Eco news

Parigi
"Nel 2020 tutta Parigi sarà una Zona 30"

2015-parigi

Detto (anzi, annunciato), fatto: a Parigi, il sindaco Anne Hidalgo ha messo nero su bianco il provvedimento che dal 1° luglio cancellerà dalla città i veicoli più vecchi. Non è la sola misura anti-auto prevista dall'amministrazione: secondo i report che arrivano dalla capitale, entro il 2015 le Zone 30 saranno infatti estese a un terzo della città, con il progetto di arrivare al 90% tra cinque anni.

Mirino puntato. Dopo aver introdotto i 70 orari sulla tangenziale, Parigi l'amministrazione si prepara dunque a un'altra stretta. Tra un mese, tutti i mezzi immatricolati antecedentemente al 1° ottobre 2001 non potranno più circolare durante il giorno: la fascia oraria decisa dall'amministrazione va dalle 8 alle 20. Parallelamente ai divieti, nel giro di sei mesi le Zone dove sarà obbligatorio viaggiare a 30 orari passeranno dal 20 al 30% del territorio cittadino, mentre nel 2020 le piste ciclabili saranno cinque volte di più. La prospettiva, però, è di salire ancora: ora la proposta di Hidalgo è di estendere le Zone 30 al 90% del territorio, con l'ipotesi di istituire anche aree dove non si potranno superare i 20 all'ora.

Redazione online

COMMENTI

  • Io mi domando come nelle metropoli italiane, come qui a Milano, non possiamo puntare su macchine elettriche. Potrebbero ridurre NOTEVOLMENTE l' inquinamento atmosferico e l' inquinamento acustico.
  • Francamente non vedo il problema. A meno di non avere orari di lavoro particolari tali per cui ci si muove fuori dagli orari di punta, la velocità con cui ci si sposta in auto è già oggi ben inferiore a 50 km/h. Per cui l'istituzione del limite a 30 km/h è al più il recepimento di una situazione esistente... Peraltro nelle nostre città le vie del centro sono sovente strette e tortuose e in tale contesto 50 km/h sono anche troppi. Semmai c'è il problema di mantenere i 30 km/h con l'auto: io con la Prius non ho problemi dato che ha la trasmissione continua, ma con un'auto "a marce", o peggio con una moto, la vedo dura.
     Leggi le risposte
  • Scusate redazione, ma quale sarebbe la fonte di questa notizia??? Secondo il piano antinquinamento varato dalla Hidalgo (che nel 2017 speriamo vivamente sia già tolta dalle scatole dell'Hotel de Ville essendo lei in corsa per l'Eliseo), risulta che: Dal primo Luglio 2015 è previsto il divieto di circolazione dalle ore 08 alle 20 all'interno della cintura urbana formata dai Boulevards Peripheriques (che restano liberamente percorribili) per "Autocars" e "Poids Lourds", (che in francese sarebbero i pullman e i camion), immatricolati prima del 2001, e dunque NON DI TUTTI I MEZZI come riportato nell'articolo di Quattroruote. Dal primo Luglio 2016 poi, è previsto che il divieto sia esteso anche alle autovetture ma se immatricolate prima di Ottobre 1997 (E NON il 2001). Per quanto riguarda le "Zone 20", voglio proprio vedere dove saranno istituite, e che questa spagnola naturalizzata ci venga a spiegare come si fa ad andare a 20 Km/h con la macchina........
  • Penso che venderei l'auto dopo una settimana.
  • Bisogna vedere se sarà ancora sindaco
  • No comment!
  • Una Parigi senza Citroen 2CV, Renault R4 ecc. che razza di Parigi e'??
     Leggi le risposte
  • Le Zone 30 sono le benvenute, in attesa della guida autonoma.
  • Se sarà così, sarebbe meglio chiudere definitivamente al traffico tutta la città trasformandola in un paradiso per i ciclisti, ma solo quelli poco allenati !!!
  • Nel 2030 invece metteranno le zone 10 , anzi no andranno tutti a piedi cosi l'inquinamento ( provocato dalle auto ) sparirà.....per la gioia dei verdi e di tutti quelli che credono che l'inquinamento sia dovuto solo ed esclusivamente alle auto.
     Leggi le risposte