Diario di bordo

Subaru Levorg
Una settimana con la 2.0i Lineartronic Premium

Subaru Levorg
Una settimana con la 2.0i Lineartronic Premium
Chiudi

La protagonista del Diario di bordo di questa settimana è la Subaru Levorg 2.0i Lineartronic AWD in allestimento Premium, il più completo della gamma. L'unico motore disponibile è il nuovo quattro cilindri boxer aspirato di 2.0 litri da 150 CV a 6.200 giri/min e 198 Nm a 4.200 giri/min: abbinato al cambio automatico Cvt e alla trazione integrale, permette alla station di scattare da 0 a 100 km/h in 11,7 secondi e di toccare una velocità massima di 195 km/h. Il consumo medio dichiarato è pari a 7,3 l/100km nel ciclo misto. Proposta a 34.500 euro, la versione Premium dispone di tutte le dotazioni presenti in gamma e costa 2.500 euro in più dell'altro allestimento disponibile (lo Style), rispetto al quale aggiunge i sedili rivestiti di pelle e il navigatore satellitare. Tra gli altri accessori di serie, troviamo i cerchi di lega da 18", i fari a Led adattivi, l'EyeSight, il tetto apribile e il touchscreen da 7" dell'impianto di infotainment con radio DAB, retrocamera e supporto per Android Auto e Apple CarPlay. Su tutte le versioni sono inoltre presenti tre differenti pacchetti pensati per migliorare la sicurezza e il confort di guida: l'Advanced Safety Package include l'EyeSight Assist Monitor, l'High Beam Assist, il Subaru Rear Vehicle Detection e lo specchietto retrovisore fotocromatico; il Safety View Package comprende la telecamera frontale e lo specchietto retrovisore con telecamera, mentre il Cold Weather Package prevede i sedili anteriori riscaldabili, lo sbrinatore delle spazzole tergicristallo e gli specchietti retrovisori esterni riscaldabili. Lunga quattro metri e 69 cm, alta 149 cm e larga 178 cm, la Levorg ha un bagagliaio con una capacità di carico di 522 litri che, all'occorrenza, può essere ampliato fino a 1.446 litri abbattendo gli schienali dei sedili posteriori.

2019-Subaru-Levorg-12

Agile e sicura [Day 1]. Ci si ritrova in fretta, al volante della Subaru Levorg AWD. E si sta comodi, ben sostenuti dal sedile sportivo e supportati dalle regolazioni elettriche. Il volante, dalla corona spessa e tagliata nella parte inferiore, piace, anche se si presenta con troppi comandi. È un po’ strana solo la sensazione di trovarsi, da fine corsa del sedile, rialzati rispetto alla strumentazione e alla plancia. Quello che mi attira è l’abbinamento tra il quattro cilindri boxer aspirato di 2.0 litri da 150 CV e la trasmissione Cvt Lineartronic. Ricordiamo che nella serie precedente, la Levorg adottava l’1.6 turbo, sempre boxer, da 170 CV, con maggiore spinta ai bassi e prestazioni più brillanti. Il Cvt, però, risponde bene all’acceleratore e tende a “riempire” il meno favorevole arco di utilizzo del duemila aspirato, tanto che in città la giap risulta pronta e gradevole. E quando mi serve più potenza, l’abbinamento tra motore e cambio risulta riuscito, senza distonie o disagi. Le dimensioni sono importanti – si sfiorano i quattro metri e 70 –, però la Levorg è facile da guidare e mi segue bene, quasi fosse molto più corta (merito pure del baricentro basso). In più, grazie all’ampia vetratura, la visibilità è buona anche dietro. Dicevamo che la marcia in città è fluida e gradevole: c'è la possibilità di disporre di un kickdown simulato piuttosto efficace e risultano convincenti i sette intervalli di cambiata, gestibili tramite i paddle. In viaggio la Levorg dà il meglio (nonostante il sottofondo di rotolamento) e riesco a procedere a 130 poco sopra i 2.000 giri, col piede destro leggero: così, vedo i consumi calare a razzo rispetto ai valori elevati della città. Le sospensioni denotano un'escursione, non eccessiva però: la Levorg assorbe piuttosto bene le irregolarità secche e brevi, potendo contare su una gommatura 225/45 da 18”. La guida risulta precisa e sincera anche per via del passo (2,65 metri), corto rispetto agli ingombri della carrozzeria e dello sterzo. Il quale si rivela pronto e progressivo. Andrea Stassano, redazione Autonotizie

2019-Subaru-Levorg-31

Fluida e confortevole [Day 2]. Confesso, ero un po' prevenuto. Per me, prendere in mano le chiavi di una Subaru significa proiettarmi subito in un’altra dimensione. Potete immaginare quale: un universo fatto non solo di Pleiadi, l’ammasso di stelle simboleggiate nel marchio della Casa giapponese, ma anche, se non soprattutto, d’Impreza Wrc, di rally mondiali, del compianto Colin McRae. Ergo, non è difficile capire lo scetticismo con il quale mi sono accostato alla Levorg, paciosa… station wagon? A essere sincero, non saprei come definirla. Ma non è tanto importante. Perché la cautela con la quale apro la portiera svanisce presto. Seduto al posto guida, prima di mettere in moto, percepisco una sensazione di gradevole solidità, di consistenza della proposta. Sulla carta, anche il layout tecnico della vettura non m’ispirava: un due litri aspirato da 150 CV, potenza oggi alla portata di un turbobenzina di cubatura decisamente inferiore (per esempio, il recente 1.3 della FCA), perdipiù abbinato a un cambio Cvt che non amo. E invece, nel momento in cui la Levorg si mette in movimento, tutto si trasforma. Certo, niente invoglia a insistere più di tanto con l’acceleratore, ma l’insieme si svolge con una fluidità sorprendente e un po’ inaspettata (guai ai pregiudizi!), che si aggiunge all’indiscutibile confort. Il mio test drive è, in realtà, piuttosto breve, ma ho la sensazione che con questa Levorg si possa viaggiare a lungo, bene senza stancarsi e - cosa non meno importante - vegliati da un pacchetto importante di Adas. Insomma, con lei non andrei di sicuro a farmi una prova speciale: ma un viaggio, anche di parecchie ore, quello sì. Emilio Deleidi, redazione Inchieste

Subaru-Levorg-3

Curata e accogliente [Day 3]. Chi, come me, ama film e spettacoli teatrali del trio di comici Aldo, Giovanni e Giacomo, non può avvicinarsi a un'auto delle Pleiadi senza che gli riecheggi nella mente la frase pronunciata in "Tel chi el telùn": "Hai preso la Subaru baracca!". Ma al di là della battuta, nata proprio perché Giovanni Storti è un affezionato cliente della Casa (lo ha confermato egli stesso), basta accomodarsi nell'abitacolo della Levorg per pensare a tutto fuorché a un oggetto poco curato. E non si tratta solo di attenzione per i dettagli, qualità dei materiali e confort generale, ma anche e soprattutto di contenuti: a livello tecnologico e non solo. Dietro si sta meglio in due, con lo spazio che abbonda in ogni direzione (un eventuale quinto passeggero dovrebbe fare i conti col tunnel e lo schienale centrale, trasformabile in un comodo bracciolo portavivande). Buona anche la capacità del bagagliaio, che aggiunge dei piccoli vani sotto il pavimento e, in caso di oggetti lunghi e ingombranti, consente il ribaltamento degli schienali con il pratico sistema di sgancio "one touch": l'ampio piano di carico che si ottiene è perfettamente livellato. Pratica, inoltre, è la possibilità di rimuovere la cappelliera e di ripiegarla in un apposito scomparto. Anche il posto di guida è confortevole ed è facile trovare la posizione più adatta alle proprie esigenze. In marcia nessun problema, sia nel traffico sia in manovra. Apprezzabili, poi, sono i tanti Adas in dotazione, basati sul noto sistema EyeSight: si va dal cruise control attivo al mantenimento della corsia, dalla frenata automatica d'emergenza all'high beam assist, il quale regola automaticamente i fari in base al traffico e alle condizioni di guida. Infine, una volta entrati nel box, la telecamera anteriore e quella posteriore facilitano anche i parcheggi più ostici. Alessandro Carcano, redazione Mercato

