Eventi

Packard
Addio alla fabbrica di Detroit dopo anni di abbandono

Packard
Addio alla fabbrica di Detroit dopo anni di abbandono
Chiudi

Sono iniziate a Detroit le opere di demolizione dello storico stabilimento Packard. Per i prossimi due anni, i fondi garantiti dallo Stato permetteranno di radere al suolo gli oltre 300 mila metri quadrati di ciò che rimane di uno dei monumenti del periodo d'oro di Motown, da tempo ridotto a un pesante fardello per la comunità.

Chiuse i battenti nel 1958. Il marchio Packard è rimasto in attività nel settore automobilistico dal 1899 al 1958, tentando, nel 1954, la strada dell'acquisizione della Studebaker per lottare contro le più grandi Ford, GM e Chrysler. Una parte della Packard, la Electric Division, fu ceduta alla General Motors nel 1932 ed è tutt'ora attiva come fornitore di componenti elettrici.

Henry Ford prese ispirazione da qui. La storia degli edifici, divenuti parte integrante del paesaggio della east-side di Detroit, inizia con la costruzione nel 1903. All'epoca si trattava di una fabbrica avveniristica (a cui si ispirò poi Henry Ford per la costruzione della Ford T) e la sua espansione negli anni seguenti fu tale da dare lavoro a 40.000 persone, producendo, nel solo 1929, 4,45 milioni di veicoli. Dopo la riconversione nel periodo bellico, le ultime auto furono costruite nel 1956 e per decenni la struttura è rimasta abbandonata, alimentando il degrado sociale, ma fungendo allo stesso tempo anche da set cinematografico per alcune pellicole.

Il fallimento degli investitori privati. La città di Detroit ha acquisito l'area nel 1994 dopo il fallimento di alcuni investitori privati. Nel 2013 l'edificio è stato acquistato all'asta da un imprenditore spagnolo, che non è però mai riuscito a far fronte agli impegni pattuiti. Molti conoscono la struttura per le suggestive immagini scattate dagli urban explorers, ma anche per il caratteristico "ponte" che univa due lati degli edifici, crollato nel 2019.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Packard - Addio alla fabbrica di Detroit dopo anni di abbandono

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it