Skoda Kamiq: una settimana con la 1.0 G-Tec a metano - Quattroruote.it
Diario di bordo

Skoda Kamiq
Una settimana con la 1.0 G-Tec a metano [Day 5]

Skoda Kamiq
Una settimana con la 1.0 G-Tec a metano [Day 5]
Chiudi

La protagonista del Diario di bordo di questa settimana è la Skoda Kamiq 1.0 G-Tec in allestimento Ambition. La piccola Suv è omologata come vettura monovalente a metano, ma è dotata di doppia alimentazione grazie a un serbatoio da appena nove litri per la benzina: le bombole per il gas naturale, posizionate sotto il pianale, sono capaci di contenere 13,8 kg di metano. Il motore è un 1.0 tre cilindri turbo da 90 cavalli e 145 Nm di coppia con cambio manuale a sei rapporti e trazione anteriore. La Kamiq rientra nella categoria delle B-Suv ed è lunga 424 cm, larga 174 cm, alta 153 cm e ha un passo di 264 cm. In questo allestimento, ha un prezzo di partenza di 23.140 euro, ma l’esemplare utilizzato per il Diario è equipaggiato con una serie di accessori opzionali, come l'Ambient light bianco (220 euro), i cerchi di lega modello Braga da 17” (320 euro), il Comfort pack (540 euro per due prese Usb tipo C per i passeggeri posteriori, climatizzatore automatico a due zone con filtro combinato, selettore stile di guida, sedile passeggero anteriore regolabile in altezza e retrovisore interno antiriflesso), i proiettori anteriori full Led adattivi, i fendinebbia cornering abbinati agli indicatori di direzione dinamici (910 euro), i fanali posteriori full Led (180 euro), il City pack (620 euro per sensori parcheggio anteriori e posteriori, frenata d'emergenza automatica, sensore pioggia, retrovisori ripiegabili elettricamente e retrocamera), il Simply clever pack 2 (180 euro per presa 12V nel vano bagagli, protezione bordo porte e vano portaoggetti sotto i sedili anteriori) e la vernice metallizzata (650 euro). Il prezzo di questa Kamiq arriva dunque a 26.720 euro, compresa la plancia Silver Haptic con inserti decorativi neri (senza sovrapprezzo).

2020-Skoda-Kamiq-G-Tec-06

Suv di sostanza [Day 1]. Niente fronzoli, pochissimi effetti speciali e tanta, tanta sostanza. Questo, in sintesi, potrebbe essere il giudizio sulla Skoda Kamiq che mi accingo a guidare per il nostro Diario di bordo. La mia esperienza inizia con un bel pieno di metano effettuato alla stazione di servizio vicino alla redazione. Riempite le bombole, pagati 13,33 euro (un brivido!) il display ci restituisce un’autonomia di 240 chilometri che si vanno ad aggiungere agli 80 stimati con la benzina residua (il serbatoio segnava poco più della metà dei soli nove litri), quanto basta per stare più tranquilli. La prima impressione a bordo della Kamiq è quella di spaziosità: si ha la sensazione di essere entrati in una vettura più grande di quello che è in realtà. Molto accogliente il posto guida anche se ho dovuto faticare più del solito a trovare la posizione corretta giocando con volante, seduta e schienale. Ma una volta trovata la postura ideale, si sta davvero bene al “posto di comando”: buona visuale in tutte le direzioni e comandi facilmente raggiungibili senza distrarsi troppo. Il motore si avvia in maniera molto discreta: frizione e cambio sono piacevoli da azionare e permettono di snocciolare i sei rapporti in scioltezza. Ma, sia ben chiaro, inutile esplorare la zona rossa del contagiri alla ricerca di forti emozioni: con 90 cavalli e un litro di cubatura, il motore fa quello che può e anzi si ribella con una timbrica rauca se lo si strapazza troppo. E poco o nulla cambia adoperando il selettore degli stili di guida. Meglio invece godersi in tranquillità questa Kamiq grazie alla discreta insonorizzazione, al buon confort di marcia e, dettaglio non trascurabile, all’agilità con cui si effettuano le manovre di parcheggio. Insomma, una vettura con tanto spazio, dal prezzo concorrenziale e soprattutto campionessa di risparmio grazie al metano: cosa potrebbe chiedere di più un buon padre di famiglia? In effetti, qualcosa c’è: un bagagliaio più capiente. La bombola posteriore, infatti, sottrae un po’ di cubatura e i 278 litri dichiarati non sono poi tanti. È il prezzo che bisogna pagare per fare un pieno sborsando meno di una cena a base di pizza e birra. Cosimo Murianni, redazione Inchieste

