Con l’indiscrezione dei giorni scorsi da parte di Toyota e  Panasonic, a proposito della nuova joint venture per le batterie per auto elettriche con l’obiettivo di recuperare terreno sui rivali cinesi e a breve distanza dall'annuncio della Tesla per quanto riguarda la gigafactory da realizzare a Shanghai, sono diverse le aziende che hanno messo in campo ambizioni simili. Ora, nel business delle batterie e del futuro elettrico, entra prepotentemente l’altra superpotenza asiatica, ovvero l'India. La Magnis Energy Technologies Limited ha annunciato che sta concludendo un accordo con il governo dell'India, il Ministero delle industrie pesanti e le imprese pubbliche, per costruire una “Gigafactory della batteria agli ioni di litio” con Bharat Heavy Electricals Limited, di proprietà statale, e Libcoin, che è in parte di proprietà della stessa Magnis. Si parla di una fabbrica con una capacità fino a 30 GWh all'anno, paragonabile a quella di Tesla e Panasonic. Resta qualche incertezza sui tempi di realizzazione della fabbrica, non divulgati.