Foto spia

BMW Serie 4
Avvistata la Gran Coupé

BMW Serie 4
Avvistata la Gran Coupé
Chiudi

Un prototipo della BMW Serie 4 Gran Coupé è stato immortalato assieme ad altri muletti della Casa di Monaco. La berlina sportiva seguirà il debutto delle varianti coupé e cabriolet già presentate ed è ormai definita in ogni dettaglio, ma non dovrebbe essere svelata prima del 2021.

Gran Coupé come da copione. La formula della Gran Coupé è stata confermata anche per la nuova generazione della Serie 4 e, osservando le immagini, pare che la BMW sia intenzionata a mantenere l'impostazione della versione uscente: il frontale è quello delle nuove Serie 4 a due porte, caratterizzato dal grande doppio rene sviluppato verticalmente, mentre la fiancata presenta i montanti posteriori molto inclinati e il taglio sfuggente del cristallo fisso. Le portiere sono chiuse, ma è piuttosto scontata l'adozione dei vetri privi di cornici come per le altre Gran Coupé proposte fino a oggi. In coda troviamo un pratico portellone che integra nella parte finale un elemento aerodinamico fisso. Rispetto al modello attuale, la vettura appare più larga e aggressiva sul piano del design, elemento in comune con le coupé e cabriolet: da queste ultime dovrebbero peraltro derivare gli interni, non visibili in queste immagini. 

La M che non c'era. Meccanicamente, la Serie 4 Gran Coupé dovrebbe replicare la gamma dei propulsori diesel e benzina già introdotti sulle varianti a due porte. Rimane il dubbio, invece, sull'ipotetico lancio di una versione sportiva M: dal momento che è stata già confermata la futura disponibilità di una M3 Touring, nulla vieta che anche la Gran Coupé possa avere per la prima volta una chance in tal senso.

COMMENTI

  • Più interessante è l'auto a destra della 4 gran coupé: la nuova serie 7 G70. Sebbene ancora pesantemente camuffata si notano 2 interessanti particolari: il muso ispirato alla E9, e il montante c che riprende l'andamento di quello della E32. Vedremo.
  • Questa potrebbe essere una strada stilistica per rilanciare le vendite della Giulia soprattutto in un mercato come gli USA che secondo le intenzioni dovevano essere il target da centrare. Certo occorre investirci sopra e credere di poterla continuare a proporla in vendita. ..... è qui che poi "cadono gli asini".....