Eco news

Milano e Area B
Tutto quello che c'è da sapere sui nuovi divieti alla circolazione

Milano e Area B
Tutto quello che c'è da sapere sui nuovi divieti alla circolazione
Chiudi

Una rivoluzione per oltre mezzo milione di veicoli (circa 570 mila), che non potranno più circolare in gran parte della città di Milano, periferie comprese, e diventeranno di fatto quasi inservibili per chi abita o lavora nel capoluogo lombardo. E una spesa di 12,8 milioni di euro per il Comune, in gran parte per le infrastrutture necessarie. Dal 25 febbraio, alla nota Area C, più centrale (che resta ovviamente in vigore), si aggiunge l'Area B, una zona a traffico limitato che comprende quasi tre quarti del territorio comunale. Al suo interno, dal lunedì al venerdì, dalle ore 7.30 alle 19.30, sarà vietata la circolazione dei veicoli a benzina Euro 0 e dei diesel fino all'Euro 3. Saranno attivate le telecamere nei 15 varchi previsti, e precisamente nelle vie Anassagora, Pirelli, Sarca, Giuditta Pasta, Gallarate, Tofano, Basilea, Zurigo, Gonin, Baroni, Cassinis, Rogoredo, Carlo Feltrinelli, Mecenate e Fantoli. Da marzo, progressivamente, saranno collocate altre 78 telecamere per arrivare a 98 entro la fine del 2019. Complessivamente, entro ottobre 2020, saranno completati 188 varchi.

Facciamo chiarezza. I nuovi divieti dal 1° ottobre riguarderanno anche i diesel Euro 4 senza Fap, e quelli Euro 3 e 4 con Fap di serie (ma con valore di particolato superiore a 0,0045 g/km indicato nel campo V.5 sulla carta di circolazione). Per orientarsi in questo ginepraio e capire se il proprio veicolo può accedere o meno all'Area B, è possibile collegarsi al Portale dell'Automobilista e inserire la targa nell'apposita sezione. Altre informazioni si possono trovare direttamente nel sito del Comune dedicato all'Area B. Qui abbiamo riassunto le disposizioni principali in una serie di domande e risposte, per chiarire i dubbi più comuni, a partire dai 50 giorni di libera circolazione garantiti ai cittadini residenti (cinque, per chi viene da fuori), ma solo nel primo anno. E attenzione, perché al loro esaurimento scatteranno le sanzioni, di 80 euro. Alle auto con oltre 30 anni di età dotate del certificato di interesse storico sono invece concessi 25 giorni di libera circolazione: trovate tutte le informazioni sulle vetture classiche nello speciale di Ruoteclassiche.

Obiettivi ipotetici. A una settimana dall'attivazione dei varchi, l'assessore alla Mobilità del Comune di Milano, Marco Granelli, mostra ottimismo riguardo agli obiettivi di questo provvedimento drastico per molti automobilisti milanesi e dell'hinterland, definendolo non punitivo, ma necessario per abbattere lo smog. Grazie all'Area B, Granelli ipotizza un calo delle emissioni atmosferiche da traffico del 14%, dovuto al fermo dei mezzi più inquinanti, che da soli causerebbero il 60% del PM10 e il 70% dell'ossido di azoto. Nel 2018, i giorni di superamento dei livelli massimi di polveri sottili sono stati 79 (in miglioramento rispetto ai 97 del 2017, grazie al rinnovamento del parco circolante), mentre l'Unione europea ha posto come obiettivo un massimo di 35 giorni. Non resta che attendere il verdetto delle centraline.

COMMENTI

  • PPS...scusate!....una buona proposta sarebbe quella di vietare il ritiro come usato e quindi la ricommercializzazione delle vetture troppo anziane. Soprattutto i giovanissimi o gli immigrati si rivolgono infatti al mercato delle auto Euro 0 od 1, che comprano a 500€, così come per i camioncini, ancora targati MI***** o CO**** o VA*****, vecchi di 30 anni. Mezzi certo "inquinanti" (40 volte più di una vettura nuova, ho sentito), fuori norma in quanto a sicurezza, usurati e pericolosi. Si dovrebbe imporre il ritiro per rottamazione, obbligatorio, di questi catorci. E non si dica che una banale A112 o una Opel Ascona, una "131" o una Lancia Trevi sono auto "da preservare"..... per le scenografie da films si possono usare modelli inerti creati con la tecnologia 3D, oltre a quei pochi ancora marcianti ed in ottime condizioni, da usarsi solo per le scenografie ma da vietare assolutamente come comuni mezzi di trasporto. Insomma, la concessionaria dovrebbe scegliere fra i mezzi con più di un "tot" di anni i migliori e proporli ai teatri di posa di Cinecittà o similia, il resto mandarlo alle patrie fonderie e farne caloriferi o lamiere per vetture nuove. Chi ha pochi soldi, si arrangi, insomma. Se non hai danari per comprarti almeno una euro 3 o 4 o 5 a benzina, vuol dire che non hai nemmeno bisogno della macchina. Se ti serve per il primo lavoro, i soldi li hai e puoi pagarla a rate.
  • PS: l'industria dell'auto ed il suo indotto sono vitali. Dato che per me la macchina elettrica non potrà decollare per via della facile e rapida esauribilità della carica della batteria, è giocoforza tenerci il motore a scoppio, che non inquina quanto personaggi lautamente pagati per raccontare favole ci propinano. Se proprio si vuole, dopo averci raccontato fin dallo Euro 1 che "adesso le auto saranno più pulite" (e siamo allo Euro 6-2 e si dice adesso che inquinano ancora….follie!), beh, abbiamo i combustibili ricavabili dagli scarti dell'agricoltura, o i già disponibili metano e gpl, i cui distributori sono pochi e nessuno sa dove siano (...che sia una cosa voluta?). Dicevo, che se si continua con questa lotta alle auto, andrà a finire che digrignando i denti rinunceremo alla vettura privata e torneremo all'800 muovendoci con l'omnibus, ammassati come bestiame, in balìa ad orari e percorsi dello stesso. Infatti non vale la pena spendere decine di migliaia di euro per poter circolare solo fuori città, ed a patto che a destinazione non ci sia un altro matto che muove guerra alle auto. Io non getto via certamente 15000 euro (in media) per un veicolo che posso usare solo in particolari situazioni o per quell'una o due volte che vado in villeggiatura. Allora mi faccio l'abbonamento al bus/tram/metrò, al treno (prima classe), e che le fabbriche di autovetture e componenti chiudano ed i dipendenti vadano a zappare la terra (se ce n'è ancora non edificata). Ricordatevi: l'auto dà da mangiare a tutti noi!!!!!!
  • Prosegue la lotta dei sindaci alle auto. Esse inquinano solo per un settimo (auto+moto+camion+bus, eccc…), il resto sono forni a legna o stufe a carbone o pellets, le esalazioni delle fabbriche, e le troppe auto vecchie in circolazione, per l'80% in mano ad immigrati, come anche migliaia e migliaia di camion e furgoni di artigiani o trasportatori indigeni o immigrati che sono ancora targati Cartagine. Ed i bus delle aziende ex municipalizzate? I treni regionali ancora a nafta, con motori del 1977/78, attivi ancora su troppe linee? Inoltre, il pendolarismo fra Milano ed altre città (Como, Bergamo, Varese) o comuni della cintura non è garantito sia come qualità del viaggiare che come puntualità, celerità, affidabilità del servizio. Non parlo poi dei tram e della metropolitana zeppi sì che spesso si salta la propria fermata per la ressa che impedisce di muoversi a bordo….e poi, se si ha qualcosa da trasportare, pesante o delicato? Piuttosto si imponga alle aziende di finirla di accentrare a Milano gli uffici, chiudendo quelli periferici, e si restituisca lavoro alle altre città ed alla provincia, all'hinterland in genere. Vedrete che arriveranno molte meno auto e persone. Oppure si ripensi, spendendo anche le centinaia di milioni di euro, l'intero comparto dei "mezzi" pubblici, da quelli su rotaia a quelli su gomma. Spazio ce n'è, ed anche soldi. Nuove vie ferrate o su monorotaia, con treni regionali veloci con una Freccia Rossa, abolizione di molte fermate dove ho visto non sale o scende più nessuno, aumento delle corse tramviarie e del metrò...e realizzazione di nuovi mega-parcheggi, magari interrati per motivi di "impatto", attorno alla città e ben collegati al centro con mezzi su gomma o ferro .
  • secondo me l'inquinamento non calerà. Il provvedimento colpisce come al solito le auto.
     Leggi risposte
  • La mossa non è tra le più simpatiche ma c’è di mezzo l’unica aria che respiriamo non ce ne sono altre nella pianura padana. Per evitare queste “sorprese” trattandosi di veicoli, ci metto anche i camion, che hanno più di dieci anni quindi ormai spremuti dovrebbero essere già radiati d’ufficio dopo un certo numero di anni. Magari è la volta buona che il sindaco e la giunta decide di potenziare i servizi di trasporto pubblici…
  • Questi sono completamente fuori di testa. Nel 2009 davano gli incentivi per cambiare l'auto, potevi passare da un benzina euro 2 e comprare un diesel euro 4. Bene, dal prossimo ottobre chi ha tenuto il benzina euro 2 potrà circolare invece chi ha preso un diesel euro 4, che ai tempi avrebbe dovuto inquinare meno ... si attaccherà al tram.
     Leggi risposte
  • Disegno estremamente iniquo e molto discutibile. Firma qui per fermare questa pazzia. Non sarà il sindaco di Milano a stabilire che devo cambiare macchina. https://www.citizengo.org/it/signit/167638/view
  • E chi risiede in area B e non esce mai puo' essere sanzionato?
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg Mini Clubman John Cooper Works: mai così potente http://tv.quattroruote.it/news/video/mini-clubman-john-cooper-works-mai-cos-potente News

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >

    logo

    ASSICURAZIONE? SCOPRI QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con In collaborazione con Facile.it

    CERCA IL FINANZIAMENTO AUTO SU MISURA PER TE

    RISPARMIA FINO A 2.000 €!

    Calcola il tuo tagliando

    QTagliando

    Cerca annunci usato

    LA STORIA AUTOMOBILISTICA A PORTATA DI MANO

    Oltre 1500 recensioni di attività commerciali del mondo automotive

    SCARICA LA PROVA COMPLETA IN VERSIONE PDF

    Costo di una singola "prova su strada": 3,59 euro (IVA inclusa). Pagamento da effettuare con carta di credito.