Eco news

BMW
Cina, in arrivo 360 mila colonnine di ricarica

BMW
Cina, in arrivo 360 mila colonnine di ricarica
Chiudi

Il gruppo BMW ha in programma di realizzare entro la fine dell’anno, in Cina, 360 mila nuovi punti di ricarica per i veicoli elettrici. Il progetto ha l’obiettivo di sostenere le politiche commerciali del costruttore bavarese sul mercato del Paese asiatico e, soprattutto, favorire la crescita delle vendite di modelli a batteria nel territorio.

Una rete aperta. Le colonnine saranno realizzate in collaborazione con diversi partner locali, tra cui il fornitore TGood, e saranno fruibili anche dai proprietari di veicoli di altre Case automobilistiche. Il progetto prevede, tra l’altro, la realizzazione di circa 150 mila punti di ricarica rapidi. La BMW, per il momento, non ha fornito indicazioni sui costi di realizzazione delle infrastrutture, ma ha sottolineato l’importanza di integrare l’offerta di prodotto con servizi appositi per agevolare l’adozione della mobilità elettrica. Attualmente, i suoi clienti hanno accesso a oltre 300 mila colonnine in Cina, anche grazie alla collaborazione avviata nel 2020 con il colosso dell'elettricità State Grid. Il gruppo bavarese lancerà nel Paese asiatico 12 modelli a batteria entro il 2023, con l’obiettivo di arrivare, per il 2025, a registrare un tasso di vendite di Ev pari al 25% del totale.

COMMENTI