Sempre più Case propongono soluzioni di finanziamento per l’acquisto di un'auto nuova che prevedono, dopo un eventuale anticipo e un certo numero di pagamenti mensili, una maxi rata finale, detta valore futuro garantito: ovvero, la somma minima che il costruttore s’impegna a riconoscere al cliente alla scadenza del contratto a fronte del ritiro della vettura. Ma è sempre così? E i concessionari spiegano bene quali sono le clausole che condizionano l’effettiva corresponsione di questo importo? Siamo andati a verificarlo sul campo, interpellando i dealer e analizzando le condizioni di alcuni contratti. E le sorprese non sono mancate… L'inchiesta completa è su Quattroruote di dicembre.