Eventi

Fuorisalone di Milano 2022
Audi, 40 anni di quattro (la trazione) - FOTO

Fuorisalone di Milano 2022
Audi, 40 anni di quattro (la trazione) - FOTO
Chiudi

L’Audi e la trazione quattro, uno storico connubio oggi celebrato in un inedito portfolio. In occasione della Milano Design Week 2022, la Casa di Ingolstadt ha presentato il volume “FuoriConcorso quattro”, dedicato allo storico sistema di trazione integrale e ai gioielli più rappresentativi di tale tecnologia, immortalati nel Quadrilatero della Moda.

Il progetto. L’idea di fotografare tali vetture nelle ore notturne nasce durante il lockdown del 2020, e quindi in un surreale contesto urbano, e trova il suo artefice principale in Guglielmo Miani, presidente del MonteNapoleone District. Parliamo dell’associazione che riunisce gli oltre centocinquanta marchi di lusso presenti in via Montenapoleone, via Sant’Andrea e via Verri, ma anche in via Santo Spirito, via Gesù, via Borgospesso e via Bagutta, partner di Audi dal 2014.

Dai rally in poi. Nelle suggestive foto di questo volume trovano spazio grandi icone dei Quattro anelli che hanno visto la luce dal 1981 in poi, cioè a partire dalla mitica Audi quattro Gruppo 4: di fatto, l’auto che porta alla ribalta la trazione integrale nei rally, ottenendo due titoli Costruttori (1982, 1984) e due titoli Piloti (Mikkola nel 1983, Blomqvist nel 1984). Non mancano la sua erede, cioè l’Audi Sport quattro, e l’omonima vettura stradale da cui deriva, prodotta in piccola serie per assicurare al marchio tedesco l’accesso al Gruppo B.

2022-audi-fuoriconcorso-quattro-03

I gioielli. Seguono l’Audi 90 quattro che la Casa di Ingolstadt sviluppa al termine degli anni 80 per correre Oltreoceano nel campionato IMSA GTO e la concept Avus quattro del 1991, una supercar a motore centrale con telaio tubolare e la curiosa carrozzeria d’alluminio non verniciato, che in questi giorni è possibile ammirare a Milano nella boutique Larusmiani. Non è l’unica concept del portfolio: le fanno compagnia in questo volume l’Audi quattro Spyder dello stesso anno, di fatto una coupé con tetto removibile, e la ben più recente Audi AI:Race del 2018, già PB18 e-tron, un’avveniristica shooting brake con la trazione integrale elettrica e una potenza di picco di ben 775 CV.

Le RS. Infine, non mancano le mitiche RennSport, come la RS2 Avant, che ha dato il via a tale gamma di modelli high performance dei Quattro anelli, la sua erede, cioè la RS4 Avant, e la RS6 Avant della serie C5, per poi arrivare alla sua attuale pronipote, la RS6 Avant C8. Infine, conclude il volume l’Audi stradale più potente di sempre, cioè la RS e-tron GT da 646 CV, esposta in questi giorni in via Montenapoleone.

Audi al Fuorisalone. Il volume, al cui progetto ha preso parte anche Marc Lichte, responsabile del design di Ingolstadt, è stato presentato nell’ambito delle iniziative di Audi per il Fuorisalone 2022, che trovano il fulcro nella struttura “The Medelan” di piazza Cordusio. Qui, la Casa tedesca ha allestito “House of Progress”, un hub dedicato al futuro della mobilità, dove i visitatori potranno peraltro ammirare fino al 13 giugno le concept A6 Avant e-tron e Audi grandsphere, due recenti “manifesti” della tecnologia elettrica dei Quattro anelli.

COMMENTI