È una delle domande che ci sentiamo formulare più spesso, negli ultimi tempi: l’auto nuova conviene comprarla o noleggiarla? Per rispondere a questo interrogativo, Quattroruote di marzo pubblica i risultati di un’inchiesta sul campo, condotta visitando in incognito diverse concessionarie per ottenere preventivi relativi all’acquisto con finanziamento e al noleggio di alcuni modelli molto diffusi. Il confronto, infatti, deve tenere conto di molti parametri, che condizionano l’esito finale in termini di convenienza dell’una o dell’altra soluzione. Per facilitare il paragone, abbiamo optato per formule di finanziamento comprendenti servizi che sono quasi sempre inclusi nel noleggio a lungo termine, come l’assicurazione furto/incendio e la manutenzione ordinaria: altri importi, come il pagamento della tassa di possesso che, in genere, non è compreso nel finanziamento, o l’acquisto di gomme invernali, vanno calcolati a parte, con l’impiego di strumenti disponibili online. Complesso è, poi, l’aspetto assicurativo, perché la Rc auto è parametrata sul profilo di ogni singolo contraente. Per questo, l’inchiesta di Quattroruote di marzo suggerisce soprattutto un metodo di calcolo della convenienza, che dev’essere poi applicato al proprio caso personale, prestando molta attenzione ai servizi compresi e alle clausole contrattuali (franchigie assicurative, coperture supplementari, chilometraggio massimo e così via). Per la cronaca, negli esempi considerati il noleggio è risultato quasi sempre più conveniente: tuttavia, per le ragioni citate, è una conclusione che non può essere generalizzata.