Eco news

Cingolani
"Entro settembre il piano per la ricarica delle elettriche"

Cingolani
"Entro settembre il piano per la ricarica delle elettriche"
Chiudi

Nei prossimi mesi il governo si prepara a battere un colpo sul fronte delle politiche a sostegno della mobilità elettrificata. Entro settembre, infatti, sarà presentato il Piano nazionale infrastrutturale per la ricarica dei veicoli elettrici (Pnire), che riguarda lo sviluppo dei servizi per il rifornimento dei mezzi a batteria su tutto il territorio italiano: lo ha detto il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, intervenendo al talk online "Mobilità Elettrica per un Futuro Sostenibile" di Motus-E e RCS Academy.

Entro luglio delle novità. Il programma sul potenziamento della rete di ricarica, oggetto di diverse revisioni e non ancora approvato in via definitiva, si collega a un altro progetto pronto a vedere il semaforo verde: il piano per l’istituzione di una piattaforma unica nazionale (Pun) per il monitoraggio delle colonnine pubbliche, finalizzata non solo al controllo da parte dei gestori ma anche a fornire informazioni agli utenti e a tutti portatori d’interesse nell’ambito della mobilità elettrica. "Entro settembre finiremo” ha detto Cingolani. “Speriamo di presentare uno dei due (piani, ndr) per luglio” ha poi aggiunto il ministro, sottolineando che al momento il suo dicastero sta “lavorando sotto sforzo su tutti i fronti”. "Stiamo aggiornando questi documenti corposi e già abbastanza strutturati” ha precisato Cingolani parlando sempre dei piani Pnire e Pun: “la nostra idea sarebbe di concludere l'iter tra luglio e settembre".

COMMENTI

  • Il nostro paese è in ritardo sulle energie rinnovabili, anzi visti i programmi di trivellazione dell'Adriatico a qualcuno piace il vecchio sistema, spero che Cingolani non sia il rottamatore che poi fa tanto rumore per non cambiare niente
  • Speriamo che nel piano ci sia non solo l'aspetto "quantità" dei punti di ricarica ma anche, e soprattutto, l'aspetto "qualità". Se avremo a disposizione colonnine che permettano di ricaricare l'auto al 80% in 15/20 minuti ci saranno buone possibilità di successo. Se riempiranno il territorio di colonnine di vecchia concezione o bassa potenza si preannuncia un grande flop.
     Leggi le risposte
  • Il piano per ricariche andrà certamente "piano" come tutte le cose in Italia con annesse ruberie.
     Leggi le risposte
  • Ma mi piacerebbe sapere perché non hanno prorogato il 110%sarebbe stato un ottimo incentivo per spingere la mobilità elettrica nelle grandi città, ma forse non piaceva a qualche amico petroliere
     Leggi le risposte