Suzuki Vitara Una settimana con la 1.0 Boosterjet 4WD Allgrip

Redazione Redazione
Suzuki Vitara
Una settimana con la 1.0 Boosterjet 4WD Allgrip
Chiudi
 

Questa settimana, nel nostro Diario di bordo, mettiamo alla prova un classico, la Suzuki Vitara. Giunta alla quarta generazione (lanciata nel 2015), la giap è stata ristilizzata nei mesi scorsi, con novità in campo estetico, nella dotazione di bordo, nei sistemi di sicurezza e nei motori. Partendo da questi ultimi, la Vitara del test adotta il new entry, l’1.0 Boosterjet tre cilindri turbobenzina da 112 CV, abbinato al cambio manuale a cinque marce e alla trazione integrale 4WD Allgrip Select. La carrozzeria è bicolore, grigio Glasgow con tetto nero metallizzato, mentre l’allestimento è quello di punta, Starview (prezzo di listino nella nostra motorizzazione, 26.620 euro), che include, tra l’altro anabbaglianti a Led, sedili di pelle scamosciata riscaldabili, sistema keyless, navigatore satellitare, sensori di parcheggio anteriori e posteriori, cruise control adattivo, retrovisori ripiegabili e tetto apribile (clima automatico, monitor touch da 7” compatibile con Android Auto ed Apple CarPlay, retrocamera, sedili riscaldabili e altro sono già presenti dall’allestimento Cool).

2019-Suzuki-Vitara-1.0-Boosterjet-55

Il millino spinge bene [Day 1]. Mi piace, della Suzuki Vitara, l’immagine giovane e disinvolta. Caratteristica, quest’ultima, che la Suv conferma pure nella non facile guida in mezzo al traffico milanese. La taglia, del resto - quattro metri e 17 cm di lunghezza - consente di muoversi sempre con agilità e di parcheggiare senza tanti problemi (qui, poi, la dotazione di sensori e retrocamera è al completo). Al posto guida noto alcune cose: sedile ampio, che sostiene bene il busto, regolazione dello schienale a scatti e cintura che scorre in altezza. Ci si sistema velocemente al volante, un po’ inclinato e dalla corona sottile: si guida in posizione rialzata, a busto dritto e ginocchia piegate. Così, la Vitara è facile da decifrare, anche perché risponde in modo pronto e sincero, in virtù di una massa contenuta, considerata la presenza della trazione integrale. Il tre cilindri si sente appena, al minimo: poi, la sua risposta in Auto è normale, più rotonda che sprintosa; in ogni caso la coppia è adeguata ai bassi regimi. Il “tre” diventa più pronto ruotando la manopola sul tunnel in Sport, anche se il vero caratterino l’1.0 lo mostra quando lo si spreme a fondo, dopo i 4.500 giri e fino all’ingresso, un po’ brusco, del limitatore sulla soglia dei 6.000. Gradevole il cambio manuale, ben manovrabile e dalla frizione corta e non affaticante. Più che altro, le cinque marce, molto spaziate, non consentono di sfruttare sempre a fondo le potenzialità di questo millino. Che vanta buone prestazioni ed è ben isolato, al contrario della gommatura da 17 pollici, il cui rumore di fondo si fa sentire talvolta a velocità non elevate. Ridotti, invece, i fruscii aerodinamici. La Vitara, dunque, si conferma versatile, e non solo quando la si sfrutta d’inverno per una vacanza in montagna. Andrea Stassano, redazione Autonotizie

