Eco news

Auto elettriche
Quando i modelli a batteria vestono la divisa

Auto elettriche
Quando i modelli a batteria vestono la divisa
Chiudi

L’autonomia e le colonnine aumentano, i tempi di ricarica si accorciano: con queste premesse, le elettriche diventano più interessanti anche per gli usi professionali. E se i veicoli commerciali a batteria non sono certo una novità, così come i taxi a elettroni in alcune località del mondo, negli ultimi anni le vetture a emissioni zero stanno prendendo piede anche tra le forze di polizia: auto con ruoli operativi, ma che al contempo strizzano l'occhio pure all'immagine.

Le giapponesi. Non deve quindi stupire se persino l’Arma dei Carabinieri ha di recente adottato una flotta di ben 52 Leaf, fornite dalla Nissan Italia e destinate ai reparti preposti alla tutela dei parchi nazionali e delle biodiversità nelle riserve naturali dello Stato. In pratica, parliamo di quelle attività in passato affidate al Corpo Forestale, che dal 2017 è stato assorbito dalla Benemerita, come si può intuire dal “1515” riprodotto sulla carrozzeria, ossia il numero di pronto intervento ambientale.

Quelle della Polizia. Ad altri compiti sono invece destinate le Nissan Leaf entrate in servizio nella Polizia di Stato e fornite da Leasys, di cui quattro esemplari effettuano pattugliamenti nel centro storico di Firenze. Come testimoniato dall’account Twitter degli uomini in divisa.

elettriche-polizia-02

La citycar tedesca. La Volkswagen e-up! è ormai da qualche anno al servizio delle forze armate italiane. Dopo quelle del 2016 – divenute operative a Roma per il controllo del centro storico, ma i più attenti le avranno notate anche all’Eur in occasione della Formula E – altre unità si sono aggiunte alla flotta della Polizia, a Milano e a Verona, diventando le prime auto elettriche al servizio di tale corpo in queste città. E un’altra e-up! è stata invece assegnata nel 2019 al Comando provinciale della Guardia di Finanza di Matera, in quell’anno Capitale europea della cultura.

elettriche-polizia-03

Francesi un po’ ovunque. Dal quadriciclo Twizy alla Zoe, senza dimenticare il van Kangoo Z.E., anche le auto a emissioni zero della Renault sono entrate a far parte della dotazione delle forze di polizia in Italia, in particolare di quelle locali. La loro flotta più grande, tuttavia, sembra essere quella destinata alla sicurezza dei francesi: su una recente consegna di 2.300 mezzi, finanziata con 75 milioni di euro, 1.150 sono state vetture elettriche della Losanga. Parliamo delle citate Zoe e Twizy, mentre l’altra metà della fornitura, costituita da veicoli a benzina, è destinata a rimpiazzare progressivamente i mezzi a gasolio di poliziotti e gendarmi d’Oltralpe.

elettriche-polizia-04

La piccola dell’Elica. E a proposito di flotte straniere, la BMW i3, che in Italia ha preso servizio nel 2015 con le livree della Polizia, è un’altra elettrica che ha trovato largo spazio tra le forze dell’ordine di vari Paesi. In Inghilterra, per esempio, viene impiegata a Londra dagli agenti di Scotland Yard, mentre negli Usa sono ben 200 quelle adottate, a partire dal 2016, dalla polizia di Los Angeles. Ritirate alla scadenza del contratto di leasing, le i3 della California sono state subito reimmesse sul mercato: come riportano alcune fonti d’Oltreoceano, i 23 esemplari di un primo lotto sono andati a ruba in una concessionaria BMW della città, poiché venduti a prezzi compresi tra i 15 mila e i 18 mila dollari (cioè tra 12.500 e i 15 mila euro), con bassi chilometraggi e un numero ridotto di cicli di ricarica. Il che, tuttavia, fa pensare che la polizia locale le abbia utilizzate di rado.

elettriche-polizia-05

Elettriche californiane. Ovviamente, non potevano mancare le Tesla in divisa, a maggior ragione negli Usa. Per esempio a Fremont, la città dove sorge la fabbrica principale del marchio californiano: qui, la polizia locale ha mandato in pensione nel 2019 una Dodge Charger del 2007 per passare a un modello a batteria, cioè la Model S, peraltro acquistata di seconda mano e in seguito dotata di attrezzature d’assalto. E più a Sud, in Messico, la Polizia è in attesa di 15 unità del Tesla Cybertruck, lo spettacolare pick-up della Casa di Elon Musk. 

COMMENTI

  • Certo e' una scempio della nostra nazionalita', motorista..Avere le frze dell Ordine alla guida di queste vetturine non Italiane x giunta, di Paesi come Francia e Germania.