Diario di bordo

Skoda Superb
Una settimana con la Scout 2.0 TDI Dsg 4x4

Skoda Superb
Una settimana con la Scout 2.0 TDI Dsg 4x4
Chiudi

La protagonista del Diario di Bordo di questa settimana è la Skoda Superb Scout, la versione dall'animo off-road della più grande delle familiari del marchio ceco. Per questa particolare versione è prevista una sola motorizzazione, il 2.0 TDI da 190 CV e 400 Nm. Al quattro cilindri turbodiesel si abbinano un cambio automatico doppia frizione a sette rapporti e la trazione integrale: la wagon è così in grado di toccare i 100 km/h da fermo in 8,1 secondi e di raggiungere una velocità massima di 223 km/h, mentre il consumo medio dichiarato è di 4,9 l/100 km con 129 g/km di emissioni di CO2. Dal punto di vista dimensionale, la Superb Scout non è seconda a nessun modello nell'universo Skoda: lunga quattro metri e 86 centimetri, la familiare è larga 186 cm, alta 149 e ha un passo di 284 cm. Il bagagliaio, poi, ha una volumetria minima di 660 litri, ampliabili a 1.950 abbattendo gli schienali dei sedili posteriori. Trattandosi di una delle versioni più complete della gamma - il prezzo base della Scout è di 46.200 euro, a fronte di un prezzo d'attacco del modello di 29.080 euro - l'allestimento dispone di svariati accessori di serie. Tra questi, vi sono alcuni dettagli ispirati al mondo delle fuoristrada, come l'assetto rialzato di 15 mm, le modalità di guida specifiche e le protezioni supplementari per la carrozzeria e il sottoscocca. Non mancano dettagli come il quadro strumenti digitale Virtual Cockpit, i gruppi ottici full Led anteriori (adattivi) e posteriori, i cerchi di lega da 18", il portellone con apertura automatica e i sedili anteriori riscaldabili, proprio come il volante rivestito di pelle. Alla stregua di tutte le altre versioni della wagon sono presenti anche l'infotainment con navigatore e compatibilità Android Auto e Apple CarPlay, il climatizzatore automatico, il cruise control adattivo, la frenata automatica d'emergenza, il mantenimento attivo della corsia di marcia, il riconoscimento della stanchezza del conducente, i sensori di parcheggio anteriori e posteriori con frenata automatica, l'assistente al cambio corsia con rilevamento dell'angolo cieco e il Traffic Jam Assistant. L'esemplare utilizzato per il Diario di Bordo è caratterizzato dalla verniciatura verde smeraldo metallizzato (730 euro), dai cerchi di lega Manaslu da 19" (750 euro) e dal Family Pack (proposto in opzione gratuita) con presa 230 V e due prese Usb per i sedili posteriori e supporti per smartphone o tablet. Sono inoltre presenti i rivestimenti interni d'Alcantara e pelle (1.450 euro), il climatizzatore automatico a tre zone (300 euro), lo Sleep Pack (120 euro) con supporti posteriori per la testa dei passeggeri e coperte, il Dynamic Chassis Control con Driving Mode Select (920 euro), il sensore per l'apertura del portellone con il piede (200 euro), il Flexible Organizer per il bagagliaio (260 euro), i sedili anteriori e posteriori riscaldabili (260 euro) e Phone Box con caricatore wireless per smartphone e amplificatore del segnale (320 euro). Il prezzo totale dell'esemplare, al netto delle riduzioni garantite dalle varie combinazioni di accessori, è di 51.070 euro.

2019-Skoda-Superb-Scout-07

Versatile top di gamma [Day 1]. Mi ricordo ancora quando la prima Superb arrivò in Italia: allora avevo solo 15 anni, ma riuscì a convincere mio zio, che in quel periodo stava cercando un'auto con cui sostituire la sua gloriosa Tempra, a valutare l'ammiraglia ceca. Così andammo in una concessionaria ed entrambi rimanemmo stupiti da cosa fosse riuscito a fare un marchio che, in passato, non aveva fatto della qualità la sua bandiera. Ecco, lo sbarco della Superb nel nostro mercato ha segnato uno dei punti di svolta della Skoda, che è passata, da fare auto come la Felicia, a lanciare modelli sempre più curati. La Superb è uno di questi: con l'ultima evoluzione, la vettura ha raggiunto la forma migliore, soprattutto nell'allestimento Scout, il più poliedrico della gamma. L'assetto rialzato si abbina ad alcuni vezzi stilistici ispirati alle Suv e alla trazione integrale, ormai immancabile su un modello con l'assetto rialzato e qualche ambizione off-road. Uno dei punti di forza della Scout è però il suo propulsore, un 2.0 turbodiesel da 190 CV che spinge bene a ogni andatura, senza però alzare troppo la voce, nemmeno in autostrada. Fluido ed elastico, il quattro cilindri garantisce prestazioni più che adatte a questa tipologia d'auto e, quando i Newtonmetro non bastano, viene in aiuto il rapido cambio doppia frizione Dsg, sempre pronto a scalare una marcia per garantire accelerazioni più corpose. La dinamica di guida non risente granché della maggiore altezza da terra, ed è sempre di livello: merito dell'assetto adattivo opzionale (920 euro, un must) che, a seconda della modalità selezionata, rende più o meno rigida la vettura, privilegiando il confort (elevato con il setup più grintoso) o la precisione di guida. E, parlando di precisione, vale la pena citare lo sterzo, particolarmente progressivo e con il giusto carico. Mirco Magni, redazione Online

