Industria e Finanza

Gruppo FCA
Accordo per cedere la Magneti Marelli per 6,2 miliardi

Gruppo FCA
Accordo per cedere la Magneti Marelli per 6,2 miliardi
Chiudi

Il gruppo FCA ha siglato un accordo definitivo per cedere la Magneti Marelli alla Calsonic Kansei, azienda giapponese di componentistica di proprietà del fondo statunitense di private equity KKR. La cessione, dal controvalore di 6,2 miliardi di euro, pone fine a diversi mesi di trattative sempre sul punto di saltare a causa soprattutto delle divergenze sulla valutazione dell'azienda di Corbetta (Milano).

Nasce un colosso della componentistica. L'operazione, che è previsto venga perfezionata nella prima metà dell'anno prossimo una volta ottenute tutte le autorizzazioni normative, porterà alla nascita della Magneti Marelli CK Holdings e del settimo maggior operatore indipendente al mondo del campo della componentistica per gli autoveicoli, con un fatturato complessivo di 15,2 miliardi di euro, quasi 200 stabilimenti e centri di ricerca e sviluppo in Europa, Giappone, America e Asia-Pacifico. Il nuovo gruppo sarà guidato da Beda Bolzenius, già manager delle multinazionali del settore Bosch e Johnson Controls e amministratore delegato della Kalsonic Kansei dallo scorso marzo, mentre Ermanno Ferrari, nuovo numero uno della Magneti Marelli, entrerà nel consiglio di amministrazione della neonata Magneti Marelli CK Holdings.

Saltano spin-off e quotazione. La cessione a Calsonic Kansei, azienda nata nel 1999 dalla fusione tra i componentisti nipponici Calsonic e Kansei e nel 2016 ceduta dalla Nissan e altri azionisti al fondo Usa per 4,5 miliardi di dollari, fa saltare il precedente progetto di scorporo della Magneti Marelli con la successiva quotazione sulla Borsa di Milano. Il progetto era stato fortemente voluto da Sergio Marchionne, ma il gruppo FCA non aveva mai chiuso le porte a eventuali offerte di terze parti. E, infatti, sin da quando è stato avviato il progetto di separazione sul tavolo dei vertici aziendali sono arrivate le manifestazione di interesse della Kkr e anche di altre società di investimento e aziende del settore

Le divergenze sulla valutazione. Il fondo statunitense è riuscito ad aprire un tavolo di trattative ottenendo anche il diritto di esclusiva ma i negoziati si sono rivelati più difficile del previsto a causa, soprattutto, delle divergenze sulla valutazione da assegnare alla Magneti Marelli con il gruppo italo-statunitense a chiedere più di 6 miliardi e i giapponesi a offrire anche un miliardo in meno. Nelle ultime settimane sono anche circolate diverse ipotesi per chiudere l'operazione come la vendita delle sole attività "non-captive" dell'azienda lombarda, ossia non legate alle forniture al gruppo FCA. L'interesse dei giapponesi non è comunque mai venuto meno neanche dopo aver perso l'esclusiva, grazie al continuo appoggio della Kkr che ora, secondo alcune indiscrezioni provenienti dal Giappone, è intenzionata anche a sostenere un aumento di capitale dell'azienda giapponese. Del resto la Kalsonic Kansei ha un fatturato di circa 7 miliardi contro i quasi 8 della di Magneti Marelli.

La prima grande operazione di Manley. Per Mike Manley si tratta della prima grande operazione straordinaria da quando ha assunto la guida del gruppo italo-statunitense in sostituzione di Marchionne. Con i 6,2 miliardi incassati dalla cessione potrà ora sostenere le esigenze finanziarie di un piano industriale che prevede 45 miliardi di euro di investimenti, di cui 9 solo nell'elettrificazione della gamma. La vendita è probabilmente destinata a rinfocolare le polemiche sull'ennesimo trasferimento di un grande marchio italiano sotto il controllo di una realtà estera e ad alimentare le richieste dei sindacati su garanzie occupazionali e investimenti in Italia. Tra le righe del comunicato di cessione, oltre alla garanzie sul mantenimento dei livelli occupazionali degli stabilimenti italiani di Magneti Marelli, emergono comunque precisi impegni tra le parti per non rompere del tutto i legami tra FCA e Magneti Marelli. Infatti, si legge, è stato "sottoscritto un contratto di fornitura pluriennale che rafforzerà ulteriormente una relazione di mutuo beneficio sia per le gamme di offerta in crescita di Magneti Marelli che di FCA e che sosterrà le operation di Magneti Marelli in Italia, ben posizionandole per una continua crescita e successo nel futuro". "Dopo aver esaminato attentamente una serie di opzioni per consentire a Magneti Marelli di esprimere tutto il suo potenziale nella prossima fase del suo sviluppo, la combinazione con Calsonic Kansei si è rivelata un'opportunità ideale per accelerare la crescita futura di Magneti Marelli a beneficio dei suoi clienti e delle sue persone eccezionali", aggiunge Manley. "Le attività così combinate continueranno a essere uno dei partner commerciali più importanti di FCA e vorremmo vedere questo rapporto crescere ulteriormente in futuro. L'operazione riconosce anche il pieno valore strategico di Magneti Marelli ed è un altro importante passo nel nostro continuo focus sulla creazione di valore".  

Nuove opportunità in un settore in trasformazione. Per la Magneti Marelli, che manterrà a Corbetta la sede operativa, grazie all'appartenenza a un gruppo di componentistica indipendente si aprono ora nuove opportunità di crescita e sviluppo all'interno di un settore che sta affrontando le sfide dell'elettrificazione e delle nuove tecnologie per la connettività e la guida autonoma. Non a caso Bolzenius sottolinea che "negli ultimi anni la nostra industria ha attraversato un periodo di forti cambiamenti e la prossima fase sarà ancora più dinamica". Ora i due componentisti, secondo il manager tedesco, potranno fare leva su "una presenza geografica e linee di prodotti complementari, mentre i nostri rispettivi clienti beneficeranno di un maggiore investimento in persone, processi e nuovi prodotti innovativi".

COMMENTI

  • Preferiscono avere l'uovo oggi che la gallina domani..!Come quando vendettero a Bosch il brevetto del common rail nato negli stabilimenti di Bari piuttosto che ingegnerizzare la produzione e vendere il prodotto finito alle varie case automobilistiche.Vendi oggi vendi domani,prima o poi sarà la volta della FCA per poi investire il tutto in asset più redditizi.
  • Non sono una vedova di Marchionne (ciao Vin), ma provo a trovare una ragione per la decisione presa con le info che posso raccogliere. Bello avere un bolide in casa, ma se mancano i soldi per la benzina.. FCA e MM non potevano stare assieme se manca cassa. Forse i ben informati sapevano della situazione e quindi il modello Ferrari non poteva funzionare senza una successivo versamento di capitale. Banche non se ne parla, meglio un fondo, che però avrebbe annacquato la quota di Exor. Non mi piace vedere aziende italiane finire così, ma almeno gli hanno trovato una bella casa, che gli dovrebbe assicurare un futuro, ed hanno evitato di farla morire tenendosela stretta. E secondo me neanche in FCA sono tanto felici di aver dovuto far così. Ripeto, non voglio fare l'espertone, provo solo ad avanzare ipotesi su cosa è successo.
     Leggi risposte
  • Primo schiaffo di Maley all'industria italiana. ...vediamo i prossimi...
     Leggi risposte
  • Vedremo, importante la salvaguardia dei siti italiani; cosa cmq non certa nemmeno sotto FCA. Probabilmente su Marelli per stare al passo coi tempi avrebbero dovuto investire molto, parole che non esiste in FCA, venderla se non sbaglio,mi pare che da sempre stata la prima opzione del canadese, vendere però a prezzo ok come questo. Cmq ultimamente non è che la stessa FCA si fornisse molto dalla sua Marelli...ad esempio....mi è stato detto che il pacchetto ibrido di Renegade & co sarà della tedesca Bosch. Chissà se sti soldi verranno reinvestiti in nuove auto....
  • Mossa brillantissima. SI sono privati di una eccellenza che poteva portare alla guia autonoma, una punta di diamante della tecnologia elettronica. Applausi a scena aperta......
  • Tanto tuonò che piovve, ..... dopo le incertezze di questi mesi finalmente quella nota famiglia di "virtuosi" può finalmente confermare presso i cantieri navali l'ordinativo degli yachts nuovi per tutti gli appartenenti, ordinativi che erano rimasti "in pending" in attesa di conoscere l'epilogo della vendita dell'ennesimo gioiello ereditato dalla casata. ...... Ora in attesa dei soliti arrampicatori sui vetri e delle vedove di Marchionne (di cui alcune sono testè ricomparse dopo mesi di silenzio) che proveranno a giustificare l'ingiustificabile, faccio solo notare che un "casuccia" insignificante e da 2 soldi come Toyota detiene la quota di controllo di colossi come Denso e Aisin mentre la derelitta (o ex derelitta) PSA quella della Faurecia, tanto perchè qullo della componentistica non sarebbe core business per un car maker, e a maggior ragione in un periodo storico come questo che presuppone cambiamenti epocali....
  • Un ottimo affare per FCA e per il paese: la strada scelta, rispetto allo spin-off ha garantito maggiori introiti, ma l'importante era separare la componentistica, che NON è core business di nessun produttore di auto.
     Leggi risposte
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg Mini Clubman John Cooper Works: mai così potente http://tv.quattroruote.it/news/video/mini-clubman-john-cooper-works-mai-cos-potente News

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >

    logo

    ASSICURAZIONE? SCOPRI QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con In collaborazione con Facile.it

    CERCA IL FINANZIAMENTO AUTO SU MISURA PER TE

    RISPARMIA FINO A 2.000 €!

    Calcola il tuo tagliando

    QTagliando

    Cerca annunci usato

    LA STORIA AUTOMOBILISTICA A PORTATA DI MANO

    Oltre 1500 recensioni di attività commerciali del mondo automotive

    SCARICA LA PROVA COMPLETA IN VERSIONE PDF

    Costo di una singola "prova su strada": 3,59 euro (IVA inclusa). Pagamento da effettuare con carta di credito.