Eco news

Emissioni
Francia, stop alla vendita di auto oltre i 123 g/km di CO2 dal 2030: primo sì in Parlamento

Emissioni
Francia, stop alla vendita di auto oltre i 123 g/km di CO2 dal 2030: primo sì in Parlamento
Chiudi

La Francia si appresta a varare regolamenti sempre più stringenti sulla vendita di veicoli endotermici. L’Assemblea nazionale, il ramo del Parlamento transalpino analogo alla nostra Camera dei deputati, su proposta del governo ha adottato un articolo della legge sul clima che introduce un bando alla vendita di autovetture nuove con emissioni di anidride carbonica superiori ai 123 g/km di CO2 nel ciclo Wltp (95 g/km secondo il Nedc). Lo stop verrà imposto a partire dall'1 gennaio 2030.

Testo quasi definitivo. Il testo non è ancora definitivo, ma, secondo la prassi, è improbabile che una disposizione già votata e approvata in prima lettura subisca delle modifiche nelle fasi successive dell’iter parlamentare. Il bando riguarda autovetture per trasporto privato (per i veicoli commerciali e industriali è stato approvato un emendamento che stabilisce il bando dei combustibili fossili entro il 2040) e prevede alcune eccezioni: sono esclusi i veicoli per usi specifici, come per esempio le fuoristrada utilizzati per lavoro o in zone di montagna. In ogni caso, le deroghe non potranno superare il 5% delle vendite annuali di auto nuove.

COMMENTI

  • Alcune considerazioni: col chiodo fisso della CO2 finiranno per privilegiare i diesel rispetto ai benzina (ritenuti meno inquinanti). Queste limitazioni limiteranno ben poco (basta vedere le auto citate negli altri commenti: un furgone come la Cayenne con 680 cv ci rientra alla grande), quindi mi sa che fin d'ora hanno capito (non che ci volesse un genio) che vendere solo più elettriche dal 2030 era un progetto insensato.
  • Da nazionalisti quali sono, avranno scelto accuratamente il massimo valore gestibile dall'industria francese. Questa sarebbe senz'altro avvantaggiata, non avendo i mezzi per competere oltre la fascia economica del segmento C, eventualmente C-suv - con motori ed emissioni in relazione. Scommetterei che per i costruttori francesi non cambierebbe niente.
     Leggi le risposte
  • devono ancora fare i conti con le (future) normative Euro 7
  • Non capisco il clamore, se sarà approvata (visto che ancora non lo è) sarà una legge che coerentemente consentirà ancora dopo il 2030 la vendita dei motori termici, del resto la Francia è il secondo paese europeo per numero di abitanti e come tale deve affrontare i problemi con fatti concreti, i demagogici divieti di vendere tali motori varati invece da altri stati più piccoli a quella data, sarebbero stati un'utopia....
  • La Grandeur francese ha partorito un topolino.
  • Porsche Cayenne Turbo S-E Hybrid 2021 - 680 CV - 2'500 kg a vuoto e fantastici incredibili 86g CO₂/km ... no problem 😅
     Leggi le risposte
  • non c'è limite alla demenza
  • la BMW 330D con un motore 3000 a gasolio sei cilindri mild hydrid emette 116 g/km quindi per i diesel moderni non è cosi' penalizzante
     Leggi le risposte
  • In effetti con i limiti di velocità non capisco a cosa servano certe potenze. Quando non c'erano i limiti di velocità ero un fanatico delle auto potenti e veloci, giravo con 124 rally, lancia 037, camaro 396. Quindi auto termiche con questi limiti è possibile farle ed acquistarle. Se imvece puntano sull'ibrido o sull'elettrica proprio non mi interessa
  • Da qui al 20230 possono succedere tante cose... Comunque se la norma fosse definitivamente approvata, sarebbe, penso, un "muscoloso" passo avanti per contrastare l'immotivato "gigantismo" che sembra pervadere il mondo dell'auto europeo. Si salverebbero comunque tante auto, anche con il solo motore termico, in grado di rispondere più che adeguatamente alle necessità di mobilità individuali: listino di 4R alla mano, dalla Panda 1,0 Firefly alla BMW serie 1 turbodiesel 1500. Restano esclusi la maggior parte dei SUV, che ritengo in linea di massima assai poco ecologici per questioni di peso e sezione frontale, a parte Puma, 500X, Crossland e poche altre con le sole motorizzazioni turbodiesel, che quanto ad emissioni di CO2 si dimostrano ancora una volta molto valide
  • Ottima notizia, gli stolti con orribili SUV TDI (aggiungerei comprati a rate ma soprassiedo...) adesso cominceranno a disperarsi, urleranno al complotto e si uniranno ai Gilet gialli, anzi arancioni, quelli di Pappalardo.
     Leggi le risposte