Eco news

Enel X
L'Autodromo di Vallelunga diventa il primo Smart Racing Circuit d’Italia

Enel X
L'Autodromo di Vallelunga diventa il primo Smart Racing Circuit d’Italia
Chiudi

Le tecnologie di ricarica non si fermano ai box: Enel X e l’Autodromo di Vallelunga, infatti, hanno appena rinnovato per altri tre anni la partnership dedicata ai test dei punti di ricarica sul circuito alle porte di Roma. La conferma del sodalizio segna peraltro l’arrivo nei paddock di nuovi caricatori ad alta potenza (120 kW), capaci di ripristinare l’autonomia di sette veicoli in contemporanea. "Grazie alla tecnologia di cui Enel X ha dotato i nostri impianti, l’Autodromo è ormai considerato una struttura all’avanguardia in Europa per le attività di ricerca e sviluppo e di testing, presentazione e lancio di veicoli elettrici", ha dichiarato Carlo Alessi, presidente dell’Aci Vallelunga SpA.

I test. I nuovi caricatori, che rendono la struttura il primo Smart Racing Circuit della Penisola, si aggiungono alle 25 postazioni di ricarica già messe a disposizione di dipendenti e visitatori, di cui tre - poste all’ingresso - sono aperte al pubblico. Quanto ai veicoli, saranno più di 20 i modelli di auto elettriche testati ogni anno dall’Enel X Lab tra le curve e i rettilinei della pista: proprio le caratteristiche del circuito consentono di caricare e scaricare in piena sicurezza tali vetture, grazie alle quali sarà peraltro possibile valutare l’impatto sulla rete per preservarne la stabilità. Un aspetto, quest’ultimo, di fondamentale importanza, come abbiamo spiegato parlando del Vehicle-to-Grid.

La visione di Enel X. "Il circuito di Vallelunga rappresenta, per la lunga storia e il know-how del team di professionisti che ci lavorano, un polo strategico per lo sviluppo delle tecnologie di ricarica”, ha dichiarato Alberto Piglia, responsabile e-mobility di Enel X. "Per questo motivo siamo convinti che, nei prossimi anni, potrà dare ulteriore impulso alla crescita e alla diffusione della mobilità elettrica nelle competizioni sportive e nell’utilizzo quotidiano dei veicoli a zero emissioni".

COMMENTI

  • Ottimo! Allora il prossimo passo dev'essere trasferire li la gara della Formula E, togliendola dalle vie cittadine coi conseguenti disagi che causa per 2 settimane.....