2019-Superb

Come lei... poche [Day 2]. Mi sembra già di sentire amici&parenti: bella sì, ma 51 mila euro per una Skoda… Ecco, ci risiamo: anni di lavoro, di prodotti convincenti e siamo ancora qui a scontare i vecchi luoghi comuni. Ora, premesso che alla Skoda già da un po’ non hanno più nulla da dover dimostrare in termini di qualità e sostanza, proviamo a ragionare su questa Superb Scout. Intanto, l’esemplare in prova, come quasi sempre accade con le Case che immatricolano per i test della stampa vetture che costituiscono una vetrina viaggiante di optional, è particolarmente ricco di accessori. Non tutti, in verità, sono irrinunciabili (per esempio, i cerchi di lega Manaslu da 19”, gli interni di microfibra e pelle, lo Sleep pack… o il Phonebox): facendone a meno, per dire, la spesa scende già di oltre 2.600 euro, avvicinandosi al prezzo base di listino che è di 46.200 euro. A questa cifra, oltre alle interessanti caratteristiche intrinseche della vettura, corrisponde già una corposa dotazione di cose che contano, come l’infotainment da 8" con navigatore, i fari full Led, il Virtual Cockpit e, soprattutto, il pacchetto completo di Adas. Che cosa offre di alternativo il mercato, con queste caratteristiche? Poco. A seguire la stessa filosofia (assetto rialzato, trazione integrale, generoso motore turbodiesel) ci sarebbero l’Audi A4 allroad e la Volvo V60 Cross Country, ma con loro si entra in un'altra fascia di mercato (a maggior ragione con gli accessori). In alternativa, ci potrebbe essere la "cugina" Volkswagen, la Passat Alltrack, offerta in due versioni, da 190 e 240 CV, in una forbice che spazia tra i 45.300 e 49.500 euro: il confronto con la Superb Scout va fatto, in questo caso, con attenzione, accessorio per accessorio. Scorro a ritroso il listino di Quattroruote e m’imbatto in altre due possibilità: la Opel Insignia Country Tourer (turbodiesel di 2.0 litri da 170 o 209 CV, 4x4, prezzi da 41.850 a 44.850) e la Subaru Forester (che però ora è disponibile solo con propulsione e-Boxer ibrida a benzina, quindi gioca su un altro campo). Alla fine, penso che uno dei pregi maggiori della Superb Scout, insieme alla piacevolezza della guida già sottolineata dai colleghi, sia la sua (quasi) unicità. È davvero difficile trovare una station rialzata, con la trazione integrale, un buon cambio automatico, una pletora di sistemi di assistenza alla guida e una strumentazione allo stato dell’arte, che non richieda uno sforzo economico esorbitante. Del resto, il cosiddetto "value for money" continua a essere uno dei punti di forza della Skoda. Emilio Deleidi, redazione Inchieste  

Diario di bordo - Skoda-Superb

Al top, con discrezione [Day 3]. C'è un aspetto, in particolare, che mi ha colpito dell'ammiraglia ceca: la capacità di non far mancare nulla a chi guida e ai passeggeri, senza ostentazioni di sorta. A tratti, la Superb sembra quasi austera e fin troppo razionale, sia nei materiali sia nella distribuzione dei comandi. Man mano che la si conosce meglio, però, le sue qualità da top di gamma emergono una dopo l'altra. E non parlo solo di attenzione per i dettagli, di finiture, di ben fatto. Ma di tutta una serie di possibilità, che avvicinano la qualità della vita a bordo a quella offerta da concorrenti ben più costose e blasonate. Lo spazio per chi siede dietro, per esempio, è notevole, sia per la testa sia per le gambe, e anche la capacità del vano bagagli, con apertura e chiusura elettrica del portellone (da telecomando o anche col piede sotto il paraurti) è tra i migliori della categoria. Davvero comodo, inoltre, il Virtual Cockpit, che su un display da 10,25 pollici consente di visualizzare tutta una serie di informazioni: oltre ai classici strumenti circolari (con velocità e numero giri), si possono mettere in primo piano le informazioni di navigazione, gestire i sistemi di assistenza alla guida oppure la radio. Grazie alla connettività Smartlink+, l'infotainment da 9,2" è compatibile con gli standard MirrorLink, Android Auto ed Apple CarPlay, e col pacchetto Care connect c'è la possibilità di controllare alcune funzioni da remoto. Inoltre, con l'app Media command, tablet o smarphone possono essere trasformati in telecomandi per gestire l'infotainment anche dal divano posteriore. Completano il quadro il sistema di navigazione con Gesture control, l'hotspot WiFi e due chicche made in Mladá Boleslav: i vani portaombrelli inseriti nelle portiere e i supporti per dispositivi multimediali dietro i poggiatesta dei sedili anteriori o sul bracciolo centrale posteriore. Lascio ai colleghi la possibilità di scendere nei dettagli delle qualità guida di questa station, citando solo un aspetto che più di altri ha spiccato nel mio breve test drive: la frenata. Nonostante la mole, gli spazi di arresto sono più che adeguati alle (buone) prestazioni e, soprattutto, si apprezza la grande modulabilità del pedale, che dà un'immediata confidenza a chi guida. Alessandro Carcano, redazione Mercato

2019-Skoda-Superb-Scout-27

Sotto mentite spoglie [Day 4]. Il termine Scout suggerirebbe ben altre destinazioni: chessò, una strada bianca diretta verso qualche agriturismo, o quello scorcio che "se vai lì, proprio non ti devi perdere". E invece, sto per infilare questa wagon nel solito imbuto del casa-ufficio. Fortunatamente, sotto le vesti da esploratrice (un po’ troppo patinate, per essere del tutto convincenti), c’è la Superb. Ovvero un’ammiraglia fatta e finita, forse sottovalutata, ma innegabilmente godibile e funzionale. Anche quando si tratta di alleggerire i viaggi non turistici, per i quali la generosa accoglienza in seconda fila e il bagagliaio da 660 litri (che molte Suv si sognano) offrono molto più di quel che serve. Vissuta in solitaria, la Skoda è un salotto rilassante in cui davvero non si sente la mancanza degli stravizi delle alternative più blasonate. E nemmeno l’esigenza della guida al primo piano tipica delle sport utility, visto che all’ammezzato di questa Scout - forte di un'altezza da terra superiore alla media e di una seduta da stradista - si gode di ampia visibilità. L’abitacolo è silenzioso grazie all’efficace insonorizzazione, l’andatura piacevole, sostenuta e impreziosita dall’abbondante coppia del turbodiesel, che ai bassi regimi garantisce accelerazioni vigorose. Per quanto riguarda il consumo, nel traffico a singhiozzo dell’ora di punta non sono riuscito a superare i 12 km/l, ma resta la sensazione che la Superb possa fare di più. Ottima è l’assistenza del pacchetto degli Adas: senza mai abbassare la guardia, né tantomeno lasciare il volante, ho potuto sfruttare il Traffic Jam Assistant, il quale mi ha permesso di delegare all'auto il fastidioso compito di assecondare l’incedere a elastico del traffico: e lei lo ha fatto senza incertezze, adeguando distanza e velocità in maniera precisa. Un bel po' di stress, se ne è andato così. Luca Cereda, redazione Online.  

2019-Skoda-Superb-Scout-31

Pragmatismo [Day 5]. Che le Skoda siano vetture razionali è cosa nota, ma osservando e utilizzando la Superb si apprezza ancor più la filosofia “Simply clever” della Casa boema. Oltre il famoso ombrello collocato in un vano del pannello della porta anteriore, invisibile quando è chiusa, sono tante le piccole cose pensate per semplificare la vita a bordo. Un esempio: come evitare che la cassetta di vino comprata al supermercato navighi per l’ampio bagagliaio? Basta aprire lo sportello sulla destra del vano: nel lato interno ci sono due staffe a “L” pieghevoli che si fissano al piano di moquette grazie al velcro. Così il vino se ne sta ben fermo in un angolo: si tratta del Flexible organizer, che comprende anche una barra divisoria che si può fissare in tre posizioni diverse (costa 260 euro). Trovate la macchina parcheggiata coi vetri ghiacciati? Dietro il portello del bocchettone del serbatoio è infilato il raschietto per la neve e il ghiaccio (di serie). E così via. La razionalità, però, non è solo in queste piccole cose. Tutta la macchina è pensata per essere pratica e con un valido rapporto qualità/prezzo: e anche se gli oltre 50.000 euro del listino di questo esemplare non sono certo pochi, ciò che offre la Scout fa pensare di averli spesi bene. E a parte il dettaglio dell’assenza dell’orologio nella strumentazione (c’è solo nel display del multimedia, che costringe a distogliere lo sguardo dalla strada), è difficile trovare qualcosa da criticare nella Superb: c’è spazio in abbondanza, le finiture sono curate, la dotazione è completa, il motore spinge bene e i viaggi lunghi non stancano. Insomma, una gran macchina, e non solo per le dimensioni. Roberto Boni, redazione Prove/Tecnica

COMMENTI

  • Mi pare che Deleidi nel day 2 abbia sostanzialmente confermato quel che avevo scritto più in basso, la Superb è un'ottima auto dal rapporto qualità/prezzo difficilmente uguagliabile dalle (poche) concorrenti....
  • ma come linea sono d'accordo con Vin, rispetto alla sorella passat alltrack (è esattamente la stessa macchina ) mi pare più interessante e filante...rispetto alla a4 invece come sempre ballano almeno 10 o 15 di differenza ma forse piu se allestita alla stessa maniera , questa ha assolutamente tutto compresi i matrix led , croce e delizia del forum ;) ma del resto a4 ha sospensioni leggermente piu raffinate a 5 bracci anziche i 4 (credo) di questa e della passat e ovviamente il motore installato in posizione differente e le finiture e plastiche piu nobili... da capire se davvero nell'uso di tutti i gg valga quindi la pena o "accontentarsi" della SKODA
     Leggi risposte
  • Ma voi riuscite a leggere le risposte?
  • La Superp "normale" resta ad oggi uno dei prodotti col miglior rapporto qualità/prezzo che si trova sul mercato, non vedo ragioni per scegliere la cugina Passat, e per me (ma i gusti sono personali), anche le concorrenti Mondeo, insigna, 508 etc etc. ........ Senza essere troppo ripetitivi vale la pena ricordare come i dirigenti Audi chiesero al board VW di non dotare più la Superb del motore V6 perchè in quella versione toglieva clienti ad A4/A6 il che la dice lunga sulle doti dell'ammiraglia Skoda (per chi non cerca solo la visibilità del marchio). .......... Circa questa variante "Scout", è una tipologia di auto (le station rialzate con tendenze all'Off Road) sdoganata da Volvo e Subari e poi copiata un pò da tutti, in italia si fa fatica a comprenderne l'uso, ma nei mercati del centro nord Europa dove le condizioni meteo avverse stazionano per parecchi mesi all'anno, evidentemente trova una corposa ed affezionata clientela....
     Leggi risposte
  • Motore e cambio ottimi (utilizzati per 4 anni su Q5) danno davvero grande piacere di guida e soddisfazioni. Estetica sempre più convincente. Bel prodotto.
     Leggi risposte
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/16864/poster_004.jpg Diario di bordo: Skoda Superb Station Wagon - Day 2 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-skoda-superb-station-wagon-day-2 Diario di bordo
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/16865/poster_014.jpg Diario di bordo: Skoda Superb Station Wagon - Day 5 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-skoda-superb-station-wagon-day-5 Diario di bordo
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/16866/poster_015.jpg Diario di bordo: Skoda Superb Station Wagon - Day 3 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-skoda-superb-station-wagon-day-3 Diario di bordo
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/16867/poster_014.jpg Diario di bordo: Skoda Superb Station Wagon - Day 4 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-skoda-superb-station-wagon-day-4 Diario di bordo
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/16863/poster_017.jpg Diario di bordo: Skoda Superb Station Wagon - Day 1 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-skoda-superb-station-wagon-day-1 Diario di bordo
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/16403/poster_018.jpg La nuova Skoda Superb: la prova completa http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/la-nuova-skoda-superb-la-prova-completa Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/16361/poster_4135fafb-d99c-48d7-8b86-efad394c54c7.png Arriva la Skoda Superb station wagon a Francoforte 2015 http://tv.quattroruote.it/eventi/francoforte-2015/video/arriva-la-skoda-superb-station-wagon-a-francoforte-2015 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22714/THUMB CAPTUR.jpg Renault Captur: abbiamo guidato la 2020 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/renault-captur-abbiamo-guidato-la-2020 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22707/ISRAELE HI-TECH.jpg Israele culla dell’hi-tech http://tv.quattroruote.it/mondo-q/mondo-auto/video/israele-culla-dell-hi-tech Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22700/Thumb-Puma.jpg Ford Puma: abbiamo guidato la nuova crossover http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/ford-puma-abbiamo-guidato-la-nuova-crossover Prove

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca