Eco news

Roma
Il blocco delle diesel Euro 6 non ha ridotto lo smog

Roma
Il blocco delle diesel Euro 6 non ha ridotto lo smog
Chiudi

Fermare tutte le auto diesel a Roma è servito a qualcosa? Sostanzialmente no, visto che i valori rilevati nel primo giorno di blocco dalle centraline della Capitale sono praticamente invariati. Un risultato facilmente prevedibile (e previsto da moltissimi esperti), anche sulla scorta dei dati sull'evoluzione tecnologica della propulsione. La prima delle tre giornate di stop esteso anche alle Euro 6 a gasolio non ha dunque sortito grandi effetti, se non un trascurabile abbassamento di alcuni parametri: i quali, comunque, sono risultati più alti rispetto a quelli registrati nella giornata di lunedì, in cui il blocco ha compreso solo le Euro 4 e precedenti.

Nove centraline su 13 oltre i limiti. Secondo le rilevazioni dell'Arpa, l'Agenzia regionale per la protezione ambientale, nove centraline delle 13 presenti nella Città Eterna hanno rilevato concentrazioni di Pm10 superiori ai 50 microgrammi per metro cubo fissati per legge. I punti di rilevazione di Arenula (51), Bufalotta (53), Cinecittà (57), Eur Fermi (55), Francia (52), Magna Grecia (58), Preneste (57), Tiburtina (67) e Villa Ada (51) hanno registrato degli sforamenti, mentre un'altra centralina, quella di Cipro, si è fermata a 50 microgrammi. In media, la concentrazione di Pm10 è stata di 61 microgrammi per metro cubo, sei in meno rispetto a martedì e sette in più rispetto a lunedì, quando otto centraline su 13 avevano sforato i limiti.

Le previsioni. Oltre a fornire i dati sulle giornate precedenti, ogni 24 ore l'Arpa pubblica delle previsioni della concentrazione media giornaliera del Pm10. Secondo l'agenzia, il picco settimanale si dovrebbe registrare oggi, con ben 78 microgrammi per metro cubo, che dovrebbero scendere a 76 microgrammi giovedì e a 65 venerdì, per poi rientrare all'interno dei limiti nel weekend, durante il quale è prevista la prima domenica ecologica dell'anno. In ogni caso, i riscaldamenti sono a pieno regime, e di certo non si fermeranno nei prossimi giorni: a questo proposito, vale ricordare l'ultimo dato disponibile dell'Ispra, per cui nel 2015, a Roma, le caldaie hanno prodotto 3.105 tonnellate di Pm10, contro le 1.021 del trasporto su strada.

Non solo Pm10. In tema di emissioni, però, quello sul Pm10 non è l'unico parametro da osservare. Sempre l'Arpa del Lazio ha rilevato che la concentrazione media di Pm2.5 non è cambiata da lunedì a martedì, rimanendo a quota 51 microgrammi per metro cubo (oltre due volte il limite medio su base annuale, pari a 25 microgrammi). Gli ossidi (O3), sono addirittura aumentati, passando dai 60 microgrammi per metrocubo del 13 gennaio ai 68 del 14, rimanendo comunque al di sotto delle soglie d'allerta (240 microgrammi per metro cubo).

Le Euro 3 benzina continuano a girare. Tra i vari paradossi di questo blocco del traffico vi è anche quello sulle Euro 3 benzina, auto che sotto molti punti di vista inquinano di più rispetto a una Euro 6 diesel. Un'auto a gasolio d'ultima omologazione può emettere fino a 0,08 g/km di ossidi di azoto e 0,0045 g/km di particolato contro gli 0,5 e 0,05 delle Euro 3 benzina. Per non parlare degli idrocarburi non combusti e del monossido di carbonio, che nelle Euro 3 benzina raggiungono livelli superiori fino a cinque volte (0,56-2,3 contro 0,17-0,5 g/km) di quelli delle Euro 6 diesel.

Roma non è l'unica. Oltre alla capitale, anche in altre città della penisola le autorità hanno emesso ordinanze di limitazione temporanea del traffico che si aggiungono a quelle permanenti, in vigore da ottobre. Tra queste si segnalano Milano, Torino, Genova, Venezia, Bologna, Firenze, Perugia e Napoli.