2019-Suzuki-Vitara-1.0-Boosterjet-31

Il tre cilindri mi ha convinto [Day 2]. Non sono mai stato un grande fan dei tre cilindri. L’ho già scritto, in occasione di diari di bordo precedenti, ed ero pronto a ripeterlo per questa Vitara dotata dell’1.0 Boosterjet turbobenzina. E, invece, è bastato un lungo giro in città, più qualche tratto di provinciali e una breve sezione della tangenziale milanese, per farmi ricredere, almeno in questo caso. L’unico problema che i progettisti di questi propulsori dovrebbero riuscire a risolvere, in fondo, è quello del rumore, la cui tonalità, soprattutto al salire dei giri, resta un po’ sgradevole. Ma questo tricilindrico (perdonate il brutto termine, ma rende l’idea…) Suzuki, nonostante la potenza non esuberante, spinge a dovere e rende la Vitara una delle Suv compatte a mio parere più divertenti: permette scatti brillanti ai semafori, slalom nel traffico per sfruttarne gli eventuali varchi (non si dovrebbe…), allunghi insospettabili. Talvolta, se si esagera, si arriva abbastanza rapidamente a far entrare in funzione il limitatore, che “taglia” in maniera un po’ repentina la spinta. Ma è un dettaglio, relativo a un comportamento riprovevole; in compenso, in queste situazioni si apprezza la buona manovrabilità del cambio, privo però di una sesta marcia probabilmente incompatibile con l’erogazione della potenza del propulsore. Perché, se vogliamo, il limite di questo turbobenzina è proprio questo: la fatica a sostenere le marce alte quando la velocità scende, accompagnata a una certa difficoltà nel riprendere dalle basse andature. Ma basta scalare un rapporto, per ritrovare tutta la grinta di questo motore e dei 112 CV che, in molte occasioni, sembrano essere anche di più. Ultima nota, sui consumi: nonostante una guida un po’ disinvolta, necessaria per poter valutare il comportamento del motore, è bastato uscire dalla città e viaggiare per un po’ a velocità costante per guadagnare almeno un km al litro, arrivando alla fine a sfiorare una media dei 12. Emilio Deleidi, redazione Attualità e Inchieste 

2019-Suzuki-Vitara-1.0-Boosterjet-30

Davvero comoda, peccato che chi siede dietro... [Day 3]. Al termine del mio giro, ciò che mi ha colpito di più della Vitara è stato senza dubbio il confort. Una volta a bordo, non c'è nulla di particolare che attiri l'attenzione. Anzi, al primo colpo d'occhio gli interni appaiono abbastanza sobri, con pochi comandi distribuiti in modo ordinato sia sul volante sia sulla console centrale, in cima alla quale domina il display del sistema d'infotainment. Bastano pochi chilometri, però, per apprezzare la qualità delle sedute, avvolgenti e soffici al punto giusto, che non affaticano neanche dopo lunghi tragitti. E se da un lato le velleità fuoristradistiche di questa 4WD Allgrip sono una garanzia per la tenuta, anche sulle strade più scivolose di questo periodo dell'anno, non su tutte le concorrenti avevo riscontrato una simile capacità delle sospensioni di assorbire al meglio dossi, buche e sconnessioni del manto stradale. A completare la piacevolezza degli spostamenti, ci pensano la frizione leggera e il cambio, davvero poco contrastato e morbido negli innesti. Purtroppo, chi siede dietro ha spazio per le gambe, ma poca aria sopra la testa (i più alti devono quasi accucciarsi per non toccare il cielo) a causa del tetto panoramico, senza contare che la presenza del tunnel centrale sconsiglia il trasporto del quinto passeggero, se non per brevi tragitti. Il confort delle sedute, poi, qui si rivela controproducente: se si decide di abbattere il divano, infatti, gli schienali rimangono parecchio sollevati (vedi foto), complicando l'eventuale trasporto di oggetti lunghi. Comoda, invece, la presenza della retrocamera, che in fase di parcheggio offre la precisa percezione della distanza dagli ostacoli, facilitando le manovre anche negli spazi più angusti. Alessandro Carcano, redazione Mercato

2019-Suzuki-Vitara-1.0-Boosterjet-62

Facile ma troppo "morbida" [Day 4]. Prima di salire sulla Vitara l'ho voluta osservare per bene. Le modifiche del restyling non ne hanno snaturato l'impostazione, anzi. Il look è quello di sempre, fatta eccezione per alcuni dettagli, come i paraurti e la calandra, che la rendono più attuale. L'assemblaggio, sia dentro sia fuori, appare ben curato, soprattutto per quanto riguarda alcuni particolari, come le guarnizioni, che isolano a dovere l'abitacolo da rumori esterni e fruscii, ma solo a basse velocità. Mettendomi al volante ho subito regolato il sedile nella posizione più vicina al pavimento che, tuttavia, non si è rivelata sufficientemente bassa per permettermi di guidare comodamente: il tetto panoramico apribile, infatti, toglie qualche centimetro di spazio per la testa, influendo negativamente anche sull'abitabilità posteriore. Con il sistema keyless avvio il tre cilindri con il tasto presente alla base del piantone del volante e subito collego il cavo Usb per utilizzare Android Auto: la configurazione, effettuabile solo da fermi e con freno a mano tirato, è estremamente rapida e intuitiva, ma non si può dire lo stesso del funzionamento. Quando si utilizza un'app di musica in streaming e si cerca di fare una chiamata, per esempio, il sistema perde di fluidità, arrivando quasi a bloccarsi. L'infotainment è rimasto invariato rispetto alla versione precedente, ma, mirroring escluso, è semplice da usare anche durante la guida grazie a una grafica semplificata. Solitamente non apprezzo la mancanza di un comando fisico per la regolazione del volume dell'audio, ma il sistema touch di questa Suzuki non mi ha fatto rimpiangere l'assenza della classica manopola. Fin dai primi metri di guida ho notato il ricambio generazionale a livello propulsivo: il nuovo 1.0 turbo è molto più spigliato rispetto al 1.6 aspirato che è andato a sostituire e permette di viaggiare senza problemi anche a bassi regimi, a tutto vantaggio dei consumi. Per quanto riguarda sterzo e assetto, invece, avrei preferito un'impostazione meno "morbida": la Vitara punta sul confort a discapito della dinamica di guida. Mirco Magni, redazione Online