2019-Subaru-Levorg-33

Un Cvt differente [Day 4]. Non sono tipo da Cvt. Per me il cambio automatico ideale o ha un convertitore di coppia o è un doppia frizione. Sulla Levorg, dunque, sono partito con qualche pregiudizio nonostante molti mi avessero decantato le doti di questa trasmissione a variazione continua. E in effetti già dopo i primi chilometri ho capito che il Lineartronic non è un Cvt come gli altri. Simulando gli innesti delle marce con sette differenti intervalli di cambiata, non ha tutto quell’effetto di trascinamento tipico di questo tipo di automatici, proponendo comunque grande fluidità di marcia e una buona reattività. Pur rimanendo scettico su questa tipologia di trasmissioni, devo ammettere che il Lineartronic si abbina bene al boxer aspirato della Levorg, rendendolo scattante alle basse andature e mantenendo attorno ai 2.000 giri/min il regime del due litri una volta raggiunte velocità autostradali, a tutto vantaggio di consumi e silenziosità (quest’ultima intaccata solo dal rotolamento dei pneumatici). Una combinazione, aspirato più Cvt, che potrebbe sembrare quasi anacronistica in un mondo fatto di piccoli motori turbo e cambi doppia frizione, ma che in realtà risulta piuttosto efficace: l’automatico compensa la mancanza di brio del quattro cilindri ai bassi regimi, rendendolo più vivace e reattivo. A bordo ho apprezzato la comodità dei sedili e l’assemblaggio particolarmente curato della plancia, che propone uno stile semplice pur integrando due schermi, uno per l’infotainment e uno supplementare per il computer di bordo che, in manovra, riporta le immagini della videocamera anteriore, una funzione particolarmente utile per evitare i piccoli urti. Il volante, ricoperto di morbida pelle con cuciture a contrasto, mi ha stupito per la quantità di pulsanti presenti sulle razze: in totale comandano ben 21 differenti funzioni, se si includono anche i tre bottoni del satellite sinistro e i paddle della trasmissione. Per trovare il tasto giusto, però, si è costretti a distogliere più volte lo sguardo dalla strada: bisogna prenderci la mano. Mirco Magni, redazione Online

2019-Levorg

Sensibile al contesto di guida [Day 5]. Difficile scrivere cose tanto diverse da quanto hanno già sottolineato i colleghi, perché i temi fondamentali, parlando della Levorg, sono quelli: l'accoppiata motore-cambio nella guida di tutti i giorni e i consumi. Alla prima questione posso rispondere senza esitazioni: mi piaceva di più la versione precedente, con il Cvt Lineartronic – che, per inciso, resta uno dei migliori variazione continua sul mercato – abbinato all'1.6 turbo da 170 cavalli, più potente e con più coppia in basso. Una combinazione che premiava la reattività e il piacere di guida. Ricordando quella Levorg, qui ho ritrovato la medesima agilità e gradevolezza, ma sono rimasto un po’ deluso dalla mancanza di quel brio che avevo archiviato in un cassetto della memoria. Ma tant’è: alla Subaru hanno deciso di cambiare filosofia, con un’auto più orientata alla comodità che alle prestazioni. Per ottenere una risposta più convincente alle richieste del piede destro bisogna utilizzare le levette al volante dei rapporti virtuali e farla lavorare a regimi elevati, il che ci porta dritti dritti alla seconda questione: i consumi. Ho guidato questa Levorg in due occasioni diverse, in città (con l'aggiunta di qualche incursione in statale) e in montagna. Nel primo caso, tra partenze, frenate, riprese, sorpassi, fermate e ripartenze, l'autonomia iniziale di circa 180 km (calcolata dal computer di bordo in base alla guida di chi mi aveva preceduto) è scesa rapidamente. Ben diverso il caso del viaggio in montagna, in tutto circa 350 km tra andata e ritorno, di cui una sessantina su strade in pendenza: ero preparato a fare almeno una sosta per rifornimento, ma in realtà non mi sono fermato neppure una volta, chiudendo il tragitto con quasi la metà del serbatoio. La Levorg mi ha permesso di viaggiare a un ritmo elevato, quello che sportivamente parlando si direbbe un buon passo gara, consumando meno di 8 litri per 100 km: non male, per un duemila a benzina con trazione integrale. In conclusione, il consumo della giapponese sembra piuttosto sensibile al contesto di marcia: se state considerando di acquistarne una, pensate bene in quali condizioni fate più chilometri. Roberto Lo Vecchio, redazione Autonotizie

