Eventi

Best of 2022
Dallara, correre verso il domani (senza pilotare)

Best of 2022
Dallara, correre verso il domani (senza pilotare)
Chiudi

Sabato 19 novembre scorso ho accompagnato l’ingegner Giampaolo Dallara a Milano AutoClassica. Un paio di convegni, qualche saluto, una folla perpetua di persone pronte a riconoscerlo, complimentarsi, ringraziarlo. Giovani e giovanissimi, soprattutto, alla faccia della presunta débâcle dell’auto (ma questa è un’altra storia, ndr). “Devo dire ai miei”, mi dice, “di portare anche i ragazzi della nostra accademia, qui, l’anno prossimo”: se dovessi incorniciare la frase che meglio ha rappresentato - in quel sabato - lo spirito dell’Ingegnere, citerei proprio quell'“anno prossimo”; cifra della prospettiva continua di chi, con lucidità, ha un progetto da portare avanti. Un sogno, il suo. Quello di Giampaolo Dallara. Quest’anno, Quattroruote ha avuto il privilegio di poter raccontare - in qualità di media partner - i 50 anni della Dallara con #project50. Così, oltre che a Milano AutoClassica, abbiamo potuto toccare con mano quanto la sua figura, resa celebre dai masterpiece automobilistici di cui è autore, sia rispettata e osannata nel mondo delle corse e delle auto da sogno.

2022-dallara-indycar-factory

Dall'Indy all'aerospace. A Indianapolis lui è di casa, lo abbiamo visto: la tecnica e la tecnologia della Casa, al di là dell’Oceano, hanno il profumo della sicurezza, delle vite salvate. Quindi più spettacolo e meno dramma, ricetta che agli americani piace e per la quale la Dallara è venerata. Alla Mille Miglia di quest’anno s’è fatta tappa a Varano de’ Melegari perché un po’ tutto il mondo voleva celebrarli, questi 50 anni: la Corsa più bella del mondo ha salutato, a casa sua, uno dei più grandi personaggi dell’automobile di sempre. Che dire: il nostro #project50 ha voluto raccontare un po’ tutto questo, per ricordare che si può vivere di auto sognando forte; applicando idee mai viste nella progettazione, sviluppando processi produttivi capaci di cambiare le regole del gioco (dalla performance alla sicurezza) e aiutando un’industry in cerca di sé stessa a trovare il bandolo della matassa in fatto di cose che piacciono (grazie alle consulenze al mondo delle Case auto). Soprattutto guardando oltre: dalla guida autonoma, che è stata affrontata grazie alle competizioni, all’aerospace, senza dimenticare le “intrusioni” in campo medico nei terribili mesi della pandemia. Il tutto generando valore, grazie a scuole per formare le professionalità utili a non far evaporare il genius loci dalla “sua” Varano de’ Melegari; e in generale dalla Motor Valley, distretto che non sarebbe mai esistito senza un peso massimo come la Dallara. Azienda che ha saputo guardare avanti grazie a un “acquisto” strategico come quello di Andrea Pontremoli, attuale amministratore delegato. Genio e regolatezza, insomma, per Giampaolo Dallara: imprenditore e funambolo dell’automobilismo che ha saputo applicare all’arte di vivere la ferocia delle competizione. “Perché prima di vincere, occorre saper imparare dagli errori”.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Best of 2022 - Dallara, correre verso il domani (senza pilotare)

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it