2019-Vitara-consumi-1

Buona la dotazione di Adas, contenuti i consumi [Day 5]. Non si può certo annoverare tra i modelli che fanno girare la testa quando li vedi passare per strada, ma comunque (anche se qui si entra nel campo della pura soggettività) trovo riuscito il design della Vitara, "vestita" con una linea accattivante pur senza essere necessariamente modaiola. Oltretutto, nel variegato mondo delle Suv, ha dimensioni "umane", soprattutto per chi deve destreggiarsi nel traffico cittadino. A parte le considerazioni estetiche a bordo ci si sente subito "a casa". La posizione di guida si trova, infatti, con molta facilità a patto di non essere oltre i 180 cm di altezza, come già accennato dai colleghi che mi hanno preceduto. L'abitacolo è piacevole, ampio e arioso, pur con qualche plastica un po' rigida e poco appagante, soprattutto nella zona delle portiere e della plancia. Le sedute, poi, sono ben sagomate e assicurano un buon confort nei viaggi lunghi. Discreta la visuale, limitata in parte dall'ampio montante anteriore. In marcia il "millino" si fa apprezzare regalando un discreto sprint anche nei tragitti autostradali. Le cinque marce, certo, limitano un po' l'allungo quando ci si trova nella parte alta del contachilometri e spesso bisogna mettere mano al cambio e scalare per effettuare un sorpasso con una certa disinvoltura. Quel che mi è piaciuto meno della Vitara è lo scarso isolamento acustico: a 120-130 km orari nell'abitacolo filtrano troppi decibel per le mie orecchie. L'infotainment è molto semplice e intuitivo, ma piuttosto basico nella grafica. Oltretutto non sono riuscito a effettuare il mirroring con il mio iPhone, che si è collegato al sistema soltanto via Bluetooth. Buona invece la dotazione di Adas, inclusi cruise control adattivo e mantenimento della corsia. Un po' invadente solo la frenata automatica d'emergenza, che interviene, soprattutto con l'avviso acustico e luminoso, in maniera un po' troppo preventiva. Il tre cilindri, per concludere, si è dimostrato anche poco assetato; al termine dei 168 km del mio tragitto la media è stata di 14,2 l/km. A margine, val la pena sottolineare un aspetto tutt'altro che secondario nel giudizio complessivo di una vettura, ossia il rapporto qualità-prezzo: in questo modello si parte dai 20.980 euro della entry level a due ruote motrici per arrivare ai 26.620 della nostra versione 4x4 particolarmente accessoriata. Roberto Barone, redazione Online

COMMENTI

  • dopo 50000 KM. credo di poter dire che la mia Vitara sia una macchina onesta , mai un problema motore diesel con gran coppia ,consumi ridicoli ( 19,00 KM/l ) spaziosa con prezzo onesto . Unica nota non soddisfacente il confort dovuto allo schema delle sospensioni troppo rigide e lo stesso i sedili . Con le strade che ci ritroviamo sicuramente sospensioni indipendenti sarebbero più adatte .Comunque giudizio pienamente positivo soprattutto in una ottica di rapporto prodotto / prezzo . Anche la linea è piacevole , se land rover avesse dovuto fare una piccola sotto la discovery l' avrebbe fatta così . Poi tutto è molto soggetivo , la prova lo conferma.
  • Io ho la 1.4 turbo 140cv 4x4 da 3 anni e sto mediamente tra i 12,5 (città percorsi brevi di 1,5 /3 km) e 17 (extraurbano misto a città). Extraurbano puro scorrevole ho fatto anche 20 guidando molto in relax. Questo 1.0 non è possibile che faccia peggio, e infatti nell'ultimo parere si segnala un consumo medio di 14,2 km/l. È un 4x4 che però se usato in "auto" gira a 2wd, con consumi aggiuntivi irrisori rispetto alla corrispondente versione solo 2wd. Esteticamente però questa 2019 è peggiorata a mio avviso. PS la Vitara è leggerissima, la mia pesa reali 1180 kg.
  • Come dice Andrea auto per chi la usa come lui e senza nessuna pretesa da un auto che deve avere le ruote lo sterzo e i sedili. Per il resto o la tieni a fine vita o hai buttato i soldi. Ecco la differenza tra questa e un diesel che essendo l'80% dei SUV diesel questa usata non la venderai mai. Sospetto che da un po' 4R provi tutte le SUV a benzina.
  • Utilizzo quest'auto occasionalmente, ne abbiamo una aziendale col 1.4 boosterjet. E' stata scelta perché corrispondeva a una serie di parametri (integrale, benzina, cambio manuale, prezzo), nonché per continuità nel tempo con Suzuki, di cui sono sotto tanti aspetti un estimatore. Parliamo di un'auto che "vive" parcheggiata all'aperto, ed è usata prevalentemente per i piccoli, frequenti spostamenti di varie persone: deve soprattutto essere robusta, non dare grattacapi di nessun tipo e accendersi senza fiatare anche quando, di mattina, la temperatura è ben sotto lo zero. Sotto questi aspetti, la vettura assolve bene alle sue funzioni - è un'ottima auto di scopo. Il motore ha una verve insospettabile, io di base sono contrario alle piccole unità pompate ma questo 1.4 è ottimo. La coppia è robusta, però c'è da dire che ad usarlo come se fosse un turbodiesel i consumi si alzano in un attimo. La motricità è ottima in tutte le situazioni, rimane uno "scoiattolo" anche su fondi critici. Curioso che i redattori riscontrino problemi di connettività, per me il CarPlay è l'unica cosa che funziona bene in quel discutibile infotainment. Il difetto principale che riscontro è la finitura: non che mi aspettassi miracoli su un'auto come questa, ma Suzuki è oggettivamente peggiorata nel tempo. Ricordo benissimo la Swift di otto anni fa: era parecchio migliore, molto più curata, certe plasticacce dure non c'erano benché fosse una segm.B tutt'altro che premium. Persino i sedili erano migliori, più imbottiti e confortevoli. Tra quella e la Vitara c'è stata una S-cross, che trovavo comunque più gradevole ad un primo impatto (nonché insonorizzata meglio). Con questa Vitara si vede a occhio nudo una tendenza decrescente nella cura del dettaglio, e questo a prescindere da quanti optional e quanti adas ha su (parentesi: adas inutili quando non addirittura fastidiosi, disattivo sempre tutto quello che posso, non solo su questa. Per il 90% è immondizia spacciata per tecnologia imprescindibile, con la complicità della stampa specializzata. In questo caso specifico, la frenata d'emergenza è snervante). Comunque conserva la sostanza di un'ottima auto, la cui affidabilità e robustezza è fuori discussione.
     Leggi risposte
  • Per me è una valida alternativa alla jeep renegade che piace (ovviamente) a mia moglie. Adas compresi nell'allestimento top con perfino tettuccio, trazione integrale, cambio automatico (non so se doppia f. o convertitore) ad un prezzo molto più basso. Certo meno appeal di renegade e più sostanza anche se meno raffinata probabilmente a livello di telaio e sospensioni (mi sembra renegade sospensioni indipendendi dietro, vitara no) a tal proposito il mio dubbio è sulla risposta di queste sulle buche, vero incubo quotidiano; in questo diario si parla bene, a mio avviso, in quanto soffice (mi moglie non cerca certo di affrontare curvoni a 100 orari) mentre, nella descrizione dell'auto nel listino quattroruote e girando in rete, si legge che sia rigida, che l'abbiano tarata più morbida solo ora? Sarei curioso di sentire qualche fresco acquirente.
     Leggi risposte
  • Mai capito a cosa servono sti motorelli iperpompati. Dati alla mano non servono ad una cippa, specialmente spingendo carrozze pesanti o medie come questa, che sarà 1300kg in condizioni reali. C'è il 1.4 turbo 140cv, 220nm; lo depotenzi che tanto i cv in alto non servono ad una beneamata su un suv compatto, coppia rotonda in basso; pesa 50kg in più ed beve 10g in più, che possono diventare facilmente zero. Indi?
     Leggi risposte
  • ...se solo Vin ci invitasse a bere un bombardino nella sua baita...chiariremmo tutti i nostri dubbi...egoista!
     Leggi risposte
  • @X_ BOND: Beh io ero altrettanto indeciso se tornare alla benzina: 15k/annui. Dopodiché al contrario di tuo padre, per rogne varie ho aumentato il kilometraggio e ora macino 18k. Per fortuna ho avuto fiducia nel diesel e l'ho ricomprato. Ho fatto questo semplice ragionamento: una E6 per qualche anno potrà ancora girare anche in città. Poi quando non potrà più (se accadrà), dati gli anni, varrà comunque poco, diesel o verde che sia. Tieni conto che io abito in provincia, dove i blocchi la maggior parte della gente non sa neanche che problema siano. Poi quando leggo che a Roma vogliono vietare pure le ibride...non posso non ridere. Alla faccia di chi si è creduto un illuminato.
  • @PIETRO SCHIAVIO: Solito pignolo. La mia frase era chiaramente figurativa. Cmq rimango della mia opinione. A parità di cavalli, sempre sempre una cubatura più abbondante e meno spremuta che un'unità piccola spinta. Quindi ritornando a questa Vitara, trovo assolutamente inadeguato messere sotto il cofano di un suv, per quanto compatto, un mille abbinato pure alle 4 ruote motrici. A meno che il possessore di strada non ne faccia davvero pochissima (e sempre poco impegnativa).
  • @STEFANO M.LLI: tra Tipo 1.4 e Tipo 1.3 Jtd tu hai scelto la prima. Io avrei scelto 1.6 Jtd: ad occhi chiusi. Puoi doparlo fin che vuoi, ma un motore piccolo spremuto conserva i difetti di un'unità sottodimensionata al lavoro che deve svolgere. Da qui il "vuoto" di coppia ai bassi regimi tipico Fiat e il vuoto in alto tipico di motori tipo l'onnipresente 1.6d PSA che ho usato per 10 anni. In una cilindrata più corposa, si può sfruttare omogeneamente la maggior potenza a disposizione. Ed infine ricordati, viaggiare sul "filo dell'acceleratore" non è solo questione di abitudine: l'acceleratore, oltre a comandare la velocità dell'auto, comanda anche l'entrata del carburante nel motore...quindi meno premi...
     Leggi risposte
  • Non ha certo il fascino e la personalità del Renegade...ma questa Suzuki è comunque una macchina molto valida. E offre (cosa molto encomiabile) la trazione integrale su tutte le motorizzazioni...al contrario,purtroppo,di Renegade (gravissimo per una Jeep) e 500x.
  • nominarla fuoristrada 4wd ed avere un altezza da terra e angolo d'attacco così sfavorevole è un insulto ai denari spesi per acquistarla.
     Leggi risposte
  • ...comunque se la dovessi comprare oggi l’acquisterei con il cambio automatico
  • Quest’auto diventerà ancor più interessante quando tra un anno, con il nuovo modello, riceverà il sistema “mild hybrid “ di Suzuki, veramente geniale nella sua semplicità
  • Penso che prima di giudicare e trarre conclusioni bisognerebbe provare bene le auto di cui si parla. Ho la S Cross con lo stesso motore, ok 2wd. Vi posso assicurare che in extraurbano senza rinunciare a niente si fanno 18km/l reali misurati alla pompa. Nel peggior utilizzo cittadino e con frequenti brevi percorsi si fanno i 13, provate con un 1.6-1.8 aspirato.... Quindi è un motore che può tranquillamente sostituire il diesel per l'utente che fa 15-20.000km annui, senza problemi. In quanto a prestazioni posso confrontarlo con il 1.3 multijet 90 cv che ha sostituito: non c'è storia, il 1.0 Suzuki vince su tutto scatto, ripresa, accelerazione, silenziosità e elasticità che non ti aspetti. Poi è chiaro che se si pretende di riprendere da bassissimi giri con marce lunghe ci vuole qualche secondo in più, ma anche in questo caso il multijet era peggio. Provatelo e poi tornate a scrivere....
     Leggi risposte
  • chissà che fino ha fatto "l'agente segreto" che criticava i consumi di altri 1000cc
     Leggi risposte
  • 12 km a litro per un millino 4wd non è niente male.
     Leggi risposte
  • Non è un vero fuoristrada, "millino" a benzina, cambio manuale, estetica e appeal zero, prezzo oltre 26.000 non basso, che motivi reali restano per acquistare questa vettura?
