La cinese CATL, specializzata in produzione di batterie per auto elettriche, è pronta a cedere parte delle proprie azioni con un'offerta pubblica, attualmente in fase di approvazione, per finanziare la costruzione della più grande fabbrica del mondo. Secondo le informazioni diffuse da Automotive News, la Goldman Sachs dovrebbe presto confermare l'operazione da 2 miliardi di euro, pari a circa il 10% dell'azienda.

Primo produttore mondiale. La CATL vuole trovare nuovi clienti in Europa e negli Stati Uniti e per questo ha in programma per il 2020 l'apertura di una nuova fabbrica da 1,3 miliardi di dollari e 41,5 Gigawatt/ora, capace di superare in dimensioni e numero di pezzi prodotti la Gigafactory Tesla in Nevada. La CATL vorrebbe aumentare di cinque volte la propria capacità produttiva, ponendosi al primo posto tra i produttori mondiali, superando giganti come Panasonic, Samsung SDI e LG Chem. Attualmente l'azienda cinese fornisce le batterie per Volkswagen, BMW, Baic, Zhengzhou Yutong e Hyundai prodotti localmente, ma sono in corso trattative anche con Toyota, Honda e Nissan. Nei mesi scorsi era anche circolata la notizia di un possibile accordo strategico con la Apple.