Eco news

2035: Odissea nella rete

Miraggio in autostrada

Ricaricare le batterie lungo i grandi itinerari nazionali senza uscire ai caselli è un’impresa: il piano per le colonnine veloci è ancora al palo, salvo poche eccezioni

di Emilio Deleidi |

In questo articolo

  • Il piano per la diffusione delle colonnine nelle aree di servizio autostradali è ancora al palo: oggi soltanto 13 sono dotate di infrastruttura per la ricarica veloce.
  • Le concessionarie non hanno ancora resi noti i piani previsti dalla legge di Bilancio 2021: soltanto Autostrade per l’Italia ha creato una società separata allo scopo.
  • Free To X, la società di Aspi, ha attivato nel 2021 le prime colonnine Hpc in quattro aree della propria rete e prevede di arrivare a 100 entro il 2023, lasciandone altre 110 agli operatori che parteciperanno alle gare per l’assegnazione.

Per visualizzare questo contenuto nel migliore dei modi ti suggeriamo
di aggiornare il tuo browser all’ultima versione disponibile.

Aggiorna il browser