  • La vecchia Vitara era un vero fuoristrada (soprattutto la 3p). Questa è diventata un suv con velleità da fuoristrada. Ma non c'azzecca nulla con 500x, Qashqai e compagnia bella. Unica simile (negli intenti) è la Renegade. Auto alle quali si può chiedere qualcosa in più. Perciò trovo ridicolo un millino a spingere una 4x4. C'è da dire che sono assolutamente contro il downsizing, quindi di parte. E ancora più di parte nel giudicare il ritorno alla verde: non so che conti facciate voi, ma per mia esperienza, il diesel batte ancora la benzina su tutti i fronti. Figuriamoci su una 4x4.
     Leggi risposte
  • I margini delle auto a gasolio sono al limite già renault parlava di margini di 500 euro vettura con la precedente normativa euro 6 ora è bastata solo dtemp per ridurre ulteriormente i profitti, logico quindi percorrere altre strade..... si spera che si arrivi all'elettrico su larga scala per ridurre i costi perché ad oggi è un caos totale
  • e l'allestimento che manca sulla 500x. 120 cv , benzina, 4x4, manuale, come la precedente sedici.
  • Concordo con chi mi ha preceduto, ma in generale trovo l'auto interessante. Noiosa e dall'appeal estetico scarso come ogni Suzuki che si rispetti, ma con tante buone qualità: dimensioni, peso, altezza da terra, prestazioni complessive e.. prezzo
  • Tre cilindri a benzina e cambio manuale........ No no no...... non ci siamo.
  • Auto gradevole ma valgono le stesse considerazioni già fatte per la Renegade, un Suv, per di più con la trazione integrale abbastanza sofisticata, diventa impegnativo sul fronte consumi con questi motori a benzina, dalle nostre parti dove i prezzi dei carburanti sono quel che sono è destinato solo a chi fa veramente pochi chilometri all'anno e soprattutto in ambito urbano/corto raggio. ...... La scelta di Suzuki di abbandonare il motore diesel ha le sue motivazioni di tipo industriale, i mercati dove puntano in modo preponderante sono soprattutto quelli asiatici e americani e le unità a gasolio che usavano fino a ieri erano acquistate presso dei fornitori esterni. Rinunciarne è stata per loro una decisione abbastanza semplice da prendere....
     Leggi risposte
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/12830/poster_008.jpg La prova completa della nuova Suzuki Vitara http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/la-prova-della-suzuki-vitara Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21277/_DSC4316.jpg Diario di Bordo: le presentazioni con la Jaguar E-pace (Day 1) http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-primo-giorno-con-la-jaguar-e-pace Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21275/_DSC3767.JPG Diario di bordo: la Jaguar E-pace sa fare off-road? (Day 2) http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-la-jaguar-e-pace-sa-fare-off-road- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21274/poster_001.jpg La nuova Mercedes CLA al Ces di Las Vegas 2019 http://tv.quattroruote.it/eventi/ces-2019/video/la-nuova-mercedes-cla-al-ces-di-las-vegas-2019 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21273/poster_001.jpg BMW iNext al Ces di Las Vegas 2019: intelligenza artificiale http://tv.quattroruote.it/eventi/ces-2019/video/ces-2019-bmw-mp4 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21272/poster_001.jpg La Nissan rende visibile l'invisibile al Ces di Las Vegas http://tv.quattroruote.it/eventi/ces-2019/video/la-nissan-rende-visibile-l-invisibile-al-ces-di-las-vegas Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21271/poster_001.jpg Come passeremo il tempo sulle auto che guidano da sole? Forse Hyundai lo sa http://tv.quattroruote.it/eventi/ces-2019/video/come-passeremo-il-tempo-sulle-auto-che-guidano-da-sole-forse-hyundai-lo-sa Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21270/poster_001.jpg La Byton M-byte con lo schermo più grande mai utilizzato in auto http://tv.quattroruote.it/eventi/ces-2019/video/la-byton-m-byte-con-lo-schermo-pi-grande-mai-utilizzato-in-auto- Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21269/poster_001.jpg il Quad? Per Honda è già a guida autonoma http://tv.quattroruote.it/eventi/ces-2019/video/ces-2019-honda-mp4 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21268/poster_005.jpg Come ti cambio lo stato d'animo - Kia R.E.A.D. http://tv.quattroruote.it/eventi/ces-2019/video/ces-2019-kia-mp4 Eventi

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ALPINE
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DALLARA
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona