Jaguar Land Rover Pronti a lasciare il Regno Unito senza un accordo sulla Brexit

Rosario Murgida Rosario Murgida
Jaguar Land Rover
Pronti a lasciare il Regno Unito senza un accordo sulla Brexit
Chiudi
 

Jaguar e Land Rover sono due marchi sinonimo del Regno Unito e della grande tradizione automobilistica britannica. Eppure la Jaguar Land Rover Automotive, la società creata dai proprietaria indiani della Tata Motors per unire i due brand sotto un unico cappello, è pronta ad abbandonare il Paese e a chiudere le sue fabbriche per non dover affrontare le conseguenze della cosiddetta hard Brexit, l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea senza un accordo tra Londra e Bruxelles.

Possibile chiusura per le fabbriche inglesi. "Se sono costretto a uscire perché non abbiamo l'accordo giusto, allora dobbiamo chiudere gli stabilimenti nel Regno Unito e sarà molto, molto triste. È uno scenario ipotetico e spero che sia un'opzione che non dobbiamo mai prendere in considerazione", ha minacciato il ceo Ralph Speth al Financial Times. L'addio sarebbe ovviamente legato al forte aumento dei costi causato dalla fine del libero commercio tra il Regno Unito e gli altri Paesi dell'Unione Europea. Speth ha spiegato che le spese aggiuntive e i ritardi nelle consegne di componentistica importata dal continente rischiano di ridurre gli utili di oltre un miliardo di sterline l'anno, rendendo così non redditizia la permanenza della Jaguar Land Rover in patria. L'unico modo per "salvare l''azienda", in caso di hard Brexit, sarebbe quello di lasciare il Paese.  

A rischio miliardi d'investimenti. "Un pessimo accordo sulla Brexit costerebbe all'azienda oltre 1,2 miliardi di sterline ogni anno", ha aggiunto Speth. "Di conseguenza, dovremmo adeguare drasticamente la nostra struttura dei costi; abbiamo speso circa 50 miliardi di sterline nel Regno Unito negli ultimi cinque anni e abbiamo piani per ulteriori 80 miliardi nei prossimi cinque. Tutto ciò sarebbe in pericolo se dovessimo trovarci di fronte a un esito sbagliato delle trattative". Oltre agli investimenti e alle spese effettuate, l'azienda rappresenta uno dei maggiori operatori industriali del Regno Unito. Il gruppo è il maggior produttore automobilistico britannico con cinque fabbriche di auto e motori, nonché il maggior esportatore di veicoli: delle 621 mila auto vendute nel 2017, l'80% è stato esportato in 130 Paesi di tutto il mondo. Un terzo di tutte le esportazioni di auto britanniche hanno il marchio Jaguar o Land Rover. Inoltre, l'azienda impiega più di 40 mila lavoratori direttamente, dà lavoro ad altre 260 mila persone nella filiera britannica e fornisce un contributo fiscale al Regno Unito di oltre 2 miliardi di sterline l'anno. A questo quadro si aggiungono i rapporti con i fornitori britannici, quantificati l'anno scorso in costi per un totale di 5,67 miliardi di sterline, poco più dei 5,37 miliardi intercorsi con i componentistica europei. I legami con l'Europa sono rafforzati anche da altre variabili: il 20% delle auto prodotte nel Regno Unito è destinato ai mercati del Vecchio Continente e il 40% della componentistica viene importata da Paesi della Ue.  

Serve certezza. Speth, come altri responsabili del settore, chiede maggiori certezze. "Non voglio minacciare nessuno, ma dobbiamo rendere trasparenti le implicazioni della Brexit. Vogliamo restare nel Regno Unito, perché il cuore e l'anima della Jaguar Land Rover sono qui", ha sottolineato il manager. "Tuttavia, noi e i nostri partner nella catena di approvvigionamento affrontiamo un futuro imprevedibile se i negoziati sulla Brexit non mantengono un commercio libero e privo di attriti con l'Ue e un accesso illimitato al mercato unico". In tale contesto si inserisce un’ulteriore considerazione sul futuro del settore. L'azienda ha infatti in programma massicci investimenti per una nuova generazione di auto elettriche in Inghilterra, in particolare nella fabbrica di Solihull, vicino a Birmingham. "L'elettrificazione e la connettività offrono importanti opportunità economiche e di produttività: la Brexit è sbagliata e le persone, le imprese e la società in generale perdono la possibilità di ottenere la leadership nella mobilità intelligente", ha aggiunto Speth.

Oggi giornata cruciale. Dunque il numero uno dell'azienda automobilistica chiede di mantenere l'attuale condizione di un mercato privo di barriere doganali in vista della pubblicazione di un libro bianco sulle relazioni commerciali proposte dal governo di Londra e di una riunione del consiglio di ministri, considerata cruciale perché il premier Theresa May cercherà di ottenere il consenso su un compromesso per i futuri legami con l'Unione Europea. Un compromesso che potrebbe non rispondere in modo adeguato alle richieste del settore automobilistico e di tanti altri comparti industriali, che da tempo chiedono alla May di chiudere la questione della Brexit al più presto. Non è un caso se la stessa Jaguar Land Rover abbia minacciato già a inizio anno tagli alla produzione, confermandoli pochi mesi fa anche per colpa del crollo della domanda per veicoli diesel, mentre la BMW ha recentemente ipotizzato la chiusura delle fabbriche della Mini, altra icona british, e i produttori giapponesi, presenti in massa nel Regno Unito, hanno più volte espresso dubbi sulla convenienza dei loro stabilimenti nel Paese.

