Foto spia

BMW Serie 2
Test sulla neve per la nuova Active Tourer

BMW Serie 2
Test sulla neve per la nuova Active Tourer
Chiudi

Si spostano in Scandinavia i collaudi della seconda generazione della BMW Serie 2 Active Tourer. Ora che anche la cugina Serie 1 è passata alla trazione anteriore, sono sempre di più i dettagli in comune tra i due modelli, anche dal punto di vista stilistico.

Crescono dimensioni e calandra. Le foto spia odierne mostrano un prototipo ancora incompleto, ma sono sufficienti per comprendere la direzione presa dalla Casa tedesca. Le proporzioni della vettura sono infatti simili a quelle del modello attuale e nel frontale si nota già l'impostazione scelta per i gruppi ottici e le prese d'aria. Lo stesso non si può dire, invece, del posteriore, dove i fari non sono ancora quelli definitivi. Spicca, nell'insieme, una calandra più grande rispetto al passato, oltre allo spostamento sulla portiera del supporto degli specchietti retrovisori. Il ricorso alla più recente piattaforma Faar, poi, dovrebbe comportare un incremento delle dimensioni, che presumibilmente andrà di pari passo con un aumento dello spazio disponibile a bordo. Gli interni non sono visibili, ma con ogni probabilità riprenderanno l'impostazione della Serie 1, caratterizzata da una plaancia con doppio display digitale.

Tre e quattro cilindri per tutte. La Serie 2 Active Tourer si è distinta fino a oggi per l'ampia scelta di motori benzina (anche plug-in hybrid) e diesel a tre e quattro cilindri. Sulla nuova serie la gamma propulsori dovrebbe replicare quella della Serie 1 e aprire all'arrivo di nuove varianti elettrificate. Il lancio della seconda generazione della Active Tourer potrebbe avvenire entro la fine del 2020, ma dalla Casa tedesca non sono ancora giunte conferme.

COMMENTI