Eventi

A Modena
L’autodromo lancia il Rally della Storia

A Modena
L’autodromo lancia il Rally della Storia
Chiudi

La proposta è indubbiamente originale: un rally da disputare quando si vuole, in un giorno qualsiasi (Natale e Capodanno esclusi) e con chi si preferisce… L’idea è dell’Aerautodromo di Modena, che lo ha chiamato Rally della Storia e intende, in questo modo, contribuire a valorizzare le ricchezze motoristiche del territorio circostante. Il tutto, senza troppi passaggi burocratici: ovvero, niente licenze né permessi.

Come funziona. Il rally non è competitivo, ma promette soddisfazioni di altro genere: il percorso è lungo 90,4 chilometri, divisi in sei tappe, cui si aggiungono quattro giri della pista di Modena. Alcune tappe prevedono, durante le soste, prove di abilità, da svolgere con l’uso di smartphone. I tempi indicati nella tabella consegnata ai partecipanti non sono vincolanti; sono ammesse tutte le auto, con a bordo tutte le persone che si desidera (nel rispetto delle indicazioni della carta di circolazione, però…). Si parte dall’Aeroautodromo di Modena per raggiungere l’Azienda agricola Hombre e la sua collezione Maserati; si prosegue per Maranello e il Museo Ferrari; si segue, poi, il percorso utilizzato dai collaudatori delle Rosse fino a Castelvetro e, da lì, a Nonantola, dove ha sede il Museo Famiglia Giacobazzi (coi suoi cimeli sportivi anche di F.1); si torna all’Aeroautodromo, facendo prima sosta al MEF, il Museo Enzo Ferrari di Modena. In pista, infine, si svolgono prove di regolarità: il secondo e terzo giro del circuito devono far registrare lo stesso tempo, al decimo di secondo. Non manca una prova finale.... di parcheggio. Lungo tutto il percorso i partecipanti devono rispondere, via Whatsapp, a delle domande poste dai gestori dell’impianto modenese. Alla fine, i partecipanti ricevono un certificato di merito.

I costi. La quota d’iscrizione è di 175 euro a vettura, compresi due partecipanti e i pass di accesso ai luoghi da visitare; per ogni membro supplementare dell’equipaggio si paga solo il prezzo di accesso ai due musei (26 euro). Ogni concorrente riceve gli adesivi da applicare alla vettura, il road book del percorso e la tabella di marcia, oltre ai pass e ai certificati di partecipazione.

Redazione online

COMMENTI