Eco news

Gruppo Volkswagen
Siglata una joint venture con Enel X per creare una nuova rete di ricarica

Gruppo Volkswagen
Siglata una joint venture con Enel X per creare una nuova rete di ricarica
Chiudi

Enel X e il gruppo Volkswagen hanno firmato un accordo che porterà alla creazione di una joint venture paritetica che avrà l’obiettivo di accelerare la diffusione della mobilità elettrica in Italia.

3 mila colonnine fino a 350 kW. La nuova società coprirà il ruolo di Charging Point Operator (operatore di punti di ricarica, ndr), gestendo una rete di oltre 3 mila colonnine, con potenze fino a 350 kW ciascuna. Questo network, che verrà realizzato tra quest’anno e il 2025, si concentrerà soprattutto sui centri urbani, sulle tratte più utilizzate dai pendolari e sulle principali strade extra-urbane, in modo da consentire "un viaggio confortevole con veicoli elettrici dal nord al sud della penisola".

Più auto elettriche, meno "range anxiety". La joint venture, infatti, mira a incrementare l'adozione di auto a batteria, specialmente tra quegli automobilisti che, vivendo in città, non dispongono di parcheggi privati e devono quindi affidarsi alla rete di punti di ricarica. Enel X e il gruppo Volkswagen puntano a ridurre la "range anxiety" (la tanto discussa “ansia da autonomia”) tra i proprietari di vetture elettriche, specialmente tra quei pendolari che percorrono grandi distanze, e al contempo offrire a chi viaggia un’esperienza di ricarica veloce e priva di stress. Il network di colonnine sarà aperto anche alle auto di altri costruttori e, attraverso piattaforme di interoperabilità, sarà utilizzabile anche da chi ha già sottoscritto degli abbonamenti o delle offerte con altri fornitori di servizi per la mobilità elettrica.

COMMENTI