Foto spia

Alfa Romeo Tonale
Nuovi collaudi per la Suv del Biscione

Alfa Romeo Tonale
Nuovi collaudi per la Suv del Biscione
Chiudi

Un'Alfa Romeo Tonale come non l'avevamo mai vista, in veste definitiva. Queste foto spia mostrano uno dei prototipi della Suv con quella che dovrebbe essere la scocca del modello di serie: molti dettagli, infatti, sembrano confermare quanto vi avevamo già mostrato nella nostra anteprima esclusiva. Insomma, i collaudi della nuova ibrida plug-in procedono senza sosta e il debutto si avvicina. Per poterla toccare con mano nelle concessionarie bisognerà attendere fino alla prossima estate - fino al 4 giugno, per essere precisi - ma le camuffature verranno tolte molto prima: le prime foto ufficiali si potrebbero già vedere prima della fine di quest'anno, mentre la presentazione è in programma per i primi mesi del 2022.

2021-Alfa-Romeo-Tonale-05

Davanti. Rispetto ai precedenti prototipi, il muletto odierno è in una fase di sviluppo molto più avanzata, forse già un modello di pre-serie. Nonostante le camuffature si può intuire che sul frontale tutto (o quasi) è al posto giusto: dal paraurti anteriore con il classico trilobo anteriore ai gruppi ottici. In alcune immagini è anche possibile vedere gli indicatori di direzione in funzione: saranno composti da tre differenti strisce a Led, che sottolineeranno gli altri diodi utilizzati per abbaglianti e anabbaglianti. Non è da escludere che le luci di svolta possano essere impiegate (con un colore diverso) anche come luci diurne, creando una firma luminosa specifica per questo modello.

2021-Alfa-Romeo-Tonale-02

Dietro. Al posteriore, invece, non sono ancora presenti i gruppi ottici che vedremo sul modello di serie: su questo prototipo, infatti, i tecnici dell'Alfa Romeo hanno installato dei fari provvisori e non è detto che questo sia l'unico particolare non definitivo della vettura. Pure il paraurti posteriore, per esempio, potrebbe subire delle modifiche: la pellicola di copertura non lascia intuire chiaramente le forme del paracolpi, ma nella parte bassa sembra mancare un pannello, probabilmente un finto estrattore aerodinamico di plastica o una protezione per il sottoscocca. Su questo muletto, inoltre, non sembrano essere presenti dei terminali di scarico visibili: è dunque da confermare se il modello di serie utilizzerà degli scarichi nascosti oppure se i progettisti li integreranno nel disegno del paraurti.

2021-Alfa-Romeo-Tonale-04

Gli interni. Un'immagine ci consente di dare un fugace sguardo agli interni del prototipo e notare come il volante derivi da quello della Giulia, rispetto al quale presenta alcune novità. La doppia razza inferiore, per esempio, sembra avere una forma differente. Pure la plancia sarà diversa rispetto a quella dei modelli attuali: quasi scontata la presenza (crisi dei chip permettendo, ndr) di un quadro strumenti digitale da 10 o 12 pollici, che sarà affiancato da un grande touchscreen per l'infotainment, forse in stile tablet.

2021-Alfa-Romeo-Tonale-03

Le dimensioni. Quando arriverà, la Tonale dovrebbe andare a posizionarsi nella parte alta del segmento C-Suv, per intenderci un gradino sopra alla sorella Jeep Compass, con la quale condividerà pianale Small US Wide e parte della meccanica. Dentro ci sarà spazio per cinque persone e pure il bagagliaio dovrebbe proporre una buona capacità: l'americana si ferma a 438 litri, ma la sport utility di Arese potrebbe avvicinarsi - se non addirittura superare - quota 500 litri.

I motori. Dentro il cofano della Tonale troveranno spazio dei propulsori elettrificati, anche plug-in, ma in gamma potrebbe esserci posto anche per motorizzazioni più tradizionali, come i turbobenzina della famiglia FireFly e, forse, anche qualche unità a gasolio. Sulla Compass, infatti, è disponibile il 1.6 Multijet II da 131 CV e 320 Nm, che potrebbe fare capolino - in veste aggiornata - anche nei listini della Suv del Biscione.

COMMENTI

  • Terribile, ma si era già visto sulla show car (...e non capirò mai perché si urlò al miracolo...) la fiancata totalmente priva di muscolosità. Questa, di AR ha solo lo scudo davanti. Assolutamente anonima. Non mi aspetto motori fantasmagorici o comportamento stradale da GT per un suv nato sotto la dittatura-green, ma almeno una linea più ca##uta. La Formentor è anni luce avanti. Fortunatamente Tavares ha ingaggiato Mesonero (sperando abbia conservato il magic-touch), ma se non mettono il turbo ai propositi, questo marchio evapora...
  • @stamaz il sito che aveva anticipato la riduzione ad una sola linea di Melfi dice che Stellantis stima in 12000 gli esuberi in Italia. Spero con tutto il cuore che siano fantasie ma visto che Melfi era lo stabilimento che stava meglio, non mi sorprendere affatto che fosse vero; sarebbe solo il compimento della gestione Marchionne-Manley. La Tonale sarà, con tutta probabilità, un successo ma troppe Tonale, intese come modelli azzeccati, ci vorebbero per non chiudere almeno uno delle fabbriche italiane, oggettivamente in agonia
  • @L F: è garantito che con la gestione francese cambierà tutto, oltre al prodotto, soprattutto in Italia; in questi ultimi giorni Stellantis ha restituito il prestito garantito dal ns Stato (fonte: il FQ)sostituendolo con quello di un gruppo di banche a tassi d’interesse ben superiori; evidentemente ne vale la pena: cade infatti quindi ogni vincolo in termini di occupazione nei nostri stabilimenti e verso l’indotto. La“festa” può iniziare...
     Leggi le risposte
  • appena imbarazzante, sembra
  • Le dimensioni delle ruote in rapporto alla carrozzeria la fanno assomigliare ad una vera e propria utilitaria. Temo che le foto diffuse qualche tempo fa rappresentino la vera Tonale, ma spero vivamente di sbagliarmi.
  • Attendere un altro anno ? Altro che alla frutta, sono al dessert al caffe' e all' ammazza caffe'. Ma se l' abbiamo gia' vista come sara' che la camuffano a fare? Poi la sveleranno e scopriremo che e' uguale alle foto scattate due anni prima come successo alla Giulietta.
  • La Tonale è l'ultimo modello Alfa Romeo figlio della gestione FCA di Marchionne e come da tradizione verrà messo sul mercato in ritardo , quasi 4 anni dopo la presentazione del prototipo. Mi auguro che abbia successo ma soprattutto spero che la nuova gestione "made in France" cambi radicalmente la politica di prodotto.