COMMENTI

  • Design (esterno ed interno) incredibilmente svogliato. Non brutto: svogliato.
     Leggi risposte
  • avesse il cambio manuale, sarebbe interessante.
  • avesse il cambio manuale, sarebbe interessante.
  • avesse il cambio manuale, sarebbe interessante.
  • Ecco la prova di come l'ondata elettrofila e benzinofila uccide un progetto eccellente. Immaginatevi un boxer diesel, anche senza troppi cavalli sotto quel cofano...
     Leggi risposte
  • Motore aspirato, cambio CVT sembra una combinazione anacronistica, in un'era di motori turbo e cambi a 8 rapporti. Ma guardando le condizioni del traffico attuale, dove si viaggia spesso in coda e con velocità medie basse, non sono anacronistici, forse, tutti questi motori turbo da 200-300 CV con coppia da Truck, che vengono usati al 40-50% delle loro potenzialità? Chi si cimenta giornalmente nello 0-100 km/h da 6 sec? È una riflessione (un po' provocatoria).
     Leggi risposte
  • Sbaglio o Subaru sta ritardando il lancio in Europa di vetture gia' vendute in Asia e USA? Mi riferisco a nuova Legacy, Forester e Outback. Stanno pensando di ritirarsi dal mercato europeo?
     Leggi risposte
  • Notoriamente a Manhattan o nel Loop di Chicago la gente si muove in bici o in tram: auto al bando (TAXI = auto). Le auto, in USA, vengono usate solo per attraversare le praterie. Questa, insieme a "le auto americane vanno bene solo sul dritto" è una perla da incorniciare in bacheca.
     Leggi risposte
  • Provai ad aprile scorso la Levorg 1.6 turbo con cvt a 6 marce virtuali con padless al volante, 4WD, nella versione al top di gamma. Aveva pochissime migliaia di chilometri e il concessionario Ferri di Udine la vendeva ad un prezzo superscontato, con l'abbattimento dell'IVA al 4% di cui godo anche se una valutazione un pò bassa per l'auto da ritirare (Toyota Avensis SW 1.8 automatica, blu metallizzato con interni in pelle grigio chiaro fatti fare e con 120.000 km, in ottimo stato) era davvero un prezzo eccellente di poco superiore ai 22.000 euro). La potei provare in una maniera davvero rara se non unica: me la diedero in uso per due ore ! Apprezzai la brillantezza e la risposta del motore, la rapidità del CVT inattesa sia in scalata che in progressione, la buona risposta e precisione del volante, la tenuta di strada notevole accentuata dalle quattro ruote motrici che rendeva divertente la guida su strade tutta curve, la buona posizione di guida, la spaziosità interna, la capacità di carico del bagagliaio e la buona percezione di qualità degli interni. I vari ADAS di cui era dotata non suscitarono in me particolare feeling ma forse perché non sono abituato ad averli e ad usufruirne. Due sole cose non mi entusiasmarono: la complessità e la non particolare qualità dell'impianto audio (che comunque poteva essere migliorata after market) e soprattutto la frenata lunga. Tant'è che mi informai presso il capofficina sulla possibilità di sostituire pinze, dischi e forse anche pompa con altri più prestanti e adeguati alla brillantezza della vettura. Purtroppo attesi un pò troppo per dare una risposta e quando decisi l'occasione sfumò per sole 24 ore. Mi rivolsi alla Honda CRV 1.5 turbo cvt che provai e mi piacque ma costava troppo e con pochissimo sconto e valutazione del mio usato. Mi rivolsi allora alla Volvo XC40 con geartronic e motore 1.5 tre cilindri. Purtroppo con l'automatico non era possibile provarla perchè con tale motorizzazione sarebbe uscita il prossimo autunno/inverno. La provai con il diesel. Il cambio geartronic però non mi piacque un gran chè. A maggio scorso acquistai quindi una Mazda 2.0 benzina2WD con cambio automatico nella versione 2019 quasi al top di gamma, manca solo il tettuccio apribile, di cui sono soddisfatto. Devo dire che la Levorg 1.6 era una bella macchina, reattiva, divertente da guidare, comoda, spaziosa. Questo 2.0 aspirato sarà anche efficiente e fluido e il cvt tutto sommato gradevole soprattutto nei trasferimenti autostradali ma ha tolto carattere e personalità alla Levorg. Che ne aveva da vendere oggettivamente. Tuttavia mi sembra una station wagon concreta e di buona fattura dalla quale però non ci si deve attendere particolare brillantezza e reattività nella guida vivace.
     Leggi risposte
  • E un auto che nasce da una concezione di spostamento differente da quella europea o italiana. Qui abbiamo gli spazi stretti, la foga di arrivare, abbiamo necessità del corpo di un diesel a spingerci per 10km alla volta, guidando a singhiozzi. Negli USA invece ci si mette in strada, e consci di dover fare qualche decina di miglia anche per roba di poco conto, su strade larghe e frequenti blocchi, ci si mette l'anima in pace e si punta alla massima velocità media possibile. Ma non me la sento di relegarla a quegli ambiti, semplicemente l'accoppiata aspirato e CVT ha dei pregi che non siamo portati a apprezzare.
     Leggi risposte
  • com'è che "Rispondi" compare solo in certi post e non in tutti? si paga per l'esclusiva o per non voler ricevere repliche? avrei da dire due paroline... solo due
     Leggi risposte
  • Ma che brutta!
  • Allora, vedo con piacere che c'è discussione attorno al Cvt Lineartronic e, anche se con ritardo, volevo "inserirmi", precisando alcune cose. La Levorg del DDB non è un'auto sportiva (semmai, tiene molto bene la strada, anche grazie al baricentro basso): difatti, le prestazioni e l'accelerazione piuttosto tranquilla lo dimostrano appieno. Considerato proprio questo, trovo che il Cvt sia più adatto a questa Levorg rispetto ad altre trasmissioni più sofisticate e costose, come la ZF 8M o i doppia frizione, che danno il meglio, costando comunque di più, se abbinati a motori più spinti e prestazionali. Insomma, trovo azzeccata l'abbinata tra il due litri B4 aspirato (volendo, su questo si potrebbe discutere...) e il Cvt, perché qui si è più orientati alla guida turistica. Poi, siamo d'accordo, esistono trasmissioni più sportive e appaganti, ma siamo su un altro piano. Spero di aver esaudito anche i più esigenti!
     Leggi risposte
  • ...ma la STI ? O almeno una Levorg WRX? Dupalle...
  • Santucci, è proprio il contrario di quanto lei afferma. L'utente Italiano/Europeo (trovo italiota un termine sciocco ed offensivo) ha molta più cultura/passione automobilistica dell'americano. Se ha una minima conoscenza del circolante statunitense, oltreché l'approccio e l'utilizzo che hanno verso l'auto, se ne potrà convincere.
     Leggi risposte
  • Perlomeno Subaru, aldilà dell'estetica da Opel degli anni 90 che a molti non interessa, rimane uno dei pochi costruttori che non si gettano a pesce nel luxury. Mantenendo coerenza e contenuti. E adesso chi glielo dice a Vin che il CVT si abbina molto bene a questo motore.. perfino il "suo" Stassano l'ha confermato..
     Leggi risposte
  • Che, poi per un segmento di nicchia l'auto è anche interessante, io ho la precedente 1.6 DT e, a parte il cambio e il comparto info, non ho di che lamentarmi, il bagagliaio è piuttosto spazioso, l'equipaggiamento considerato il prezzo è veramente ottimo, l'auto è veramente molto stabile e silenziosa, e i consumi non sono disastrosi come si potrebbe suppore vista la combinazione benzina/cvt/ti vera
     Leggi risposte
  • Auto anacronistica per estetica,motorizzazione, trasmissione, prezzo, sembra un residuato degli anni 90
     Leggi risposte
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/17846/poster_012.jpg Diario di bordo day 5: chi sono i subaristi? http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-day-5-chi-sono-i-subaristi- Diario di bordo
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/17847/poster_012.jpg Diario di bordo day 4: la qualità della Subaru Levorg http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-day-4-la-qualit-della-subaru-levorg Diario di bordo
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/17848/poster_0141.jpg Diario di bordo day 2: le novità del MY 2017 della Levorg http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-day-2-le-novit-del-my-2017-della-levorg Diario di bordo
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/17844/poster_007.jpg Diario di bordo day 1: conosciamo la Subaru Levorg http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-subaru-levorg-day-1 Diario di bordo
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/17586/poster_002.jpg Nuova Subaru Levorg: cinque stelle Euro NCAP nei crash test http://tv.quattroruote.it/news/video/nuova-subaru-levorg-cinque-stelle-euro-ncap-nei-crash-test News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/16639/poster_016.jpg La prova della Subaru Levorg sulle strade dell'Alta Badia http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/la-nostra-prova-della-subaru-levorg-sulle-strade-dell-alta-badia Prove su strada
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/22392/poster_008.jpg Toyota Mirai concept, ecco come sarà la prossima auto a idrogeno http://tv.quattroruote.it/eventi/tokyo-2019/video/toyota-mirai-concept-ecco-come-sar-la-prossima-auto-a-idrogeno Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/22391/poster_002.jpg Nuova Subaru Levorg, ecco come sarà la station nel 2020! http://tv.quattroruote.it/eventi/tokyo-2019/video/subaru-levorg-prototype-la-station-diventa-pi-cattiva- Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/22389/poster_002.jpg Ariya e IMK: ecco il futuro di Nissan http://tv.quattroruote.it/eventi/tokyo-2019/video/salone-di-tokyo-2019-nissan-ariya-e-imk Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/22388/poster_003.jpg MX-30: la prima elettrica di Mazda http://tv.quattroruote.it/eventi/tokyo-2019/video/salone-di-tokyo-2019-mazda-mx-30 Eventi

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca