Il premio Engine of the Year giunge alla sua ventesima edizione e cambia pelle, adeguando il regolamento e le categorie alle nuove realtà del mercato. Non è un caso, quindi, che la denominazione sia diventata Engine + powertrain of the Year, dando risalto alle soluzioni elettrificate e non utilizzando più come riferimento la cilindrata del propulsore endotermico. La Ferrari è riuscita a conquistare nuovamente il premio assoluto con il V8 biturbo di 3.9 litri, dominando anche diverse categorie, ma la sorpresa è sicuramente la Jaguar I-Pace, capace di primeggiare sia tra le elettriche, sia nel confronto diretto con veicoli tradizionali.

Il nuovo regolamento nell'era dell'elettrificazione. In base alla rinnovata formula sono state individuate sette diverse classi: sotto i 150 CV, tra i 150 e i 250 CV, tra i 250 e i 350 CV, tra i 350 e i 450 CV, tra i 450 e i 550 CV, tra i 550 e i 650 CV e oltre i 650 CV. A queste si aggiungono alcuni premi speciali: Best New Engine, Best Performance Engine, Best Electric Powetrain e Best Hybrid Powertrain. La classifica si chiude con il titolo assoluto Best Engine+Powetrain of the Year 2019. Nella galleria d’immagini qui sopra tutti i propulsori premiati quest’anno nelle 12 categorie.