Jaguar Land Rover La Brexit porterà a tagli della produzione

Rosario Murgida Rosario Murgida
Jaguar Land Rover
La Brexit porterà a tagli della produzione
Chiudi
 

Le conseguenze dell'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea e la decisione del governo di Londra di aumentare le aliquote fiscali sulle diesel continuano a presentare il conto al settore automobilistico britannico. Con il mercato che mostra segnali di indebolimento, i produttori sono sempre più propensi a tagliare le produzioni, gli investimenti e ovviamente la forza lavoro. Non si tratta solo di realtà estere come il gruppo francese PSA, che ha annunciato tagli allo stabilimento Opel/Vauxhall, ma anche della britannica Jaguar Land Rover.

Tagli a Halewood. La società di Coventry, fondata nel 2008 dopo il passaggio dei marchi Jaguar e Land Rover dalla Ford alla Tata Motors, ha in particolare deciso di ridurre temporaneamente la produzione presso il suo stabilimento di Halewood, nell'Inghilterra settentrionale, per adeguarsi al calo della domanda causato dalla Brexit e dalle nuove imposizioni fiscali sui motori a gasolio. L'anno scorso le immatricolazioni nel Regno Unito sono calate del 5,7%, il peggior declino annuale dal 2009, con la sola domanda di vetture diesel scesa del 17,1%. E le prospettive per il 2018 non sembrano certo rosee anche se i volumi sono ancora su livelli molto elevati. "Il calo della fiducia di imprese e consumatori sta indubbiamente facendo pagare il conto e i messaggi anti-diesel hanno fatto sì che molti esitassero prima di acquistare una nuova auto a gasolio", ha spiegato poche settimane fa Mike Hawes, numero uno dell'associazione di settore SMMT. "Il 2017 è stato indubbiamente un anno molto volatile e la scarsa crescita economica fa sì che ci aspettiamo un ulteriore indebolimento del mercato per il 2018".

Discovery ed Evoque. Da Coventry sono giunte ieri spiegazioni non dissimili. "L'incertezza continua sulla Brexit viene percepita dai clienti britannici e in Europa", ha affermato la Casa britannica. "Se a questo si aggiungono i timori sul futuro dei motori a benzina e diesel e la generale incertezza economica e politica globale, si comprende in modo chiaro perché l'industria stia riscontrando un impatto sulle vendite di auto". "In seguito a una revisione dei volumi programmati, stiamo pianificando alcune modifiche temporanee al calendario di produzione di Halewood nel secondo trimestre", ha aggiunto. Lo stabilimento produce la Discovery Sport dal 2014 e la Range Rover Evoque dal 2011 ed è uno dei tre siti produttivi della Jaguar Land Rover nel Regno Unito. L'intera produzione dei due marchi britannici, che nel 2016 ha superato la soglia delle 500 mila vetture (quasi un terzo degli 1,7 milioni di veicoli assemblati nel Paese), è destinata per il 45% all'Europa e per il 90% copre la vendita di modelli diesel. Sono queste percentuali a spiegare quanto elevato sia l’impatto della Brexit e della campagna in atto contro i diesel, in particolare dopo il dieselgate. Un’ulteriore prova sta nei dati di vendita della Jaguar Land Rover. Soltanto grazie ai risultati raggiunti in Cina e in altri Paesi emergenti, l'anno scorso le vendite globali sono salite del 6,5%. Nel Regno Unito sono infatti scese del 15,8% e in Europa del 4,6% spingendo il responsabile commerciale Andy Goss a parlare di "tempi difficili in alcuni mercati chiave" a causa, proprio, del "calo della fiducia dei consumatori e dalle tasse sul diesel".  

Prospettive difficili. La generale incertezza sul mercato britannico ha ovviamente un impatto non solo sulla Jaguar Land Rover, ma anche su altre case automobilistiche presenti sul territorio britannico. Sin dall'esito sorprendente del referendum sull'uscita dalla Ue, sono stati diversi i produttori che hanno lanciato allarmi sulla conferma di investimenti e di attività produttive nel Regno Unito. La Nissan, che ha il suo maggior impianto al mondo a Sunderland, nell'Inghilterra nord-orientale, è stata per esempio tra le più attive a chiedere garanzie e rassicurazioni al governo di Londra, ma timori sono stati espressi anche recentemente da altre Case come la Honda e l’Aston Martin senza dimenticare le preoccupazioni della Toyota o della BMW. Del resto quasi l'80% della produzione automobilistica britannica è destinata ai mercati dell'Unione Europea e l'impatto della Brexit si farà sentire sui costi legati sia all'esportazione dei veicoli a causa dell'aumento dei dazi doganali che all’importazione di componentistica e materie prime. Il caso più emblematico e recente è rappresentato dallo stabilimento Vauxhall di Ellesmere Port. Il gruppo francese PSA, dallo scorso agosto proprietario dell’impianto dopo l’acquisizione della Opel, ha già annunciato diversi tagli alla forza lavoro negli ultimi mesi. Oltre ai 400 esuberi rivelati lo scorso autunno, ha in programma la riduzione di ulteriori 250 posti di lavoro, ma i rappresentanti del sindacato Unite temono per la chiusura della fabbrica nel 2021. Il gruppo PSA non sembra al momento intenzionato ad abbandonare lo stabilimento anche per evitare conseguenze sulle vendite del marchio Vauxhall, come peraltro paventato dai sindacalisti, ma le effettive intenzioni dei francesi dipendono dall'esito dei negoziati tra il Regno Unito e la Ue sulla Brexit. 

RUGGERO ACQUE

"Caccia alle streghe contro il motore diesel delle automobili (le più facili da perseguire visto che colpire i trasporti avrebbe pesanti ripercussioni)"...il settore trasporti, che in controtendenza con tutto il resto dell'economia, con l'avvento dell'Euro è forse quello che ha avuto, da subito, un continuo calo dei prezzi, causa concorrenza senza esclusione di colpi. Un bando totale del diesel comporterebbe un aumento dei prezzi mai visto prima. Vorrei proprio vedere come farebbero i fenomeni del "mondo a portata di clic" vedersi recapitare un pacco da Bartolini a 20/25 Euro...ma si sa che l'inquinamento dei mezzi di trasporto commerciale non fa male come quello delle auto. Ho la sensazione che tutto 'sto casino finirà per arricchire ancora di più la triade, che ha il monopolio delle flotte aziendali, dato che avranno un nuovo "plus" da caricare sul listino (con marginalità sempre maggiori...) tipo la boiata del mild-hybrid.

COMMENTI

  • "Caccia alle streghe contro il motore diesel delle automobili (le più facili da perseguire visto che colpire i trasporti avrebbe pesanti ripercussioni)"...il settore trasporti, che in controtendenza con tutto il resto dell'economia, con l'avvento dell'Euro è forse quello che ha avuto, da subito, un continuo calo dei prezzi, causa concorrenza senza esclusione di colpi. Un bando totale del diesel comporterebbe un aumento dei prezzi mai visto prima. Vorrei proprio vedere come farebbero i fenomeni del "mondo a portata di clic" vedersi recapitare un pacco da Bartolini a 20/25 Euro...ma si sa che l'inquinamento dei mezzi di trasporto commerciale non fa male come quello delle auto. Ho la sensazione che tutto 'sto casino finirà per arricchire ancora di più la triade, che ha il monopolio delle flotte aziendali, dato che avranno un nuovo "plus" da caricare sul listino (con marginalità sempre maggiori...) tipo la boiata del mild-hybrid.
  • Spesso si usa la parola "populismo" per definire certe ribellioni "popolane" al potere consolidato, in molti casi per cercare di screditarne le idee in modo da poter mantenere i privilegi acquisiti di certe caste. in questo caso invece mi pare che sia la Brexit e sia la caccia alle streghe contro il motore diesel delle automobili (le più facili da perseguire visto che colpire i trasporti avrebbe pesanti ripercussioni) possano essere chiaramente inquadrate nel populismo peggiore, quello dettato dalla faciloneria di combattere superficialmente un fenomeno senza curarsi delle conseguenze. Un paio di mesi fa lessi un'inchiesta della BBC (dunque non un media al soldo dei burocrati di Bruxelles) dove si enunciava che se si ripetesse il referendum sulla Brexit vincerebbe il no, cambiamento dovuto soprattutto ai tanti giovani che se ne sono infischiati di recarsi alle urne la prima volta e che invece ora spaventati dalle conseguenze di un isolamento dell'UK parteciperebbero in massa al voto.
     Leggi risposte
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/20255/RR_SWB_PHEV_003.JPG Al volante della nuova Range Rover ibrida ricaricabile! http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/al-volante-della-nuova-range-rover-ibrida-ricaricabile- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20254/poster_003.jpg La Range più potente di sempre, la Range Rover Sport SVR! http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/la-range-rover-pi-potente-di-sempre-la-range-rover-sport-svr- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20180/range rover 3 porte1.jpeg Range Rover SV Coupé, 3 porte da 270.000 euro http://tv.quattroruote.it/eventi/ginevra-2018/video/range-rover-sv-coup-3-porte-da-270-000-euro Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/19804/2017-range-1.jpg Range Rover PHEV, l'abbiamo guidata a Los Angeles http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/range-rover-phev-l-abbiamo-guidata-a-los-angeles Première
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/19349/poster_7ff4a428-33d0-4ce7-9302-e82fd9d442dc.jpg Land Rover Discovery SVX: per gli entusiasti del fuoristrada (in inglese) http://tv.quattroruote.it/news/video/land-rover-discovery-svx-per-gli-entusiasti-del-fuoristrada-in-inglese- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/19173/velar hp-iloveimg-resized.jpg Range Rover Velar, il test completo su strada e off-road http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/range-rover-velar-il-test-completo-su-strada-e-off-road Prove su strada
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19128/poster_018.jpg Range Rover Velar: l'abbiamo guidata in Norvegia http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/range-rover-velar-l-abbiamo-guidata-in-norvegia Première
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/18813/poster_001.jpg Teaser Land Rover Discovery http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/teaser-land-rover-discovery Flash
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/18801/poster_020.jpg La nuova Land Rover Discovery sotto la lente di Paolo Massai! http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/prova-land-rover-discovery-massai Prove su strada
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/18463/poster_b5e1d5a3-7d8b-4c66-9afe-18f7e921361d.jpg Land Rover e la Croce Rossa Austriaca danno vita a Project Hero (in inglese) http://tv.quattroruote.it/news/video/land-rover-e-la-croce-rossa-austriaca-danno-vita-a-project-hero-in-inglese News

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca