Ford Ecosport Una settimana con la 1.5 TDCi 125 CV AWD ST-Line

Redazione Redazione
Ford Ecosport
Una settimana con la 1.5 TDCi 125 CV AWD ST-Line
Chiudi
 

La protagonista del nostro Diario di bordo questa settimana è la Ford EcoSport 1.5 TDCi 125 CV S&S AWD ST-Line, in pratica l'allestimento top di gamma abbinato alla più potente delle unità a gasolio (l'altra è da 100 CV), al cambio manuale a sei marce e alla trazione integrale. Lunga 4 metri e 10 offre una ricca la dotazione di serie, che include, fra l'altro, climatizzatore automatico, cruise control, Touch Nav Sys 8'' Sync 3, sistema keyless Start, mancorrenti sul tetto, fari diurni a Led, sensori di parcheggio e specchietti ripiegabili elettricamente e riscaldati. Fra gli optional, oltre alla vernice metallizzata Ruby Red Tc (900 euro), l'esemplare in prova è dotato del Design Pack ST Line (800, che include spoiler posteriore, privacy Glass e fari xeno), dei cerchi di lega da 18'' bruniti (400), del lettore cd integrato (150) e del piccolo tetto panoramico apribile (500). Dal prezzo di listino di 28.600 euro si raggiungono così i 31.350 euro. Per chi fosse interessato all'acquisto, fino al 31 ottobre si può usufruire di uno sconto fino a 5.900 euro, grazie agli ecoincentivi Ford, con permuta o rottamazione e, in caso di finanziamento, anticipo zero e prima rata a gennaio 2019.

2018-ecosport-65

Gioca a fare la "grande" [Day 1]. Impostazione di guida rialzata, in stile sorella maggiore Kuga, e tanto spazio a bordo, nonostante sia fra le più piccole del segmento, con i suoi 4 metri e dieci. Chi siede davanti non ha problemi di sorta, ma anche dietro c'è spazio per le gambe e aria sopra la testa, e il morbido divanetto posteriore può accogliere anche un quinto passeggero, complice l'assenza del tunnel centrale. L'unico neo, proprio a causa della generosa imbottitura, è che, a schienale abbattuto, non si forma un piano di carico livellato. Una volta in marcia si apprezzano subito altre due qualità: la prontezza del TDCi da 125 CV e 300 Nm di coppia massima a 1.750 giri e il cambio, molto morbido e fluido negli innesti. Ciò che mi è piaciuto meno, a parte l'assenza di vani portaoggetti degni di questo nome (sia quello ai piedi della console centrale sia quello nel bracciolo sono lillipuziani) è il display dell'ottimo sistema d'infotainment: la palpebra che fuoriesce dalla plancia è troppo verticale e per nulla orientata verso chi guida, rendendo la lettura delle informazioni meno agevole di quanto avviene su altri modelli. Per contro, ho apprezzato la presenza di alcune funzioni. Una su tutte la possibilità, una volta azionata la retromarcia, di visualizzare le immagini della retrocamera in due modalità: classica e "zoom", che consente di avere l'esatta percezione della distanza da eventuali ostacoli in coda. Per quanto riguarda il confort in marcia, infine, l'assetto fa di tutto per offrire il giusto compromesso tra piacere di guida e capacità di assorbimento di pavé, buche, tombini e delle altre imperfezioni del manto stradale. Resto ancora un po' dubbioso, invece, sul sistema di apertura del portellone: retaggio della vecchia versione con la ruota di scorta esterna (ora è un optional da 200 euro disponibile per tutti gli allestimenti, escluso l'ST Line) rischia di complicare un po' la vita in caso di parcheggio in spazi angusti. Alessandro Carcano, redazione Mercato

2018-ecosport-56

Sensazioni positive [Day 2]. Lo confesso: non ero un sostenitore della Ford EcoSport. Quando avevo avuto la possibilità di guidare la serie precedente l’avevo trovata ruvida, rifinita un po’ sommariamente, palesemente concepita per un pubblico dai palati meno raffinati di quelli del Vecchio Continente e importata in Europa per necessità di mercato. Le cose, ora, sono cambiate. La nuova generazione di EcoSport denota upgrade non indifferenti: sarà anche che la versione oggetto di questo diario di bordo (la ST-Line, abbinata al turbodiesel più potente) è quella al vertice della gamma, ma la differenza rispetto al passato è nettamente percepibile. Intendiamoci, non siamo ancora nel rarefatto empireo delle Suv di marchio premium, ma la sensazione che avverti, quando ti metti al volante, non è più di povertà dei materiali e di assemblaggio approssimativo: anzi, tolta qualche piccola sbavatura (come la plancetta di plastica rigida integrata con alcuni comandi sotto la razza sinistra del volante), l’aria che si respira è quella di una vettura che potrebbe anche appartenere a una classe un po’ superiore. L’effetto è probabilmente accentuato dal tablet che spunta al centro della plancia, che avvicina l’EcoSport ai modelli oggi più in voga: il display è ampio, forse non leggibilissimo, ma fa la sua scena. Apparenze, per carità, che però, quand’è il momento di decidere un acquisto, possono avere il loro peso. Finendo anche talvolta per prevalere su altri aspetti, più tecnici e dinamici, di una vettura: come, in questo caso, una certa ruvida rumorosità del turbodiesel nell’uso cittadino e una persistente rigidità sugli ostacoli di cui sono disseminate le strade urbane, dai tombini ai dossi rallentatori. Eppure, una Suv lunga 4 metri e 10 dovrebbe tenere bene in conto la sua vocazione per la giungla metropolitana, più che per quella amazzonica, nonostante una trazione integrale della quale, su un’auto così, si potrebbe nella maggior parte dei casi fare serenamente a meno. Emilio Deleidi, redazione Inchieste

2018-consumi-Ford-Ecosport-1

Grande viaggiatrice, ma un po' assetata [Day 3]. Sono trascorsi due anni dall'ultima volta che mi sono messo al volante di una Ford EcoSport: si trattava della versione precedente declinata con il tre cilindri a benzina. L'avevo trovata una vettura senza grandi slanci, ma concreta, con pochi fronzoli. Caratteristiche che in parte ritrovo anche in questa nuova generazione, pur maturata e ora contraddistinta da qualche "marcia" in più. Non parlo dell'estetica, che seppur aggiornata, per quanto mi riguarda risulta ancora un po' desueta con le sue forme a metà strada tra la multispazio e la Suv. Ma principalmente dell'abitacolo, dove si trovano materiali nettamente migliori rispetto alla progenitrice, sedili comodi, ancora più spazio e plastiche di buona fattura. Certo, ci sono anche elementi di cui capisco poco il senso, come il vano del lettore cd (ma c'è ancora qualcuno che li usa?) ricavato nella plancia, davanti al sedile del passeggero anteriore. Lì accanto, per contro c'è anche un sistema infotainment - il Sync by Ford - dalla grafica moderna e dall'utilizzo semplice e intuitivo, compatibile con Android Auto e Apple CarPlay. Niente male poi il 1.5 turbodiesel, forse un po' troppo rumoroso (e "vuoto" ai bassi regimi), ma sufficientemente vivace quando la lancetta supera la barra dei 1.500 giri. Si lascia apprezzare anche per l'abbinamento con il cambio, dagli innesti sempre fluidi, con la frizione abbastanza leggera che non affatica neppure nelle code da prima e seconda della tangenziale nelle ore di punta e con le sospensioni tarate per assicurare il massimo confort. Tirando le somme, questa EcoSport si dimostra un'ottima macina chilometri e una viaggiatrice infaticabile, pur con qualche pecca. Per esempio mi stupisce l'assenza di sistemi di assistenza alla guida (niente cruise control adattivo, mantenimento di corsia o segnalatore dell'angolo cieco). Anche se l'aspetto che mi fa storcere maggiormente il naso sono i consumi, più elevati di quanto mi sarei atteso: al termine dei 162,3 km del mio tragitto redazione-casa-redazione (come sapete su tangenziali e autostrada) la media rilevata è stata di 14,9 km/l. Roberto Barone, redazione Online 

2018-ecosport-42

Perfetta con gli smartphone [Day 4]. Lo confesso, non sono un amante delle Suv o presunte tali, poi la EcoSport non è, a mio avviso, nemmeno riuscita esteticamente, con quelle proporzioni un po’ sgraziate e la fiancata alta che fanno sembrare piccole anche le ruote da 18 pollici montate sull’esemplare in prova. E le finiture della prima serie non erano granché. In questo caso, però, il passo avanti compiuto col restyling è evidente e poi già dai primi metri emerge quella capacità tipica della Ford di realizzare vetture abbordabili, ma che restituiscono un’appagante sensazione di ben fatto. Mi riferisco più al funzionamento dei comandi principali, come il cambio, piuttosto che ai materiali e agli accoppiamenti dell’abitacolo, pur apprezzabili in relazione alla categoria del modello. Insomma, quando si guida la nuova EcoSport sembra di essere al volante di un’auto più grande e a questo contribuisce pure il nuovo sistema multimedia Sync 3, che dispone di comandi vocali in grado di comprendere (in parte) anche il linguaggio naturale: basta dire "Ho fame" per avere la lista dei ristoranti della zona e se si pronuncia "Devo fare rifornimento" sul display del sistema appaiono i benzinai nelle vicinanze. E se si preferisce utilizzare il proprio smartphone, la compatibilità con Android Auto e Apple CarPlay è perfetta. Riguardo ai consumi, aggiungo per dovere di cronaca il mio dato: al termine del tragitto di tangenziale, città e statale, con molto traffico e guida tranquilla, ma con qualche verifica a fondo delle capacità di accelerazione del diesel da 125 cavalli, il computer di bordo ha indicato una percorrenza di 16,2 km/litro. Roberto Boni, redazione Prove/Tecnica

2018-ecosport-58

Piano rialzato [Day 5]. È la prima volta, per me, a bordo della Ford EcoSport, quindi non ho sensazioni "pregresse". Concordo, però, con i colleghi circa la buona qualità degli interni e dei materiali (anche se non sono tutti "nobili") di questa 1.5 TDCi 125 CV AWD ST-Line. Del resto, l’ultima Fiesta docet. Si sta seduti in alto, quasi al livello delle Suv più grandi: posizione quindi comoda, anche se lo schienale è poco contenitivo. Qualche comando, come quelli del regolatore/limitatore di velocità, risulta nascosto alla sinistra del volante, mentre la plancetta del climatizzatore è posizionata un po’ in basso. Per il resto, apprezzo invece il volante poco inclinato, le ampie regolazioni del posto guida e il "tablet" touch da 8", che è sì in vista, ma non disturba la visibilità. Semmai, si vede davvero poco sul tre-quarti posteriore, causa montante spesso. Per questo trovo utile la telecamera posteriore e l’avviso di auto in arrivo quando si sta uscendo da un parcheggio. Torno un momento sul motore, l’1.5 EcoBlue da 125 CV e 300 Nm: è quel che ci vuole, qui, ma è poco reattivo sotto i 1.500 giri. Infatti, chi come il sottoscritto è abituato a marciare in città con i rapporti superiori, deve ricorrere più spesso al cambio manuale a sei marce (un po’ contrastato negli innesti, ma gradevole: solo la frizione non è leggera). La spinta del diesel, comunque, è buona e rallenta solo dopo i 4.000 giri, quando aumenta la ruvidità. Credo che la massa di 1.520 chili a vuoto, dovuta anche alla presenza della trazione integrale, non sia d’aiuto nelle fasi di ripresa e nello scatto breve, come nella percorrenza urbana, che nel mio caso è stata inferiore ai 12 km/litro. Una vettura, la EcoSport, sicura e versatile, grazie a un comportamento sincero, ben supportato dalla gommatura XL da 18 pollici e, appunto, dalla trazione sulle quattro ruote. Andrea Stassano, redazione Autonotizie

COMMENTI

  • Ma nessuno dei giornalisti l'ha provata in fuoristrada? Anche un minimo per capire a che livello si posiziona data la trazione integrale
  • Purtroppo l'unico grande neo rimane l'apertura del portellone posteriore. Probabilmente a parità di costi si è scelto di intervenire su altre strade più remunerative in termini di sicurezza e immagine. Resta confermata come sempre la grande capacità di Ford di offrire valore al giusto prezzo.
  • la chiave del successo, sono la lunghezza ridotta e lo spazio. prima era inguardabile ora non più. premiata la caparbietà nel gestire il modello
     Leggi risposte
  • articolo da manuale del giornalista. cosa vuol dire cadere nella provocazione. così, casualmente si verifica che un volgarissimo "suf" così tanto di moda ai giorni nostri, con una linea da cassaforte e carente su mille aspetti, non riesce ad essere economico nei consumi... tutti stupiti vero? secondo me fa pure miracoli. giusto per ribadire il concetto, a parte le 4wd non c'è nulla che possa farmi cambiare idea sulla inutilità di questa categoria di veicoli.
  • il Day 2 di Deleidi conferma sostanzialmente quel che avevo scritto fin da subito, il "trasloco" produttivo dall'india alla Romania è coinciso con un miglioramento generale della qualità costruttiva. Ovviamente questa versione 4x4 la comprerà chi ha esigenze di trazione su fondi scivolosi, tutti gli altri utilizzatori cittadini della "Suv Mania" opteranno per le più economiche 4x2....
  • Non capisco perchè non si è parlato di un difetto, che da solo basta a non farla comprare, infatti non è citato il fatto che se apri il finestrino anteriore si crea una turbolenza all'interno del veicolo con un fischio (tipo quelli dei portapacchi) che ti costringe ad abbassare anche il finestrino posteriore (procedura descritta nel manuale dell'auto).
     Leggi risposte
  • Per Troll picPsa questa auto è un incubo, arrivata più o meno insieme a c3 cactus...meglio chiamarla per semplicità flooops:-) Sia questa che la flooops da subito sono sempre state le pecore nere in un segmento in cui vendono tutti, col tempo però ford ha migliorato molto questa macchina tanto che in Italia è un grande successo addirittura nelle top ten, del resto di eu non va però bene. Invece la flooops va così male che nel 2020 citroen la toglierà giustamente di produzione.
     Leggi risposte
  • *si dovesse alleare
     Leggi risposte
  • @PIC: se domani PSA si allea con Ford tu, dopo aver superato l'iniziale cortocircuito, sarai il primo a dire: " Eh però, questa Eco Sport non è male, l'ho molto rivalutata".
  • Pic arrenditi, sei circondato: da gennaio a settembre 2018 21000 EcoSport venduti in Italia. Leader di categoria. Arrenditi!!!;)
     Leggi risposte
  • Altra dura settimana di intenso "lavoro" per Pic, quest'auto è un suo storico "cavallo di battaglia" .... (-_-) .... Circa la Ecosport, l'avevo giusto scritto nel DbB della DR4, il suo passaggio produttivo dall'india alla Romania ha coinciso con un miglioramento del livello generale e anche la rimozione della ruota di scorta dal portellone (io la vieterei proprio per legge ma va beh!) l'hanno avvicinata un pò ai gusti europei, del resto la Ford non poteva non cavalcare la "Suv mania" che va per la maggiore attualmente, (ce l'aveva già in casa e la vende pure in occidente), ed infatti deve aver riscosso un discreto successo da quel che vedo per le strade pur con la tipica fallibilità dell'occhiometro. ..... Resta di base l'impostazione da mercati orientali con un corpo vettura alto e stretto che stona un bel pò rispetto alle proporzioni con cui siamo abituati dalle nostre parti. Comunque motore turbodiesel e trazione integrale non sono comunissime da trovare in questa fascia di mercato, chi necessita di questa accoppiata la Ecosport valuta senz'altro...
     Leggi risposte
  • Però, se uno volesse la trazione integrale e il cambio automatico, deve rivolgersi altrove. Pertanto, da fordista, per me se lo tengono.
  • Questa cosa di abbinare la parola "Eco" con "Sport" mi sa tanto di lavaggio del cervello per far colpo sulla gente e di truffa.Sembra un maritozzo come la "y" nuova e di "sport" non ci vedo nulla,in più ha un'areodinamica da tir e di "eco" nemmeno l'ombra
     Leggi risposte
  • A parte l' inserzione pubblicitaria come prefazione, costa più di una "nuova" C5 Aircross 1.5 BlueHdi 130cv Feel con in più il pack city e il Grip controll...... https :// www.quattroruote. it/auto/citroen/c5-aircross/ c5-aircross-bluehd i- 130-s&s-feel - 127048201810
     Leggi risposte
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/20103/poster_dcc0b633-69af-4e8b-90f3-a1039ff8a0a1.jpg Ford Ecosport ST Line, in prova la piccola SUV http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/ford-ecosport-st-line-in-prova-la-piccola-suv Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20083/poster_005.jpg Teaser - Ford Ecosport: le prime immagini della nostra prova http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/le-prime-immagini-della-ford-ecosport Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/19834/Ford EcoSport.jpg Nuova Ford EcoSport: la B-Suv pronta per l'off-road http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/nuova-ford-ecosport-la-b-suv-pronta-per-l-off-road Première
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19304/poster_020.jpg Ford EcoSport si rinnova: arriva la versione St-Line - LIVE http://tv.quattroruote.it/eventi/francoforte-2017/video/ford-ecosport-si-rinnova-arriva-la-versione-st-line-live Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/14062/poster_013.jpg Alla guida della nuova Ford Ecosport http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/alla-guida-della-nuova-ford-ecosport Première
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/6617/poster_016.jpg La nostra prova della Ford Ecosport http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/la-nostra-prova-della-ford-ecosport Prove su strada
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21752/poster_c58c6b6e-89fb-49ee-b4e5-611e5f634f24.jpg Diario di bordo: Honda CR-V Hybrid - Day 2 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-honda-cr-v-hybrid-day-2 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21746/poster_001.jpg Teaser - Skoda Scala: ecco le prime immagini della nostra prova http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/teaser-skoda-scala-ecco-le-prime-immagini-della-nostra-prova Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21745/poster_002.jpg Teaser - BMW i3s: ecco le prime immagini della nostra prova http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/teaser-bmw-i3s-ecco-le-prime-immagini-della-nostra-prova Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21744/thumb ddb honda ungaro.jpg Diario di bordo: Honda CR-V Hybrid - Day 1 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-honda-cr-v-hybrid-day-1 Prove

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ALPINE
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • CUPRA
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DALLARA
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MCLAREN
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona