Eventi

Fiat Cinquecento
La citycar di Torino compie 30 anni - FOTO GALLERY

Fiat Cinquecento
La citycar di Torino compie 30 anni - FOTO GALLERY
Chiudi

Cinquecento, “il nome dei sogni, l'evidenza del raggiungimento del benessere, il veicolo che ha fatto scoprire la mobilità individuale, la dimensione del tempo libero". Sono queste le parole di Paolo Cantarella, all’epoca amministratore delegato della Fiat, in occasione della presentazione alla stampa della nuova citycar di Torino, avvenuta nel dicembre del 1991.

La vettura. Parliamo di un’auto oggi trentenne che, seppur con uno stile gradevole, non viene mai ricordata come un’icona di design, al contrario della 500 del 1957 di cui “traslittera” il nome. Del resto, è un modello votato soprattutto alla praticità e all’economia, nei costi di gestione e nel prezzo di listino, tra i più bassi in Italia, ma un po’ alto per la Polonia, dove all’epoca viene prodotta. “(I polacchi) ne hanno fin sopra i capelli delle 126 scomode e rumorose e attendono con asia la nuova Cinquecento, anche se in generale la ritengono troppo cara (costerà il doppio della stessa 126) e sottodimensionata”, scrivevamo nel 1991 in occasione di un nostro reportage dalla Polonia.

Il lancio. Parliamo comunque di un’auto per tutti, la cui campagna commerciale, partita a metà marzo del 1991, vede addirittura il coinvolgimento di tre grandi cantautori per altrettanti spot di lancio: Eugenio Finardi, Gino Paoli ed Enrico Ruggeri. Un’auto che strizzerà l’occhio anche ai giovani con il debutto della versione Sporting nel 1994, “accolta” dal pubblico con il porte aperte del 5 e 6 novembre e accompagnata dal claim “Sporting is magic”, cantato negli spot sulle note di un successo dance dei Playahitty (“The summer is magic”, appunto).

L’elettrica e la rassegna. E non possiamo dimenticare la versione Elettra, un oggetto misterioso sulle nostre strade, destinato soprattutto a piccole flotte di enti pubblici. Con essa la Fiat, che aveva già da un paio d’anni a listino l’omonima variante della Panda, diventa nel 1992 il primo grande costruttore con due auto elettriche a listino, come ricordiamo anche nella nostra galleria d’immagini, dove troverete la storia e le caratteristiche della Cinquecento degli anni 90.

COMMENTI

  • Possiedo ben sei esemplari di questa vettura, 3 Sporting, una rarissima Scioneri del 1994, una Trofeo del 1992 e una Sporting Kit del 1994. Auto eccezionale sotto ogni punto di vista. Sono anche il Presidente e Fondatore dell'unico club al mondo riconosciuto da Fiat denominato "Cinquecento Volte Passione".
  • La possiedo dal 1997, è un ottima auto da città,comodissima e funzionale per i parcheggi, bagagliaio spazioso, non mi ha mai creato problemi.
     Leggi le risposte
  • Avuta una con il kit Abarth, auto onesta che mi portava al lavoro e a casa. No era il massimo, ma ha fatto il suo onesto lavoro. Peccato che non avesse l'aria condizionata.
  • Ricordo anni fa, agli allenamenti della Juventus al vecchio stadio comunale arrivavano i calciatori con le più svariate costosissime supercars (era ormai caduto il veto Fiat alle auto estere), mentre il portiere Rampulla arrivava con questa 500 Sporting tra l'ilarità generale dei presenti....
     Leggi le risposte
  • La 600 ovviamente più recente (quando è defunta 2003?) gira ancora le strade ma la 500 è sparita dalle strade con incentivi 2002/2003;uno del mio palazzo ha comprato nel 1998 uno degli ultimi esemplari e da nuova avrà avuto 500 km max la pompa benzina si guastó proprio al primo viaggio lungo fuori provincia 🙄;nella mia città ne gira un esemplare assurdo addirittura trasformata in 1 pick-up 😂🤣la cosa comica era che le sporting i ragazzini le consideravano come fossero avsrth montando scarichi rombanti come Ferrari e con impianti sterei che costavano più del valore dell auto e coi subwoofer che riempivano il bagagliaio al 100%😂🤣
  • Mio cugino aveva la 1.1 sporting L unica valida;nel 98 la chiamano 600 restyling ottimo e interni con stoffe migliori e parabrezza incollato e spessore minimo adeguato;ovvio che 500 1991 e 600 1998 Avevano crash test inadeguato ma erano super utilitarie segmento a non si poteva pretendere di più es che avessero L esp di serie come le smart
  • Difetto 500 1991?1 parabrezza solo calzato non incollato:2 spessore lamiere il più sottile al mondo;3 motore base 700 della126 bis sottodimensionato;in gamma nacque nonostante la sovrapposizione con la panda perché 500 era un po’ più piccola e sostituiva la 126 bis
  • 12 mesi dopo arrivò la Twingo e... addio!
     Leggi le risposte
  • Esempio di lungimiranza della Fiat. Oltre alla già ricordata vicenda di Giugiaro, non si capisce a cosa serviva avendolo già in gamma la Panda
     Leggi le risposte
  • Una delle peggiori auto prodotte da Fiat, soprattutto nella successiva evoluzione Seicento. I volponi di Torino rifiutarono la proposta di Giugiaro, denominata Lucciola, per fare un osceno restyling di un'auto già imbarazzante di suo. Ovviamente Giugiaro non si perse d'animo e vendette il progetto alla Daewoo che diede luce alla Matiz, un successo. Poi uno si chiede come mai la Fiat sia sparita.
     Leggi le risposte
  • È un’auto delle più brutte fatte dalla Fiat. Poteva fare una vettura come la Matiz, ma... a Torino dormirono così la costruì la Daewoo. Questa Fiat 500/600 è stata una pessima auto.
     Leggi le risposte