COMMENTI

  • Per quanto riguarda il riscaldamento faccio notare che ormai la stragrande maggioranza delle caldaie a Roma usa il metano; bisognerebbe incentivare quelli che ancora vanno a gasolio a riconvertirsi (il pellet e i caminetti praticamente non esistono). Per quanto riguarda i diesel euro 6, io non riesco a capire come una persona che cambia l'auto ora insista con il diesel, nonostante la campagna avversa; forse c'è di mezzo lo zampino delle case costruttrici. Per quanto riguarda le euro 3 benzina non ad iniezione diretta e non turbocompresse, gli ossidi di azoto e il particolato sono veramente bassi. La euro 3 è stata la vera svolta per l'inquinamento, le successive, almeno sulla carta, migliorano di poco, il che mi fa venire il dubbio che questa classificazione sia ad uso e consumo delle case costruttrici per forzare le vendite. La vera soluzione è passare all'ibrido, in modo da poter fare i tratti urbani esclusivamente in modalità elettrica.
  • Perchè tutti parliamo del blocco delle Euro6 diesel? perchè è illogico...perchè è ingiusto... ed è anche la cosa più facile che una amministrazione possa fare. qualche vigile qua e là... tanto le vetture più grosse sono sicuramente diesel e le individuiamo facile e facciamo anche un po' di cassa. Nessuno si lamenta della parte di ordinanza che ordina di ridurre il tempo di accensione dei riscaldamenti e di ridurre la temperatura a 17/18 gradi perchè NESSUNO lo farà mai e NESSUNO controllerà mai... il problema dell'Italia è anche questo: peremttere sempre e comunque a tutti di fare come gli pare (tanto non rispettare le regole non porta conseguenze) salvo fare restrizioni ridicole ed illogiche nel momento dell'emergenza. Il sindaco doveva fare per forza qualcosa? ingiusto per ingiusto avrebbe dovuto sempre contingentare il riscaldamento (e far fare dei controlli, almeno su tutti gli edifici di sua competenza!) e per il trasporto targhe alterne per tutti indipendentemente dall'alimentazione e dalla norma Euro. Almeno la "croce" sarebbe toccata a tutti. E senza la farsa dell'interruzione oraria 7:30-10:30 e !6:30-20:30: per tante persone vuole solo dire fare lo stesso tragitto casa-lavoro con la stessa macchina due ore prima o due ore dopo.
  • Comunque per onestà "intelletuale" devo spezzare una lancia in favore delle varie amministrazioni. Lavoro a due passi da un plesso scolastico. E posso dirvi che di genitori che accompagnano i figli a scuola la mattina e che poi vanno a riprenderli a lezioni finite ce ne sono paracchi. Secondo me un buon 50% se non di più, parcheggia in doppia fila, motori rigorosamente accesi, poi si lamentano del blocco del traffico e non di meno della salute dei propri figli.
  • Piccoli accorgimenti possono fare grandi cose, l'utilizzo smoderato del più piccolo dispositivo di distrazione di massa crea spesso lievi incidenti che si tramutano in code interminabili, dappertutto. Quasi nessuno segnala più l'uscita di una rotonda con l'indicatore di direzione, cosa serve? A non far fermare del tutto il veicolo che si accinge ad immettersi poco più avanti. Serve il contasecondi anche da rosso a verde per migliorare il deflusso ai semafori, salvo distratti cronici. Insomma, si potrebbe fare tutto e di più, ma la moda ormai è bloccare le auto omologate per viaggiare sempre, a meno che non ci sia una scadenza riportata prima dell'acquisto, al momento non c'è!
  • Il problema principale sono i riscaldamenti, il comune dovrebbe assumere tecnici, (tanti almeno 1000) o appaltare a una società esterna i controlli sulle caldaie. Si dovrebbe obbligare a dismettere le caldaie a gasolio, impedire di tenere accesi i riscaldamenti più di 12 ore (adesso con i contabilizzatori li tengono accesi dalle 6 di mattina alle 23 della sera, aumentando di fatto le emissioni anzichè ridurle), e fare multe salatissime ai condomini che tengono acceso oltre i limiti. Inoltre andrebbero vietati i pellet in città.
  • E' tardi, potete scrivere tutti gli articoli che vi pare, è tardi per chiedere alla gente di ragionare.
  • Ma davvero qualcuno pensava che questa vaccata avesse effetti sullo smog? Solo un demente avrebbe potuto pensarlo, e infatti.......
  • quante vecchie caldaie a gasolio ci sono ancora tra i palazzi romani?
     Leggi risposte
  • Sarebbe ora che amministratori e politici si informassero bene prima di prendere delle misure di questo genere. Facile prendersela sempre con gli automobilisti che devono spostarsi anche solo per lavoro.
  • Perche' vi aspettavate che o smog diminuisse dopo un giorno? Mi meraviglio che qualcuno, in questo caso Mirco agni, che non so chi sia, metta la firma su un articolo del genere. Lasciatelo anonimo, tanto poi c'e' il direttore che si prende la responsabilita' di 'ste nefandezze, quello che dice che "sono tutte storie per un po' di arietta".
     Leggi risposte
  • siamo governati da ignoranti e incompetenti.
  • il mandato della Raggi scade ormai tra pochi mesi così i cittadini romani hanno la possibilità di cambiare in meglio se lo vorranno e se ci saranno candidati più qualificati da votare (e non è scontato), le veline come la Raggi devono dedicarsi alle sfilate di moda, il mestiere di sindaco, soprattutto di una grande metropoli con problemi pregressi, è complicato, fuori dalla loro portata....
     Leggi risposte
  • Per coerenza non dovrebbero far pagare il bollo visto che neanche una Euro 6 si può usare dopo che hanno fatto rottamare le Euro 3 e 4. E questo sarebbe l'ambientalismo in Italia?
  • eh, certo che non sono diminuite le polveri sottili, non potendo circolare in auto la gente è stata in casa, si è acceso il suo bel caminetto o stufa a pellet (tanto in casa non controlla nessuno) buttando in atmosfera particolato come cento auto diesel euro 6 a,b,x,y,z.
     Leggi risposte
  • i fagioli..........bisogna ridurre il consumo di fagioli
  • Tralasciando i risultati scontati (per chi ha un minimo di competenza tecnica) visto che la causa delle PM nell'aria non sono le auto diesel se non in minimissima parte, probabilmente la misura che ho letto stanno adottando a Torino (cioè lavare le strade "a tappeto", a Parigi è la norma) risulterà ben più efficace. A Roma dovrebbero provare a fare altrettanto se l'azienda della nettezza urbana fosse in grado di farlo (ne dubito vista la situazione dei rifiuti). Paradossalmente se bloccassero tutti i bus catorci del trasporto pubblico nonchè autocarri e i vecchissimi furgoni dei mercati, è probabile che le centraline qualche calo dei valori potrebbero registrarlo, se poi si spegnessero pure i riscaldamenti (quelli a pellets e legna soprattutto che invece vengono pure incentivati) allora nel giro di un paio di giorni la situazione tornerebbe sotto controllo.....
     Leggi risposte
  • Amen! Adesso bloccheranno Euro 7, 8, 9, 10. Questi non sanno di cosa parlano. Si vede che fa figo prendersela sempre con i soliti
  • Dato che conferma la superficialità e la scarsa competenza di chi ha emanato la disposizione. Vorrei ricordare che le PM10 originano solo per il 25% circa dal traffico veicolare, che comunque le determina anche per l'usura di pneumatici, guarnizioni freni, manto stradale e non solo attraverso le emissioni allo scarico. Posto che probabilmente nei decenni passati, quando le PM10 non erano misurate, la situazione era ben peggiore, un reale miglioramento non lo si può avere dall'oggi al domani, ma solo con misure di lungo periodo, che affrontino la cause reali: riscaldamento, combustione di masse legnose, attività industriali. Esistono diversi studi ben fatti sulle PM10, tra cui uno di Arpa Lombardia
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg Mini Clubman John Cooper Works: mai così potente http://tv.quattroruote.it/news/video/mini-clubman-john-cooper-works-mai-cos-potente News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/22535/2019-ford-mustang-mach-e-00312.jpg Ford Mustang Mach-E: ecco com'è http://tv.quattroruote.it/news/video/ford-mustang-mach-e-ecco-com- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22651/THUMB.png Ferrari Roma, l'analisi stilistica: tutti i dettagli del design spiegati in esclusiva http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-roma-lanalisi-stilistica-tutti-i-dettagli-del-design-spiegati-in-esclusiva News

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca