Pininfarina Riorganizza le attività e si rafforza in California

Rosario Murgida Rosario Murgida
Pininfarina
Riorganizza le attività e si rafforza in California
Chiudi
 

La Pininfarina, storica società torinese oggi di proprietà del gruppo indiano Tech Mahindra, ha varato un'ampia riorganizzazione delle sue attività operative di riflesso a un nuovo posizionamento sul mercato dei servizi per il mondo dell'auto e non solo. Il nuovo assetto è stato delineato dall'amministratore delegato Silvio Angori e dal direttore finanziario Gianfranco Albertini nel corso del primo "Investor Day", un incontro con la comunità finanziaria, organizzato dall'azienda che ha alle spalle quasi 90 anni di vita. 

Si punta su design ed engineering, non solo per l'auto. La riorganizzazione rappresenta il culmine del programma di rilancio e risanamento varato con l'ausilio della nuova proprietà indiana, diventata verso la metà del 2016 socio di maggioranza dell'azienda torinese acquisendone il 76% dall'omonima famiglia per 150 milioni di euro. Il gruppo Mahindra ha iniziato a sostenere la Pininfarina sin da subito iniettando, tramite un aumento di capitale, risorse fresche per 20 milioni di euro. Negli ultimi anni è stato imboccato un percorso di risanamento che ha portato a chiudere il 2017 in utile per la prima volta dopo 14 anni di pesanti perdite dovute, tra l'altro, alla crisi del mercato dell'auto. Ora le strategie prevedono un costante e crescente impegno su due aree ben precise: il design e l'engineering non solo per l'auto, ma anche per altri settori come il trasporto ferroviario, l'immobiliare e l'arredamento. 

Più leggera e flessibile. "Oggi abbiamo l'opportunità di raccontare alla comunità finanziaria la nuova Pininfarina", ha spiegato  Angori. "La società ha ormai cambiato pelle, ha una realtà finanziaria completamente diversa rispetto a dieci anni fa e un business model differente. La metamorfosi è passata attraverso una nuova struttura societaria e un'organizzazione molto più leggera e flessibile, un inedito orientamento strategico con la focalizzazione sui servizi di design e ingegneria e una presenza geografica concentrata su Europa, Cina e Stati Uniti". La riorganizzazione è stata realizzata attraverso la costituzione della controllata Pininfarina Engineering Srl per integrare tutte le attività nel campo dell'ingegneria svolte dalla Pininfarina Spa e dalla Pininfraina Deutschland Holding. La newco, affidata al direttore tecnico di gruppo Gino Mazzucco, impiega 450 persone tra ingegneri e progettisti dislocati tra Italia e Germania e ha il compito di migliorare l'integrazione tra le risorse tecniche e umane presenti nei due Paesi europei con quelle indiane di Tech Mahindra. Inoltre, la Pininfarina Spa ha incorporato la Pininfarina Extra, responsabile di tutte le attività nel design industriale, nell'architettura, nell'arredamento e nei trasporti. "Con il nuovo assetto che vede design e ingegneria in due entità legali specifiche e distinte vogliamo favorire l'accorciamento della catena di controllo del design e la centralizzazione delle strategie commerciali per ottenere benefici finanziari ed economici derivanti dall'ottimizzazione della struttura e dei relativi costi", ha sottolineato Angori. 

Nuovo centro design in California. La riorganizzazione va di pari passo anche con una nuova focalizzazione della presenza geografica. In tal senso rientra il rafforzamento della presenza negli Usa con la creazione di un nuovo centro design a Los Angeles, in quella California sempre più importante per le strategie dei grandi gruppi automobilistici. L'obiettivo non è solo ampliare la quota di mercato, ma anche aumentare la riconoscibilità del marchio e cogliere nuove opportunità in altri settori diversi da quello dell'auto. "La California - ha spiegato Angori - sta diventando il fulcro di tutte le innovazioni nel settore automobilistico e del design industriale, con un'alta concentrazione di startup, imprenditori qualificati, progetti pilota e investitori che sostengono, per esempio, la corsa all'oro nel settore della guida autonoma. È il posto in cui stare perché da sempre Pininfarina cavalca i cambiamenti e anticipa le tendenze future. È lì che Pininfarina può crescere in modo esponenziale offrendo le migliori soluzioni di design per il settore automobilistico e dei trasporti, oltre alla progettazione di prodotti e all'architettura".