COMMENTI

  • Tanto, per produrre delle schifezze simil-coreane possono andare o meglio tornare da dove sono venuti. Questa roba non ha niente a che vedere con l'heritage stilistico e motoristico inglese.
  • Mi spiegavano giusto la scorsa settimana dei clienti in UK che oltre a tutti gli aspetti finanziari difficili da sviscerare il problema enorme per alcuni di essi è l'aspetto dello sdoganamento presso i porti inglesi. Essendo dotati di una infrastruttura portuale non sufficiente alla gestione di questo aspetto andrebbe a farsi benedire il just in time ormai di prassi per la case automobilistiche e affini e quindi ci sarebbe la necessità di tenere a stock molte componenti utilizzate per le linee di montaggio con tutti gli aumenti di costi derivanti. Credo che gli inglesi siano stati vittime (colpevoli) cosi come lo sono stati gli italiani, i francesi e gli americani di una nuova forma di linguaggio della politica basata sulla superficialità, sui tweet, sugli annunci facebook. In sintesi il popolo reclama semplificazione di concetti con la speranza che questa porti ad una maggiore comprensione ma in realtà cade nel tranello di non approfondire e fermarsi al concetto semplificato. La politica cavalca delle dinamiche di comunicazione richieste dal popolo che diventa vittima esso stesso di quello che richiede
  • Mi spiegavano giusto la scorsa settimana dei clienti in UK che oltre a tutti gli aspetti finanziari difficili da sviscerare il problema enorme per alcuni di essi è l'aspetto dello sdoganamento presso i porti inglesi. Essendo dotati di una infrastruttura portuale non sufficiente alla gestione di questo aspetto andrebbe a farsi benedire il just in time ormai di prassi per la case automobilistiche e affini e quindi ci sarebbe la necessità di tenere a stock molte componenti utilizzate per le linee di montaggio con tutti gli aumenti di costi derivanti. Credo che gli inglesi siano stati vittime (colpevoli) cosi come lo sono stati gli italiani, i francesi e gli americani di una nuova forma di linguaggio della politica basata sulla superficialità, sui tweet, sugli annunci facebook. In sintesi il popolo reclama semplificazione di concetti con la speranza che questa porti ad una maggiore comprensione ma in realtà cade nel tranello di non approfondire e fermarsi al concetto semplificato. La politica cavalca delle dinamiche di comunicazione richieste dal popolo che diventa vittima esso stesso di quello che richiede
  • Buongiorno per tutta la vostra domanda di prestito personale o di finanziamento di progetto volete contattare signoora MANECCHI che la ha aiutare con un prestito di 30.000 € e questo senza spese in anticipo allora se siete in le necessità volete contattarla su sono indirizzo mail o per telefono silvia19manecchi75 @ gmail . com whatsapp +33 67 503 121 7
  • Probabilmente è solo una minaccia perchè la Britishness su cui hanno puntato molto in JLR ne perderebbe brutalmente qualora andassero a produrre fuori dall'UK, magari nella "solita" Slovacchia che tanto attira i car makers. ..... Cmq è innegabile che la Brexit (su cui una certa classe politica - i Tories - ha fatto leva per vincere le elezioni, appoggiata dal mondo finanziario della City a cui i lacci e laccioli della UE sulla trasparenza bancaria e finanziaria vanno stretti vista la propensione storica a raccogliere liberamente capitali di provenienza dubbia da ogni parte del globo, e a cui una parte del popolo - soprattutto anziani - ha aderito ciecamente, spaventata e infastidita dall'invasione dei cittadini dell'est Europa e a cui erano stati prospettati i vantaggi di non essere più parte della UE ma gli erano stati taciuti i problemi conseguenti), ora che siamo al "dunque" stia spaventando molto il mondo industriale e del lavoro in generale, un mercato relativamente piccolo come quello britannico non so come potrebbe sopravvivere ad un isolamento commerciale.
     Leggi risposte
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21040/MAS_2399.jpg Strade bianche dal Tirreno all'Adriatico: in viaggio con la Jaguar I-Pace http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/strade-bianche-dal-tirreno-all-adriatico-in-viaggio-con-la-jaguar-i-pace Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21019/poster_008.jpg Teaser - Le prime immagini del nostro viaggio con la Jaguar I-Pace http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/teaser-le-prime-immagini-del-nostro-viaggio-con-la-jaguar-i-pace Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/20727/OZ_06106 -1-.jpg Jaguar I-Pace, la prima vera anti-Tesla: ecco la prova definitiva! http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/la-nuova-jaguar-i-pace-lancia-la-sfida-a-tesla-ecco-il-test- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20712/poster_008.jpg Jaguar I-Pace: le prime immagini della nostra prova | Teaser http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/ecco-le-prime-immagini-della-jaguar-i-pace Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20140/poster_001.jpg Jaguar I-Pace: la crossover elettrica al Salone di Ginevra http://tv.quattroruote.it/eventi/ginevra-2018/video/ginevra2018-jaguar-i-pace-mp4 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19999/poster_005.jpg Paolo Massai prova la Jaguar E-Pace http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/paolo-massai-prova-la-jaguar-e-pace Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19972/poster_008.jpg Teaser - Jaguar E-Pace: le prime immagini della nostra prova http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/teaser-jaguar-e-pace-le-prime-immagini-della-nostra-prova Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19758/poster_011.jpg Alla guida della Jaguar E-Pace 2.0D 180 CV http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/alla-guida-della-jaguar-e-pace-2-0d-180-cv Première
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/19333/poster_b0c32526-dcf6-4845-be3d-1645c9a3b6fd.jpg Un campionato su misura per il debutto della Jaguar I-PACE http://tv.quattroruote.it/news/video/un-campionato-su-misura-per-il-debutto-della-jaguar-i-pace News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19323/poster_018.jpg Salone di Francoforte 2017: la Jaguar E-Pace è pronta al debutto - LIVE http://tv.quattroruote.it/eventi/francoforte-2017/video/salone-di-francoforte-2017-la-jaguar-e-pace-pronta-al-debutto-live Eventi

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca