La Porsche Taycan ha un volto. La berlina sportiva elettrica della Casa tedesca è stata nuovamente fotografata su strada e sono visibili per la prima volta nuovi elementi dei gruppi ottici anteriori e posteriori, offrendo così una anteprima molto concreta della vettura definitiva che vedremo entro la fine del 2019.

I gruppi ottici anteriori e posteriori senza veli. Fino a oggi la Porsche Taycan aveva celato sotto pesanti protezioni plastica il vero taglio dei gruppi ottici, ma nelle immagini il richiamo alla Missione E Concept del 2015 è finalmente evidente. Il frontale è caratterizzato da elementi luminosi con quattro luci a Led interne e da una presa d'aria verticale sui lati del paraurti. Le altre luci a Led orizzontali sul paraurti sono invece dei semplici adesivi e distolgono l'attenzione dalla profilatura aerodinamica della zona sottostante, dove le prese d'aria sono divise in tre elementi. In coda sono spariti i finti terminali di scarico presenti sui prototipi precedenti nella zona vicina al grande estrattore. Si fanno invece notare i sottilissimi elementi a Led orizzontali inseriti in una zona scavata della fiancata e del portellone, che funge anche da elemento aerodinamico.

600 CV, 500 km di autonomia. La Porsche Taycan è spinta da due motori elettrici sincroni a magneti permanenti che erogano circa 600 CV totali. La trazione integrale permetterà alla quattro porte di scattare da 0 a 100 km/h in soli 3,5 secondi e di raggiungere i 200 km/h da fermo in un tempo inferiore ai 12 secondi, mentre il dato relativo alla velocità massima non è ancora noto. Con le nuove colonnine di ricarica CCS a 350 kW, in un quarto d'ora si potranno ripristinare fino a 400 km d'autonomia, mentre saranno oltre i 500 i chilometri percorribili con il totale dell'energia disponibile a bordo.