Eventi

Salone di Ginevra
L'edizione 2022 è confermata: si terrà dal 19 al 27 febbraio

Salone di Ginevra
L'edizione 2022 è confermata: si terrà dal 19 al 27 febbraio
Chiudi

È ormai ufficiale: il Salone internazionale di Ginevra si farà. Secondo quanto riportato dalla stampa locale e le recenti dichiarazioni rese ad Automotive News dall'organizzazione, il consiglio della fondazione Gims, gestore della più importante fiera automobilistica d’Europa, ha infatti confermato in via definitiva l'edizione 2022 della manifestazione. Smentendo, così, le continue speculazioni su una possibile cancellazione. 

Le date. Il Salone elvetico, annullato per due volte consecutive a causa dell’emergenza sanitaria legata alla pandemia del coronavirus, si terrà dal 19 al 27 febbraio prossimo nella tradizionale cornice del Palexpo, ma in tono decisamente minore rispetto al passato. Al momento, infatti, risulterebbe confermata la presenza di una sessantina di espositori: un centinaio circa in meno rispetto a quelli delle edizioni scorse. Inoltre, la superficie occupata sarà di 30 mila metri quadrati, a fronte dei 106 mila dell’edizione del 2019, l’ultima prima della pandemia. Il Salone di Ginevra sarà caratterizzato da diverse novità, tra cui una pista prova lunga circa 300 metri per i veicoli elettrici e uno spazio dedicato ai videogiochi a tema automobilistico, ma dovrà comunque svolgersi nel rispetto delle limitazioni imposte dalle autorità sanitarie locali. Pertanto, già oggi è prevista un’affluenza di molto inferiore agli anni scorsi: ogni giorno potranno entrare nei padiglioni espositivi non più di 30 mila persone. In ogni caso, gli appassionati potranno seguire tutti gli eventi, tra cui le conferenze stampa, le presentazioni dei nuovi prodotti e i convegni, attraverso un portale digitale appositamente rivolto al pubblico e alla stampa.

COMMENTI

  • Dal 95 al 2019 ho saltato solo 3-4 edizioni. Nel 2019 precovid si respirava già un'aria "strana" nonostante nei weekend fosse ancora pieno di gente, alcuni stand c'era ancora ressa, già molte case non partecipavano o avevo ridotto la loro presenza. In pratica anche senza covid e con un salone che aveva ancora molto pubblico le case stavano già scappando da questo tipo di iniziative. Questo comunicato di come sarà l'edizione 2022 decreta in pratica la fine del salone. In praticaper vedere un vero salone dell'auto si dovrà andare in cina. A proposito qualcuno sa come è andato il "saloncino" di monaco il mese scorso?
  • Condivido anch'io queste opinioni, come assiduo visitatore dal 2003 sino al 2019. Bisognerà poi vedere quali saranno i costruttori che aderiranno effettivamente, tenendo conto che nell'edizione 2020 (poi annullata), erano parecchie le defezioni previste. Per coerenza hanno comunque comunicato che lo spazio espositivo sarà piuttosto ridotto rispetto al solito.
  • Da assiduo visitatore, quale sono stato negli anni passati, temo fortemente che ormai sia finita un'era, dopo 2 anni di assenza gli organizzatori tornano con un salone al 25% di quel che era stato negli "anni d'oro", allora che stimolo avrebbe un visitatore "non svizzero" a farsi tanti chilometri per vedere un'edizione bonsai???
     Leggi le risposte