Dieselgate Volkswagen - Caso portato alla luce dall'Icct: i retroscena - Quattroruote.it
Eco news

Dieselgate Volkswagen
Caso portato alla luce dall'Icct: i retroscena

2014_vw_passat_usa

Dal confine col Messico a quello col Canada. Viaggiando a bordo di tre auto: una Volkswagen Passat, una Volkswagen Jetta e una BMW X5. Un "road trip" lungo come la costa pacifica degli Stati Uniti d'America, da San Diego a Seattle, per cercare il motivo di certi conti che non tornavano, in fatto di emissioni nocive dei motori diesel.

Mesi di spiegazioni fuorvianti. È così, con un test degno di questo nome, che il poco noto International Council for Clean Transportation ha fatto esplodere la bomba dell'anno. Un report micidiale, quello della nonprofit indipendente, che ha messo a nudo le pratiche scorrette della Volkswagen. Costringendo il gigante tedesco ad ammettere le proprie colpe sulla grande frode delle emissioni negli Usa. Ma solo dopo lunghi mesi di spiegazioni insoddisfacenti, come riportato in un'ampia ricostruzione curata da Bloomberg.

Tutto ha inizio dal report del gruppo-Mock. L'iniziativa, nello specifico, è nata da un'idea di Peter Mock, responsabile europeo dell'Icct, nonché autore di un dettagliato studio sulle emissioni reali dei diesel di ultima generazione. Il meticoloso dossier, datato ottobre 2014, giungeva a una conclusione inequivocabile (riportata a pagina 57): "Le analisi suggeriscono l'applicazione di strategie di controllo degli NOx che sono ottimizzate per le attuali procedure d'omologazione, ma non sono sufficienti a garantire risultati adeguati su strada".

La prova del nove in America. Rilevata la sorprendente discrepanza tra banco e test su strada, Mock ha pensato di far replicare le verifiche negli Usa, coinvolgendo il suo omologo americano, che per uno strano scherzo del destino si chiama John German. Considerata la maggiore severità dei test d'omologazione per i modelli venduti negli Stati Uniti, i due ricercatori erano sicuri di andare incontro a risultati di guida in linea con quelli d'omologazione.

Il ruolo centrale del Pems. German e i suoi si sono avvalsi della collaborazione del Center for Alternative Fuels, Engines and Emissions dell'Università della West Virginia, che dispone dell'apparecchiatura Pems (Portable Emission Measurement System). Questo "scatolone della discordia", compatto e maneggevole, può essere alloggiato nel bagagliaio delle automobili per misurare così i consumi direttamente su strada, e non nelle condizioni artificiali del banco a rulli. Per la cronaca, il Pems verrà usato per le omologazioni Ue a partire dal 2017: una scadenza che è diventata un incubo per i Costruttori.

L'esito-shock. I risultati ottenuti sulle 1.300 miglia che separano San Diego da Seattle sono stati semplicemente sconcertanti: la Passat ha prodotto NOx per un livello 5-20 volte superiore al consentito, la Jetta tra le 15 e le 35, mentre la BMW X5 è stata promossa. L'Icct, numeri alla mano, ha informato l'Epa e il California Air Resources Board, che hanno avviato un'inchiesta.

Il richiamo e l'indagine del Carb. Dopo mesi di trattative, la Casa si è fatta avanti per replicare il test del gruppo-German e risolvere il problema, affermando di aver scoperto il "baco" all'origine delle emissioni fuori controllo, e avviando un provvedimento di richiamo (dicembre 2014) riguardante quasi 500.000 vetture. Il Carb, nel frattempo, ha portato avanti l'indagine, scoprendo che le contromisure messe a punto dal Costruttore, ed effettuate durante il richiamo, non erano sufficienti a cambiare la situazione.

L'epilogo. L'8 luglio del 2015 l'ufficio californiano ha quindi emesso un'informativa ufficiale, indirizzata all'Epa e alla Volkswagen stessa: un documento che ha indotto Washington a chiedere ulteriori delucidazioni, pena la non certificazione di conformità necessaria alla commercializzazione negli Usa. Oggi, dopo un week-end rovente e una catastrofe biblica in borsa, sappiamo che la confessione è arrivata soltanto dopo la messa in atto di questa minaccia.

Fabio Sciarra

COMMENTI

  • Ma alla fine spero che verranno rimborsati tutti, sia i clienti che si son trovati una vettura che e' palesemente differente da quanto dichiarato, e il resto della Societa' che chi in un modo o in un altro ha pagato in termini di salute pubblica. Ma tant'e' lo so gia' che questo non accadra'... e se accadra' lo faranno solo in parte.... facendo dei richiami (gratuiti) per sanare i clienti, e pagando una o piu' multe per la collettivita'.... e intanto la galera per i responsabili, e i danni all ambiente resterranno solo nei pensieri di pochi.
  • Il tutto si riassume che la comunità (Noi) ci rimette "in salute" per arricchire un gruppo industriale, alla faccia di chi spende qualche soldo in più per comprare una auto del gruppo VW contando sulla serietà dell'azienda... Il danno oltre la beffa.
  • Alla luce di questo incredibile scandalo, la decisione di Suzuki di continuare ad utilizzare i motori Fiat e di "separarsi" da VW diventa più comprensibile !
  • Audi, all'avanguardia della tecnlogia peccato! per ambiente e cittadini. I tedeschi han provato a gasare un po' gli states, del resto anche gli states si son sbagliaticn i gas nervini di Saddam &c. ad esempio e gli han scarcato un po' di bome stupide vecchie e miracolose intelligienti perchè ormai l'unico ebete son io. A proposito agli Usa chi gliela dà la multa ? qualche tribunale per i diritti Umani? mah pare sempre la legge del piu' fotre, forte la parola "demcrazia", mah..
  • Interessante vedere se in europa han fatto la stessa cosa, e se è una pratica che fanno tutti (cosa che assumerebbe contorni ancora più gravi). Tra l'altro se non ho letto male in altri articoli, la dichiarazione è un atto volontario, quindi si son tirati la zappa sul piede da soli? non ne capirei il motivo onestamente... henry f, se ci sei batti un colpo
     Leggi risposte
  • Io non capisco perchè non riesco più ad inserire commenti sul sito. su 10 commenti che scrivo, ne pubblicano si e no 2..
  • Quanti commenti inutili per nulla. I più divertenti sono quelli che si dichiarano fieri di essere "fiattari", beh probabilmente non conoscono bene la sotria della fiat... Se VAG ha sbagliato, si prenderà le sue responsabilità e pagherà.
     Leggi risposte
  • sapete la data della svendita totale e della messa in liquidazione della società?.... il castello di sabbia sta per sbriciolarsi
     Leggi risposte
  • Se tutti i veicoli che montano il motore EA189 non sono più ne Euro5 ne Euro 6, non possono essere ammessi alla revisione. Dunque, sarebbero tutti da rotamare per ordine della Motorizzazione Civile, e verrebbe cancellata l'omologazione ?
     Leggi risposte
  • Alle 12:00 l'azione perde già 32%. 100 miliardi di capitalizzazione cancellati in 24 ore. Domani salta Winterkorn. Secondo VW, toccati motori 2.0 TDI presenti in 11 milioni di veicoli in circolazione nel mondo. Arrivono le prime richieste di ripresa di veicoli nei concessionari VAG americani. Il Department of Justice apre un indagene criminale. Secondo VW il software non modifica le emissioni...
  • Questa brutta storia non solo getta pesanti ombre sui tedeschi (di WV), che in generale sono sempre stati ritenuti essere paladini di onestà e trasparenza, ma purtroppo anche su tutto il settore automobilistico. I tedeschi hanno sempre avuto un' atavica bramosia di predominio un po' in tutti i campi e purtroppo per inseguire questo desiderio a volte ci scappa anche lo scivolone...
  • Le emissioni di qualsiasi veicolo diesel, benzina e gpl uccidono! il resto solo chiacchere e alibi!
  • La relazione completa, roba interessante http://www.theicct.org/sites/default/files/publications/WVU_LDDV_in-use_ICCT_Report_Final_may2014.pdf
  • Stavo valutando proprio in questi giorni l'acquisto del nuovo TDI Euro 6. Mi chiedevo se fosse pensabile che adesso i controlli venissero fatti anche a livello europeo e tale motore venisse declassato, tipo da Euro 6 a Euro 4.
  • Vorrei far notare che il problema in questione riguarda le emissioni inquinanti e NON riguarda I consumi dichiarati. Vedo che molti hanno tendenza a far confusione. Si tratta di un sistema che VW ha trovato per dichiarare delle emissioni inquinanti in modo scorretto.
  • In Europa invece quali sono i limiti sulle emissione di NOx? Potrebbe esistere anche qui il problema?
     Leggi risposte
  • Scusate, ma HF è morto subito dopo la conferenza stampa? No, perché lui... sempre così attivo nel spalare merda su FCA... ora non dice una parola? Poverino, penso ci sia rimasto davvero male! In VAG sono dei ladri di galline, e meritano di essere trattati come tali, senza nessuno sconto. Era ora che i nodi venissero al pettine, così almeno la smettono di darsi arie da primi della classe, quando dovrebbero ancora imparare a costruire motori diesel. Perché lo sanno, mi auguro, che la X5 che ha svolto i test insieme alle loro auto, ha superato tranquillamente la prova emissioni... Ora i vaggari non se ne uscissero con la storia che "siamo tutti uguali". Non è proprio il caso!
  • In uno degli ultimi numeri di 4r veniva denunciata l'arretratezza degli USA (e del Giappone) che non vogliono i pulitissimi e fantastici diesel... non è che a ragion veduta hanno ragione???
  • suzuky quando ha deciso di mettere i diesel fiat anzichè vw, aveva fiutato qualcosa. Dovrebbero fare un ispezione completa a vw a tutti i livelli, dato che se han frdodato sulle emissioni, immaginiamoci sul resto
  • Pessima figura a livello planetario e repentina e meritata fine per Winterkorn (che dovrebbe rassegnare le dimissioni ma l'Italian Style della poltrona attaccata al di dietro ormai spopola ovunque). Resto dell'idea che i motori diesel andrebbero aboliti perché molto più complessi e costosi dei benzina ed inoltre di più difficile manutenzione.
  • chissà cosa succederà quando avvieranno i controlli sui reali consumi in ordine di marcia delle macchine...
  • chissà cosa succederà quando avvieranno i controlli sui reali consumi in ordine di marcia delle macchine...
  • Forse aver preso da questi un'auto a benzina, progettata nel '98 e con un motore ancora precedente non è stata una scelta pellegrina... A quel tempo, sapevano le auto le sapevano fare senza barare. Una ventina d'anni fa la VW era alla canna del gas negli States, tanto che considravano di ritirarsi dal mercato. Poi, con un paio di prodotti azzeccati riuscirono a tirarsi su -e l'ing. Piëch ci ha messo non poco impegno. Adesso hanno modelli dedicati: Passat, Jetta e Beetle guarda caso e puntavano parecchio su quel mercato. Peraltro, spingendo proprio sui piccoli diesel che si son scoperti truccati. Ora? La reputazione se la sono giocata per valori enormemente maggiori di quanto ogni multa possa quantificare. Non credo che venderanno molti altri TDI common-rail... Anzi, non sono sicuro che nei prossimi 10 anni riusciranno a vendere molto. Non saranno felici neppure gli operai laggiù, dato che molte delle auto prodotte per il mercato americano son fatte proprio lì. Una cosa però va detta: non è una nazione o un popolo che ha fatto il furbo, ma è il Gruppo VAG: gli altri costruttori tedeschi ne son rimasti fuori, fin'ora, e anche Berlino non è felice dell'accaduto e sta già chiedendo chiarimenti. ~~~ Non riesco a pensare che Piëch fosse all'oscuro, né che fosse particolarmente contento. E forse il suo abbandono improvviso, e non solo il suo, non è del tutto scorrelato da questa loscata.
  • Chissà che pandemonio uscirà quando scopriranno che così fan tutti.....
  • Senza malizia... ma vorrei proprio vedere chi nel momento sacro della scelta della propria autovettura la seleziona sulla base degli Nox e della Co2 prodotta... affermare che adesso si è passati ad essere ex clienti del marchio per questo scandalo mi pare eccessivo... Direi perlopiù che l'uomo medio è interessato ai consumi di carburante (e al proprio portafoglio appunto); la cosa veramente scandalosa è che il 100% delle volte vengono pubblicati falsati da tutti (belli e brutti). Ringrazio QR che almeno durante le sue prove su strada pubblica i dati di consumo effettivo su strada.
  • noto che finalmente anche la redazione di 4R ( buon'ultima) è venuta giù dal fico e comincia a chiamare le cose con il loro nome... FRODE. Ancora fino a ieri sera in una imbarazzante intervista radiofonica sulla Rai il vicedirettore si è esibito in una stepitosa arrampicata sugli specchi degna del miglior Messner pur di non ammettere le responsabilità di VAG. Dapprima ha sostenuto che non si poteva parlare di truffa ma bensì di "trucco" ( sic...!) e quando la conduttrice, incredula, glia ha chiesto dove sta la differenza il nostro s'è n'è uscito affermando che tanto così fan tutti perchè la colpa non è di chi bara ma delle regole troppo severe. No dico ...Vicedirettore...!
     Leggi risposte
  • Questa notizia è molto positiva perché punta i riflettori sui motori diesel in generale. Qualche tempo fa questo combustibile è stato considerato cancerogeno e nonostante gli sforzi che fanno per renderlo pulito rimane il più inquinante. Direi che sarebbe saggio abolirlo del tutto e passare finalmente a qualche alternativa più sostenibile.
  • e anche oggi una carellata di commenti fatti da italioti invidiosi. Al di la dello scandalo, nelle nostre strade è strapieno di auto tedesche e i marchi Audi e Vw stanno avendo un successo strepitoso. Non credo che questi indicenti di percorso frenino la corsa di chi sa fare macchine e lo sa fare di mestiere.
     Leggi risposte
  • Quindi VAG non solo è stata presa con le dita nella marmellata, ma è da tempo che ce le mette dentro. Aspettiamo l Borsa di Frncoforte di oggi: cara VAG la chiusura di venerdì è lontanissima perché la bomba è scoppiata nel fine settimana!
  • Altro dettaglio interessante... non è la prima volta che VW ha truccato i test di emissioni, già nel lontano 1974, sempre negli USA, modificavano gli impostazioni del carburatore durante i cicli di prova. Sono stato condannati e hanno pagato un multa.
  • bè questo articolo chiarisce che bmw per esempio non ha taroccato i dati.........ed è già un'altra bella mazzata.....per la casa...dell' "avanguardia della tecnica"........
     Leggi risposte
  • il titoli Volkswagen ieri è crollato del 18,6% dopo aver raggiunto punte del 22%. Fonte Tg1 Stessa fonte ha affermato che è stata elevata una multa da 18 miliardi di dollari , che se confermata è una mazzata ! Ma la cosa più sconcertante è stata la pubblica ammissione del gran capo che si è dovuto scusare per la frode !
  • Sarebbe molto interessante sapere quando hanno iniziato ad usare questi "metodi"
  • Ma come 13 commenti??? Mezz'oretta fa ce n'erano molti di più! Non ditemi che avete comprato il sito in Germania!
  • Il bello è che VW ha vinto il "Green Car of the Year award" nel 2009 e 2010, proprio con il 2.0 TDI al centro dello scandalo. E' chiaro che ilpremio veniva assegnato sui dati dichiarati dal costruttore e confermati dai test "taroccati" dalle centraline furbe. Con questo, date pure fiducia alle riviste...
  • Das auto eh? Chissà che sia la volta buona che ammettano che anche i loro cambi a doppia frizione sono umani e non discesi dal cielo circondati da un'aura luminosa...
     Leggi risposte
  • I furbetti del maggiolino
  • Bene, dato che hanno smascherato la diversità fra i dati di emissioni ai rulli e quelli reali su strada e considerato che le emissioni alla fine sono anche legate ai consumi, speriamo sia un primo passo pure per smascherare i troppo ottimistici dati di consumo omologati ai rulli.... e via via per tutte le marche senza aspettare il 2017....
  • In Germania effettivamente il "vizietto" del tarocco evidentemente è di casa. E sempre, guarda caso, pro domo... quel tale costruttore... Eh sì, mi riferisco allo scandalo dell'ADAC che quasi due anni fa fu messa sotto i riflettori circa le modalità truffaldine messe in atto da questo ente per sostenere che i tedeschi, coi loro voto, avrebbero di gran lunga preferito come auto dell'anno la Golf piuttosto che auto di altre marche. Adesso il giochino con tempi e modi differenti parrebbe ripetersi ma, per così dire, la sostanza non cambia, sempre di TRUFFA parrebbe trattarsi. Anzi, qui la cosa sarebbe ben peggiore perchè fatta con dolo su di un argomento ben più sensibile quale è quello dell'inquinamento, tema sempre molto sentito nei Paesi civili... Insomma, fossi in loro per un bel po' mi cospargerei il capo di cenere ed eviterei il profluvio di pubblicità "infestante" su tutti i media del gruppone che sventaglia a destra e a manca la superiorità di piattaforme miracolose piuttosto che non meglio comprensibili stimmate di leader nel campo della "qualità". Ma conoscendo il loro modus operandi ho seri dubbi che si pongano minimamente il problema. Del resto che vuoi che sia, di sol TRUFFA trattasi...
  • La mia critica a 4R non è tanto per lo scub assente. O meglio, è stato grave, ma è sicuramente più grave sto software della malora che usano per il sito.
     Leggi risposte
  • Per me Confrontare Due Berline di Segmento C e D con un SUV maxi di un concorrente, mi sembra anche questa una presa per il sedere >:-(
     Leggi risposte
  • Beh, sono anni che i costruttori tedeschi dichiarano prestazioni, emissioni, e qualità millantata che non sta ne in cielo ne in terra. Leggendo le varie cartelle tecniche e le "prove" reperibili in giro, pare che la fisica in Germania sia un optional. Auto con 245 cavalli e 1700 kg di peso che allegramente accelerano da 0-100 in 5 secondi bassi... Roba da rimanere basiti... Finché non le provi... È lì capisci che... Era tutta una ca**ata... Ma niente niente che in Germania si investe molto di più in "giudizi imparziali" che in tecnologia? Mi sa di si... È mi sa che però le bugie hanno le gambe sempre troppo corte.
  • A questo punto urge articolo tecnico su come le varie case abbattono i Nox....
     Leggi risposte
  • Sono davvero esterrefatto. Un comportamento simile da Volkswagen non me lo sarei mai aspettato e come loro cliente (diciamo pure EX adesso) non posso che indignarmi e sperare che questi stratagemmi non siano stati adottati anche per altri test dove magari è la sicurezza del conducente ad essere in gioco. Spero che venga applicata la sanzione da 18 miliardi e che questo serva da monito a tutti gli altri costruttori.
  • Sarebbe pero' corretto ora eseguire test anche su altri motori diesel di altre case,per verificare eventuali anomalie ripeto eventuali.
  • Sarebbe pero' corretto ora eseguire test anche su altri motori diesel di altre case,per verificare eventuali anomalie ripeto eventuali.
  • qualcuno mi spiega perché i commenti sono solo 13?
     Leggi risposte
  • Una botta tremenda per VW. Ora chiarezza anche in Europa!
  • Io non capisco. Come potevano pensare di farla franca, qualunque ente avrebbe potuto determinarlo con semplici prove....io davvero non capisco come un'azienda del genere abbia potuto compiere un "tentativo" del genere. L'unica spiegazione è che lo considerassero una pratica comune.....ma cmq è assurdo, anzi è stra-assurdo: se io fossi un concorrente pagherei un reparto apposta per trovare appigli per screditare i concorrenti....Se io fossi un'industria Automotive Americana pagherei dieci reparti solo per trovare appigli per fermare sul nascere l'invasione dei Diesel in Usa.....Insomma cmq la si giri una follia.
     Leggi risposte
  • Per i piu' curiosi: http://www.reuters.com/article/2015/09/21/usa-volkswagen-idINL5N11R0TU20150921
  • Scusate ma non mi torna una cosa. Se io sono una casa automobilistica come minimo analizzerò tutte le auto della concorrenza. E analizzerò i dati e pure il software. Possibile che nessuna dico nessuna casa concorrente ha scoperto tutto ciò? Mi sembra difficile...
     Leggi risposte
  • Salve a tutti scusate ma qualcuno di voi ha visto l'intervento del vicedirettore di 4R a Rainews 24 in merito al caso Vw? solo a me ha lasciato vagamente perplesso?
     Leggi risposte
  • Se fosse accaduto ad ua Casa giapponese, il presidente avrebbe fatto harakiri in conferenza stampa
     Leggi risposte
  • Lo avesse fatto la FCA adesso avremmo già visto la Merkel con il "ditino dritto" a chiedere le dimissioni di Marchionne e del ministro dell'industria Guidi e magari,starebbe pensando a dei dazi per le auto italiane vendute nella grande Germania!
     Leggi risposte
  • FIERO DI ESSERE FIATTARO
  • OPS... ora chiudete gli occhi e immaginate se al posto della VW vi fosse scritto FIAT...
  • Ripropongo la domanda: perché il problema riguarda solo Volkswagen? Cosa propone il resto dei costruttori? BMW ha superato il test grazie a prodotti a base di urea come l'AdBlue, o ha messo a punto altre soluzioni tecniche?
     Leggi risposte
  • Un comportamento gravissimo per una grande casa, che in america pure si vantava a suon di SPOT del clean diesel, concorrenza sleale, e truffa ai consumatori premeditata, nemmeno la propaganda in tempo di guerra con le dovute proporzioni è arrivata a ciò.
  • Aggiunta: a questo punto sarebbe da chiarire come mai BMW ha passato il test. Qualcuno con competenze più sviluppate delle mie ha idee più chiare al riguardo? BMW adotta soluzioni a base di urea tipo AdBlue o ha messo a punto altre soluzioni?
     Leggi risposte
  • Moca sei il mio eroe,no more diesel!
  • Fraud of the year 2015.
  • Certo che gli americani non difettano di tempismo... La patata bollente viene gettata in pasto al mondo intero quando uno dei due principali eventi motoristici della "vecchia Europa" è in pieno svolgimento - nel cuore finanziario della Germania, peraltro. Un bello sganassone! Fin troppo ben assestato.
     Leggi risposte
  • E' la mia vittoria,sono anni che sono contro le auto diesel,non mi vengano a dire che le altre casa non sapessero nulla in 8 anni di inganno.Tutte le diesel inquinano molto di più' del dichiarato
     Leggi risposte
  • Ho già toccato con mano e portafoglio la serietà'di questa azienda e posso solo dire come sono contentoooooo!!!!!!!!!!!!
  • Quindi volessi comprare una Golf TDI ora potrei riuscire a portarla a casa a buon prezzo?
  • http://www3.epa.gov/otaq/cert/documents/vw-nov-caa-09-18-15.pdf
  • WV-AUDI: "ALL'AVANGUARDIA DELLA TRUFFA"!!!
  • Meglio aspettare....cosa? questi dettagli circostanziati non sono altro che la conferma delle notzie già date da importanti quotidiani. E' ovvio che si cerca di recuperare, con professionalità, certamente, il colpevole ritardo di informazione.
  • Il gruppo VW ha fatto la figura di m... , con tutti soldi e mezzi che hanno.... Intanto - Volkswagen crolla in Borsa e chiude in calo del 17,2%, con picchi del -23% e ai minimi da oltre 3 anni, dopo aver ammesso di aver falsato la misurazione degli scarichi di gas dei veicoli diesel venduti negli Stati Uniti...
  • CLAP CLAP CLAP ora aspetto i signori sostenitori della correttezza tedesca. Io ho solo auto e moto Italiane, io sono FIERO del mio paese, voi di coloro che vi intossicano e vi hanno rubato il 50% dello stipendio.
     Leggi risposte
  • Qui come minimo parliamo di milioni di motori Diesel commercializzati in tutto il mondo occidentale (non conosco ne so se esistono cicli di omologazione simili in Asia) del gruppo VAG (Audi, VW, Seat, Skoda) messi in vendita barando (e manco di poco) sui parametri imposti. Forse si inizia a capire come fa un Colosso del genere ad essersi imposto in tutto il mondo......e poi si parla degli italiani truffaldini...qui hanno truffato miliardi di cittadini inquinando oltre i limiti! Vediamo cos'altro verrà fuori nel prossimo futuro, ma adesso il gruppo VAG oltre a correre ai ripari e mettere in regola tutti i motori già venduti, dovrà fare lo stesso con quelli in produzione, oltre a pagare i risarcimenti e la mega multa che infliggerànno gli USA. In Europa vedremo, ma sono certo che cercheranno di difendere i tedeschi e se la caveranno con poco!
     Leggi risposte
  • Strano ,quando si parla male del gruppo Volkwagen ,nessuno osa commentare !Se fosse accaduto a Toyota,Honda o FCA ,sai come sarebbe stata pieno di commenti negativi ed irrisori.Ma si sa, il sacro non si tocca.
     Leggi risposte
  • ... Pensate quale enorme indennizzo dovrà affrontare VW dopo la sicura class-action degli acquirenti delle auto!!!
  • Della serie: gra