Foto spia

Lamborghini Urus Evo
Primo sguardo al facelift

Lamborghini Urus Evo
Primo sguardo al facelift
Chiudi

Anche per la Lamborghini Urus è tempo di restyling. O meglio, di un aggiornamento che apporterà lievi modifiche estetiche e sostanziose novità di carattere tecnico e tecnologico. Come già visto sugli altri modelli della Casa del Toro, anche l'odierna versione della Suv potrebbe essere presto sostituita da una variante Evo, in linea con quanto fatto nel 2019 con la Huracán. Se da un lato il look dovrebbe presentare solo novità di dettaglio, dall'altro potremmo assistere a una vera e propria rivoluzione all'interno del cofano.  

Lifting discreto. Lanciata nel 2018, la Urus potrebbe debuttare in veste aggiornata tra la fine del 2021 e l'inizio del 2022, anno in cui dovrebbero iniziare le vendite a livello globale. Come anticipato, non bisogna attendersi una rivoluzione estetica ma un restyling di sostanza. A livello visivo le novità saranno limitate al paraurti anteriore (che sarà probabilmente aggiornato con un nuovo disegno e prese d'aria modificate) e a quello posteriore, che potrebbe portare al debutto un estrattore riprogettato. Alcuni ritocchi dovrebbero interessare anche i fari della Suv, mentre a listino arriveranno sicuramente nuove personalizzazioni, a partire da cerchi e tinte per la carrozzeria. Non mancheranno alcuni aggiornamenti all'abitacolo, nel quale sono attesi nuovi schermi per l'infotainment, il pannello di regolazione del clima e il quadro strumenti digitale. È inoltre possibile che i designer di Sant'Agata Bolognese abbiano messo mano alla console centrale, compreso il "Tamburo" per la gestione del cambio e delle modalità di guida, dettaglio che ha fatto discutere gli appassionati fin dalla presentazione della Suv.

2021-Lamborghini-Urus-Evo-08

Nuove tecnologie. La Lamborghini Urus dispone già di molti Adas derivati da altri modelli del gruppo Volkswagen, compresi i sistemi di assistenza alla guida in autostrada e in ambiente urbano: tali dotazioni saranno probabilmente aggiornate con nuove funzionalità rese possibili dall'introduzione di nuovi sensori. Tra le novità vi sarà anche una nuova versione del software di bordo: oltre all'infotainment i tecnici della Lamborghini dovrebbero essere al lavoro anche su un aggiornamento complessivo di sistemi elettronici di gestione del powertrain. Sulla Urus Evo, infatti, potrebbero debuttare nuove modalità di guida con tarature specifiche per le varie condizioni stradali.

Anche Performante? Il debutto della versione aggiornata potrebbe coincidere con un amplimento della gamma. Per il momento non ci sono conferme sul possibile arrivo di una variante ibrida plug-in, ma la Urus Evo potrebbe essere caratterizzata da un V8 4.0 biturbo mild hybrid a 48 volt con una potenza superiore ai 650 CV e agli 850 Nm dell'attuale versione. Non è infine da escludere che gli uomini del Toro possano sfruttare il restyling per introdurre anche una versione ancor più sportiva, la tanto vociferata Urus Performante, una super Suv che potrebbe facilmente oltrepassare il muro dei 700 CV.

COMMENTI

  • Finalmente una ritoccata! speriamo sia ottima come lo è stata sulla huracan EVO che ha beneficiato d'un ottimo paraurti anteriore, cosa che invece non è mai andata a genio della URUS