posto arrivi qualcuno in grado di rivalorizzare l'enorme patrimonio storico che questo marchio possiede, ovviamente non riproponendo modelli costruiti dal foglio bianco vista la situazione economica claudicante del gruppo, ma almeno partendo dalle basi che ci sono in casa per derivarne qualcosa di tecnicamente valido e commercialmente appetibile.......
  • Peccato che forse questa Elegante Lancia si ha termine produzione,forse non ci sarà un'altra Lancia,che hai tempi d'oro era paragonabile come lusso alla Isotta Fraschini che competeva con la Rolls-Royce.Se ci portano via la Lancia e un colpo come dei ladri maledetti per l'eternità da Dio,non centra che Gesù perdono il ladrone vicino a Lui,abbiamo i ladri e la Mafia nella nostra politica,altro che maledetti da Dio,la Mafia Politica fà il mazzo ha noi!
     Leggi risposte
  • Personalmente la preferisco alla cinquezerozero
  • La prova di una settimana è patetica. Tristissima. Chiaramente una piccola concessione a fca, nel senso che ogni tot prove, la rivista regina italiana deve testare un'auto autoctona. Vabbè che solo 2 settimane fa era stato provato quella specie di monumento che è il grand cherokee (e monuimento è sostantivo pregno di rimandi: età del modello, peso mastodontico, fama universale), ma lì si tratta di modello made in usa, unica forse jeep made in usa. Oggi testiamo un'auto con pianale di 15 anni e motore di 30. Magari c'è ancora qualcosa che non conosciamo.....Già achiamarla Y è un mezzo insulto, comunque Y è il classico esempio di come un nome o un brand influenzino il successo di un'auto, aldilà dei suoi veri meriti. Questa si porta dietro la fama di ottima auto della precedente Y, pur essendo un gabinetto a 4 ruotine. E gabinetto non è il semplice insulto del solito hater, ma davvero quello che ricorda la forma a coperchio del cofano, specie nelle versioni bicolore. Immaginatela bianca col coperchio nero....Tornando all'importanza del nome, anche alcune golf della lunga serie sono state tra lo scarso e il pessimo, penso alle 3 o alle 5, ma non hanno mai calato nelle vendite. Per me è incomprensibile preferire questo sgorbio ad una panda, che sarà più spartana, ma ha gli strumenti dove devono stare, costa meno e se ti schianti non fai la fine dell'insetto spiaccicato sul vetro. La lancia merita ben altre auto, spero non muoia con questo penoso modellino.
     Leggi risposte
  • è un modello venduto ormai solo in Italia, dove ha un discreto successo perché va a riempire il vuoto lasciato dalla non rinnovata Punto...in FCA si vive di rendita nel Segmento B, confrontando con i listini di 10/20 anni fa si nota il costante declino nei segmenti più popolari, concentrando le forze su SUV e Pick-Up Trucks
  • Sarebbe interessante sapere le ragioni di questo articolo, addirittura 'una settimana', su una vettura obsoleta, insicura, probabilmente venduta solo in Italia e anche qui con piccolo volumi. presto fuori produzione, uno sfregio di quel poco che rimaneva del marchio Lancia. Deprimente!
     Leggi risposte
  • complimenti redazione: è una prova opportuna, che testa un modello di indubbio successo nonostante abbia già superato la metà della sua carriera , penso per capire il segreto della validità e dell'attualità del suo progetto. è un'auto che non ha serie concorrenti: è un mix di originalità, simpatia ed eleganza sconosciute ai freddi e noiosi prodotti europei (sempre alla ricerca di una razionalità irraggiungibile in meno di 4mt di lunghezza) o alle auto-insetto tipiche della produzione asiatica, adatte alle megalopoli cinesi piuttosto che al nostro stile di vita. non credo che sarà facile per fca sostituire questa lancia (perché, a tutti gli effetti, è una lancia) con un altro modello che lancia non sia. se lavorassi ai piani alti di torino, farei tesoro dei risultati della ypsilon e cercherei di trarne le dovute conseguenze.
  • Carrello della spesa largo come una Kawasaki Ninja e alto come una Classe G Mercedes. Col vento forte si ribalta da ferma.
     Leggi risposte
  • Sunset Boulevard ...... del modello ma soprattutto del marchio....... Una tristezza infinita........ mentre certi rampolli dissoluti e parassiti si danno alla bella vita..........
  • meglio questa che le lavatrici up/mii/....(e l'altra nn ricordo nemmeno il nome perchè non ne ho mai vista 1)
     Leggi risposte
  • Una panda a passo lungo con sedili migliori venduta solo in italia ma in vasta quantità:-) a prezzi reali, pur scontatissimi, 1000/1500 euro più alti di panda, finché regge non investono in 500 5porte che dal 2010 prima promettevano , i vari francois e soci, nel 2013 poi 2014 poi 2016...poi ora chissà:-). Se l'occhiometro fosse indicativo direi che la più venduta in italia 2015/16 è questo sgorbietto...e non panda...ma i numeri dicono altro.
  • Euroncap 2/5. Mi spiace, ma con un dato simile per me la storia si apre e si chiude qui.
     Leggi risposte
  • Vado un po' OT. Oramai le attese sono tutte per la piccola FCA di nuova generazione, cioè con powertrain elettrico.
     Leggi risposte
  • Personalmente, la parte posteriore di questa "nuova" Ypsilon, non mi convince, preferisco quella della tre porte. Questa vettura sembra molto alta, con spazi spropositati tra ruota e passa ruota e, l'interno, a parte poche cose, la "vecchia tre porte" era migliore.
  • Personalmente ritengo che il suo compito di citycar, lo svolga in maniera piu' che dignitosa, pur essendo un modello "datato". L' estetica e' soggettiva, quindi non fa testo. Solo una cosa mi chiedo... era veramente necessaria una prova "settimanale"???
  • Rieccola !
  • i nuovi carrelli della coop hanno un rapporto ruote/corpo vettura più dinamico di questo buondìmotta
     Leggi risposte
  • In certe situazioni si dice che è meglio stendere un velo pietoso. Ecco sulla Lancia e su quest'ultimo modello che è ancora in listino sarebbe il caso di non dire nulla. Marchionne ha emesso la sua sentenza definitiva ( che è anche un'implicita ammissione di fallimento visti gli indecenti tentativi fatti con i cloni Thema, Voyager e il più immondo di tutti Flavia di tenere in vita il marchio) quindi perché sprecare fiato e fatica sulla prova di questa y? Certo in Italia vende ancora ma è una fiammella destinata a spegnersi inesorabilmente, perché far finta che tutto sia normale? Perché pubblicizzare un modello obsoleto e riuscito malissimo come una novità? Perché...?? Firmato un ex lancista...
     Leggi risposte
  • Da quello che traspare è che sia lasciata moribonda in attesa di qualche idea e di fondi sopratutto. L' alleanza con Chrysler è stata una tragedia di mercato: Thema, Voyager e Flavia fragorosi fallimenti uno dietro l'altro. La Flavia una sorta di suicidio violento. Ora si galleggia con solo questa Y che se pur dignitosa non regge minimamente il confronto con la serie precedente divenuta un bestseller, vende ma non quanto speravano, e aggiungo pure che giusto cosi. 1- perché il brand ha perso di immagine in quanto abbandonato a se stesso, ti danno la sensazione che stiano per fallire da un momento all'altro e il cliente lo percepisce e guarda altrove 2- perché è un modello oggettivamente meno riuscito in generale del precedente sotto tantissimi aspetti, hanno fatto un passo indietro e furbescamente perchè hanno sperato di campare di rendita e sfruttare il successo della precedente, il fatto che "te la tirino dietro" con promozioni assurde ne è la prova
     Leggi risposte
  • Peccato non avere provato il due cilindri con il cambio robotizzato (disponibile anche sulla Unyca) che non avete mai preso in considerazione. Avete notizie in merito al futuro della Lancia, voi della Redazione ? Grazie.
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20060/poster_008.jpg Ecco le tre nuove Lancia Ypsilon http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/ecco-le-tre-nuove-lancia-ypsilon Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/18379/poster_001.jpg Nuova Lancia Ypsilon Unyca: ecco la presentazione! http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/nuova-lancia-ypsilon-unyca-ecco-la-presentazione- Flash
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/16513/poster_006.jpg Prova in notturna per la nuova Lancia Y http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/ypsilon-notturna-05-def-mp4 Prove su strada
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/16402/poster_004.jpg Alla guida della nuova Lancia Ypsilon http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/alla-guida-della-nuova-lancia-ypsilon Première
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/16375/poster_c9eb0fcd-a68c-4244-9a80-3e669e549eb8.png Lancia al Salone di Francoforte 2015 http://tv.quattroruote.it/news/video/lancia-al-salone-di-francoforte-2015 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/16292/poster_7c0c5d84-3f40-40ff-888b-407ae028cc19.png La nuova Lancia Y al Salone di Francoforte 2015 http://tv.quattroruote.it/eventi/francoforte-2015/video/la-nuova-lancia-y-al-salone-di-francoforte-2015 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/11795/poster_a6254b77-2b62-4fa9-8091-e65072bb4dc4.png Lancia al Salone di Ginevra 2015 http://tv.quattroruote.it/news/video/lancia-al-salone-di-ginevra-2015 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20608/poster_007.jpg Teaser: ecco le prime immagini della Corvette Z06 in pista! http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/ecco-le-prime-immagini-della-corvette-z06-in-pista- Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20590/poster_006.jpg Al via il Salone dell'Auto di Torino http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/al-via-il-salone-dellauto-di-torino Mondo Q

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    È tutto nuovo, nella grafica e nei contenuti, il numero di maggio di Quattroruote, che vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona