Auto elettriche "Italia fanalino di coda nel mondo"

Rosario Murgida Rosario Murgida
Auto elettriche
"Italia fanalino di coda nel mondo"
Chiudi
 

L'Italia continua ad arrancare nel processo di sviluppo delle nuove forme di mobilità, a partire dall'elettrico. È quanto emerge dalla quarta edizione dell'Automotive Disruption Radar sulla mobilità condivisa e la guida autonoma della Roland Berger, presentata durante una tavola rotonda a Milano. L'analisi, basata su 26 indicatori industriali in cinque categorie (interesse del consumatore, regolamentazione, infrastruttura, tecnologia e attività industriale) e con il coinvolgimento di 13 mila consumatori, non lascia adito a dubbi: il nostro Paese si conferma il fanalino di coda all'interno di una classifica che vede la presenza di altri 13 Paesi: Belgio, Cina, Corea del Sud, Francia, Germania, Giappone, India, Olanda, Regno Unito, Russia, Singapore, Stati Uniti e Svezia.

In Italia mancano le infrastrutture. Rispetto alla terza edizione, l'Italia si conferma al penultimo posto della classifica, davanti al solo Belgio. La posizione di retrovia è attribuita sostanzialmente al fattore negativo che ormai tutte le ricerche e le analisi evidenziano per spiegare il mancato sviluppo del mercato delle auto elettriche: la mancanza di una rete di ricarica capillare. Per la Roland Berger le infrastrutture nel nostro Paese non sono solo "insufficienti e spesso arretrate". Si tratta, infatti, della "peggior infrastruttura pubblica di tutta Europa" con appena 0,4 stazioni di ricarica ogni 100 chilometri. In pratica gli automobilisti dovrebbero percorrere almeno 200 chilometri prima di trovare una colonnina. In Germania, invece, il rapporto è di 4,5 stazioni ogni 100 km e in Francia è di 2,3. 

Quadro normativo antiquato. Un altro fattore negativo, anche in questo caso più volte citato da altre ricerche, è rappresentato dal quadro normativo. Per la società di consulenza tedesca non è ancora "in linea con la rivoluzione tecnologica in atto, pur con un importante passo segnato dal decreto Smart Road varato nel corso del 2018", che consente di effettuare test per la circolazione delle auto a guida autonoma. 

Serve una politica industriale. Non mancano, ovviamente, dei punti di forza, ma la Roland Berger segnala la necessità di imprimere una svolta affinché l'Italia riesca a cogliere le opportunità della rivoluzione rappresentata dalla mobilità del futuro. "L'apparente arretratezza dell'Italia nel percorso di realizzazione della mobilità del futuro non è di per sé un elemento negativo, perché il Paese dispone di molte eccellenze in ambiti tecnologici promettenti che sapranno conquistarsi la propria quota di valore", afferma Andrea Marinoni, senior partner della Roland Berger. "Inoltre, in un quadro di generale incertezza e ambiguità, il ruolo di smart follower (inseguitore intelligente) può consentire di governare una transizione complessa a condizione che si abbia consapevolezza dello scenario a tendere, insieme alla volontà di rafforzarsi e ammodernarsi". Serve, però, un piano ben preciso. "Occorre che il Paese si doti di una vera politica industriale sulla mobilità del futuro, incoraggiando la realizzazione di un ecosistema che esalti la qualità delle nostre imprese e accelerando l'innovazione a partire dagli investimenti". 

Cina in vetta al mondo. La Cina, con 75 punti su un massimo di 130, si piazza in cima grazie a un contesto ideale per l'affermazione delle auto elettriche e autonome. A sorprendere è la velocità con cui il colosso asiatico ha raggiunto la vetta e distanziato gli altri "classificati": nella prima edizione era al secondo posto dietro l'Olanda, sei mesi fa era al primo con un distacco di solo 1 punto su Singapore e oggi il divario è cresciuto a 5 punti. Del resto in Cina viene venduta più della metà delle circa 700 mila vetture elettriche commercializzate in tutto il mondo, il 65% dei consumatori cinesi è interessato all'acquisto di auto alla spina, a fronte del 30% degli europei, e Pechino ha varato linee guida standardizzate per la sperimentazione della guida autonoma con un quadro normativo più aperto e duttile che ha attratto colossi del calibro della Daimler e della BMW. In tal senso, solo il Regno Unito ha seguito la strada della Cina con una legge specifica, l'Automated & Electric Vehicles Act entrato in vigore a giugno. Tornando alla classifica, alle spalle della Cina figurano Singapore (70 su 130), Olanda e Corea del Sud a pari merito, e quindi la terna composta da Svezia, Francia e Regno Unito. A seguire ci sono Germania, India e Stati Uniti, Giappone, Russia e, appunto, Italia e Belgio. 

Un balzo senza fine per la Cina. La leadership cinese, inoltre, non rischia di essere scalfita nei prossimi anni. "Il grande balzo in avanti della Cina non si è ancora concluso: insieme alla raggiunta avanguardia tecnologica e alla grande propensione dei consumatori cinesi verso le nuove soluzioni di mobilità sostenibile, sta proseguendo il massivo sviluppo infrastrutturale, necessario per abilitare e diffondere l'utilizzo dei veicoli elettrici e sempre più autonomi", afferma il partner della Roland Berger, Francesco Campagna. "Il gigante asiatico, nonostante il maggior numero di punti di ricarica già presenti sulle proprie strade rispetto a quelli attivi in tutti gli altri Paesi del mondo con 272 mila stazioni,  5,7 ogni 100 chilometri, continuerà a sviluppare le proprie infrastrutture, dalle colonnine di ricarica fino alle autovie per i veicoli autonomi, diventando sempre più l'esempio da seguire per tutti i mercati avanzati dell'auto". 

COMMENTI

leggi tutto

FOTO

VIDEO
 -
 -

 -
 -

 -
 -

 -
 -

https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News

RIVISTE E ABBONAMENTI

Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

Quattroruote

Abbonati a Quattroruote!

Sconti fino al 41%!

SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

UTILITÀ

SERVIZI QUATTRORUOTE

Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
Targa
Cerca