Eco news

Pirelli
Con Enel X il pieno di elettricità si fa dal gommista

Pirelli
Con Enel X il pieno di elettricità si fa dal gommista
Chiudi

Cambio gomme e autonomia ripristinata. Non parliamo di un pit stop, ma di una possibilità che, a breve, sarà offerta dai gommisti Driver. Proprio così: grazie a un accordo tra la Pirelli ed Enel X, le colonnine della business unit del colosso energetico italiano verranno installate nei locali di vari dealer del franchise legato alla multinazionale del pneumatico.

Non solo in Italia. L’accordo è stato annunciato in occasione del Milano – Monza Motor Show, in programma in questi giorni, e, dopo aver coinvolto le officine Pirelli in Italia, porterà le colonnine anche in Spagna e in altri Paesi del Vecchio Continente, nell’ambito di un’implementazione dei servizi legati alla mobilità elettrica. La multinazionale italiana, peraltro, ha da tempo in catalogo la gamma di pneumatici Elect, pensati proprio per le Ev: tra le loro caratteristiche, non manca la bassa resistenza al rotolamento e una struttura più adatta al maggior peso dei veicoli a batteria.   

I punti di ricarica. I charging point della rete Driver saranno dotati di caricatori Enel X con potenza di ricarica tra i 22 kW e i 50 kW – parliamo quindi delle colonnine JuicePole e JuicePump –, scelti a seconda delle caratteristiche dei locali e del volume di clienti delle singole officine. Ciascun punto di ricarica, che in Italia andrà ad aggiungersi agli oltre 13 mila già installati da Enel X, sarà individuabile e gestibile (prenotazione, monitoraggio della carica e pagamento) tramite le app di vari mobility service provider, tra cui la JuicePass distribuita dallo stesso player energetico.

COMMENTI