La Tesla è tornata al Nürburgring per sviluppare ulteriormente i prototipi della futura versione sportiva della Model S. La Casa californiana vuole battere il primato della Porsche Taycan e per questo ha portato in Germania una serie di muletti di una variante non ancora in commercio. La base è quella della P100D, ma il powertrain, battezzato Plaid, adotta tre motori. 

Ulteriori modifiche sui prototipi. Rispetto alle foto spia precedenti oggi possiamo osservare due diversi esemplari della berlina elettrica, ulteriormente evoluti. I passaruota sono quelli allargati già visti a settembre, ma sono stati aggiunti degli sfoghi d'aria dietro alle ruote anteriori. Sono inoltre presenti altre modifiche di carattere aerodinamico: l'esemplare di colore blu adotta un grande diffusore posteriore, mentre quello rosso ha un paraurti privo di catarifrangenti con un bordo inferiore plastico più pronunciato. Le due vetture sono dotate anche di un piccolo alettone fisso maggiorato sulla coda, mentre le sospensioni e i pneumatici sono stati totalmente modificati rispetto alla Model S di serie. Ultimo dettaglio per il frontale: il paraurti è privo delle griglie vicine ai fendinebbia e non è escluso che siano stati rivisti i flussi di raffreddamento per l'impianto frenante.

Tentativo di record entro breve tempo. La Tesla non ha fornito indicazioni sulla potenza stimata della vettura, limitandosi a confermare la presenza del powertrain e del telaio in forma sperimentale. Nel corso del mese di ottobre dovrebbe essere compiuto il tentativo di record: le antenne per i rilevamenti sono infatti già presenti sulla vettura.