Eventi

Premio Gianni Mazzocchi
L'albo d'oro in attesa del Quattroruote Day

Premio Gianni Mazzocchi
L'albo d'oro in attesa del Quattroruote Day
Chiudi

Mancano poco, ormai, alla consegna del Premio Gianni Mazzocchi 2018: un riconoscimento prestigioso, istituito nel 2011 per onorare la memoria del fondatore di Quattroruote, editore di numerose e importanti altre testate (basti ricordare, tra le tante, Domus, l’Europeo, Il Mondo, Settimo Giorno), scomparso nel 1984. Il premio viene assegnato da Quattroruote a figure che si siano particolarmente distinte nel mondo dell’auto per il loro spirito innovatore o per l’impegno profuso in nome degli automobilisti.

Dagli Usa a Vairano. Primo protagonista a ricevere il premio, consegnato in occasione del Quattroruote Day e realizzato ogni anno da un giovane artista e comunque in qualche modo ispirato al mondo dell’auto, è stato l’avvocato americano Ralph Nader. Paladino della difesa dei diritti dei consumatori, Nader, che è stato anche candidato alla presidenza degli Stati Uniti, è conosciuto per aver consacrato gran parte della propria carriera, in particolare negli anni 60, alla ricerca di soluzioni a tutela della sicurezza degli automobilisti, finendo per scontrarsi con i grandi costruttori rispetto ai quali, alla fine, ha avuto la meglio. Se, oggi, tutte le auto sono più sicure, parte del merito è dunque anche sua.

Dalle corse all’ibrido. L’albo d’oro del Premio Mazzocchi comprende personalità di spicco del mondo delle corse, come John Barnard, Gianpaolo Dallara e, per certi aspetti, anche Luca Cordero di Montezemolo, il cui contributo alla leggenda sportiva della Ferrari non è certo stato irrilevante. Al loro fianco troviamo giganti del design come Giorgetto Giugiaro, innovatori come Takeshi Uchiyamada, padre della prima auto ibrida della storia, la Toyota Prius, e custodi della tutela degli automobilisti come Lotta Jakobsson, responsabile della sicurezza della Volvo e, in particolare, della protezione delle future mamme in viaggio.

L’albo d’oro del Premio Gianni Mazzocchi

2011              Ralph Nader

2012              John Barnard

2013              Giorgetto Giugiaro

2014              Takeshi Uchiyamada

2015              Lotta Jakobsson

2016              Luca Cordero di Montezemolo            

2017              Giampaolo Dallara            

COMMENTI