Sempre più brand di lusso. Dunque la Pininfarina punta sempre più a diversificare le sue fonti di ricavo seguendo, tra l'altro, le orme di uno dei clienti di maggior rilievo del passato: la Ferrari. Anche l'azienda torinese punta, infatti, a posizionarsi sempre più come un marchio del lusso. "La forza di Pininfarina oggi sta nella sua indipendenza. Abbiamo una proprietà forte, mentre i ricavi arrivano dal mercato. Abbiamo infatti acquisito negli ultimi anni importanti commesse pluriennali con clienti di primaria importanza sia nel settore automobilistico che nel settori dell'industria design, dell'architettura e della nautica. La nostra sfida è ora continuare nella valorizzazione del marchio, puntando a consolidarci ulteriormente come brand del lusso e a sfruttare a nostro vantaggio i cambiamenti radicali in atto nel design, declinato in tutti i settori in cui Pininfarina opera".

Possibili acquisizioni. A sostenere le nuove strategie di espansione sarà anche la forza finanziaria raggiunta negli ultimi anni. Lo dimostrano, per esempio, i dati del primo semestre del 2018. Il valore della produzione è passato da 39,6 milioni a 55,3 milioni, il margine operativo lordo da 2,2 milioni a 7 milioni, l'utile operativo da 0,7 milioni a 5,1 milioni, mentre il risultato netto è passato da una perdita di 600 mila euro a un profitto di 3,1 milioni. "La nostra semestrale - ha proseguito Albertini - vede il valore della produzione crescere di quasi il 40% per merito dell'automotive, un patrimonio a 62 milioni e un debito di 38 milioni, con un risultato netto positivo e un margine operativo lordo del 12%. Il 2017 è stato il primo anno in utile dopo 14 anni, per poco più di un milione, al netto di operazioni di finanza straordinaria intervenute in alcuni anni difficili. I ricavi nel 2017 sono stati 87 milioni e cresceranno ancora nel 2018". Del resto, come precisato da Angori, "il portafoglio ordini è al momento tre volte superiore ai ricavi del 2017" e la crescita prevista nel 2018 non subirà alcuna modifica in seguito alla sospensione dell'accordo triennale da 70 milioni di euro con la Iran Khodro per una piattaforma per la produzione di almeno quattro modelli. In futuro la crescita sarà sostenuta anche da possibili acquisizioni. Angori non lo ha escluso anche se non ha voluto fornire maggiori dettagli: "fino a qualche mese fa non eravamo naturalmente in grado di acquisire alcunché. Non è un mistero che abbiamo messo in vendita alcuni asset e che ora abbiamo una liquidità forte. Quello che posso dire è però che non cresceremo solo per linee interne, anche se è ancora presto per dire in quale direzione e che cosa". 

Ancora nessun dettaglio su Automobili Pininfarina. Il numero uno dell'azienda torinese non si è voluto sbilanciare neanche su quello che rappresenta il ritorno della Pininfarina, almeno come marchio, nella produzione automobilistica. Insieme alla Mahindra, è stato infatti creato un nuovo brand, denominato “Automobili Pininfarina”. Il marchio sarà di proprietà degli indiani e, da un punto di vista societario, avrà sede in Germania, mentre i torinesi forniranno solo servizi di design e ingegneria al punto che lo stesso Angori ha quantificato i proventi dell'operazione per la sua azienda in non più del 10% degli attuali ricavi. Ancora poco si sa sui programmi produttivi e finanziari della nuova creatura anche se qualcosa è già filtrato come la presentazione a Pebble Beach della hypercar PF0. La sua produzione non è escluso avvenga in Italia, ma al momento nulla trapela. Angori si è limitato a chiarire, alla fine dell'Investor Day, che attualmente Pininfarina possiede due stabilimenti, "uno a San Giorgio Canavese, ormai dismesso e oggetto di un processo di vendita, e l'altro a Bairo, ancora operativo e affittato fino al 2021 al gruppo Bollorè. Una cosa è certa: il mercato ha bisogno di capacità produttiva per piccolissime serie". 

COMMENTI

leggi tutto

FOTO

VIDEO
 -
 -

 -
 -

 -
 -

 -
 -

https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/19385/poster_f941db38-f451-4820-ab4b-184e431c7c79.jpg La storia della nuova Skoda Karoq http://tv.quattroruote.it/news/video/la-storia-della-nuova-skoda-karoq News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News

RIVISTE E ABBONAMENTI

Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

Quattroruote

Abbonati a Quattroruote!

Sconti fino al 41%!

SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

UTILITÀ

SERVIZI QUATTRORUOTE

Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
Targa
Cerca