Foto spia

Ferrari
Collaudi su strada per la nuova hypercar ibrida

Ferrari
Collaudi su strada per la nuova hypercar ibrida
Chiudi

Quella che a prima vista sembra una LaFerrari in realtà non lo è. Il muletto protagonista di queste foto spia potrebbe infatti nascondere la meccanica e altri dettagli della futura hypercar ibrida del Cavallino Rampante: l'erede di una stirpe di modelli che hanno scritto la storia dell'automobilismo sportivo potrebbe arrivare entro un paio d'anni. Nei sogni degli appassionati, la nuova supersportiva di Maranello monterà un V12 aspirato, ma al momento la Casa non ha fornito conferme in tal senso: l'unica certezza riguarda l'elettrificazione. Già introdotta sugli ultimi modelli ad altissime prestazioni, la tecnologia ibrida consentirà alla nuova hypercar di raggiungere performance fino a pochi anni fa impensabili per un'auto stradale. Alcune delle sue tecnologie potrebbero essere inoltre riprese dalla sportiva che proprio nel 2023 riporterà il Cavallino nella massima categoria del mondiale Endurande, la LMH. Proprio alla luce della partecipazione della Ferrari alla categoria Hypercar non è da escludere che, come già promesso da altri costruttori, anche Maranello possa realizzare una versione stradale della sportiva da competizione. Ma queste, per il momento, sono solo fantasie per gli appassionati.

2021-Ferrari-erede-LaFerrari-02

Ibrida e integrale. È ancora presto per parlare dei dettagli tecnici del powertrain, ma queste foto spia offrono interessanti spunti di riflessione sull'impostazione della nuova sportiva. Pur condividendo gran parte della carrozzeria con quella della LaFerrari, questo mulotipo presenta delle caratterizzazioni aerodinamiche inedite, alcune più evidenti, come gli scarichi posteriori centrali, e altre più nascoste. La nuova hypercar, come da tradizione, avrà un'architettura con motore posteriore centrale e cambio automatico ma, viste le potenze in gioco, potrebbe utilizzare un sistema di trazione integrale ibrido con un motore elettrico montato sull'asse anteriore, come già visto sulla sorella minore SF90 Stradale. Azzardare un valore indicativo per la potenza è ancora difficile: i tempi sono ancora prematuri e da Maranello non sono trapelate indicazioni a riguardo, ma la nuova hypercar dovrebbe oltrepassare di slancio il muro dei 1.000 CV, già raggiunto proprio dalla SF90. Non è infine da escludere che i tecnici del Cavallino possano puntare anche in un'altra direzione per incrementare ulteriormente il livello prestazionale della vettura: il contenimento del peso.

2021-Ferrari-erede-LaFerrari-12

Aerodinamica sempre più raffinata. La LaFerrari ha portato al debutto soluzioni aerodinamiche inedite, integrando nella carrozzeria i deflettori necessari per garantire un elevato carico aerodinamico così da non deturpare le linee con grandi alettoni o vistose appendici aerodinamiche. L'erede della V12 ibrida dovrebbe riprendere questa filosofia, proponendo un fondo piatto abbinato a un grande estrattore posteriore che da solo garantirà buona parte della downforce, combinandosi con altri condotti celati al di sotto dei pannelli della carrozzeria. Per garantire una maggiore pulizia dei flussi aerodinamici posteriori, i terminali di scarico potrebbero essere riposizionati: il muletto, sorpreso con due differenti configurazioni della coda, presenta quattro terminali inclinati e due uscite centrali rialzate: queste ultime sono già state impiegate da diversi modelli sportivi della Casa, compresa la SF90 Stradale. Osservando con attenzione le varie parti di questo mulotipo è possibile notare anche altre novità aerodinamiche che spaziano dalle prese d'aria dietro alle portiere fino alla nuova configurazione del frontale. Il cofano anterirore ha una forma diversa rispetto a quello della LaFerrari, così come il paraurti e i supporti degli specchietti retrovisori. Per vedere maggiori dettagli della nuova supersportiva bisognerà attendere ancora diversi mesi: il debutto, infatti, è atteso non prima del 2023.

COMMENTI

  • Credo che per Ferrari produrre una versione stradale della sua Hypercar per correre nel WEC sia una scelta quasi obbligata visto il travaso pista/strada che da sempre contraddistingue il cavallino, per altri costruttori generalisti la scelta sarà più complicata, Toyota pare la produrrà, (almeno dagli annunci), Peugeot parrebbe di no.....