2020-Skoda-Kamiq-G-Tec-08

Bilanciata [Day 2]. Lasciando da parte i pregiudizi (infondati), le auto a metano oggi in commercio sono, a mio avviso, molto intelligenti. Ti permettono di fare tanti chilometri con una spesa contenuta e non hanno nemmeno le vibrazioni e il suono poco piacevole di alcuni diesel di piccola cilindrata. Certo bisogna tenere conto di tempi di rifornimento un po’ più lunghi, ma una volta arrivati alla cassa del benzinaio ci si scorda subito di quei cinque minuti di attesa. A parte questo, com’è guidare un’auto a metano? La risposta, semplice ma per nulla scontata è "come un’auto a benzina". E la Skoda Kamiq lo dimostra fin dai primi metri. La piccola Suv boema ti porta ovunque con estrema facilità: è comoda, ha un assetto morbido, ma non troppo, e a bordo regna il silenzio. Lo sterzo poi, non sembra quasi quello di una crossover cittadina: pur essendo molto leggero, è rapido e preciso. Ciò la rende una vettura piacevole da guidare anche nel misto stretto e per nulla goffa: nei cambi di direzione è agile e quando si imposta una traiettoria la mantiene con precisione, infondendo nel guidatore una sensazione di stabilità che, in alcuni casi, invita a spingere sull’acceleratore. Il mille turbo brilla per reattività ed elasticità, ma dall’alto dei suoi 95 CV non può fare miracoli quando si va di fretta. Se dovessi descrivere questa Kamiq G-Tec con una sola parola, dunque, non avrei dubbi: bilanciata. Sì, perché è un’auto facile: piccola ma non claustrofobica, scattante ma non assetata. O meglio, attenta al portafogli. Mirco Magni, redazione Online

2020-Skoda-Kamiq-G-Tec-49

Ordinata e pratica, senza eccessi [Day 3]. È sicuramente una questione di gusti, ma a me non dispiacciono affatto le auto che offrono un abitacolo semplice e razionale come quello della Kamiq. Una volta a bordo non c’è nulla che ti colpisca particolarmente, ma tutto, dalla strumentazione ai comandi, è ordinato e al posto giusto. Sull’allestimento in prova mancano alcuni vezzi di ultima generazione, come il Virtual cockpit, ma alla fine ci si destreggia senza problemi fra tasti, menù e funzioni. I due elementi circolari sul cruscotto riportano da un lato il contagiri e l'autonomia a metano, dall’altro il contachilometri e l'autonomia a benzina, mentre il riquadro al centro, che racchiude le informazioni del computer di bordo, si gestisce tramite l’ampio tasto posto alla base. Insomma, spicca quella praticità che si ritrova anche nel touch screen da 9,2" al centro della plancia, dotato di tasti a sfioramento ai lati per i sei menù principali e di un'interfaccia dalla grafica chiara. È molto comoda, per esempio, la possibilità di suddividere lo schermo in tre parti, per consultare contemporaneamente più elementi, mantenendo il principale in primo piano. E non mancano una Sim dati integrata e la compatibilità con gli standard Apple CarPlay e Android Auto, dotazioni alle quali si aggiunge la ricarica wireless per il cellulare. Anche per quanto riguarda lo spazio di bordo, la Kamiq si rivela funzionale. Oltre alla phone box, posizionata alla base della console centrale, sul tunnel ci sono tre porta-bevande, mentre in alto, vicino al tasto per le chiamate d'emergenza, si trova il classico ripostiglio a scomparsa per gli occhiali. Decisamente più piccolo rispetto alla media, invece, è il pozzetto del bracciolo. Chi siede al volante può giocare con l’ampia escursione in altezza del sedile, mentre i passeggeri posteriori sono bene accolti: a patto di rinunciare all'ospite al centro, che avrebbe difficoltà a trovare posto anche per la presenza del tunnel in mezzo ai piedi, qui c’è tanto spazio, soprattutto per le ginocchia. Sia davanti sia dietro sono disponibili due prese Usb, tutte con ingresso di tipo C: una scelta sicuramente moderna, quella della Skoda, ma controcorrente, che potrebbe costringere molti utenti a ricorrere a un adattatore. Il vano di carico non è il massimo quanto a capienza, ma resta ben sfruttabile. Peccato solo che, una volta ribaltato con frazionamento 60:40, il divano resti leggermente sollevato. In marcia, infine, ho apprezzato l’insonorizzazione complessiva, le sospensioni, capaci di assorbire bene pavé, buche e tombini e la frizione leggera. Il cambio manuale, invece, è un po’ contrastato, ma su questa versione il doppia frizione non è disponibile neppure a richiesta. Alessandro Carcano, redazione Mercato

2020-Skoda-Kamiq-G-Tec-68

Pratica, ma affatto insipida [Day 4]. Due pensieri in libertà mentre mi avvicino all’auto per il mio "giro" di Diario. Primo: l’abito grigio della Kamiq sembra scelto per mimetizzarsi con il contesto, che è il cliché di una serata d’autunno inoltrato. Secondo: il colore non rende giustizia al look atletico della vettura, che magari difetta di personalità rispetto al modello di cui raccoglie l’eredità spirituale, ovvero la Yeti, ma potrebbe incontrare più ampi consensi. Non c’è dubbio che i ponti con il passato siano stati tagliati volutamente: tra l’altro, la Suv non offre - nemmeno in opzione - la trazione 4x4. Ma anche nell’abitacolo l’aria è cambiata: la qualità costruttiva è allineata agli standard del gruppo Volkswagen e, se gli effetti speciali non abbondano, un po’ si deve ai limiti dell’allestimento e un po’ alla ricerca della semplicità tipica del marchio. In ogni caso, emerge una certa attenzione allo stile oltre che alla sostanza. Per collegare lo smartphone all’infotainment, tramite le porte di tipo C, ho dovuto ricorrere a un apposito adattatore, ma anche per questa variante della Kamiq, l’Ambition, è previsto il collegamento wireless opzionale. Passando in rassegna le schermate (ottima la fluidità del touch screen, così come l’integrazione del telefono), l’infotainment mi comunica chiaramente che nel mio primo viaggio con la Kamiq ho consumato poco metano, ma avrei potuto fare meglio dei 5,3 kg/100 km segnalati, che valgono percorrenze appena sotto i 19 km con un chilo. Va detto, nella guida non mi sono risparmiato, apprezzando, come altri, l’agilità di questa Skoda, sostenuta da tarature dello sterzo e dell’assetto tutt’altro che insipide. A differenza di chi mi ha preceduto, invece, ho trovato la risposta del pedale della frizione più tonica di quanto ci si aspetterebbe da una Suv cittadina, che dal motore riceve uno spunto più accettabile in ripartenza, destinato però ad affievolirsi presto. Nel secondo viaggio inserisco la modalità Eco: voglio vedere quanto riesco ad abbassare i consumi. Alla meta leggo 4,4 kg/100 km, consapevole, però, di avere anche tenuto andature più blande rispetto all’andata. Alla fine, allungo il braccio per recuperare la borsa e realizzo che lo spazio in seconda fila è davvero principesco per una Suv di queste dimensioni: anche dietro a un sedile regolato sulla mia taglia (1,80 m). Segno che alcune caratteristiche dell’auto, come il passo relativamente lungo, sono state sfruttate a dovere. Luca Cereda, redazione Online.       

2020-Skoda-Kamiq-G-Tec-28

Promossa dallo skodista [Day 5]. Crossover riuscita e dall’aspetto simpatico, la Kamiq mi accoglie al comodo posto guida con la prima impressione di un cofano più lungo e alto del previsto. Regolo il livello della seduta e la profondità del volante e annoto mentalmente solo un dettaglio: una certa difficoltà a inserire la chiave nel blocchetto di avviamento (movimento insolito, ormai, con la diffusione dei tasti Start). Non è certo una Suv massiccia e ingombrante, ma mi stupisce per la sensazione di leggerezza dei comandi, fin dai primi metri. Mi riferisco a pedali e volante, in particolare. Notevole il grande touchscreen di ultima generazione, con lo scorrimento swipe e alcune funzioni da smartphone, che naturalmente si trovano sugli altri modelli del gruppo e della concorrenza. Il mille a tre cilindri, da 90 CV nella versione a doppia alimentazione benzina/metano, è un gradevole piccolo turbo, molto pronto e con quel po' di ruvidità dei tre cilindri che all'inizio può infastidire, anche per una certa rumorosità più evidente a motore freddo. Lo spunto e la ripresa non si possono definire molto brillanti, nonostante la leggerezza dell’auto, ma la sensazione di agilità c’è tutta. Da vecchio skodista (l’auto di famiglia è una Yeti e a Milano mi capita di usare l’ormai "antica" Fabia dei genitori, che porta benissimo i suoi vent’anni) non posso non notare che i modelli della Casa sono migliorati tantissimo e hanno raggiunto una qualità 100% Volkswagen. Però, devo dirlo: non la cambierei con la mia Yeti, dalla lunghezza identica (424 cm), perché comunque è una macchina fatta bene, con un design originale e molto riuscito, che nelle Skoda più recenti e "perfettine" non ritrovo. E poi, a ben vedere, dimensioni a parte, il posto della Yeti l’ha preso la Karoq (superiore di 14 cm e alcune migliaia di euro). Una prova? Il divano dietro. Per prima cosa, la mattina del rientro in redazione, dopo il breve test, mi siedo dietro e devo dire che lo spazio è più che sufficiente per un passeggero alto un metro e 85: però, rispetto alla Yeti, la Kamiq è meno versatile perché il divano è fisso e si abbassano solo gli schienali, nella classica ripartizione un terzo-due terzi, senza l'eventuale passaggio centrale per gli sci. In compenso, fanno scena le bocchette del climatizzatore posteriori e le due prese Usb per ricaricare, ovviamente, gli smartphone dei ragazzi in seconda fila, che altrimenti non si presterebbero a lunghi viaggi. E sarebbe un peccato, perché in effetti, dopo alcuni chilometri in autostrada col contagiri a 3.000 e una velocità di crociera di 120 all’ora, devo dire che la Kamiq mi sembra un’auto comoda e attrezzata anche per percorrenze medio lunghe. Andrea Sansovini, redazione Attualità-Inchieste

COMMENTI

  • Provata! Mezzo valido e anche il motore è sorprendentemente, nei limiti di un tre cilindri 1000 con una carrozzeria di 1400 kg. Il CNR dimostra scientificamente, che nell'uso quotidiano un'auto a metano inquina meno di un'ibrida eppure non viene incentivato.
  • Più che skodista io direi yetista. Che poi manco si può guardare quella macchina. Pare un veicolo commerciale. Cmq contento tu... Poi cerchiamo di metterci d'accordo. Tu dici che il motore non è brillante vista la leggerezza dell'auto. Ma stiamo parlando dell'auto più pesante del suo segmento o sbaglio?!? Più di 1400 kili! Ora o è leggera ed hai ragione tu, ed il motore è poco brillante. Oppure nonostante sia così pesante il motore risulta brillante. Insomma delle due l'una. Ed è stupefacente dover disquisire di queste cose con quattroruote. Più che stupefacente... È allucinante. Torna sulla vecchia Fabia su...
  • Perché non c'è il tasto per rispondere a vin leo? Speriamo che lo leggi qui comunque. La risposta è acquirente e mi arriva a fine novembre. Volevo un bsuv e giuro che sono andato a guardarli tutti.
  • Perché dopo quattro giorni di prova i collaudatori insistono sui pregi dell’abitacolo è non scrivono nulla circa le prestazioni in ripresa,accelerazione,disponibilità del motore in fase di sorpasso ,come va in autostrada ecc.?La state provando da ferma in garage?
  • Primo. Sul gruppo facebook kamiq a metano pubblicano le foto dei km effettuati con un pieno e vanno dai 300 ai 400. Secondo. Ho fatto un test drive e l'ho trovata brillantissima. E non credo di dover partecipare ad alcun rally nei prossimi anni. Terzo. Mi sono seduto dietro e al centro e ci sono tre posti comodi come non li ha nessun bsuv. Quarto. Revisionare le bombole costerà ogni 4 anni 180 euro e in Sicilia si paga un bollo di 30 euro sulle vetture a metano. Non vedo quale sia il problema, anzi... Quinto. Tutte quegli optional che hanno fatto lievitare la ambition a quasi 27000 euro sono davvero inutili. Basta il city pack e portarla a casa con 24000 euro e nessun altro bsuv di questa qualità ti da così tanto a questa cifra. Vi basta farvi un giro tra i configuratori. E se prendete i modelli a benzina ricordatevi che non saranno più 24000 ma 22000 euro.
     Leggi risposte
  • MG FHA (Fake Hybrid Audi) ma ti rendi conto che i 280l sono il "volume dichiarato" non il "consumo dichiarato" o la tua rabbia ti ha accecato? Già ho scritto i valori dichiarati e quelli misurati da Quattroruote del bagagliaio della Kamiq "normale". Poi, ci sono 600.000 auto da immatricolare entro il 31 dicembre 2020 e non penso siano tutte PSA. Di sicuro, al riguardo, la Comunità europea non si rende conto che il mercato continentale ha avuto, almeno fino a settembre, una contrazione del 30%, cosa che tutte le Case non hanno potuto prevedere e correre ai ripari in tempo. In più a novembre i concessionari di auto "solo" in Francia sono chiusi completamente per lock down, giustamente. Forse riapriranno il 2 dicembre mese noto nel quale si attende l"anno successivo per immatricolare "la propria" auto. Quindi è una situazione che va solo a svantaggio dei Gruppi francesi e del loro mercato interno dove, probabilmente, si faranno, per fine anno, "i numeri" di marzo/giugno del precedente lock down, cioè mercato fermo. In Germania la percentuale dei Gruppi tedeschi immatricolate è nell'ordine del 70% (ma qui probabilmente hai numeri più precisi); se avessero chiuso anche lì i concessionari ne avrebbero risentito ancor più dello "smaltimento" delle Euro6D. Se la Merkel avesse deciso la chiusura anche da loro (ma non lo avrebbe fatto comunque manco a spararla), "probabilmente" la Comunità europea avrebbe chiuso un occhio. Fare un confronto con il passaggio al Wltp è cosa da ignoranti in quanto si ignora completamente la situazione che ha portato il Covid-19 oltre che nella sanità (e si spera che lo si capisca) ma in quella economica, si ignora completamente il fatto che la pandemia ha portato un potere d'acquisto di gran lunga più basso per pre/Covid-19, del periodo del passaggio al Wltp. Se non lo si capisce, ok. Mi scuso del fatto che sono andato "fuori tema". Ma certa gente.
     Leggi risposte
  • Inutile dire con un eufemismo che il motore fa quel che può ed meglio godersi il comfort di marcia.. Su una vettura così servono almeno 250 Nm per andare in maniera giusta. A mio avviso, questi motori sono una bella bandiera ecologica ma non sono adeguati al tipo di vettura... Fosse una Citygo allora...
  • MG FHA: I 280 litri, sono "dichiarati" non misurati da Quattroruote e, come dovresti ben sapere, non corrispondono mai. Il 1.2 PureTech da 155cv non è più disponibile mentre il 1.5 BlueHdi da 100 (record di categoria come consumi reali registrati dal sito che tu conosci) è passato a 110cv con "ulteriore" taglio della CO2 (consumi) per essere in regola con le nuove omologazioni del 2021.
     Leggi risposte
  • Se avesse la motorizzazione a metano da 131cv (lo stesso della Octavia) sarebbe molto più appetibile. Unirebbe bassi consumi ed ottime prestazioni. D'altronde, se c'è il benzina da 150cv perché non potrebbe esserci il metano da 131?
  • Vista in foto: design/proporzioni laterali tedesche uguali identiche a bmw x3 del 2003... frontale francese citroen... gruppi ottici posteriori con richiami italianamente subliminali a fiat tipo... Sicuramente l'effetto finale non è quello di una frankenstein ;-) e cmq oggettivamente il lato B resta la parte più "originale" di quest'auto... che dire: un vero "pot-pourri europeo"...
  • Senza fronzoli mica tanto...rispetto alle cugine t roc e t cross ha dei materiali più ricercati negli interni (motivo per cui l’ho scelta). Inoltre, gusti a parte, ha una linea ricercata. Per quanto riguarda il motore, rispetto alla cilindrata e al peso dell’auto, si comporta anche bene.
  • Ormai il metano ed il gpl sono da 3 mondo col la scocciatura della rev. Bombola ogni 4 anni! ....volevo comunque ricordare a quel saputone di Vin Leo che i possessori di toyota ibride non sono dai millantatori che nelle condizioni di uso normali e con andature brillanti medie sorprendenti....
     Leggi risposte
  • Leggo che il collaudatore ha avuto le stesse mie sensazioni al volante della Kamiq.Infatti quando l’ho provato mi ha fatto un’ottima impressione per gli interni ma poi il motore è morto se si accelera o si fa semplicemente una salita.Peccato,perché l’auto ha una bella linea,interni ben fatti e molto comoda.Chissá perché mettono questi motorini sotto auto pesanti,l’Arona a metano ha lo stesso difetto,quando la WW ha in casa quel bel motore 1,5cc da 130cv che è piacevolissimo da guidare .Provate la Skoda a metano,e non queste auto da passeggio.
     Leggi risposte
  • faccio fatica a considerare senza fronzoli un B-Suv che, nel super accessoriato esemplare in prova, arriva a costare oltre 26.000 euro. Il confronto con il Duster sotto questo aspetto è ampiamente perdente, e Dacia negli ultimi anni ha fatto grandi progressi quanto a qualità percepita, pur non essendo ancora a livello di Skoda.
  • Vin i fari dei suv skoda e in generale l'estetica non è matrioska come inesperti da forum pensano....ma sono cmq su 2 livelli anche se con proporzioni diverse.
  • @matteo mori: Con 40 litri di GPL (calcolando 0,6€/litro e 24€ per un pieno e serbatoio toroidale dalla "capacità totale" di 47l ) con un 1.6 16V 110cv ci facevo 480km...E il GPL lo trovi da tutte le parti. In più hai il serbatoio di benzina intatto (per quanto riguarda la capacità si intende....). Praticamente 1200km di autonomia complessiva (con serbatoio da 50l e una media a benzina da 14km/l). Inoltre questa segmento B (sia pure crossover) costa 27.000€ e un ha bagagliaio ridicolo, cosa invece molto importante per una famiglia "clientela tipo" a cui si rivolge quest'auto...
     Leggi risposte
  • da ex metanista, 240 chilometri di resa per 13,3 kg sono pochini. forse il sistema di calcolo e' stato pessimista. su una macchina cosi piccola dovrebbe essere di bel altro livello. detto questo, costa tanto, soprattutto contando che molti optional fanno parte di pacchetti
  • Questo genere di frontale su più livelli Vin lo hanno tutte le skoda suv non solo questa, la prima auto ad averli adottati è stata la criticatissima prima jeep fca la cherokee, infatti col restyling hanno eliminato un livello di fari, poi la c4 picasso che non fanno più ultima citroen non lowocost. Metano....ormai sta morendo quando finiscono i finanziamenti statali le case non lo sviluppano più avvenuto prima in italia con fca e ora in germania con vw....questa serie del gruppo vw sarà ultima a metano. Il monofuel come lo sono tutte queste ultime gruppo vw, ossia ultime metano rimaste, è la ciliegina sulla torta per uccidere questa motorizzazione teoricamente interessante.
     Leggi risposte
  • Ha l'autonomia di un'elettrica per colpa del serbatoio benzina inesistente, bagagliaio ridotto e peso maggiorato. Inoltre affrontare un viaggio lungo diventa una scocciatura. Tutti motivi per non acquistarla e infatti le vendite del metano in generale sono in picchiata. Gente molto intelligente chi dà il via libera per mandare in produzione auto del genere...
     Leggi risposte
  • 278litri di bagagliaio dichiarati.... Quattroruote ne misura 334 sulle benzina/diesel provate dove Skoda dichiara 400 litri. Fate un po' i calcoli... 4,5 litri (1/2 serbatoio) sono veramente sufficienti per fare 80km? E se la strumentazione ha un minimo di tolleranza e...rimani a piedi, per strada perché non era precisa la misurazione nonostante abbia "2 possibilità" di alimentazione? I distributori per il metano, ormai, sono molto meno delle colonnine per le elettriche. Ma mentre per queste ultime ci sono buone probabilità di una diffusione più capillare (ma non saranno mai sufficienti...), per di distributori a metano, certo, non se ne prevedono di nuovi e nel Sud Italia già scarseggiano (in Sardegna poi non ce ne sono proprio...). La quota mercato delle metano a ottobre 2020 in Italia (Paese dove c'è più richiesta) è dell'1,6 Vs 1,8% delle elettriche.... Oltre a Panda e Ypsilon ci sono solo le Vag.
     Leggi risposte
  • La Skoda Kamiq a metano ha ben tre bombole sottoscocca. Quelle sotto il vano bagagli sono due e non "la bombola" --> https://tinyurl.com/y4hs68vq
  • A mio gusto questa è la Skoda meno riuscita tra i modelli di ultima generazione della casa ceca che invece trovo molto "centrati" per il posizionamento di mercato che vanno a ricoprire. in particolare non mi piace il frontale col doppio livello luminoso inventato a suo tempo dalla Juke e poi ripreso anche da altri modelli (da tutte le Citroën per esempio, ma anche dalla Santa Fe Hyundai). Molto brutta pure la "scrittona" posteriore in luogo dello stemmino rotondo, certamente più adatta ad un veicolo commerciale che ad un'auto (valli a capire 'sti designer!). ........... Circa l'esemplare in prova, è una delle ultime esponenti alimentate a Metano, come noto la VW ha deciso di abbandonare questa alimentazione quindi chi è interessato al CNG dovrà fare le sue valutazioni quando acquistare, perchè poi, una volta uscite di produzione, resterà solo l'installazione after market con tutte le incognite e controindicazioni del caso. Certo 240 Km di autonomia a gas ne fanno un'auto destinata a chi fa tragitti abitudinari "casa_lavoro", perchè uscire fuori dal percorso dove si incrocia un distributore di Metano (un viaggio per le vacanze per esempio), significa dover fare i conti coi soli 9 litri di benzina, di cui sfruttabili non più di 7 a meno di non voler fare i temerari dell'ultima goccia......
     Leggi risposte



  • FOTO


    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23769/maserati ok.jpg Maserati MC20: la prima prova, in strada e in pista http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/maserati-mc20-la-prima-prova-in-strada-e-in-pista Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/165a5f11-1a48-458b-92ef-50e4bd8867df?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23769/maserati ok.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/23769/maserati ok.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23758/BMW ALPINE PORSCHE.jpg Alpine A 110 S vs BMW M2 CS vs Porsche 718 Cayman GT4: torniamo a guidare http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/alpine-a-110-s-vs-bmw-m2-cs-vs-porsche-718-cayman-gt4-torniamo-a-guidare Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/dbe7be37-ff4f-4217-96ce-868eca72c23f?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23758/BMW ALPINE PORSCHE.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/23758/BMW ALPINE PORSCHE.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23743/QRT_OPEL_ASTRA 0028.jpg Diario di bordo, Day 1 - Opel Astra ST Ultimate http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-day-1-opel-astra-st-ultimate Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/7fe4b9db-d84e-4a77-8a26-59776abf0cfa?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23743/QRT_OPEL_ASTRA 0028.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/23743/QRT_OPEL_ASTRA 0028.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23742/QRT_OPEL_ASTRA 0034.jpg Diario di bordo, Day 2 - Opel Astra ST Ultimate http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-day-2-opel-astra-st-ultimate Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/7ae6e95a-01a5-445c-9be4-aed2a3e975a8?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23742/QRT_OPEL_ASTRA 0034.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/23742/QRT_OPEL_ASTRA 0034.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23741/QRT_OPEL_ASTRA 0035.jpg Diario di bordo, Day 5 - Opel Astra ST Ultimate http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-day-5-opel-astra-st-ultimate Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/93a79a36-3fb3-418d-8872-4ae036dee8b9?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23741/QRT_OPEL_ASTRA 0035.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/23741/QRT_OPEL_ASTRA 0035.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23737/QRT_OPEL_ASTRA 0066.jpg Diario di bordo, Day 4 - Opel Astra ST Ultimate http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-day-4-opel-astra-st-ultimate Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/d2c82ff5-932b-4e65-b354-487b81bd9923?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23737/QRT_OPEL_ASTRA 0066.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/23737/QRT_OPEL_ASTRA 0066.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23736/QRT_OPEL_ASTRA 0089.jpg Diario di bordo, Day 3 - Opel Astra ST Ultimate http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-day-3-opel-astra-st-ultimate Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/c9cbfa37-4b91-4d25-b648-7a056ec0469e?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23736/QRT_OPEL_ASTRA 0089.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/23736/QRT_OPEL_ASTRA 0089.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23735/LAMBORGHINI STO .jpg Lamborghini Huracan STO: in pista con il prototipo http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/lamborghini-huracan-sto-in-pista-con-il-prototipo Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/fc47de2d-ff67-4599-a7ad-fd1e835ad586?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23735/LAMBORGHINI STO .jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/23735/LAMBORGHINI STO .jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23728/Tucson per Meta1.jpg Hyundai Tucson: l'ambiziosa http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/hyundai-tucson-l-ambiziosa Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/0a2353ca-7332-44f2-abe9-2c7317b51954?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23728/Tucson per Meta1.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/23728/Tucson per Meta1.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23714/poster_bda55add-8eeb-45d2-a63c-db0da08c3b4e.jpg Scopri le soluzioni di ricarica Enel X: JuicePole e JuicePump http://tv.quattroruote.it/adv/video/render-enelx-8-mp4 ADVERTISING https://video.player.edidomus.it/video/1/2/ffdfb6b0-63e5-442a-b52f-9f49b0a9a328?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23714/poster_bda55add-8eeb-45d2-a63c-db0da08c3b4e.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/23714/poster_bda55add-8eeb-45d2-a63c-db0da08c3b4e.jpg

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca