Colonnine di ricarica 180 nuove stazioni Enel in autostrada

Redazione online Redazione online
×
 

La ricarica rapida per le auto elettriche arriverà presto in autostrada anche in Italia. Un nuovo progetto dell’Enel conta di installare entro il 2018 ben 180 colonnine sulle più importanti arterie del nostro Paese, 30 delle quali già pronte a settembre. 

In tutta Italia. La capillarizzazione dei punti di ricarica partirà dall’A1 Milano-Roma e dall’A4 Torino-Venezia dove, nelle principali aree di servizio, saranno installate già nei prossimi mesi le prime colonnine. Nel piano dell’Enel c’è però spazio anche al Centro e Sud Italia con l’immediata apertura di tre stazioni elettriche sul Grande Raccordo Anulare di Roma e un paio destinate alla Salerno-Reggio Calabria. 

Obiettivo 12 mila colonnine. L’ambizioso progetto del Gruppo Enel è stato già presentato al ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio e prevede, solo nel 2018, l’installazione di 180 colonnine di ricarica rapida in tutta Italia. Nell’arco di tre anni, con un investimento di 300 milioni di euro, Enel si pone l’obiettivo di creare un’infrastruttura da circa 12 mila punti di ricarica, coprendo l’intero territorio nazionale e di alcuni stati europei.

Alberto Buratti

Caro Michele C T, si informi prima di valutare. I compressori dei supercharger sono normalmente installati a coppie, con due "parcheggi" cablati in un unico stallo. Se due automobili sono collegate allo stesso tempo devono condividere la potenza disponibile. Il massimo che uno stallo è in grado di fornire sono 145kW, comunque una sola vettura può usare fino a 120kW se è da sola. Se entrambe le vetture sono già in uno stato di ricarica dove stanno utilizzando meno delle metà della potenza disponibile non esiste alcun effetto, ed entrambe le vetture caricano normalmente. In caso contrario, si riduce la velocità di ricarica. Lo schema di condivisione privilegia la prima auto di plug-in. La prima automobile otterrà normalmente la potenza che le serve, la seconda auto invece si prenderà quello che non viene utilizzato dalla prima (ma con un limite in modo che la seconda vettura ottenga sempre almeno un minimo di circa 30kW). Dopo che la prima automobile si è scollegata e se ne va, la seconda auto prende il primo posto e ha la priorità su qualsiasi altra vettura che si inserisce successivamente. La condivisione non può frazionare la potenza, deve lavorare in tagli di circa 1/12 della potenza totale dello stallo, così la seconda auto vedrà la potenza di ricarica alzarsi in passaggi come la prima auto ne assorbe meno, piuttosto che vedere un aumento uniforme. Quindi è meglio ricaricare in uno stallo completamente vuoto. Inoltre i alcuni siti la potenza è in condivisione con quella di edifici già presenti sul sito e potrebbe diminuire fortemente a seconda dell’utilizzo in quel momento, allungando la carica in alcuni casi in ore di picco di almeno 30 minuti. Poi da qualche tempo si stanno verificando, wek end - feste - vacanze, notevoli disagi nei supercharger di passaggio arrivando anche ad avere 5-6 auto in coda per la ricarica. Ci rifletta... adesso che arriva anche la 3. Inoltre per quanto riguarda Enel potrebbe anche costruire un compressore da 1 megawat ma peccato che non lo utilizzerebbe nessuno perché le batterie le friggerebbe al posto di ricaricarle, anche perché per queste 180 colonnine Enel ha vinto un bando Europeo che ne stabiliva le caratteristiche e a quelle si deve attenere.

COMMENTI

  • Caro Michele C T, si informi prima di valutare. I compressori dei supercharger sono normalmente installati a coppie, con due "parcheggi" cablati in un unico stallo. Se due automobili sono collegate allo stesso tempo devono condividere la potenza disponibile. Il massimo che uno stallo è in grado di fornire sono 145kW, comunque una sola vettura può usare fino a 120kW se è da sola. Se entrambe le vetture sono già in uno stato di ricarica dove stanno utilizzando meno delle metà della potenza disponibile non esiste alcun effetto, ed entrambe le vetture caricano normalmente. In caso contrario, si riduce la velocità di ricarica. Lo schema di condivisione privilegia la prima auto di plug-in. La prima automobile otterrà normalmente la potenza che le serve, la seconda auto invece si prenderà quello che non viene utilizzato dalla prima (ma con un limite in modo che la seconda vettura ottenga sempre almeno un minimo di circa 30kW). Dopo che la prima automobile si è scollegata e se ne va, la seconda auto prende il primo posto e ha la priorità su qualsiasi altra vettura che si inserisce successivamente. La condivisione non può frazionare la potenza, deve lavorare in tagli di circa 1/12 della potenza totale dello stallo, così la seconda auto vedrà la potenza di ricarica alzarsi in passaggi come la prima auto ne assorbe meno, piuttosto che vedere un aumento uniforme. Quindi è meglio ricaricare in uno stallo completamente vuoto. Inoltre i alcuni siti la potenza è in condivisione con quella di edifici già presenti sul sito e potrebbe diminuire fortemente a seconda dell’utilizzo in quel momento, allungando la carica in alcuni casi in ore di picco di almeno 30 minuti. Poi da qualche tempo si stanno verificando, wek end - feste - vacanze, notevoli disagi nei supercharger di passaggio arrivando anche ad avere 5-6 auto in coda per la ricarica. Ci rifletta... adesso che arriva anche la 3. Inoltre per quanto riguarda Enel potrebbe anche costruire un compressore da 1 megawat ma peccato che non lo utilizzerebbe nessuno perché le batterie le friggerebbe al posto di ricaricarle, anche perché per queste 180 colonnine Enel ha vinto un bando Europeo che ne stabiliva le caratteristiche e a quelle si deve attenere.
  • ho come l'impressione che ci sia un delirio collettivo: ma che senso ha tutto questo casino per bruciare del gasolio per rifornire una nuova rete elettrica di ricarica batterie? ma non meglio bruciareil gasolio nelle centrali invece che indebitare il paese e la gente per cose inutili ehe sostituiscono (in peggio) ciò che già funziona bene?
     Leggi risposte
  • Molto interessante. Il vero problema è la rapidità. Le attuali colonnine ENEL presunte "rapide" viaggiano a 22 kW. Considerando che le macchine elettriche "serie" hanno batterie che vanno dai 60 ai 100 kWh, i tempi di ricarica potrebbero diventare biblici, e ben lontani dal classico pieno di benzina. Le ditte serie (una sola, Tesla) ha una enorme rete di colonnine proprietarie che viaggiano a 140 kW e parlano già di un prossimo upgrade a 350 kW. Tempi paragonabili alla benzina: fantascienza per l'ENEL.
     Leggi risposte
  • tanto poi usciranno le auto a molla....
  • Mi piacerebbe sapere dove troveranno l'energia elettrica quando le colonnine saranno non 12.000 ma 120.000 o 1.200.0000 che sono comunque poche se si svilupperà la vendita di auto elettriche.A parte la produzione:e non tiriamo fuori l'eolico o i pannelli solari che funzionano solo con il sole e a oggi sistemi di immagazzinamento energia prodotta a parte le batterie.non ne esistono.Occorrerà poi fare una nuova rete elettrica capillare per raggiungere anche i posti di montagna(non si circola solo in autostrada) dove l'auto consumerà una enormità e qualcuno vorrà nuovi elettrodotti ad alta tensione "dietro casa" in un paese che non vuole neanche un tubo sotterraneo per far passare il gas perché dicono "il gas non ci serve.."?Già ho letto di proteste per pannelli fotovoltaici su di un crinale che in certi orari,riflettevano la luce solare nelle case di fronte o chi protesterà perché i pannelli,toglieranno terre da coltivare..Staremo a vedere.
     Leggi risposte
  • Mi piacerebbe sapere dove troveranno l'energia elettrica quando le colonnine saranno non 12.000 ma 120.000 o 1.200.0000 che sono comunque poche se si svilupperà la vendita di auto elettriche.A parte la produzione:e non tiriamo fuori l'eolico o i pannelli solari che funzionano solo con il sole e a oggi sistemi di immagazzinamento energia prodotta a parte le batterie.non ne esistono.Occorrerà poi fare una nuova rete elettrica capillare per raggiungere anche i posti di montagna(non si circola solo in autostrada) dove l'auto consumerà una enormità e qualcuno vorrà nuovi elettrodotti ad alta tensione "dietro casa" in un paese che non vuole neanche un tubo sotterraneo per far passare il gas perché dicono "il gas non ci serve.."?Già ho letto di proteste per pannelli fotovoltaici su di un crinale che in certi orari,riflettevano la luce solare nelle case di fronte o chi protesterà perché i pannelli,toglieranno terre da coltivare..Staremo a vedere.
  • Mi piacerebbe sapere dove troveranno l'energia elettrica quando le colonnine saranno non 12.000 ma 120.000 o 1.200.0000 che sono comunque poche se si svilupperà la vendita di auto elettriche.A parte la produzione:e non tiriamo fuori l'eolico o i pannelli solari che funzionano solo con il sole e a oggi sistemi di immagazzinamento energia prodotta a parte le batterie.non ne esistono.Occorrerà poi fare una nuova rete elettrica capillare per raggiungere anche i posti di montagna(non si circola solo in autostrada) dove l'auto consumerà una enormità e qualcuno vorrà nuovi elettrodotti ad alta tensione "dietro casa" in un paese che non vuole neanche un tubo sotterraneo per far passare il gas perché dicono "il gas non ci serve.."?Già ho letto di proteste per pannelli fotovoltaici su di un crinale che in certi orari,riflettevano la luce solare nelle case di fronte o chi protesterà perché i pannelli,toglieranno terre da coltivare..Staremo a vedere.
  • FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19396/poster_d11e1091-badc-4887-b615-bd7ad416e48c.jpg Mercedes EQ-A Concept in 60 (in inglese) http://tv.quattroruote.it/news/video/mercedes-eq-a-concept-in-60-in-inglese- News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19400/poster_5bc718e4-8b86-4400-9590-58a22de2bedb.jpg Audi Elaine Concept: l'auto è sempre più intelligente http://tv.quattroruote.it/news/video/audi-elaine-concept-l-auto-sempre-pi-intelligente News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19405/poster_fd8b1cfb-e0ea-49d1-bcd4-59efc1729934.jpg Bugatti Chiron da record: 0-400 km/h in soli 42 secondi http://tv.quattroruote.it/news/video/bugatti-chiron-da-record-0-400-km-h-in-soli-42-secondi News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News

    UTILITÀ

    SERVIZI PER LA TUA AUTO

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca

    SCOPRI
    QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Uilizza subito il servizio calcola assicurazione per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze
    In collaborazione con https://www.facile.it
    1. Inserisci i tuoi dati anagrafici
    2. Inserisci i dati del veicolo
    3. Inserisci i dati assicurativi
    4. Confronta i risultati

    Calcola il tuo tagliando

    ×
    Lorem ipsum dolor

    Cerca gli pneumatici più adatti a te

    Oltre 23.000 pneumatici a prezzi incredibili.
    In collaborazione con
    Dimensioni
    Larghezza
    • Larghezza
    Altezza
    • Altezza
    Diametro
    • Diametro
    Tipologia
    Cerca

    Cerca annunci usato

    Marca
    Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CITROEN
    • DACIA
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • HONDA
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MAZZANTI
    • MCLAREN
    • MERCEDES
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PAGANI
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROLLS ROYCE
    • ROMEO FERRARIS
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TAZZARI EV
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Modello
    Seleziona
    • Seleziona
    Prezzo

    da a

    CAP

    PROVE SU STRADA QUATTRORUOTE

    Costo di una singola "prova su strada": 3,59 euro (IVA inclusa). Pagamento da effettuare con carta di credito.
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CITROËN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona