Eventi

Mercedes-Benz
SL, dalle corse al jet set - FOTO GALLERY

Mercedes-Benz
SL, dalle corse al jet set - FOTO GALLERY
Chiudi

Il vero significato dell’acronimo “SL” è stato a lungo dibattuto: c’era chi sosteneva significasse Sport Leicht (Sport Leggera) e chi invece affermava volesse dire Super Leicht (Super Leggera). Solo uno studio approfondito del 2017 nell’archivio Mercedes ha definitivamente sancito la correttezza della dicitura Super Leicht, ma questa piccola confusione sulle sue origini non ha mai scalfito l’importanza di una sigla divenuta in breve leggendaria. Già, perché la lussuosa Mercedes SL che noi tutti oggi conosciamo non è stata concepita come un’auto stradale, ma come un progetto speciale per riportare la Mercedes ai vertici delle competizioni.

La storia. Era la fine del 1950 quando prese il via il suo sviluppo, e in una Germania ancora pesantemente condizionata dall'esito della seconda guerra mondiale, un piccolo gruppo di ingegneri, guidati da Rudolf Uhlenhaut, iniziò la costruzione di una nuova auto da corsa utilizando parti meccaniche già esistenti, come il sei cilindri in linea della W187, l’antenata della Classe S. Componenti durevoli sì, ma non certo abbastanza leggeri o performanti da poter essere trapiantati su una sportiva con aspirazioni da fuoriclasse. Motore, cambio e freni di serie vennero così modificati e, per mantenere il più in basso possibile l’ago della bilancia, Rudolf Uhlenhaut disegnò un telaio tubolare dal peso di soli 50 kg.

L’esordio. Un anno più tardi la vettura debuttò nelle competizioni e il successo fu immediato: in una sola stagione la neonata Mercedes SL arrivò seconda alla Mille Miglia e trionfò alla 24 Ore di Le Mans e alla Carrera Panamericana. Alla fine del 1952, la carriera sportiva della SL era già giunta al termine (sarebbe presto arrivata la SLR a otto cilindri), ma la “S” e la “L” erano già sulle bocca di tutti e l’insistenza dei clienti convisse la Mercedes a crearne una versione stradale. Nasceva così, nel 1954, la Mercedes 300 SL Gullwing: da quel momento non sarebbe mai mancata (se non per brevi periodi) una SL nel listino della Stella a tre punte. Riscopriamo tutte le sue evoluzioni fino al giorno d’oggi nella nostra rassegna.

COMMENTI